La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO DINFORMATICA AVANZATO a cura di Diego Marianucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO DINFORMATICA AVANZATO a cura di Diego Marianucci."— Transcript della presentazione:

1 CORSO DINFORMATICA AVANZATO a cura di Diego Marianucci

2 PROGRAMMA COME ASSEMBLARE UN PC CONFIGURAZIONE DEL BIOS E INSTALLAZIONE DEL S.O MS-DOS E LINGUAGGIO BATCH REGEDIT: IL REGISTRO DI SISTEMA LE PARTIZIONI DEL DISCO FISSO RETI E INTERNET FILE SHARING SICUREZZA E PROTEZIONE PRIVACY E ANONIMATO IN INTERNET PIRATERIA INFORMATICA

3 REGEDIT IL REGISTRO DI SISTEMA

4 LA STRUTTURA Il Registro di sistema contiene informazioni a cui il sistema operativo fa continuamente riferimento mentre viene utilizzato, quali i profili di tutti gli utenti, le applicazioni installate nel computer e i tipi di documenti creati da ciascuna applicazione, le impostazioni delle finestre delle proprietà per cartelle e icone delle applicazioni, i componenti hardware presenti nel sistema e le porte in uso. Il registro è organizzato in una gerarchia originata da alcune sezioni principali, dove ogni nodo della gerarchia è detto chiave (key), ed ogni nodo può contenere uno o più valori. Le chiavi di primo livello (root keys) hanno il nome interamente in maiuscolo con "HKEY" come prefisso, dall'abbreviazione di handle to a key (maniglia di una chiave); i loro nomi sono solitamente abbreviati in una sigla di tre o quattro lettere, con prefisso "HK". Il percorso di una chiave viene indicato con una sintassi simile ai percorsi di file in Windows, utilizzando quindi il carattere "\" come separatore.

5 LA STRUTTURA Un valore può consistere in: –una stringa di caratteri (valore stringa, REG_SZ) –una sequenza arbitraria di byte (valore binario, REG_BINARY) –un numero a 32 bit (valore dword, REG_DWORD) –un gruppo di stringhe di caratteri (valore multistringa, REG_MULTI_SZ) –una stringa con riferimenti a variabili d'ambiente (valore stringa espandibile, REG_EXPAND_SZ) Le chiavi di primo livello sono: –HKEY_CLASSES_ROOT (HKCR) –HKEY_CURRENT_USER (HKCU) –HKEY_LOCAL_MACHINE (HKLM) –HKEY_USERS (HKU) –HKEY_CURRENT_CONFIG (HKCC)

6 LA STRUTTURA In HKEY_CLASSES_ROOT sono memorizzate informazioni circa le applicazioni registrate, come le associazioni dei tipi di file e le classi OLE. HKEY_CURRENT_USER è dove sono memorizzati tutti i dati del registro relativi al profilo dell'utente attivo. HKEY_CURRENT_USER è un collegamento simbolico alla chiave relativa all'utente contenuta in HKEY_USERS. HKEY_LOCAL_MACHINE, contiene impostazioni comuni a tutti gli utenti del sistema. Nella sua sottochiave SYSTEM è memorizzata la configurazione hardware del computer. Nella chiave HKEY_USERS sono presenti le chiavi HKEY_CURRENT_USER di tutti gli utenti connessi al sistema. HKEY_CURRENT_CONFIG, è dove sono raccolte informazioni volatili sulla sessione. Questa chiave radice è presente solo nel registro delle versioni di Windows derivate da Windows NT.

7 LA STRUTTURA Per modificare il registro manualmente, Microsoft fornisce con i suoi sistemi operativi Windows un'applicazione apposita, REGEDIT.EXE. La disponibilità di un applicativo per modificare il registro, comunque, non implica che questa sia un'operazione per tutti: una disattenzione durante la modifica del registro può portare a rendere il sistema inutilizzabile; proprio a causa della delicatezza di questa operazione, molti produttori di software offrono applicazioni specializzate nella modifica del registro con un'interfaccia grafica più simile al Pannello di controllo, e quindi più familiare all'utente medio; alcune società producono anche programmi per la pulizia automatica del registro, operazione anch'essa potenzialmente pericolosa. Anche Microsoft stessa mette a disposizione gratuitamente un piccolo programma di nome TweakUI, che permette di modificare molti parametri dell'interfaccia grafica di Windows e di apportargli alcune piccole ottimizzazioni. Per avviare il leditor del registro di sistema, cliccare su START Esegui… REGEDIT INVIO

8 BACKUP E RIPRISTINO Dato che, come stato già detto, maneggiare sul registro può essere pericoloso è consigliato fare il backup delle chiavi che andremo ad editare. In questo modo se il nostro sistema dovesse risultare instabile possiamo ripristinarlo nello stato prima della modifica. Per salvare il backup di una chiave su un file.REG basta avviare il REGEDIT.EXE selezionare la chiave interessata con il tasto destro del mouse e cliccare sulla voce Esporta. A questo si apre la finestra che ci chiede dove vogliamo salavare il file, quindi basta darne il nome e cliccare su Salva. Per ripristinare la chiave, basta aprire il menù File e cliccare su Importa, dove verrà passato il file salvato in precedenza. Possiamo anche cliccare due volte sul file per importarlo direttamente sul registro. L'applicazione ad interfaccia grafica REGEDIT.EXE permette di operare anche via riga di comando, limitatamente all'importazione di file.REG: REGEDIT.EXE /S nomefile.reg

9 BACKUP E RIPRISTINO Se il file di registro viene danneggiato per altri motivi e Windows non è più avviabile possiamo provare a fare un ripristino di sistema. Avviare il computer, premere F8 prima della visualizzazione del logo di Windows e dal menù scegliere la voce Avviare il computer con l'ultima configurazione sicuramente funzionante. Questa soluzione molte volte però non risolve niente e allora bisogna agire a mano dalla console di ripristino. Infatti se durante lavvio continuano a comparire messaggi come questi: –Impossibile avviare Windows XP. Il seguente file manca o è danneggiato: \WINDOWS\SYSTEM32\CONFIG\SYSTEM –Impossibile avviare Windows XP. Il seguente file manca o è danneggiato: \WINDOWS\SYSTEM32\CONFIG\SOFTWARE Lunica soluzione è sostituire il registro con il repair di Windows, che non è altro il registro di Windows non appena installato.

10 BACKUP E RIPRISTINO Procedura di ripristino dei file di sistema: 1.Inserire il disco di ripristino di Windows XP nell'unità disco floppy oppure inserire il CD di Windows XP nell'unità CD-ROM, quindi riavviare il computer. Quando viene visualizzata la schermata "Installazione", premere R per avviare la Console di ripristino di emergenza. 2.Nel caso di un sistema ad avvio multiplo, selezionare l'installazione a cui si desidera accedere dalla Console di ripristino di emergenza. 3.Digitare la password di amministratore, quando richiesto. Se il campo della password di amministratore deve essere lasciato vuoto, premere solo INVIO. 4.Al prompt dei comandi della Console di ripristino di emergenza digitare le righe riportate di seguito premendo INVIO dopo ciascuna riga: COPY C:\Windows\repair\system C:\Windows\system32\config\system COPY C:\Windows\repair\software C:\Windows\system32\config\software COPY C:\Windows\repair\sam C:\Windows\system32\config\sam COPY C:\Windows\repair\security C:\Windows\system32\config\security COPY C:\Windows\repair\default C:\Windows\system32\config\default

11 I FILE.REG I file.REG non solo altro che dei files che contengono informazioni importabili nel Registro di Sistema. Hanno la seguente icona: Essi sono editabili e leggibili con un qualsiasi editor di testo e permettono di modificare le chiavi del registro di sistema semplicemente cliccandoci sopra. Esempio: Windows Registry Editor Version 5.00 [HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\ Run] "avgnt"="\"C:\\Programmi\\Avira\\AntiVir PersonalEdition Classic\\avgnt.exe\" /min"

12 IL COMANDO REG.EXE Per i sistemi basati su Windows NT esiste uno strumento che permette di operare sul registro di sistema da riga di comando. È incluso in Windows XP con il nome di REG.EXE, ed è disponibile separatamente per le versioni precedenti del sistema operativo di Microsoft. Il comando può essere invocato con questa sintassi: REG.EXE Operazione [Elenco parametri] Le operazioni possibili sono: –QUERY, ADD, DELETE, COPY, SAVE, LOAD, UNLOAD, RESTORE, COMPARE, EXPORT e IMPORT. Per informazioni su una determinata operazione digitare REG Operazione /? Ad esempio: REG QUERY /?

13 IL COMANDO REG.EXE REG ADD –Aggiunge una nuova sottochiave o voce al Registro di sistema. Esempi: –REG ADD \HKLM\Software\MyCo Aggiunge la chiave HKLM\Software\MyCo sul computer corrente. –REG ADD \\ABC\HKLM\Software\MyCo Aggiunge la chiave HKLM\Software\MyCo sul computer remoto ABC. –REG ADD HKLM\Software\MyCo /v Data /t REG_BINARY /d fe340ead Aggiunge un valore (nome: Data, tipo: REG_BINARY, dati: fe340ead). –REG ADD HKLM\Software\MyCo /v Path /t REG_SZ /d %SystemRoot% Aggiunge un valore (nome: Path, tipo: REG_SZ, dati: C:\WINDOWS). Parametri: –/v nomeSpecifica il nome della voce da aggiungere. /t tipoSpecifica il tipo di dati per il valore della voce. –/d valoreSpecifica il valore della nuova voce del Registro di sistema. –/fAggiunge la sottochiave o la voce senza chiedere conferma.

14 IL COMANDO REG.EXE REG DELETE –Elimina una sottochiave o voci dal Registro di sistema. Esempi: –REG DELETE HKLM\Software\MyCo\MyApp\Timeout Elimina la chiave "Timeout" del Registro di sistema e tutte le sue sottochiavi e valori. –REG DELETE \\ABC\HKLM\Software\MyCo /v MTU Elimina il valore "MTU" del Registro di sistema sotto MyCo sul computer remoto ABC. Parametri: –/veSpecifica che verranno eliminate solo le voci senza valore. –/vaElimina tutti i valori sotto questa chiave, ma non delle sottochiavi. –/fElimina senza chiedere conferma.

15 IL COMANDO REG.EXE REG EXPORT –Crea una copia delle sottochiavi, delle voci e dei valori specificati in un file in modo da poterli trasferire in altri computer. REG EXPORT HKLM\Software\Microsoft\ C:\Temp\msbackup.reg REG IMPORT –Copia un file contenente le sottochiavi, le voci e i valori del Registro di sistema esportati nel Registro di sistema del computer locale. REG IMPORT HKLM\Software\Microsoft\ C:\Temp\msbackup.reg

16 ESEMPIO OFF CLS SET /P nome=Nome: SET /P cognome=Cognome: SET /P indirizzo=Indirizzo: SET /P citta=Citta: REG ADD HKCU\Software\ATL /v Nome /t REG_SZ /d %nome% /f REG ADD HKCU\Software\ATL /v Cognome /t REG_SZ /d %cognome% /f REG ADD HKCU\Software\ATL /v Indirizzo /t REG_SZ /d %indirizzo% /f REG ADD HKCU\Software\ATL /v Citta /t REG_SZ /d %citta% /f

17 IL COMANDO REG.EXE FOR /F "tokens=3* delims=" %a IN ('REG QUERY HKCU\Software\ATL /v Nome') DO SET nome2=%a FOR /F "tokens=3* delims=" %a IN ('REG QUERY HKCU\Software\ATL /v Cognome') DO SET cognome2=%a FOR /F "tokens=3* delims=" %a IN ('REG QUERY HKCU\Software\ATL /v Indirizzo') DO SET indirizzo2=%a FOR /F "tokens=3* delims=" %a IN ('REG QUERY HKCU\Software\ATL /v Citta') DO SET citta2=%a ECHO %nome2% ECHO %cognome2% ECHO %indirizzo2% ECHO %citta2% PAUSE

18 I TRUCCHI Potete trovare una serie di trucchi e una guida dettagliata a questo indirizzo: Di seguito andrò a farvi qualche esempio.

19 I TRUCCHI Di default windows xp ha una latenza(ritardo) di 400 ms (Millisecondi), prima che il menù start si apra. Questo ad un occhio poco attento non farà grande differenza, ma vi assicuro che se usate spesso il computer è utile ridurre questo ritardo a 0. Ecco come fare: 1. Facciamo Start > Esegui e digitiamo "regedit" > OK 2. Si aprirà leditor del registro, tramite il menù ad albero a sinistra navighiamo tra le cartelle fino a raggiungere questo percorso: HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop 3. Ora spostiamo lattenzione al riquadro a destra e individuiamo la voce MenuShowDelay 4. Facciamo dopo click sulla voce MenuShowDelay e impostiamo il valore Confermiamo con OK e riavviamo il sistema. Se per qualche ragione vogliamo ripristinare il valore originario è sufficiente seguire tutta la procedura sopra riportata e sostituire il valore della chiave MenuShowDelay da 0 a 400.

20 I TRUCCHI Per velocizzare notevolmente il caricamento di windows è sufficiente disattivare tutti i programmi non necessari che partono in automatico allavvio. Seguiamo questi passi: 1. Andiamo su Start > Esegui > digitiamo msconfig > Ok 2. Si aprirà lutility dedicata allesecuzione automatica dei programmi, spostiamoci quindi alla scheda Avvio. 3. Ora facciamo click su Disabilita tutto > OK 4. Riavviamo il computer se richiesto. Sicuramente al prossimo avvio noterete un notevole incremento di velocità, ma ovviamente abbiamo disattivato tutto. Ora dobbiamo fare mente locale e cercare quali sono effettivamente i programmi necessari e riattivarli 1 alla volta. I programmi necessari allavvio per un normale utilizzo sono Antivirus, Firewall e programmi affini alla protezione, gli altri possono benissimo essere avviati manualmente quando è necessario in modo da risparmiare memoria e non sovraccaricare lavvio.

21 I TRUCCHI Se invece il vostro problema è la chiusura di windows troppo lenta è possibile ridurre la latenza agendo su alcune chiavi di registro. Vediamo come velocizzare la chiusura dei servizi: 1. Entriamo ancora nel registro da start > esegui > regedit > Ok 2. Navighiamo tra le cartelle fino a questo percorso HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop 3. Ora individuiamo la stringa WaitToKillServiceTimeout, con un doppio click modifichiamo il valore originario (20 Secondi) con un valore più breve tipo 2000 (2 secondi). Velocizziamo la chiusura delle applicazioni: 1. Dal registro (start > esegui > regedit > Ok) 2. Navighiamo tra le chiavi del registro e cerchiamo la posizione HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop 3. WaitToKillAppTimeout modifichiamo il valore con 1000 o se proprio non volete aspettare 500 continua…

22 I TRUCCHI Velocizziamo la chiusura delle applicazioni che si bloccano: 1. Ora spostiamoci sulla posizione HKEY_CURRENT_USER \Control Panel\Desktop 2. Individuiamo la stringa HungAppTimeout e sempre con il doppio click modifichiamo il valore originario con uno più breve tipo Attenzione valori troppo bassi potrebbero generare errori causati dalla non corretta chiusura dei programmi/servizi. Se utilizzate programmi di lavoro che necessitano di avviarsi con Windows, per es. per comunicare con i server, potrebbero non avere il tempo sufficiente per salvare i dati.

23 I TRUCCHI Disabilitare il Prompt dei Comandi e i File Batch Con questa restrizione è possibile disabilitare lutilizzo diretto del prompt dei comandi (cioè attraverso la digitazione di CMD in Start à Esegui) e lesecuzione dei file Batch (quelli con estensioni.bat). Aprite il Registro e andate alla chiave: HKEY_CURRENT_USER \Software\Policies\Microsoft\Windows\System Se non esiste la chiave, createla. Allinterno di System create un nuovo valore DWORD (Modifica – Nuovo – Valore DWORD) e assegnate il nome DisableCMD, impostate il suo valore come segue: 0 (default) il Prompt è Abilitato 1 disabilita il Prompt dei Comandi e lesecuzione dei file Batch 2 disabilita il Prompt dei Comandi ma non lesecuzione dei file Batch Dopo questa modifica si aprirà la finestra del Prompt dei Comandi con linformazione il Prompt dei Comandi è stato disabilitato dallamministratore. Premere un tasto per Continuare.

24 I TRUCCHI Come nascondere le Periferiche…. Questo è un trucco interessante, vi mostrerà come nascondere le periferiche in Risorse del Computer. Ricorrete sempre al Registro di Sistema (ricordate di fare sempre un backup). Cercate questa chiave: HKEY_CURRENT_USER \Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policie s\Explorer Create (o modificate) il valore DWORD chiamato NoDrives: Assegnateli 0 per vedere tutte le periferiche. Se invece volete nascondere una determinata periferica utilizzate i valori elencati di seguito. Ad esempio, per nascondere la periferica C: assegnate a NoDrives il Valore 4. Se invece volete nascondere sia la C. che la A: (per esempio) utilizzate uk valore 5 (A+F) * A: 1 * B: 2 * C: 4 * D: 8 * E: 16 * F: 32 … * TUTTI:

25 I TRUCCHI Limitare le Installazioni su Windows XP PRO È Stato già trattato di come avere delle restrizioni alla voce Installazione Applicazioni del Pannello di Controllo. Tuttavia è disponibile un elenco delle principali modifiche che potete apportare. Aprite il registro e trovate la chiave: HKEY_CURRENT_USER \SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policie s Nel caso in cui si voglia che la restrizione abbia effetto su tutti gli utenti della macchina la chiave da considerare è invece: HKEY_LOCAL_MACHINE \SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policie s Al suo interno create una nuova chiave (Modifica – Nuovo – Chiave) ed assegnatele come nome Uninstall. Entrate in questa chiave appena creata e qui andrete a creare i valori DWORD che vi permetteranno di personalizzare la funzione din Installazione. Tutti i valori citati di seguito si creano da Modifica – Nuovo Valore DWORD, inserendo semplicemente il nome corrispondente. Fate Doppio click sul valore DWORD aggiunto, quindi impostate il campo valore a 1 per attivare la Restrizione, a 0 per eliminarla. continua…

26 I TRUCCHI * NoAddRemoveprograms: Elimina direttamente la possibilità di accedere al menù Installazione Applicazioni del Pannello di Controllo. Accedendo dopo la Modifica si riceverà lerrore Le funzionalità di Installazione Applicazione sono state Limitate. Contattare lamministratore. * NoRemovePage: Elimina il bottone Cambia\Rimuovi Programmi. * NoAddPage: Elimina il pulsante Aggiungi nuovi Programmi. * NoWindowSetuoPage: Impedisce laccesso alla scheda di installazione componenti di Windows. * NoAddFromCDorFloppy: Non permetterà in futuro linstallazione di programmi dalle unità CD e/o Floppy. * NoAddFromInternet: Elimina lopzione che consente di installare nuovi programmi da internet. Potete inserirne uno o più e per attivarli sarà sufficiente fare doppio click e assegnare valore dati 1. per tornare indietro nella modifica sarà sufficiente cancellare le chiavi appena create oppure assegnare il valore 0.

27 I TRUCCHI Come Non Far modificare lo Sfondo del Desktop…. Con questo Trucco che opera sul registro di sistema, vedremo come evitare il cambio dello sfondo del Desktop, operazione utile nel caso di computer con accesso pubblico o con sorelline dispettose hehe. Per iniziare aprite il Registro e cercate la seguente chiave: HKEY_CURRENT_USER \Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policie s\ Dopo di che bisogna fare click con il tasto destro del mouse su Policies e selezionare Nuovo-Chiave. Alla nuova chiave assegnate il nome ActiveDesktop. Adesso, selezionando la nuova chiave si può creare un nuovo valore DWORD a cui va assegnato il nome NoChangingWallPaper. Facendo click su questo valore possiamo assegnare lattributo 1 per attivare il blocco dello sfondo del Desktop e il valore 0 per disabilitare e consentire la scelta dello sfondo. La chiave HKEY_CURRENT_USER applica la restrizione solo nei riguardi dellutente corrente, mentre se si desidera applicarla a tutti gli utenti si dovrà operare sul medesimo percorso in HKEY_LOCAL_MACHINE.

28 I TRUCCHI Una DLL di Troppo Con questo trucco vedremo come eliminare dalla memoria le DLL che possono rallentare il nostro Pc. Premessa: sovente Windows mantiene caricate in memoria le librerie DLL che costituiscono le varie applicazioni eseguite anche quando i programmi da cui dipendono vengono chiusi. Questo fatto può rallentare il lavoro del nostro Pc, perché va ad incidere sulla memoria RAM, aumentandone il carico di lavoro. Vediamo come ovviare a questo problema. Aprite il Registro e Trovate la Chiave: HKEY_LOCAL_MACHINE \Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer Adesso create una nuova sottochiave chiamandola AlwaysUnloadDll. Posizionatevi nel Pannello di destra della nuova sottochiave creata e troverete un stringa denominata Predefinito. Fate doppio click ed impostate valore 1. questa operazione costringerà windows a non mantenere le DLL in memoria dopo la chiusura delle applicazioni da cui esse dipendevano. Riavviate il Pc per rendere effettive le modifiche. Nota Bene: questa modifica può essere applicata a patto che voi non facciate uso di applicazioni un po vecchie, infatti, in questo caso loperazione potrebbe generare alcuni errori e problemi di stabilità. Ma niente paura: se il Pc comincia ad avere un comportamento anomalo, tornate alla chiave indicata in precedenza e cambiate il valore da 1 a 0

29 I TRUCCHI Visualizzare un Messaggio allavvio del sistema Operativo È possibile visualizzare un messaggio a ogni avvio di Windows 2000/XP/2003 per chiunque acceda al Sistema. Ancora una volta ricorriamo al registro. Cercate la chiave seguente: HKEY_LOCAL_MACHINE \Software\Microsoft\WindowsNT\CurrentVersion\WinLogon Nella parte destra cercate la chiave LegalNoticeText, fate click ed inserite il testo da voi scelto (quello che apparirà allavvio del sistema). Fate poi click su Ok. Poi trovate la stringa LegalNoticeCaption: qui specificare il testo che deve essere mostrato nella finestra allavvio di Windows. Se non volete più i messaggi vi basterà eliminare i testi che avete inserito. Riavviate la macchina per rendere effettive le modifiche ed accertarsi che il testo compaia.

30 I TRUCCHI Velocizzare la Comparsa del Menù Start… In alcuni sistemi operativi il menù Start appare dopo un certo intervallo di tempo dal click del mouse. Per velocizzare il tutto aprite il registro e trovate la chiave: HKEY_CURRENT_USER \Control Panel\Desktop E modificate (con doppio click sul nome) il valore della variabile MenuShowDelay a 200 (di solito è a 400). Fate click su Ok per Confermare.

31 I TRUCCHI Bloccare la Pagina iniziale di Internet Explorer È possibile grazie al registro, bloccare la modifica della pagina predefinita di explorer (oppure sbloccarla quando qualche sito la imposta in modo automatico senza il nostro permesso). Per attivare il blocco aggiungere un valore DWORD alla chiave: HKEY_CURRENT_USER \Software\Policies\Micorsoft\InternetExplorer\ControlPanel Nuovo, Valore DWORD, chiamatelo HomePage e dategli valore (7 zeri) Per rimuovere il blocco, invece, prendete la chiave di prima e il valore da voi creato in precedenza e impostate il suo valore a (8 zeri)

32 LE UTILITY Molti sanno (o lo scopriranno presto) che windows di per se è molto disordinato o per meglio dire gestisce le disinstallazione in modo confusionale, lasciando residui sparsi tra registro e file temporanei. Con l'andare del tempo il nostro registro di sistema sarà inevitabilmente pieno zeppo di voci inutile e questo creerà lentezza e instabilità di sistema (oltre ad occupare spazio inutile). Uno dei tanti motivi per cui questo accade riguarda tutta una serie di operazioni, quali: –Installazione nuovi programmi –Disinstallazione vecchi programmi –Navigazione internet –Download da internet –E così via… Anche se puliamo manualmente il computer disinstallando i programmi obsoleti ci accorgeremo che Windows non sempre riesce ad eliminare tutti i file e le chiavi dei programmi salvate nel registro, ma tende a lasciarne sempre traccia. Da molto tempo esistono applicazioni in grado di liberare il computer da questi file, però c' è anche da dire che questi software nella maggior parte dei casi erano più dannosi che utili.

33 CCLEANER CCleaner sviluppato dalla una software house londinese è uno dei programmi più famosi per fare la pulizia necessaria al nostro computer. Questo programma a differenza degli altri ottimizzatori ci mostra tutte le operazioni che va ad eseguire in modo trasparente, così possiamo renderci conto di quali cose va a toccare. CCleaner è un software freeware e completamente in italiano (tradutto in più di 30 lingue). Combina uno strumento di pulizia del sistema per eliminare i file temporanei e quelli inutilizzati ad uno strumento di pulizia e riordino del registro di sistema. Il programma dispone inoltre di diverse utility tra cui: –Una lista trasparente dei programmi installati nel sistema, –Un elenco dei programmi che vengono eseguiti all'avvio, –Un potente strumento per risolvere problemi riscontrati con estensioni, riferimenti e collegamenti mancanti. –Il programma consente di creare un backup del registro di sistema prima di procedere all'eliminazione.

34 CCLEANER Le funzioni principali sono subito a portata di mouse, come potete vedere nella foto ccleaner si divide in 4 funzioni principali: Cleaner - Pulizia dei file Problemi - Riparazione/pulizia del registro. Strumenti – Altre funzioni tra cui (chiavi di avvio, e disinstallazione applicazioni) Opzioni – Varie configurazioni

35

36

37

38 Ccleaner ci chiede di salvare una copia di backup operazione che consiglio di fare sempre (non si sa mai). Anche se finora non ha mai dato nessun problema a molti utenti. Per recuperare il backup (nel caso c'è ne fosse bisogno) è sufficiente fare doppio clic sul file generato di backup.

39

40

41


Scaricare ppt "CORSO DINFORMATICA AVANZATO a cura di Diego Marianucci."

Presentazioni simili


Annunci Google