La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Purgatorio e lopera di Dante. Linvenzione del Purgatorio (1) Jacques Le Goff - 1981- La nascita del Purgatorio (La naissance du Purgatoire Indagine.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Purgatorio e lopera di Dante. Linvenzione del Purgatorio (1) Jacques Le Goff - 1981- La nascita del Purgatorio (La naissance du Purgatoire Indagine."— Transcript della presentazione:

1 Il Purgatorio e lopera di Dante

2 Linvenzione del Purgatorio (1) Jacques Le Goff La nascita del Purgatorio (La naissance du Purgatoire Indagine che ripercorre le tappe della formazione secolare del regno di mezzo nella mentalità collettiva, negli scritti dei Padri della Chiesa e nella storia delle Istituzioni. il terzo luogo, come lo definì Lutero al tempo delle controversie tra riformati e cattolici sulla validità delle indulgenze, non compare nelle Sacre Scritture Le Goff prende lavvio da elementi ideologici che annunciano lidea del purgatorio a partire dal giudeo-cristianesimo antico per giungere alla sua nascita nella seconda metà del XII sec. E alla sua affermazione nel secolo seguente nelle religioni antiche ci sono due tipi di geografie dellaldilà: uno spazio uniforme e uno dualistico. Es: Ade e Campi Elisi dei Greci e dei Romani il Cristianesimo eredita questa concezione che si riflette anche in una collocazione spaziale dei due regni: basso/alto

3 Linvenzione del Purgatorio (2) Etimologia del termine invenire = inventare, escogitare, trovare argomenti a partire dal IV sec. con i Padri della Chiesa (Ambrogio, Gerolamo e Agostino) si inizia a riflettere sulla condizione delle anime dopo il trapasso e su una loro possibile evoluzione tra il momento della morte e il Giudizio finale Agostino lascia aperta la possibilità che i luoghi di espiazione siano sulla terra, possibilmente dove è stata commessa la colpa (da ciò una serie di eresie sui loci purgatorii in terra: i luoghi della colpa, strade, boschi, terme, le chiese come percorso penitenziale della anime, lEtna o i vulcani delle isole Eolie tra lidea si concretizza nel sostantivo purgatorium nel 1274 il Concilio di Lione sancisce il riconoscimento ufficiale dellesistenza del purgatorio come argomento di fede

4 tra lidea si concretizza nel sostantivo purgatorium nel 1274 il Concilio di Lione sancisce il riconoscimento ufficiale dellesistenza del purgatorio come argomento di fede la Chiesa prende possesso dellaldilà e attraverso di esso dellaldiqua stabilendo due poteri: spirituale: risponde al bisogno di colmare un evidente buco teologico economico: può mettere le mani sullaldilà per affermare il proprio potere sulla terra attraverso le indulgenze integrando nella comunità anche quei "peccatori di mestiere", come banchieri o mercanti. Linvenzione del Purgatorio (2 bis)

5 Il ruolo di Dante Dante è il maggior artefice della fortuna del purgatorio Dante conferisce una collocazione precisa e una strutturazione minuziosa, geografica e spirituale al nuovo spazio dellaldilà cristiano fornendo alcune sistemazioni del problema che poi diverranno stabili Dante dimostra come un grande fenomeno teologico- ideologico regga solo se sostenuto anche dallimmaginario sia folclorico sia artistico

6 I rapporti fra il Purgatorio e la terra: i vivi per i morti 1.Rapporto vivi-morti come suffragio 2.Da santAgostino inizia la triade messe-preghiere- elemosine come strumenti del suffragio 3.Essi implicano una mediazione ecclesiastica e la chiesa tenderà a enfatizzare tale mediazione 4.Individuazione di una serie di santi come aiuto delle anime del purgatorio 5.Da 3 e 4: rifiuto di eretici e poi di protestanti

7 chi cè? dove è? Le quattro categorie di uomini definite da santAgostino (malvagi, buoni, non del tutto buoni, non del tutto malvagi) diventano tre con lunificazione delle ultime due Casistica dei peccati per il purgatorio: minuta, parva, minora, levia, leviora, quotidiana e, dal secolo XII, venialia La divisione manichea in quattro non scompare: il purgatorio non è luogo eternoTendenziale infernalizzazione del purgatorio: nellinferno (Jacopo da Varagine), sotto la crosta terrestre (Tommaso dAquino e tutti i domenicani tranne Alberto Magno) Nella terza zona dellatmosfera (Jacopo da Varagine) o comunque verso il cielo (Bonaventura e tutti i francescani; Alberto Magno fra i domenicani)

8 La realtà del Purgatorio Dal momento della sua nascita il purgatorio è per tutti un luogo reale, la sede dellignis purgatorius e dei peccatori di peccati venialia Non è una allegoria né uno stato della mente Per tutti è una verità letterale Caratteristica tipica del pensiero medievale per il quale tutto il simbolismo ha sempre una base di realtà (storica, materiale, metafisica…) Su questa realtà Dante può costruire il terzo regno

9 Collocazione geografica e spaziale del terzo luogo nelluniverso di Dante

10 La struttura del Purgatorio e il sistema delle pene è sulla superficie della terra: isola in emisfero australe tronco di cono centro di una geografia reale e di una geografia trascendente: spiaggia da cui inizia la salita di purificazione ripartizione in 9 settori come per Inferno: antipurgatorio + 7 cornici* + paradiso terrestre *i sette peccati capitali in ordine di gravità angelo delle 7 P

11 La medietà come caratteristica principale è destinato a finire, non è eterno è cantica della purificazione progressiva tra il buio infernale e la luce terrestre – peccato/redenzione si succedono il giorno e la notte centro geometrico della Commedia = centro tematico: Canto XVI (Marco Lombardo) riflessione sul tema del libero arbitrio medietà stilistica fra comico e sublime I temi affetti/amicizia coralità luomo pellegrino. elegia del corpo luce politica


Scaricare ppt "Il Purgatorio e lopera di Dante. Linvenzione del Purgatorio (1) Jacques Le Goff - 1981- La nascita del Purgatorio (La naissance du Purgatoire Indagine."

Presentazioni simili


Annunci Google