La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I FRUTTI DELLA REDENZIONE Corso di Cristologia Lezione 10.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I FRUTTI DELLA REDENZIONE Corso di Cristologia Lezione 10."— Transcript della presentazione:

1

2 I FRUTTI DELLA REDENZIONE Corso di Cristologia Lezione 10

3 Cè una sola economia divina della salvezza di tutti gli uomini la cui fonte e centro è Cristo. 2 Cor 5, 15 La volontà salvífica universale di Dio si centra su Cristo. Vuole che tutti gli uomini si salvino partecipando alla redenzione del suo Figlio fatto uomo: Cristoè morto per tutti (2 Cor 5, 15). Unicità e universalità

4 Si chiama redenzione oggettiva lopera del Redentore, tanto nella sua vita terrena quanto nella sua vita gloriosa in cielo, con la cooperazione dello Spirito Santo. Questopera è la causa della salvezza. Si chiama redenzione soggettiva la partecipazione ai frutti dellopera di Cristo in ogni uomo. Per opera dello Spirito Santo, Cristo offre ad ogni uomo la salvezza, però luomo può rifiutare la grazia che gli si offre. Redenzione oggettiva e soggettiva

5 Lonnipotenza divina raggiunge tutti gli uomini e permette che le azioni ed i meriti di Cristo si possano applicare e possano avere efficacia salvifica in ciascuno. Anche se questo potere è comune alle tre Persone divine, si è soliti attribuirlo allo Spirito Santo. Spirito santo

6 Chiesa Lumen gentium 48 La Chiesa, il cui Capo è Cristo, ha una relazione indispen- sabile con la salvezza di ogni uomo. È sacramento universale di salvezza (Lumen gentium 48). Tutta la grazia proviene da Cristo, è comunicata dallo Spírito Santo, ed è misteriosamente relazionata con la Chiesa. Idem 14 La Chiesa pellegrina sulla terra è necessaria per la salvezza, poiché Cristo è lunico Mediatore e cammino di salvezza e si rende presente ai noi nel suo Corpo, che è la Chiesa (Idem 14).

7 Partecipazione personale… Luomo si unisce a Cristo attraverso la fede viva e i sacramenti della Chiesa. –Fede viva: nessuno può salvarsi senza la fede, che è il fondamento e lorigine di ogni giustificazione. La fede viva opera per mezzo della carità, accompagnata dal pentimento e dalle opere. –Sacramenti: ci fanno participare dei frutti della Redenzio- ne. Tra di essi si destinguono il Battesimo (senza il quale non cè unione con il nostro Salvatore nè vita soprannaturale ed è necessario per la salvezza) e lEucaristia (che rende i fedeli che la ricevono una cosa sola con Lui, e comunica loro la vita eterna).

8 Luomo deve incorporarsi libe- ramente a Cristo e così può ri- cevere i frutti della sua opera redentrice. Certamente Dio con- cede a tutti gli uomini la grazia che salva (data per mezzo di Cri- sto nello Spirito, e che ha rela- zione con la Chiesa). Però non conosciamo il modo in cui la grazia giunge ai non cristiani. È però chiaro che ciascuno di loro deve accogliere liberamente questo dono divino per salvarsi. …e libera

9 Effetti della Redenzione Effetti dellopera redentrice di Cristo negli uomini: –1) ci libera dal peccato, sia in quanto alla colpa che in quanto alla pena, in ciò che si riferisce allanima quanto al corpo: dallignoranza e dalla tristezza, dal disordine delle passioni, dal dolore e dalla morte (purificazione e cammino per la gloria); –2) ci fa partecipi della vita divina e ci ha conseguito la vita eterna.

10 Altri effetti Altri effetti dellopera di Cristo: 1) riconciliazione, comu- nione e amicizia con Dio; 2) rinnovazione interiore delluomo nuovo per la partecipazione alla vita divina; 3) liberazione dalla morte e risurrezione dei corpi.

11 Nella riparazione della vita dellani- ma, si hanno due aspetti: - liberazione dal peccato per la Passione e nuova vita dellanima per la Risurrezione. Nella riparazione della vita corporale, anche: - distruzione della morte per la Morte di Cristo, nuova vita del nostro corpo o risurrezione per la Risurrezione di Cristo. Morte e Risurrezione

12 La salvezza è una realtà principalmente escatologica: sarà completa quando Cristo riapparirà nella sua gloria alla fine del mondo e tutti i suoi nemici saranno posti sotto i suoi piedi. Adesso otteniamo già la salvezza (il mondo è già salvato), sebbene ancora non sia completa. Adesso possediamo realmente il germe della vita eterna e per questo abbiamo la certezza di ricevere i suoi frutti in pienezza. Già e non ancora…

13 Maria non solo ha ricevuto la più perfetta partecipazione dei frutti della salvezza (senza peccato, piena di grazia, in corpo ed anima in Cielo), ma è stata anche associata in modo singolare ed eminente alla persona di Cristo ed alla sua opera redentrice. È nostra Madre nellordine della grazia. La cooperazione di Maria

14 Lumen gentium 62 È Mediatrice nellopera salvifica di Cristo, unita al suo Figlio. E la Chiesa non dubita ad attribuire a Maria un tale compito subordinato: lo sperimenta continuamente e lo raccomanda al cuore dei fedeli perché, confidando su questa protezione materna, si uniscano più intimamente al Mediatore e Salvatore (Lumen gentium 62). A Gesù si va e si ritorna per Maria. Maria è Mediatrice di tutte le grazie


Scaricare ppt "I FRUTTI DELLA REDENZIONE Corso di Cristologia Lezione 10."

Presentazioni simili


Annunci Google