La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Anno 2008-09.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Anno 2008-09."— Transcript della presentazione:

1 Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Anno

2 Cosa è necessario apprendere per entrare nella società di oggi?

3 COSA E NECESSARIO NELLA SOCIETÀ DI OGGI? Sviluppare abilità metacognitive e di riflessione su sé Saper pensare criticamente Saper essere creativi Saper stare con gli altri efficacemente Saper risolvere problemi 4

4 Quali obiettivi generali si pone la scuola? Per le nuove indicazioni Formare saldamente ogni persona sul piano cognitivo e culturale affinché possa affrontare positivamente lincertezza e la mutevolezza degli scenari sociali e professionali presenti e futuri. Realizzare percorsi formativi sempre più rispondenti alle inclinazioni personali degli studenti, per valorizzare la personalità di ognuno…sostenendo e valorizzando le varie forme di diversità

5 Quali obiettivi generali si pone la scuola? Per le nuove indicazioni Centralità della persona. La singolarità, i momenti di passaggio; scuola luogo accogliente che promuove i legami cooperativi; la classe come gruppo; la partecipazione al progetto educativo condiviso. Nuova cittadinanza. Formazione verticale (lungo lintero arco di vita); formazione orizzontale (collaborazione scuola/extrascuola/famiglie); valorizzazione delle diverse identità culturali. Nuovo umanesimo. Responsabilità e consapevolezza dei grandi problemi della condizione umana (sociali, ambientali, storici, culturali)

6 Uno sguardo alle indicazioni …nel rispetto delle differenze di tutti e dellidentità di ciascuno….formare ogni persona sul piano cognitivo e culturale… Alla scuola spetta il compito di fornire supporti adeguati affinché ogni persona sviluppi unidentità consapevole e aperta… 3 …La scuola è chiamata a realizzare percorsi sempre più rispondenti alle inclinazioni degli studenti, nella prospettiva di valorizzare gli aspetti peculiari della personalità di ognuno.

7 Uno sguardo alle indicazioni …fornisce le chiavi per apprendere ad apprendere…per una formazione che possa continuare nellintero arco della vita… Particolare cura è necessario dedicare alla formazione della classe come gruppo, alla promozione di legami cooperativi tra i suoi componenti, alla gestione degli inevitabili conflitti indotti dalla socializzazione. 3 …La scuola come comunità educante…

8 Uno sguardo alle indicazioni Aspetti positivi Pensiero riflessivo vs comprensione autentica Cultura della complessità. Necessità di competenza e riflessività. 3 Imparare attraverso la discussione. Decentrarsi e risolvere conflitti… Rilievo alla diversità Valorizzazione della scoperta, della metacognizione e della creatività Diritto alla cultura, impegno nel sociale, etica della responsabilità e della cura Valutazione formativa.

9 Uno sguardo alle indicazioni Aspetti carenti Attenzione al corpo e alle ricerche delle neuroscienze 3 Attenzione allidentità di genere Etica pubblica. Tra familismo e corruzione

10 Perché il cooperative learning? 4

11 QUALE OBIETTIVO PORSI NELLEDUCAZIONE? Sviluppare: passione per la chiarezza e la precisione, desiderio attitudinale a risalire alle origini delle cose, una capacità di ascolto delle opinioni degli altri, lavversione ad un atteggiamento sistematico alla contraddizione ed unapplicazione rigida delle norme, una inclinazione alla ricerca della verità e non agli interessi individualistici.

12 COSA SIGNIFICA APPRENDERE? Indica un cambiamento: di un comportamento, di un pensiero, della persona. È contestualizzato. È un processo continuo di costruzione, interpretazione e modificazione delle nostre rappresentazioni cognitive basandoci sulle nostre esperienze nella realtà che viviamo. Ha una componente sociale. Porta a una modificazione delle rappresentazioni mentali e una riorganizzazione del pensiero a livelli sempre più elevati. È innovazione, continua creazione e generazione di conoscenza. 1

13 QUALI CARATTERISTICHE DELLA CONCEZIONE COSTRUTTIVISTA DELLAPPRENDIMENTO? Ambienti di apprendimento realistici Coinvolgimento nella risoluzione di problemi complessi e mal strutturati che stimolano conflitto cognitivo 1

14 QUALI CARATTERISTICHE DELLA CONCEZIONE COSTRUTTIVISTA DELLAPPRENDIMENTO? Sviluppo della flessibilità cognitiva Continua negoziazione sociale dei significati e collaborazione Legame tra principi ed esperienza di ogni giorno 1

15 Cosa considerare? 4 Teoria delle IM Teoria di apprendimento Concetti di fondo (disposizioni, differenze individuali) Cultura scolastica Progettazione a ritroso Prestazioni significative Valutazione autentica FONDAMENTI Mod. di PROGRAMMAZIONE Metodi di INSEGNAMENTO Cooperative learning Differenze individuali CURRICULUM ADEGUATO

16 Come risponde la scuola? Progettare percorsi significativi Creare comunità di apprendimento 3 Utilizzare la teorie che valorizzino le differenze e promuovano le potenzialità di ogni studente Utilizzare il metodo cooperativo per promuovere buone relazioni, apprendimento differenziato, risoluzione di problemi, metacognizione, autostima.

17 Di cosa tener conto? Studente Insegnante Ambiente di apprendimento Classe Curriculum 4

18 Come deve essere una scuola? Automodifica continua sulla base di ciò che si è appreso Organizzazione flessibile capace di apprendimento, crescita e cambiamento continui. 3 Studio di pratiche innovative Ricostruire la cultura

19 Le C della scuola Condivisione (di informazioni, comprensioni, esperienze, buone pratiche, aree comuni di interesse e professionalità, il successo e il fallimento) Cultura (identificazione della scuola, visione, motto, valori, finalità) 3 Consapevolezza Collaborazione (tra insegnanti, con dirigente, con genitori, con studenti) Coerenza (continua riflessione ed analisi)

20 Cosa fare? Chiarire gli obiettivi Utilizzare un processo riflessivo 3 Pianificare Implementare/sperimentare Valutare/raccogliere evidenze Studiare/riflettere/valutare

21 Cosa fare? Rivisitare, chiarire gli obiettivi e gli scopi Utilizzare un processo riflessivo 3 Iniziare di nuovo la spirale Modificare le azioni sulla base di nuova conoscenza

22 Esempio La scuola è una casa della mente attiva, una comunità cooperativa che promuove la conoscenza e la comprensione di sé, il rispetto reciproco, la comprensione profonda, ladattabilità al cambiamento, la valorizzazione del patrimonio culturale del proprio territorio un amore per lapprendimento per tutta la vita 3 Costante esame della coerenza dellattività pratica con questa filosofia Esposizione di motti e slogan ben visibili a scuola Celebrazioni e manifestazioni

23 Cosa fare per il curriculum? Ripensare le evidenze di apprendimento Cambiare i modelli mentali (tempo e coraggio) 3 Le valutazioni condivise con criteri chiari Riprogettare il curriculum (disposizioni, contenuto come mezzo di trasporto del pensiero intellettivo)

24 Apprendimento continuo? Considerare la differenza come risorsa e ricchezza Atmosfera di fiducia, di assunzione di rischio, di ricerca. 3 Lavorare in interdipendenza. Raccolta e condivisione di buone pratiche (tempi da trovare)

25 Come progettare? Costruire prestazioni autentiche per verificare come gli studenti sanno utilizzare le loro conoscenze e abilità apprese Utilizzare la Progettazione a ritroso 3 Utilizzare le rubriche come strumento di condivisione e chiarezza dei criteri di valutazione. Inserire le disposizioni nella propria programmazione

26 Quando un comportamento può dirsi intelligente? Non basta riconoscere le diverse modalità in cui rappresentiamo le conoscenze e risolviamo problemi. 3 È necessario disporsi a comportarsi in modo intelligenze, scegliere quando comportarsi in un modo, riconoscere la propria tendenza, sentire lappropriatezza e la competenza, riflettere su come si sta procedendo. Educare alle disposizioni della mente.

27 QUALI SONO LE DISPOSIZIONI? 1.Persistere 2.Gestire limpulsività 3.Ascoltare con comprensione empatica 4.Pensare in maniera flessibile 5.Pensare sul pensare 6.Impegnarsi per laccuratezza 7.Fare domande e porre problemi 8.Applicare la conoscenza pregressa a nuove situazioni 9.Pensare e comunicare con chiarezza e precisione 10.Raccogliere informazioni con tutti i sensi 11.Creare, immaginare e innovare 12.Rispondere con meraviglia e stupore 13.Assumere rischi responsabili 14.Trovare il lato umoristico 15.Pensare in maniera interdipendente 16.Rimanere aperti allapprendimento continuo

28 Progettazione a ritroso 2 Determinare evidenze di apprendimento 3 Pianificare esperienze e attività distruzione 1 Identificare i risultati desiderati

29 1.Identificare i risultati desiderati 1.Identificare i risultati desiderati come si fa? Stabilire le Priorità Le grandi idee, conoscenze importanti, che si devono conservare pur dimenticando i dettagli Ciò che è ritenuto importante da conoscere e necessario per il fare Conoscenze con cui si dovrebbe avere familiarità

30 Quadro di riferimento per stabilire le priorità Ne merita la familiarità Importante da conoscere Comprensioni durevoli Ne merita la familiarità Conoscere come si realizza una trama di un film Importante da conoscere Sapere le parti in cui è composto un libro Saper riassumere un racconto Sapere le parti in cui è composta la narrazione e come si caratterizza un personaggio Comprensioni durevoli Essere capace di analizzare e sintetizzare criticamente ciò che si ascolta e si legge

31 1. Identificare i risultati desiderati 1. Identificare i risultati desiderati Quali conoscenze meritano di essere comprese in profondità? Devono essere durevoli (enduring) che hanno valore al di là della scuola Appartenere al nucleo centrale di una disciplina in studio Soggette a continuo miglioramento Devono essere potenzialmente coinvolgenti (agganciare gli studenti)

32 Cosa sono le prestazioni autentiche? Prestazioni autentiche permettono allo studente di dimostrare ciò che sa fare con ciò che sa, utilizzando conoscenze, abilità e disposizioni in situazioni contestualizzate, simili o analoghe al reale. E di riconoscere il significato di ciò che sta apprendendo nella sua vita, dentro e fuori dalla scuola (comprensione profonda).

33 Lo studente dimostra di aver compreso se: Sa dare spiegazioni; Sa fare interpretazioni; Se sa applicare conoscenze e abilità; Sa analizzare, dare prospettive, esprimere opinioni; Se sa assumere un ruolo o mettersi nei panni di qualcuno; Se sviluppa una conoscenza di sé e di ciò che sa e sa fare.

34 3. Pianificare esperienze e istruzione Come si fa? Where (dove): Aiuta gli studenti a sapere dove sta andando lunità Hook (agganciare): Aggancia gli studenti e sostieni il loro interesse. Explore (attrezzare, esplorare, sperimentare): Attrezza gli studenti, esplora le questioni, e sperimenta le idee. Reflect (ripensare, rivedere): offri opportunità per ripensare e rivedere. Exhibit (mostrare, valutare): consente agli studenti di mostrare la loro comprensione e di valutare il loro lavoro.

35 Quali conclusioni? Lo scopo fondamentale della scuola è quello di rendere gli studenti protagonisti attivi della propria vita dentro e fuori la scuola È necessario rivedere cosa si intende per apprendimento, negoziare il suo significato soprattutto allinterno della stessa scuola Progettare percorsi di apprendimento significativi Scegliere modalità di progettazione adeguate, come la progettazione a ritroso Sviluppare strumenti e metodologie di insegnamento, apprendimento e valutazione che supportino e permettano il raggiungimento di una comprensione profonda.


Scaricare ppt "Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Curriculum e programmazione per un apprendimento significativo Anno 2008-09."

Presentazioni simili


Annunci Google