La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I MODELLI DIDATTICI DELLAPPRENDIMENTO -DAL PROGRAMMA ALLA PROGRAMMAZIONE AL PROGETTO - DA UNA DIDATTICA GENERALIZZATA AD UNA INDIVIDUALIZZATA, AD UNA PERSONALIZZATA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I MODELLI DIDATTICI DELLAPPRENDIMENTO -DAL PROGRAMMA ALLA PROGRAMMAZIONE AL PROGETTO - DA UNA DIDATTICA GENERALIZZATA AD UNA INDIVIDUALIZZATA, AD UNA PERSONALIZZATA."— Transcript della presentazione:

1 I MODELLI DIDATTICI DELLAPPRENDIMENTO -DAL PROGRAMMA ALLA PROGRAMMAZIONE AL PROGETTO - DA UNA DIDATTICA GENERALIZZATA AD UNA INDIVIDUALIZZATA, AD UNA PERSONALIZZATA AI PARADIGMI DELLA VALUTAZIONE

2 I MODELLI RAZIONALISTA-INFORMAZIONISTA SISTEMICO-INTERAZIONISTA COSTRUTTIVISTA SOCIO-EDUCATIVO

3 1° MODELLO ELEMENTI CARATTERIZZANTI: Trasmissione delle conoscenze Istruzione Contenuti e i suoi effetti sullallievo il prodotto comportamentismo positivista associazionismo valutazione selettiva/sommativa (decisione)

4 IL PROGRAMMA INDICATORE PRIVILEGIATO: (sino agli anni 70) -Aspetti contenutistici -Documento ufficiale per tutte le scuole -Carattere prescrittivo e orientativo -Elenco di contenuti disciplinari -Generico senza tener conto delle specificità (scuola, territorio, alunno)

5 IL PROGRAMMA I pilastri della scuola: - il programma, la classe, la lezione, il libro di testo Caratteristiche: -Individualismo operativo; -Pianificazione dogmatica; -Conoscere per materie; -Giudizio soggettivo; -Insegnante trasmettitore vincolato

6 IL PROGRAMMA Allievo: -responsabile del suo successo -soggetto in grado di acquisire conoscenze ma in modo passivo -Valutazione sommativa/selettiva

7 2° MODELLO SISTEMICO-INTERAZIONISTA prevalente è il processo grande valenza allesperienza, al lavoro di gruppo non più il sapere cosa ma il sapere come (Galliani)

8 SISTEMICO-INTERAZIONISTA Il soggetto: -elaboratore e rielaboratore di conoscenze -problematicità del conoscere I contenuti: -mezzi e non fini -obiettivi formativi -Importanza al processo e non al prodotto

9 SISTEMICO-INTERAZIONISTA Dalla qualità alla qualità Da quanto al come Dal cognitivo al metacognitivo Dai contenuti alle strategie cognitive

10 SISTEMICO-INTERAZIONISTA Le caratteristiche personali, le influenze ambientali e il comportamento operano reciprocamente nella misura in cui ogni fattore influenza gli altri in modo interrelato Ruolo centrale lesperienza, intesa come relazione transazionale tra la persona e lambiente (Kolb > Lewin, Piaget, Dewey)

11 PROGRAMMAZIONE È una rivoluzione: la cultura della didattica Non una prassi centrata sullindividualismo operativo e didattico del docente e sui contenuti disciplinari Criteri di sistematicità, di razionalità, flessibilità e fluidità Interazione dialettica tra le ragioni dei soggetti e quelle degli oggetti di conoscenza Interazione dialettica tra i saperi e le motivazioni, gli interessi, le dimensioni psicologiche e antropologiche dei soggetti

12 PROGETTAZIONE Legge 517/77; programmi media: 1979; elementare: 1985 e materna: 1991 legittimano la programmazione e la configurano come strategia e strumento scientifico di attività didattica.

13 PROGRAMMAZIONE Il cosa rispondenza con a chi, attraverso metodologie e strategie, ossia al come Obiettivo: far acquisire apprendimenti, metodo di studio, metodologia della ricerca Obiettivi logico-mentali, critici Collegialità, progettualità condivisa e realizzata Valutazione collegiale, diagnostico-formativa

14 PROGRAMMAZIONE Diritto oggettivo: allapprendimento e alla formazione alluguaglianza degli esiti Modalità: Didattica individualizzata Valutazione formativa, orientativa e regolativa (informazione)

15 3° MODELLO COSTRUTTIVISMO SOCIO-EDUCATIVO La conoscenza: -un processo costruito socialmente; -in una specifica situazione (situato). * Prevalente: la relazione, la mediazione formativa

16 COSTRUTTIVISMO SOCIO- EDUCATIVO Lapprendimento si realizza attraverso le interazioni tra i soggetti allinterno di un contesto sociale. Organizzazione sociale: comunità di apprendimento strategie didattiche condivise

17 COSTRUTTIVISMO SOCIO- EDUCATIVO Costruzione sociale/collaborativa Continua e costante negoziazione di significati

18 COSTRUTTIVISMO SOCIO- EDUCATIVO Lapprendimento si realizza sulla base dellesperienza, che si estrinseca in un determinato e specifico ambiente di apprendimento; ambiente visto come luogo in cui tutti apprendono lavorando e aiutandosi reciprocamente e servendosi di una varietà di strumenti e risorse informative

19 COSTRUTTIVISMO SOCIO- EDUCATIVO In sintesi, la conoscenza è un prodotto costruito socialmente, storicamente, culturalmente e contestualmente Grande valore: alla dialogicità alla riflessività interpersonale alla ricerca e criticità del significato

20 COSTRUTTIVISMO SOCIO- EDUCATIVO Ruolo rilevante: al contesto alla dimensione interattiva alla dimensione sociale La conoscenza: il prodotto di una costruzione attiva in direzione dello sviluppo della metacognizione

21 COSTRUTTIVISMO SOCIO- EDUCATIVO Il soggetto: costruttore e generatore di conoscenze e competenze Il modello: centrato sugli allievi diritto alla diversità

22 PROGETTAZIONE Obiettivo: più specifico interventi mirati: obiettivi formativi e competenze Si parte: -da un problema; -soluzione di uno specifico problema; -condizione di fattibilità e di efficacia

23 PROGETTAZIONE Richiedono: Coinvolgimento cognitivo e affettivo Privilegiano: il protagonismo la corresponsabilità Valutazione: autovalutazione/metacognizione interpretazione, della formazione


Scaricare ppt "I MODELLI DIDATTICI DELLAPPRENDIMENTO -DAL PROGRAMMA ALLA PROGRAMMAZIONE AL PROGETTO - DA UNA DIDATTICA GENERALIZZATA AD UNA INDIVIDUALIZZATA, AD UNA PERSONALIZZATA."

Presentazioni simili


Annunci Google