La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PROJECT WORK Prof. Carmelo Piu. PRINCIPI EPISTEMOLOGICI FINALITÀ Pensiero plurale Vita di relazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PROJECT WORK Prof. Carmelo Piu. PRINCIPI EPISTEMOLOGICI FINALITÀ Pensiero plurale Vita di relazione."— Transcript della presentazione:

1 IL PROJECT WORK Prof. Carmelo Piu

2 PRINCIPI EPISTEMOLOGICI FINALITÀ Pensiero plurale Vita di relazione

3 Natura psicologica * * Stile relazionale * Educano a un modo collettivo di fare cultura * Privilegiano la discussione – la riflessione la criticità la costruzione cooperativa

4 Natura pedagogica Al monocognitivo la ricerca aggiunge il metacognitivo, ossia molteplici punti di vista interpretativi, inquisitivi euristici

5 Natura didattica Modello costruttivista socio-educativo Didattica individualizzata personalizzata Dimensione metacognitiva

6 LA LOGICA METACONOSCENZE * Sapere riflettere sulle conoscenze ** Sapere imparare ad imparare autonomamente

7 OBIETTIVI delineare, illustrare strategia, metodo formativo progettualità e operatività fondamentali risorse per lapprendimento

8 STRATEGIE metodo dei progetti apprendistato cognitivo didattica laboratoriale didattica per compiti di realtà.

9 STRATEGIE E MODALITÀ centralità ed efficacia al percorso formativo interesse, motivazione, creatività responsabilizzazione competenze trasversali (progettualità, capacità organizzative e metodologiche)

10 IL PROJECT WORK Imparare ad imparare Padroneggiare gli strumenti di base Competenze teoriche didattiche gestionali relazionali

11 1° caratteristica Discussione Riflessione Decisione

12 2° caratteristica Progettazione Ideazione Organizzazione Realizzazione

13 3° caratteristica interdisciplinarità sistemazione – ricostruzione – integrazione di conoscenze e competenze

14 4° caratteristica obiettivi metacognitivo – fantacognitivo metodi di ricerca saperi trasversali

15 5° caratteristica obiettivi saperi (le conoscenze) saper fare (metaconoscenze) sapersi relazionare (interattività, dinamiche di gruppo)

16 5° caratteristica ALLIEVO protagonista ricercatore costruttore esploratore

17 MODALITÀ attività finalizzata realizzare, produrre (qualcosa di reale e concreto) conoscenze, competenze (sinergicamente e dialetticamente funzionali)

18 MODALITÀ interconnessioni (tra i diversi saperi) visione unitaria (della conoscenza e della realtà) costruzione conoscenze e competenze

19 IL PROJECT WORK azione, interazione, relazione dialogo, riflessione, criticità dimensioni, categorie che allenano (i soggetti ad esercitare in situazione la propria autonomia)

20 processo metacognitivo (di azione e di riflessione) autoconsapevolezza autoresponsabilità autonomia PROJECT WORK

21 migliori condizioni ed opportunità per dialogare, per riflettere per individuare e superare (i punti di criticità dello stesso percorso di realizzazione) PROJECT WORK

22 valorizzare il sapere e il saper fare linterazione, la comunicazione, la relazione in contesti reali pluralità di azioni cognitive PROJECT WORK

23 più canali sensoriali (visivo, auditivo, tattile) intelligenze diverse e plurime (linguistico-espressiva, logico- matematica) (sia altre: lintelligenza spaziale, corporeo-cinestetica, inter e intrapersonale ed emotivo-relazionale) PROJECT WORK

24 i saperi profumano di concretezza il sapore dellutilità, della spendibilità sociale e lavorativa le conoscenze sono utili, necessarie, spendibili (nella quotidianità della vita e per problemi reali) (Si rendono conto che i saperi vengono letti, interpretati e agiti nella loro unitarietà funzionale) PROJECT WORK


Scaricare ppt "IL PROJECT WORK Prof. Carmelo Piu. PRINCIPI EPISTEMOLOGICI FINALITÀ Pensiero plurale Vita di relazione."

Presentazioni simili


Annunci Google