La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INTERPRETAZIONE DELL EMOGASANALISI Bibliografia Fernando Schirardi ACQUA ELETTROLITI ED EQUILIBRIO ACIDI-BASE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INTERPRETAZIONE DELL EMOGASANALISI Bibliografia Fernando Schirardi ACQUA ELETTROLITI ED EQUILIBRIO ACIDI-BASE."— Transcript della presentazione:

1 INTERPRETAZIONE DELL EMOGASANALISI Bibliografia Fernando Schirardi ACQUA ELETTROLITI ED EQUILIBRIO ACIDI-BASE

2 Il prelievo arterioso può essere eseguito a livello di arteria femorale e arteria radiale (più doloroso) Il prelievo venoso differisce dallarterioso solo per Pressione arteriosa di ossigeno Saturazione di ossigeno

3 ARTERIA VENA pH PCO mmHg HCO mEq/L PO2 e Saturazione sono variabili VALORI DI RIFERIMENTO

4 DIAGNOSI RAPIDISSIMA pH PCO2 acidosi metabolica pH PCO2 acidosi respiratoria pH PCO2 alcalosi metabolica pH PCO2 alcalosi respiratoria H+ = PCO2 / HCO3-

5 INTERPRETAZIONE EMOGASANALISI ABE o BE (actual base excess) Rappresenta la quantità di basi o acidi da aggiungere al sangue per ottenere un pH di 7.4 e PaCO2 di 40 mmHg alla saturazione del paziente. Valore normale E ridotto nellacidosi metabolica E aumentato in alcalosi metabolica

6 INTERPRETAZIONE EMOGASANALISI SBE o BE Standard Standard Base Excess Simile all ABE ma il riferimento è il liquido extracellulare. Il campione vene ottenuto con 1/3 di sangue e 2/3 di plasma ( più simile al potere tampone del LEC )

7 Le basi totali ematiche sono 48 mmol/litro.Ogni eccesso o deficit di basi viene evidenziato con un segno ( - per acidosi e + con alcalosi ). Lemoglobina ha una grossa capacità tampone. SBE o il ABE possono essere usati nel calcolo della quantità di acidi o basi da somministrare per la neutralizzazione

8 INTERPRETAZIONE EMOGASANALISI T CO2 o Total Co2 TCO2= HCO3- + CO2 disciolto

9 INTERPRETAZIONE EMOGASANALISI SBC o BiCarbonato Standard il livello di bicarbonato a pCO 2 =40 mmHg

10 ACIDOSI RESPIRATORIA ACUTA AUMENTO DELLA CO2 OLTRE 45 mmHg pH < 7.35 AUMENTO DEGLI HCO3 ( 1 mEq/L per ogni 10 mmHg di incremento di PaCO2) H+ = PCO2 / HCO3-

11 ACIDOSI RESPIRATORIA CRONICA AUMENTO DELLA CO2 OLTRE 45 mmHg NORMALIZZAZIONE O LIEVE RIDUZIONE DEL pH AUMENTO DEGLI HCO (3.5) mEq/L per ogni 10 mmHg di incremento di PaCO2 IPOCLOREMIA

12 QUADRO CLINICO DELLACIDOSI RESPIRATORIA ACUTA Rallentamento Cefalea Sopore Coma

13 ALCALOSI RESPIRATORIA Nella fase acuta cè una riduzione di 2 mEq/L di HCO3 ogni riduzione di 10 mmHg di PaCO2 Nella fase cronica ( 2-3 giorni) la perdita renale di bicarbonati porta il deficit a 4 mEq/L di HCO3 ogni riduzione di 10 mmHg di PaCO2 H+ = PCO2 / HCO3-

14 SINTOMATOLOGIA DELL ALCALOSI RESPIRATORIA Ipoperfusione cerebrale e ipocalcemia relativa portano a parestesie, spasmi carpo-pedalici, convulsioni

15 ACIDOSI METABOLICA Ogni perdita di 1 mmEq di HCO3- la PCO2 scende di 1.2 mmHg ALCALOSI METABOLICA Ogni aumento di 1 mmEq di HCO3- si ha un incremento di 0.5 mmHg di PCO2 H+ = PCO2 / HCO3-

16 INTERPRETAZIONE RAPIDA DELL EQUILIBRIO ACIDO BASE lanza/gtai/acido-base/abindexit.html

17 INTERPRETAZIONE RAPIDA DELL EQUILIBRIO ACIDO BASE

18 PO2 ( calcola P/F e differenza alveolo- arteriosa) pH ( acidosi o alcalosi) CO2 ( problema respiratorio ?) HCO3- ( problema metabolico ?) Compenso rispettato ( semplice o misto ?) ( Gap anionico)

19 VALORI DI RIFERIMENTO PH 7.4 PaCO2 40 mmHg HCO3- 24 mmEq

20 ESEMPIO pH 7.37 Pa CO2 30 Pa O2 85 HCO3- 16

21 Pa O2 85 mmHg PF = 85/ 0.21 = 404 D( A-a ) O2= PaO2 – PaCO2 = 145 – 85 –30 = 30 ( VN = 4 + età / 4)

22 Ph = 7.37 ACIDOSI

23 Pa CO2 = 30 METABOLICA

24 HCO3- = 16 Ridotto come nelle acidosi metaboliche H+ = PCO2 / HCO3

25 Compenso atteso ? = 8 X 1.2 = = 30.4 COMPENSO ATTESO RISPETTATO DISORDINE SEMPLICE

26 GAP ANIONICO

27 ESEMPI DI EMOGASANALISI

28 ALTERAZIONI SEMPLICI

29

30 CASI PIU COMPLESSI

31 Se il compenso atteso non è rispettato siamo di fronte a una alterazione mista Tutte le combinazioni sono possibili tranne acidosi respiratoria e alcalosi respiratoria Lalcalosi respiratoria cronica può portare a una normalizzazione del pH Un pH normale con PaCO2 o HCO3- alterati sono sinonimo di disordine misto o di alcalosi respiratoria cronica

32 1°PARTE pH PaCO2 PaO2 HCO

33 2° PARTE pH PaCO2 PaO2 HCO

34 3° PARTE pH PaCO2 PaO2 HCO

35 1° Caso Clinico Paziente di 80 anni, BPCO riacutizzata in terapia antibiotica con chinolonico Scoagulato per fa cronica, inviato dal curante per dispnea ingravescente

36 PA FC 120 AR Sat O2 94% in aria ambiente Uso di muscoli accessori con FR 25 / min PaO2 70 mmHg pH 7.21 PaCO mmHg HCO P/F= 350 Diff A-a = – 63=12

37 Si inizia CPAP 5 cmH2O FI 30% Dopo unora PaO2 71 mmHg pH 7.29 PaCO2 52 mmHg HCO PaO2 70 mmHg pH 7.21 PaCO mmHg HCO

38 Diabetica insulinodipendente di 70 aa, dispnea e alterazione della coscienza da 6 ore, cardiopatia ischemica 2° caso clinico PaO2 105 mmHg pH 7.15 PaCO mmHg HCO mEq/L Stick glicemico 320 mg% G.A 20 mEqL

39 Si inizia infusione di HCO3- 1 mmEq/ml/min PaO2 96 mmHg pH 7.29 PaCO2 20 mmHg HCO mmEq/L PaO2 105 mmHg pH 7.15 PaCO mmHg HCO mEq / Dopo 40 minuti

40


Scaricare ppt "INTERPRETAZIONE DELL EMOGASANALISI Bibliografia Fernando Schirardi ACQUA ELETTROLITI ED EQUILIBRIO ACIDI-BASE."

Presentazioni simili


Annunci Google