La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presidio Ospedaliero dei Pellegrini U. O. Accettazione Medico-Chirurgica Responsabile: Dr. Vittorio Helzel Ruolo dellinfermiere: Monitoraggio del paziente,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presidio Ospedaliero dei Pellegrini U. O. Accettazione Medico-Chirurgica Responsabile: Dr. Vittorio Helzel Ruolo dellinfermiere: Monitoraggio del paziente,"— Transcript della presentazione:

1 Presidio Ospedaliero dei Pellegrini U. O. Accettazione Medico-Chirurgica Responsabile: Dr. Vittorio Helzel Ruolo dellinfermiere: Monitoraggio del paziente, riconoscimento e gestione delle complicanze Inf. Mariarosaria Olandese Insufficienza respiratoria acuta Management del paziente dal territorio allospedale

2 Il monitoraggio Un controllo quasi continuo della compliance e della cooperazione del pz nelle prime ore, facendo attenzione ai segni clinici di I.R.A. di fatica muscolare e di bassa gittata

3 Perché monitorare? 1. Valutazione risposta pz alla terapia 2. Rapida individuazione di mutamenti positivi o negativi (trends) nelle condizioni cliniche del paziente 3. Risposta del pz alla ventilazione (es : ottimizzare settaggio del (es : ottimizzare settaggio del ventilatore) ventilatore)

4 1.MONITORAGGIO CLINICO 2.MONITORAGGIO STRUMENTALE 1.MONITORAGGIO CLINICO 2.MONITORAGGIO STRUMENTALE

5 1. Monitoraggio clinico Esame obiettivo Parametri clinici Emogasanalisi arteriosa

6 ESAME OBIETTIVO 1. Stato neurologico (Scala di Kelly) 2. Esame fisico 3. Pattern respiratorio Respiro rapido e superficiale Utilizzo muscolatura accessoria della respirazione Segni di fatica respiratoria, respiro paradosso 4 Adattamento ventilatore-paziente 5 Temperatura cutanea 6 Diuresi (catetere vescicale)

7 Scala di Kelly Grado 1 pz sveglio, esegue 3 ordini complessi Grado 1 : pz sveglio, esegue 3 ordini complessi Grado 2 pz sveglio, esegue 3 ordini semplici Grado 2 : pz sveglio, esegue 3 ordini semplici Grado 3 pz soporoso, risvegliabile con comandi semplici Grado 3 : pz soporoso, risvegliabile con comandi semplici Grado 4 pz soporoso, risvegliabile con comandi vigorosi Grado 4 : pz soporoso, risvegliabile con comandi vigorosi Grado 5 pz comatoso, senza alterazioni del tronco cerebrale Grado 6 pz comatoso, con alterazioni del tronco cerebrale Grado 5 : pz comatoso, senza alterazioni del tronco cerebrale Grado 6 : pz comatoso, con alterazioni del tronco cerebrale

8 PARAMETRI CLINICI Frequenza respiratoria (a/m) SpO2 Frequenza cardiaca Pressione arteriosa ECG (monitor multiparametrico)

9 EMOGASANALISI ARTERIOSA Fornisce dati su: pH, HCO 3, lattato, anion gap Equilibrio acido-base pH, HCO 3, lattato, anion gap PaCO 2 Ventilazione alveolare PaCO 2 PaO 2, SaO 2, P/F …… Scambi gassosi PaO 2, SaO 2, P/F ……

10 Timing per lEGA La prima a tempo zero, in FiO2 nota ed in O 2 /terapia convenzionale La seconda dopo 60 min. di NIV verificare il trend: miglioramento dei valori continuare peggioramento allertare il rianimatore Ripetere lEGA 1ora dopo ogni modifica dei parametri della NIV Ricorda su ogni EGA riportare sempre il valore di FiO2 e di FR

11 MONITORAGGIO STRUMENTALE a) Più costoso b) Effettuato in UTIR e RIA

12 OBI PS Med. Urg. Reparto Ord.

13 Linfermiere valuta: 1. Stato di comfort PZ 2. Funzionamento device e maschera 3. Scheda Pz

14

15 Nelle prime 24 h di NIV: 1. Monitoraggio continuo dei valori della SaO 2 e mantenerli almeno al 90% 2. Controlli EGA in base alle condizioni iniziali del PZ 3. Valutazione adattamento ventilatore /Pz

16 Riconoscimento e gestione complicanze Lutilizzo della NIV può portare effetti collaterali spesso temporanei: Dolore in sede nasale Lesioni da decubito sul dorso del naso, fronte …. Distensione gastrica Claustrofobia Secchezza naso faringi etc…

17 COMPLICANZE Legate alle pressioni Legate al flusso Legate allinterfaccia

18 Legate alle pressioni Problema Intervento Discomfort, otalgia, Valutare riduzione dolore nasale della pressione inspiratoria. inspiratoria. Distensione gastrica Valutare SNG, sonda rettale, riduzione rettale, riduzione delle pressioni. delle pressioni.

19 Legate al flusso Problema Intervento Congestione nasale Uso di decongestionanti Secchezza della mucosa Controllo delle perdite, Orale/nasale uso di sol. salina, rivalut. umidificazione. umidificazione. Irritazione congiuntivale Uso di emollienti, rivalut. tensione e tipo di maschera tensione e tipo di maschera ridurre le perdite. ridurre le perdite.

20 Legate allinterfaccia Problema Intervento Discomfort Regolare la tensione, controllare il posizionamento controllare il posizionamento valut. altra misura/tipo maschera valut. altra misura/tipo maschera Lesioni/ dolore Ridurre la tensione, usare spaziatori ponte nasale rivalutare protezioni, misura e tipo di maschera di maschera Claustrofobia Rassicurare il Pz. valutare diverso tipo di maschera. tipo di maschera. Vomito Distacco rapido della maschera, aspirazione, valutare posiz. SNG aspirazione, valutare posiz. SNG

21 E IMPORTANTE A. Controllare ogni giorno lArmadio NIV B. Stilare una check list del materiale strumentale e farmacologico C. Controllare che i ventilatori siano pronti per luso

22 ……. il successo per lapplicazione della Ventilazione Non Invasiva o NIV Richiede un programma che include SOPRATTUTTO unattenta selezione dei Pz, un attento monitoraggio degli stessi ma SOPRATTUTTO La disponibilità di uno staff ben addestrato e motivato …..

23 GRAZIE per lattenzione


Scaricare ppt "Presidio Ospedaliero dei Pellegrini U. O. Accettazione Medico-Chirurgica Responsabile: Dr. Vittorio Helzel Ruolo dellinfermiere: Monitoraggio del paziente,"

Presentazioni simili


Annunci Google