La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO DISCEPOLI E SCRITTURA DISCEPOLI E SCRITTURA SABATO 4 GENNAIO 2014 SABATO 4 GENNAIO 2014 1° TRIMESTRE 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO DISCEPOLI E SCRITTURA DISCEPOLI E SCRITTURA SABATO 4 GENNAIO 2014 SABATO 4 GENNAIO 2014 1° TRIMESTRE 2014."— Transcript della presentazione:

1 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO DISCEPOLI E SCRITTURA DISCEPOLI E SCRITTURA SABATO 4 GENNAIO 2014 SABATO 4 GENNAIO ° TRIMESTRE 2014

2 Conosceva le Scritture. Conosceva le Scritture. Dava autorità alle Scritture. Dava autorità alle Scritture. Usava le Scritture per predicare. Usava le Scritture per predicare. Convinceva le persone con le Scritture. Convinceva le persone con le Scritture. I suoi discepoli seguirono il suo esempio. I suoi discepoli seguirono il suo esempio. Al tempo di Gesù, la Bibbia era composta solo dellAntico Testamento ed era conosciuta col nome di le Scritture. Questa settimana studieremo il modo in cui Gesù si è relazionato con le Scritture:

3 E cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture le cose che lo concernevano. (Luca 24:27) Gesù conosceva profondamente le Scritture. Come acquisì questa conoscenza? Nella sua fanciullezza, nella sua gioventù e da adulto, Gesù studiò le Scritture. Nella sua infanzia, sua madre quotidianamente gli insegnò la conoscenza acquisita dalle pergamene dei profeti. E.G.W. (Leducazione - cap. 20) Nella sua gioventù, allalba e al tramonto, spesso era solo sui monti o tra gli alberi dei boschi, per dedicare del tempo alla preghiera e allo studio della Parola di Dio. Durante il suo ministero, lintima conoscenza delle Scritture diede testimonianza della diligenza con cui le aveva studiate. Egli ottenne la sua conoscenza nello stesso modo in cui anche noi possiamo ottenerla; il suo meraviglioso potere mentale e spirituale è una prova del valore della Bibbia come mezzo educativo

4 Grazie alla conoscenza che Gesù aveva della Bibbia, potè: Comprendere la sua missione. Per la prima volta, il fanciullo Gesù stava nel tempio [Lc. 2:41-42] … Contemplava la vittima sanguinante sullaltare del sacrificio… Presenziava agli impressionanti riti del servizio pasquale [Nm. 28:16]. Giorno dopo giorno capiva chiaramente il loro significato… Il mistero della sua missione si stava rivelando al Salvatore (E.G.W. - La Speranza delluomo) Affrontare le tentazioni. Ma egli rispondendo disse: Sta scritto: Non di pane soltanto vivrà luomo, ma dogni parola che procede dalla bocca di Dio. [Dt. 8:3] (Matteo 4:4) Gesù gli disse: Sta anche scritto: Non tentare il Signore Iddio tuo. [Dt. 6:16] (Matteo 4:7) Allora Gesù gli disse: Va, Satana, poiché sta scritto: Adora il Signore Iddio tuo, ed a lui solo rendi il culto. [Dt. 6:13] (Matteo 4:10) Spiegare la sua opera. Gesù disse loro: Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che gli edificatori hanno riprovata è quella chè divenuta pietra angolare; ciò è stato fatto dal Signore, ed è cosa meravigliosa agli occhi nostri? [Sal. 118:22-23]... E chi cadrà su questa pietra sarà sfracellato; ed ella stritolerà colui sul quale cadrà. (Matteo 21:42, 44) Insegnare agli altri cosa dicevano di lui le Scritture. E cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture le cose che lo concernevano. (Luca 24:27)

5 Spesso, nelle sue discussioni coi suoi oppositori o nelle sue predicazioni, Gesù citava testi e esempi della Bibbia per affermare lautorità della Parola di Dio. Non pensate chio sia venuto per abolire la legge od i profeti; io sono venuto non per abolire ma per compire (Matteo 5:17) Lunica via sicura è seguire lesempio di Cristo, esaltarne lonore e ubbidire alla Bibbia. Citò Davide quando mangiò i pani della presentazione. (1Samuele 21:1-6) Citò i sacerdoti nel loro lavoro sabatico nel tempio. (Numeri 28:9-10) Citò Osea 6:6 Voglio misericordia e non sacrificio Citò il comandamento sullonore dovuto ai genitori. (Esodo 20:12; 21:17) Citò Isaia 29:13 questo popolo mi onora con le labbra… Citò Salmi 82:6 Io ho detto, voi siete dèi.... Quando i discepoli raccolsero le spighe di sabato (Mt. 12:1-8) Per affrontare le tradizioni dei farisei (Mt. 15:1-20) Quando lo volevano lapidare per essersi dichiarato Figlio di Dio (Giov. 10:32-38)

6 Voi avete udito che fu detto … (Matteo 5:21, 27, 31, 33, 38) Nella predicazione pubblica di Gesù, la più grande che conosciamo - il sermone sul monte - possiamo vedere come Gesù espose la Bibbia dandogli il suo significato più ampio. Gesù diede nuova luce alle vecchie verità, presentando un sistema di verità completo e equilibrato. Se questa fu lopera di Cristo, noi non dovremmo lavorare in armonia con lui? Lasceremo che le nostre idee nascondano la luce che riceviamo da Dio? Dobbiamo leggere con attenzione, cercare di capire quello che ascoltiamo, e poi insegnare ad altri quello che abbiamo imparato. Dobbiamo essere costantemente affamati del pane della vita e assetati dellacqua della vita, al fine di portare agli altri lacqua fresca e vivente che si trova nella fonte della verità E.G.W. (Review and Herald - 4 Giugno 1889)

7 E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figliuol delluomo sia innalzato, affinché chiunque crede in lui abbia vita eterna. (Giovanni 3:14-15) Nelle sue conversazioni private o in piccoli gruppi, anzichè realizzare miracoli, Gesù cercava di convincere le persone spiegando i passaggi biblici (Giov. 13:18-20; Luca 10:25-28; 24:12-22) Istruendo i discepoli, Gesù sottolineò limportanza della testimonianza che lAntico Testamento ha reso alla sua missione. Oggi molti cristiani lo trascurano perchè sostengono che non ha più valore. Ma questo non è linsegnamento di Gesù. Egli aveva una stima così alta di quegli antichi scritti che una volta disse: «Se non ascoltano Mosè e i profeti, non si lasceranno persuadere neppure se uno dei morti risuscita.» E.G.W. (La Speranza delluomo - cap. 83 pag. 595) PARLARE CON LE PERSONE DELLA BIBBIA

8 I primi discepoli fecero della Bibbia la guida della loro vita e la norma della loro fede. Essi usarono la Bibbia, tra le altre cose: Per animare la predicazione dellEvangelo Romani 10:14-15Isaia 52:7 Per dimostrare luguaglianza tra giudei e gentili Romani 10:11-13Isaia 28:16 Per ammettere i gentili nella Chiesa Atti 15:1-31Amos 9:11-12 Per chiamare le persone alla conversione Atti 3:18-26Deuteronomio 18:18 Per scegliere il successore di Giuda Atti 1:15-26Salmo 69:25; 109:8

9 Gli apostoli dovevano rendere testimonianza della vita, della morte e intercessione di Cristo, già anticipate dai profeti, mettendone in rilievo lumiltà e la purezza, la santità e lamore incomparabile. Per proclamare lEvangelo nella sua pienezza, non bastava predicare la vita e gli insegnamenti di Gesù, ma occorreva piuttosto mettere in evidenza che i profeti dellAntico Testamento lo avevano preannunciato e i sacrifici del culto spirituale lo avevano rappresentato simbolicamente. E.G.W. (Parole di Vita - cap. 11) Come Gesù e gli apostoli, tu ed io dobbiamo predicare agli altri usando la Parola di Dio per rivelare loro il messaggio della Salvezza.


Scaricare ppt "LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO DISCEPOLI E SCRITTURA DISCEPOLI E SCRITTURA SABATO 4 GENNAIO 2014 SABATO 4 GENNAIO 2014 1° TRIMESTRE 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google