La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione e Protezione REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione e Protezione REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione."— Transcript della presentazione:

1 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione e Protezione REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione e Protezione LA FORMAZIONE,LINFORMAZIONE E LADDESTRAMENTO PER LA SICUREZZA Corso RLS 12 maggio Dott.ssa C.Angeletti

2 Sezione IV - FORMAZIONE, INFORMAZIONE E ADDESTRAMENTO art. 36. Informazione ai lavoratori art. 37. Formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti

3 Art.2 comma1 lett. aa) FORMAZIONE PROCESSO EDUCATIVO ATTRAVERSO IL QUALE TRASFERIRE AI LAVORATORI ED AGLI ALTRI SOGGETTI DEL SISTEMA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AZIENDALE CONOSCENZE E PROCEDURE UTILI ALLA ACQUISIZIONE DI COMPETENZE PER LO SVOLGIMENTO IN SICUREZZA DEI RISPETTIVI COMPITI IN AZIENDA E ALLA INDETIFICAZIONE, ALLA RIDUZIONE E ALLA GESTIONE DEI RISCHI.

4 FORMAZIONE COME PROCESSO: ATTIVITÀ ARTICOLATA IN FASI DISTINTE RILEVAZIONE DEL BISOGNO PROGETTAZIONEATTUAZIONE VERIFICA DELLEFFICACIA

5 I DESTINATARI della formazione… Non sono soltanto i lavoratori :lo sviluppo delle competenze è un presupposto di tutti gli attori del sistema aziendale. Nel processo educativo, oltre agli esecutori delle disposizioni organizzative, vanno coinvolti tutti, anche coloro che esercitano funzioni di decisione e di controllo. LOBIETTIVO è quello di trasferire ai soggetti coinvolti conoscenze e procedure utili allacquisizione di… COMPETENZE

6 Art.2 comma1 lett. bb) INFORMAZIONE COMPLESSO DELLE ATTIVITA DIRETTE A FORNIRE CONOSCENZE UTILI ALLA IDENTIFICAZIONE, ALLA RIDUZIONE E ALLA GESTIONE DEI RISCHI IN AMBIENTE LAVORATIVO

7 Art.2 comma1 lett. cc) ADDESTRAMENTO COMPLESSO DELLE ATTIVITA DIRETTE A FAR APPRENDERE AI LAVORATORI LUSO CORRETTO DI ATTREZZATURE, MACCHINE, IMPIANTI, SOSTANZE, DISPOSITIVI, ANCHE DI PROTEZIONE INDIVIDUALE, E LE PROCEDURE DI LAVORO. Addestramento: attività che sviluppa capacità operative

8 Linformazione deve riguardare: Comma 1 I rischi per la salute e sicurezza sul lavoro connessi allattività dellimpresa in generale Le procedure che riguardano il primo soccorso, la lotta antincendio, levacuazione dei luoghi di lavoro; I nominativi dei lavoratori incaricati di applicare le misure di cui agli articoli (primo soccorso e prevenzione incendi) I nominativi del responsabile e degli addetti del servizio di prevenzione e protezione e del medico competente;

9 Comma 2 I rischi specifici cui il lavoratore è esposto in relazione allattività svolta, le normative di sicurezza e le disposizioni aziendali in materia; I pericoli connessi alluso delle sostanze e dei preparati pericolosi sulla base delle schede dei dati di sicurezza previste dalla normativa vigente e dalle norme di buona tecnica; Le misure e le attività di protezione e prevenzione adottate

10 Il contenuto della informazione deve essere facilmente comprensibile per i lavoratori e deve consentire loro di acquisire le relative conoscenze. Ove linformazione riguardi lavoratori immigrati, essa avviene previa verifica della comprensione della lingua utilizzata nel percorso informativo.

11 Riunioni, incontri individuali e di gruppo Video Avvisi e cartellonistica Depliant, libretti, circolari e volantini

12 Il Datore di Lavoro deve assicurare che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza, anche rispetto alle conoscenze linguistiche, con particolare riferimento a : a) I concetti di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione della prevenzione aziendale, diritti e doveri dei vari soggetti aziendali, organi di vigilanza, controllo, assistenza; b) Rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dellazienda. Inoltre … il Datore di Lavoro assicura che ciascun lavoratore riceva una formazione sufficiente ed adeguata in merito ai rischi specifici di cui ai titoli successivi al I..

13 Corsi strutturati con lezioni frontali Lavori di gruppo Singoli seminari monotematici Simulazione casi e esercitazioni pratiche Laddestramento viene effettuato da persona esperta e sul luogo di lavoro ( Art. 37 comma 5 )

14 Strumenti indispensabili per: Aumentare il livello di sicurezza Attivare una partecipazione reale del lavoratore Effettuare una corretta valutazione dei rischi

15 Alla costituzione del rapporto di lavoro Al trasferimento o cambiamento di mansioni Allintroduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, di nuove sostanze e preparati pericolosi Inoltre.. La formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti deve essere periodicamente ripetuta in relazione allevoluzione dei rischi o allinsorgenza di nuovi rischi.

16 Il Rls ha diritto ad una formazione particolare in materia di salute e sicurezza concernente i rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, tale da assicurargli adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi. Contenuti minimi : principi giuridici comunitari, costituzionali, civilistici Legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro Principali soggetti coinvolti e relativi obblighi Definizione e individuazione dei fattori di rischio Valutazione dei rischi Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione Aspetti normativi dellattività di rappresentanza dei lavoratori Nozioni di tecnica della comunicazione. La durata minima dei corsi è di 32 ore iniziali, di cui 12 sui rischi specifici presenti in azienda e le conseguenti misure di prevenzione adottate, con verifica dellapprendimento.

17 Art 37 comma 7 I dirigenti e i preposti ricevono a cura del Datore di Lavoro,unadeguata e specifica formazione e un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro. I contenuti della formazione comprendono: principali soggetti coinvolti e relativi obblighi Definizione e individuazione dei fattori di rischio Valutazione dei rischi Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione.

18 Già la definizione di formazione riportata dallart 2 del D.Lgs 81/08 estende il campo dei destinatari a tutti i soggetti del sistema aziendale di prevenzione. Il comma 7 dellart 37 intende specificare la necessità di pensare a un processo formativo mirato alla specifica funzione organizzativa dei dirigenti e dei preposti nel sistema di gestione della sicurezza aziendale. Si tratta quindi di una formazione i cui obiettivi di apprendimento vanno considerati distinti e aggiuntivi rispetto a quella formazione che deve essere assicurata a ciascun lavoratore.

19 Art 37 comma 9 I lavoratori incaricati dellattività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di primo soccorso e comunque di gestione dellemergenza, devono ricevere unadeguata e specifica formazione e aggiornamento professionale.

20 Informazione, formazione e addestramento PER TRASMETTERE LE CONOSCENZE, PROCEDURE E COMPETENZE … DEL SAPERE DEL SAPER FARE DEL SAPER ESSERE Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione e Protezione REGIONE LAZIO AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Servizio Prevenzione."

Presentazioni simili


Annunci Google