La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Vita e pensieri di Maddalena Sofia Barat acquerelli di R.A.A.J. Graafland (Haarlen) Statua di Maddalena Sofia a Roma, Villa Lante.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Vita e pensieri di Maddalena Sofia Barat acquerelli di R.A.A.J. Graafland (Haarlen) Statua di Maddalena Sofia a Roma, Villa Lante."— Transcript della presentazione:

1

2 Vita e pensieri di Maddalena Sofia Barat acquerelli di R.A.A.J. Graafland (Haarlen) Statua di Maddalena Sofia a Roma, Villa Lante

3 1. La lezione di catechismo “Meditiamo spesso, nell’intimo del nostro cuore, le ammirabili relazioni che Gesù si degna avere con noi e che ci permette di avere con Lui.”

4 2. La vendemmia a Joigny “In qualsiasi attività si metta un’anima interiore, essa lavora sempre efficacemente per la Gloria di Dio e il bene degli altri, … non è più lei ad agire ma Gesù in lei e per mezzo di lei.”

5 3. L’amore filiale di Maddalena Sofia “Amiamo Dio sopra ogni cosa e allora anche “i piccoli ruscelli”, cioè gli affetti legittimi, si mescoleranno come gocce d’acqua in questa grande Sorgente.”

6 4. Maddalena Sofia studia nella sua mansarda “Il latino, i grandi autori classici, … stimolavano le mie idee, … giungevo a considerazioni dove i disegni, i giudizi e i castighi di Dio si manifestavano al mio pensiero ; adoravo i decreti della sua divina volontà invece di turbarmene.”

7 5. La partenza da Joigny “Dobbiamo convincerci della necessità di purificare i nostri affetti terreni, se vogliamo raggiungere l’unione con Dio, fine per il quale siamo stati creati …”

8 6. Alla scuola della rinuncia a Parigi “Poiché (il fratello Luigi) mi faceva continuare ad oltranza gli studi, toglievo all’algebra e al sonno il tempo di cucirgli, per la festa di san Luigi, alcune camicie ben cucite, che gli offrii con naturale fierezza… Le gettò nel fuoco…”

9 7. Il padre Varin le rivela il progetto di Dio “Dobbiamo essere grate a Gesù per quello che egli fa per noi. Per chi ama perfettamente è così dolce corrispondere al suo amore, qualunque sia la strada per la quale Egli ci conduce.”

10 8. Prima consacrazione al Sacro Cuore di Gesù “ La nostra sorte è nelle mani di Dio, ma dipende anche da noi: metterci al di sopra di ogni debolezza e divenire apostoli, dimenticando i propri interessi, o meglio, facendo nostri quelli di Dio stesso.”

11 9. La mattina della sua professione religiosa “L’unica felicità, nel tempo e nell’eternità, è l’unione con Gesù per cui formiamo, per cosi dire, una cosa sola con Lui.”

12 10. Le prime alunne ad Amiens “ Lo spirito della Società del Sacro Cuore consiste, prima di tutto, nell’amore, poi, nello zelo per la gloria di Dio e nella perfetta abnegazione di sé.”

13 11. Amiens, vita povera e laboriosa “Eravamo talvolta oppresse dalla stanchezza……, felici delle privazioni che ci ricordavano il nostro divin Salvatore a Nazareth. Il cibo era assai frugale…., spesso ridotte ad accontentarci di pane. …davanti al focolare della cucina : le nostre …teste ravvicinate erano l’espressione della condivisione della gioia”

14 12. Maddalena in viaggio “……in viaggio le austerità abituali sono sospese…… …..ciascuna dovrà praticare le parole della Imitazione di Cristo: “accontentarsi di poco, godere di essere dimenticata” e io aggiungo “ a me il sacrificio, il guadagno al Cuore di Gesù.”

15 13. Si decide la missione in America “L’apostolato a cui siete destinate è una missione grande, nobile e divina! E’ grande, perché abbraccia l’universo; è nobile, perché con essa eleviamo le anime a Dio; è divina, perchè emana da Dio stesso.”

16 14. Nascono, nella preghiera, le Costituzioni “In nome e per la gloria dei Sacri Cuori di Gesù e diMaria Dio, che, con la sua provvidenza, dispone sapientemente tutto per il bene della sua Chiesa,…. ha voluto non solo che fosse reso a questo divin Cuore il culto d’amore e di adorazione.. ma anche che fosse rianimata la fiaccola della fede e il sacro fuoco della carità..”

17 15. Maddalena Sofia ai piedi di Gregorio XVI “…sono nella barca di Pietro, aderisco intimamente al corpo della Chiesa, faccio tutto quello che posso per diffonderla e renderla più bella ? ”

18 16. Le orfanelle del colera “ A Santa-Rufina un altro spettacolo assai doloroso… bambine prive di padre e madre, abbandonate sulla strada e raccolte da altri poveri, carichi anch’essi del peso della loro famiglia… Dissi alle Madri di raccogliere le abbandonate… la divina provvidenza verrà in aiuto.”

19 17. L’incontro con le Poverelle di Assisi Giornata memorabile di “santa alleanza” tra le Francescane di Assisi del Giglio e la Società del Sacro Cuore “in piccola visitazione”. “Unendoci a voi, al “Giglio” le nostre anime si disseteranno alla sorgente d’acqua viva che scorre dalle vostre fresche fontane, e gusteranno le sensazioni di pace, d’amore puro che il solo pensiero della vostra vita ritirata fa nascere nei nostri cuori.”

20 18. La luce del tabernacolo “ Nell’adorazione Egli ammaestra l’anima semplice e docile, le insegna a distaccarsi da se stessa … per gustare le dolcezze della sua presenza, anche in mezzo alle proprie occupazioni. … fa comprendere …. quel che attende da lei in ricambio della grazia della sua vocazione”.

21 19. L’accoglienza delle religiose espulse dal Piemonte La rivoluzione caccia via dalle sei case, assai fiorenti del Piemonte, le nostre religiose che vengono accolte, a cuore aperto, da Maddalena Sofia a Parigi, rue de Varenne e a Conflans. Attinge dal Cuore di Cristo quell’amore materno che sembra dire: “ Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi e io vi ristorerò”.

22 20. La famiglia del postino “ Bisogna far rivivere Gesù Cristo nelle famiglie ! ”.

23 21. Il giardiniere addormentato Maddalena Sofia, un giorno vide il giardiniere, durante il riposo, addormentato in pieno sole. Con tenerezza materna gli coprì la testa con un fazzoletto. Al che l’uomo svegliatosi e, confuso, non sapeva come ringraziarla … “Amico mio, non mettetevi più al sole, potrebbe farvi male”. “Stringiamoci a Dio solo, rivolgiamo a Lui il nostro sguardo e la nostra speranza”.

24 22. Il ragazzino affamato “ I poveri sono la benedizione delle case….. Quando non ci sarà rimasto più nulla venderemo i vasi sacri piuttosto che far soffrire i poveri”.

25 23. Maddalena Sofia con il cane di Villa Lante L’animale, che a Villa Lante era abbastanza feroce e si lanciava contro tutti quelli che tentavano di ammansirlo, ogni mattina cercava il momento di scappare per andare alla Trinità dei Monti. Girava per casa fino a quando non trovava la Santa Madre e dopo avere ricevuto da lei una carezza e un po’ di cibo se ne tornava contento a Villa Lante. “Il cuore si trova a suo agio quando la carità divina regna ovunque e verso tutti”.

26 2 4. Maddalena Sofia con i gatti di Conflans La mattina, tornando nella sua camera, dopo la Messa, trovò sei gattini e la gatta madre davanti a loro, in atteggiamento di richiesta di aiuto per la sopravvivenza dei suoi piccoli. Maddalena Sofia ammirò la sensibilità che il Signore ispira agli animali per supplire alla ragione e per difendere i loro figli. “Dovessimo andare all’estremità del mondo per guadagnare un’anima a Dio, non indietreggiamo dinanzi a qualunque sacrificio”.

27 25. Guarigione di una bambina ammalata “….. ci vogliono anime di preghiera e unite a Gesù Cristo per compiere cose grandi a gloria di Dio e per la salvezza delle anime.” Un giorno una piccola alunna ammalata desiderava un grappolo d’uva e il medico non era favorevole, ma Maddalena Sofia, nella sua tenerezza materna, gliela procurò egualmente e le condizioni di salute della piccola migliorarono subito.

28 26. Maddalena Sofia circondata da bambine “…Quale futuro per le nostre alunne ? … tuttavia sono la nostra speranza ! Avranno tanto da lottare un giorno, hanno bisogno di acquistare o di irrobustire lo spirito di fede e quell’energia basata sulla virtù, che non si ritrae davanti ad alcuna difficoltà, ad alcun sacrificio…. bisogna formarle alle virtù grandi, solide, quelle di Gesù!”.

29 O Sacro Cuore di Gesù, dammi un cuore che sia conforme ai tuoi sentimenti, un cuore umile, che conosca e ami il suo niente, un cuore dolce, che possieda e che calmi le sue agitazioni, un cuore caritatevole, che compatisca le miserie degli altri, un cuore puro, che rifiuti anche l'apparenza del male, un cuore distaccato, che non sospiri che per i beni del Cielo, un cuore distaccato dall'amore di sé e infiammato dell'amore del suo Dio, che ne faccia la sua occupazione, la sua felicità e il suo unico tesoro nel tempo e nell'eternità. Amen. Preghiera di Maddalena Sofia

30 Dall’ incontro del Cuore di Cristo con il cuore ardente di Maddalena Sofia è nata piccola Società del Sacro Cuore. la piccola Società del Sacro Cuore. Dal 1800 fino ad ora, si è estesa in tutto il mondo per annunciare a tutti che “Dio è Amore”.

31 elaborato da Antonella Orlando- 25 maggio 2007 Musica: Unchained melody- Album Titanic


Scaricare ppt "Vita e pensieri di Maddalena Sofia Barat acquerelli di R.A.A.J. Graafland (Haarlen) Statua di Maddalena Sofia a Roma, Villa Lante."

Presentazioni simili


Annunci Google