La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Manipolazione sicura dei poliisocianati nelle applicazioni a spruzzo Versione luglio 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Manipolazione sicura dei poliisocianati nelle applicazioni a spruzzo Versione luglio 2011."— Transcript della presentazione:

1 Manipolazione sicura dei poliisocianati nelle applicazioni a spruzzo Versione luglio 2011

2 2 La nostra responsabilità in termini di salute, sicurezza e ambiente ALIPA = The European ALiphatic Isocyanates Producers Association, Associazione europea dei produttori di isocianati alifatici Comprende i principali produttori europei di isocianati e poliisocianati alifatici

3 3 Poliisocianati alifatici I poliisocianati alifatici svolgono un ruolo predominante come indurenti per i prodotti vernicianti bicomponenti. I prodotti vernicianti contenenti poliuretani alifatici (PUR) così ottenuti sono caratterizzati da elevata qualità, eccellente resistenza e ottime prestazioni di essiccazione. Principali vantaggi dei rivestimenti in poliuretano alifatico: Ne consegue che i rivestimenti in poliuretano alifatico rispondono perfettamente ai più elevati requisiti in termini di prestazioni tecniche e chimiche. Resistenza agli UV e agli agenti atmosferici: eccezionale ritenzione della brillantezza e anti-ingiallimento, anche dopo un tempo di esposizione prolungato Eccezionale compromesso tra durezza e flessibilità: Straordinaria resistenza chimica

4 4 Dove si usano i prodotti vernicianti PUR bicomponente? Grazie alle loro straordinarie proprietà, sono predominanti in applicazioni di alta qualità: Prodotti vernicianti per il settore automobilistico (OEM) e il ritocco carrozzeria. Trasporti come industria aerospaziale, attrezzature ferroviarie, camion e autobus. Macchinari agricoli, edili e di movimento terra. Prodotti vernicianti plastici: paraurti, ecc. Prodotti vernicianti per il legno. Pitture marine o antiruggine.

5 5 Principali poliisocianati alifatici Strutture idealizzate I poliisocianati alifatici si basano prevalentemente su HDI (esametilene diisocianato) o IPDI (isoforone diisocianato). Biureto Isocianurato Uretione Allofanato

6 6 Classificazione ed etichettatura dei poliisocianati * Classificazione di tutti i poliisocianati Possono causare sensibilizzazione a contatto con la pelle Etichettatura di tutti i poliisocianati (sull'imballo) Simbolo: Xi Frasi di rischio: R 43 Alcuni poliisocianati specifici possono recare ulteriore classificazione ed etichettatura a causa delle proprietà irritanti e/o degli effetti nocivi sull'ambiente. L'etichettatura degli indurenti forniti può essere diversa per via di solventi e monomeri residui. * Normativa europea conforme al Regolamento 67/548/CEE

7 7 Classificazione ed etichettatura dei poliisocianati * L'etichettatura degli indurenti forniti può essere diversa per via di solventi e monomeri residui. * Normativa europea conforme al Regolamento (CE) N° 1272/2008 (CLP) Classificazione di tutti i poliisocianati Possono provocare una reazione allergica cutanea Etichettatura di tutti i poliisocianati (sull'imballo) Avvertenza : Attenzione Indicazione di pericolo : H 317 Alcuni poliisocianati specifici possono recare ulteriore classificazione ed etichettatura a causa delle proprietà irritanti e/o degli effetti nocivi sull'ambiente.

8 8 Poliisocianati alifatici Poliisocianati - non dovrebbero essere sicuri? Il contenuto dei gruppi isocianato reattivi è molto inferiore rispetto ai diisocianati. La volatilità è significativamente ridotta a seguito della bassa tensione di vapore. Ma se parliamo di contenuto dei monomeri? applicazioni a temperature più elevate o su superfici calde? applicazioni a spruzzo?

9 9 Applicazioni a spruzzo L'applicazione a spruzzo comporta la formazione di aerosol con particelle di diverse dimensioni Più è piccola la dimensione delle particelle Maggiore è la penetrazione nel tratto respiratorio Meno visibili sono le particelle Maggiori sono i tempi di assestamento Più elevato è il rischio

10 10 Applicazioni a spruzzo La distribuzione della grandezza delle particelle degli aerosol nebulizzati dipende da: Formulazione del prodotto verniciante Metodo dell'applicazione a spruzzo Alta pressione convenzionale Alto volume di aria a bassa pressione (HVLP) Misto aria Airless Per una data formulazione la frazione delle particelle di piccole dimensioni aumenta

11 11 Esposizione alle applicazioni a spruzzo Le principali sorgenti che comportano una possibile esposizione sono: Sovranebulizzazione Materiale di rimbalzo La quantità di sovranebulizzazione e di materiale di rimbalzo dipende da: Efficienza di applicazione del prodotto verniciante Airless ~ 95% Misto aria, HVLP ~ 75% Convenzionale ~ 65% Forma e materiale dell'articolo da verniciare

12 12 Applicazione a spruzzo - È sicura? Sì, se si adottano idonee misure di protezione e di sicurezza. Tuttavia, l'applicazione a spruzzo senza alcun tipo di precauzione non è mai sicura. In tutti i casi, il livello di pericolo rimane esteso. Le misure di protezione devono essere adattate alle condizioni di applicazione

13 13 Cosa fare? Evitare di esporsi è il modo più sicuro per salvaguardare la salute. È meglio non correre rischi. In caso di dubbi, è preferibile adottare le misure più stringenti. Misure di prevenzione: 1)Usare i controlli tecnici 2)Modificare le pratiche operative per ridurre l'esposizione 3)Usare dispositivi di protezione individuale

14 14 Controlli tecnici Ottimizzare le velocità di trasferimento delle vernici usando efficienti tecniche di applicazione Installare cappe di ventilazione locale Usare cabine di verniciatura per applicare i prodotti vernicianti Innalzare recinzioni intorno ai processi di lavoro

15 15 Controlli tecnici Vantaggio dei controlli tecnici: Devono essere installati una sola volta Nessun onere fisico sui lavoratori Ma: È richiesto un investimento iniziale Un corretto funzionamento e un'adeguata manutenzione sono obbligatori

16 16 Controlli tecnici I sistemi di ventilazione locale o le cabine di verniciatura devono essere adeguatamente progettati Gli scarichi devono confluire all'esterno, lontano da prese d'aria per l'area di lavoro Il sistema di ventilazione deve impedire il riflusso all'interno dell'area di lavoro. Le cabine di ventilazione hanno un flusso d'aria minimo di circa 0,3 m/s al di là dell'operatore Il sistema o la cabina forniscono un rinnovo d'aria sufficiente

17 17 Schema dei flussi d'aria in una camera/cabina di verniciatura I contenuti sopra illustrati si basano su materiali della Giornata per la consapevolezza, la salute e la sicurezza delle carrozzerie di riparazioni auto dell'Health and Safety Executive, Regno Unito, Questo è come l'aria circola realmente Side Door Questo è cosa si pensa che accada Camera di verniciatura Side Door Corrente discendente Camera di ventilazione

18 18 Tempi di bonifica di una camera/cabina di verniciatura Spesso sono necessari da 10 a 20 minuti o più per bonificare la camera Lo spray riempie rapidamente la camera, sospinto dal getto d'aria della pistola a spruzzo e dal ricircolo d'aria La bonifica della cabina può impiegare fino a 5 minuti Una nebbia fine, invisibile in condizioni di luce normali, avvolge l'operatore I contenuti sopra illustrati si basano su materiali della Giornata per la consapevolezza, la salute e la sicurezza delle carrozzerie di riparazioni auto dell'Health and Safety Executive, Regno Unito, 2006.

19 19 Buone pratiche operative per la verniciatura a spruzzo Non effettuare cicli di verniciatura in un'officina aperta Le nebbie non controllate si diffonderanno in tutto il luogo di lavoro La nebulizzazione produce un getto d'aria ad alta velocità che riempie rapidamente la cabina/camera di nebbia L'aerosol fine si diffonde, sospinto dal getto d'aria della pistola a spruzzo e dal ricircolo d'aria, e può avvolgere anche l'operatore L'aerosol fine non è visibile in condizioni di luce normali Possono passare vari minuti prima che l'aerosol fine sia rimosso dalle camere e dalle cabine di verniciatura È importante conoscere il tempo di bonifica di una specifica cabina/camera Non rimuovere la protezione respiratoria o sollevare la visiera prima che la cabina/camera sia stata bonificata I contenuti sopra illustrati si basano su materiali della Giornata per la consapevolezza, la salute e la sicurezza delle carrozzerie di riparazioni auto dell'Health and Safety Executive, Regno Unito,

20 20 Buone pratiche operative per la verniciatura a spruzzo Verificare regolarmente la cabina/camera di verniciatura e mantenerla in buono stato, ad esempio Controllare la pressione negativa - le fughe d'aria dovrebbero essere verso l'interno Controllare e sostituire i filtri (di ingresso e di uscita) per compensare lo scambio d'aria Controllare eventuali fughe del fumigatore Controllare e pulire i ventilatori, soprattutto gli estrattori Controllare e manutenere i giunti di tenuta delle porte Elaborare procedure di abbandono e di ingresso sicuri all'interno della cabina/camera di verniciatura I contenuti sopra illustrati si basano su materiali della Giornata per la consapevolezza, la salute e la sicurezza delle carrozzerie di riparazioni auto dell'Health and Safety Executive, Regno Unito, 2006.

21 21 Buone pratiche operative (generali) Educare i lavoratori circa i pericoli associati agli isocianati Seguire buone prassi igieniche Assicurarsi che i controlli tecnici e altre attrezzature utilizzate per ridurre l'esposizione siano correttamente utilizzati Assicurarsi che lavoratori non protetti non si trovino nell'area in cui vengono miscelati o vaporizzati i prodotti contenenti isocianati Assicurarsi che gli spandimenti siano bonificati in maniera rapida e accurata, e che siano utilizzate attrezzature e indumenti di protezione idonei durante la bonifica

22 22 Dispositivi di protezione individuale Indumenti protettivi (requisiti generali per la manipolazione di isocianati) Guanti idonei resistenti ai solventi (consultare la scheda di sicurezza del fornitore) Tuta monouso idonea a protezione di braccia e gambe Occhiali ermetici monouso o respiratori totali a protezione degli occhi

23 23 Dispositivi di protezione individuale Apparecchi di protezione delle vie respiratorie Respiratori di rifornimento aria Respiratori di purificazione aria Respiratori di rifornimento aria in buono stato di funzionamento forniscono la protezione respiratoria più efficace. Dovrebbero essere usati solo respiratori con cartucce approvate per vapori organici e nebbie. È bene ricordare che spesso i lavoratori non sanno quando è necessario sostituire le cartucce. Si dovrebbe applicare un programma di sostituzione basato su opportuni calcoli.

24 24 Quale dispositivo di protezione delle vie respiratorie utilizzare? Come decidere? Le misurazioni eseguite sul luogo di lavoro offrono le migliori indicazioni circa i livelli di esposizione e l'efficacia delle misure di protezione. Se le misurazioni non sono possibili, usare idonei strumenti di valutazione per valutare la possibile esposizione e l'efficacia delle misure di riduzione del rischio. In assenza di valori limite di esposizione professionale ufficialmente vincolanti, usare i limiti normalmente raccomandati sul luogo di lavoro per gli isocianati polimerici (vedere ad es. o consultare la Scheda di dati di sicurezza del fornitore).www.alipa.org Fare attenzione ai tempi e ai picchi di esposizione nella valutazione delle misure preventive. È MEGLIO NON CORRERE RISCHI

25 25 Considerazioni generali Per applicazione a spruzzo si intende non solo la nebulizzazione, ma anche la manipolazione del materiale, il caricamento delle attrezzature di nebulizzazione, la pulizia delle pistole polverizzatrici e delle attrezzature. Assicurarsi che queste attività siano sempre eseguite adottando le necessarie precauzioni e protezioni per la manipolazione degli isocianati (indumenti protettivi e, se necessario, attrezzature di protezione delle vie respiratorie). È bene non dimenticare gli ulteriori pericoli associati ad altri componenti dei prodotti vernicianti, quali i solventi, le resine, o gli additivi.

26 26 Conclusioni L'applicazione a spruzzo dei poliisocianati alifatici è sicura se si adottano idonee misure. Grazie all'unione tra controlli tecnici, pratiche operative e dispositivi di protezione individuale adattati alle condizioni di applicazione, è possibile escludere rischi per la salute umana.

27 27 Uso dei poliisocianati alifatici in applicazioni domestiche La natura reattiva dei poliisocianati alifatici richiede determinate precauzioni e condizioni controllate per la manipolazione e durante l'applicazione, soprattutto nelle applicazioni a spruzzo. Per garantire un uso sicuro, informazioni adeguate, formazione e rispetto delle necessarie misure di sicurezza sono di fondamentale importanza. Tutto ciò può essere raggiunto nell'uso industriale e professionale. Non può essere garantito all'interno degli ambienti domestici. ALIPA raccomanda vivamente di non usare poliisocianati alifatici in quest'area. Allegato Informazioni importanti!

28 28 Esonero di responsabilità Queste iniziative di Product Stewardship di ALIPA e dei suoi membri non esimono clienti, produttori e altri operatori della catena di fornitura dai loro obblighi e adempimenti legislativi in merito a salute sul luogo di lavoro, sicurezza ed ambiente. A tal fine, ALIPA ed i suoi membri non si assumono alcuna responsabilità in relazione all'utilizzo di servizi resi e delle relative informazioni fornite. È responsabilità dell'utilizzatore verificare l'accuratezza dei servizi e delle relative informazioni che possono da questi essere utilizzate a proprio rischio e pericolo.


Scaricare ppt "Manipolazione sicura dei poliisocianati nelle applicazioni a spruzzo Versione luglio 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google