La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Centro di Formazione e di Studi Sanitari Padre Luigi Monti Dott.ssa Daniela Ramaglioni Economia Aziendale Corso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Roma Tor Vergata Centro di Formazione e di Studi Sanitari Padre Luigi Monti Dott.ssa Daniela Ramaglioni Economia Aziendale Corso."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Centro di Formazione e di Studi Sanitari Padre Luigi Monti Dott.ssa Daniela Ramaglioni Economia Aziendale Corso di Laurea in Infermieristica

2 Dott.ssa Daniela Ramaglioni2 Economia sanitaria L'adozione di metodologie economiche consente di guardare con trasparenza la complessità dell'attività sanitaria. ( Millenson M L, 1999)

3 Dott.ssa Daniela Ramaglioni3 Analisi costi-benefici (ACB) Tipo di analisi economica che pone a confronto 2 o più alternative diagnostico-terapeutiche misurando sia i costi sia i benefici in termini monetari e definendo o 1 guadagno o 1 perdita (monetario/a) o rapporto costi-benefici

4 Dott.ssa Daniela Ramaglioni4 Principio costi- benefici Comprendere i problemi dal punto di vista economico significa valutare i comportamenti individuali analizzandone i costi e i benefici. Un individuo dovrebbe intraprendere un'azione solo se questi due variabili sono almeno pari

5 Dott.ssa Daniela Ramaglioni5 Qualunque scelta comporta inevitabilmente, secondo il principio della scarsità, rinunce e ciò implica dei costi. -Acquisto casa: rinuncia vacanze -Eseguire TAC senza indicazione specifica comporta un allungamento dei tempi di attesa, per chi ne ha davvero bisogno

6 Dott.ssa Daniela Ramaglioni Tratt.farm. conv. tr.farm.+TNF tr.farm.+TNF Farmaci Monitor. e contr Inform. + educaz ______ ______ ______ Costo totale Costo totale del trattamento per pazienti ipertesi (Studio di Johannesson et al )

7 Dott.ssa Daniela Ramaglioni7 Spunti di riflessione -le persone, agendo in modo razionale, applicano quasi sempre, anche se in modo approssimato ed intuitivo, il principio del ACB - non tutti hanno la capacità innata di valutare correttamente i costi e i benefici derivanti dall'assunzione di un comportamento

8 Dott.ssa Daniela Ramaglioni8 Economia= scienza dell'efficienza L'economia si occupa dell'utilizzo ottimale di tutte le risorse disponibili per ottenere la massima soddisfazione possibile rispetto ai bisogni infiniti della società

9 Dott.ssa Daniela Ramaglioni9 La salute: una questione di efficienza, di efficacia e di....appropriatezza

10 Dott.ssa Daniela Ramaglioni10 Efficacia Capacità di un sistema economico di raggiungere l'obiettivo prefissato (massimo beneficio raggiungibile)

11 Dott.ssa Daniela Ramaglioni11 In sanità Efficacia: Efficacia: massimo beneficio raggiungibile attraverso interventi sanitari mirati(output) in grado di favorire il miglioramento dello stato di salute (outcome) della persona e/o della collettività.

12 Dott.ssa Daniela Ramaglioni12 Efficacia OUTPUT MASSIMO OUTCOME

13 Dott.ssa Daniela Ramaglioni13 Concetto di efficienza Efficienza: rapporto tra la massima efficacia con il minimo assorbimento di risorse.

14 Dott.ssa Daniela Ramaglioni14 Concetto di efficienza Massima efficacia con minimo assorbimento di risorse

15 Dott.ssa Daniela Ramaglioni15 Efficienza allocativa efficienza produttiva L'utilizzo ottimale delle risorse richiede il raggiungimento di questi 2 tipi di efficienza

16 Dott.ssa Daniela Ramaglioni16 Eff. allocativa:cosa e quanto produrre Si intende la modalità attraverso cui il sistema economico nel suo insieme distribuisce le risorse tra gli impieghi alternativi.

17 Dott.ssa Daniela Ramaglioni17 Efficienza allocativa/2 E' strettamante legata all'efficacia: le risorse devono essere destinate in via prioritaria alle attività sanitarie in grado di garantire i più alti benefici in termini di salute.

18 Dott.ssa Daniela Ramaglioni18 Macroefficienza allocativa Si intende l' inadeguatezza delle scelte allocative fra i programmi alternativi di intervento.

19 Dott.ssa Daniela Ramaglioni19 Molto spesso il rispetto dei vincoli di bilancio (pur necessario) è diventato il vero obiettivo da raggiungere a scapito del vero grande obiettivo di un ss, cioè la tutela della salute delle persone

20 Dott.ssa Daniela Ramaglioni20 Razionamento delle risorse Ciò ha portato all'adozione di meccanismi razionamento di razionamento (tagli) senza tener conto della razionalizzazione necessaria razionalizzazione degli interventi

21 Dott.ssa Daniela Ramaglioni21 Ottimo allocativo Non basta produrre in modo efficiente, ma occorre produrre anche in quantità giusta in relazione agli interventi che sono realmente necessari al mantenimento del benessere della colletività

22 Dott.ssa Daniela Ramaglioni22 Efficienza produttiva: come produrre Si realizza quando la produzione di una determinata quantità di output è ottenuta col minor impiego possibile di input ( massimizzazione del prodotto)

23 Dott.ssa Daniela Ramaglioni23 La capacità di produrre nel modo migliore è legata alla scelta: - del processo produttivo ottimale - del processo che a parità del risultato costa meno - del processo che a parità di costi consente di raggiungere il massimo risultato.

24 Dott.ssa Daniela Ramaglioni24 Ss efficiente efficiente Un sistema sanitario è considerato efficiente quando le risorse sono destinate alla produzione di prestazioni efficaci ed in grado di garantire i più alti benefici in termini di salute

25 Dott.ssa Daniela Ramaglioni25 Appropriatezza Coniuga i criteri di efficacia ed efficienza con l'esigenza di assicurare le migliori prestazioni possibili alla persona in relazione ad un bisogno specifico di salute.

26 Dott.ssa Daniela Ramaglioni26 Si delinea pertanto come una caratteristica sintetica sintetica degli interventi sanitari che integra efficacia, efficienza e oppurtunità. Per questo l'appropriatezza è oggi una tematica di grande rilievo per lo sviluppo dei ss

27 Dott.ssa Daniela Ramaglioni27 In Italia si comincia a parlare di appropriatezza a partire dal D. lgs 502/92. La necessità di ottimizzare le scarse risorse disponibili attraverso la razionalizzazione del loro uso, rendono l'appropriatezza una condizione essenziale per il buon funzionamento del ss.

28 Dott.ssa Daniela Ramaglioni28 2 tipi di appropriatezza - appropriatezza clinico-assistenziale - appropriatezza organizzativa

29 Dott.ssa Daniela Ramaglioni29 Appr. clinico-assistenziale In ambito clinico coincide con la possibilità di ricercare e di scegliere tra diverse alternative il metodo/modo di intervento migliore per risolvere uno specifico problema clinico-assistenziale che riguarda quel paziente

30 Dott.ssa Daniela Ramaglioni30 appropriatezza Quindi il concetto di appropriatezza è applicato quando l'output viene fatto solo nei pazienti, che ne possono effettivamente trarre beneficio.

31 Dott.ssa Daniela Ramaglioni31 Appropriatezza clinico-assistenziale Output solo per pazienti che ne possono BENEFICIARE

32 Dott.ssa Daniela Ramaglioni32 Appropriatezza organizzativa o generica Corrisponde all'erogazione di una prestazione sanitaria nel contesto assistenziale che consente il miglior utilizzo delle risorse ( ad es. ricovero ordinario o in day hospital)

33 Dott.ssa Daniela Ramaglioni33 Appropriatezza organizzativa Intervento di ernia inguinale day- hospital o ricovero ordinario?

34 Dott.ssa Daniela Ramaglioni34 L'appropriatezza è solitamente uno dei parametri più difficili da misurare in un ricovero; per farlo sono necessarie regole definite e condivise.

35 Dott.ssa Daniela Ramaglioni35 Concetto di appropriatezza Il concetto di appropriatezza dovrebbe essere immediatamente percepito come la cosa giusta al soggetto giusto, al momento giusto, da parte dell'operatore giusto, nelle struttura giusta


Scaricare ppt "Università degli Studi di Roma Tor Vergata Centro di Formazione e di Studi Sanitari Padre Luigi Monti Dott.ssa Daniela Ramaglioni Economia Aziendale Corso."

Presentazioni simili


Annunci Google