La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Agricoltura e protezione del suolo: sostenibilità e lotta alla desertificazione Nicola Laricchia Regione Puglia – Assessorato Risorse Agroalimentari Istituto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Agricoltura e protezione del suolo: sostenibilità e lotta alla desertificazione Nicola Laricchia Regione Puglia – Assessorato Risorse Agroalimentari Istituto."— Transcript della presentazione:

1

2 Agricoltura e protezione del suolo: sostenibilità e lotta alla desertificazione Nicola Laricchia Regione Puglia – Assessorato Risorse Agroalimentari Istituto Agronomico Mediterraneo Valenzano, 7 novembre 2007 Convegno La protezione del suolo e la lotta alla desertificazione in Puglia

3 Definizione di desertificazione Secondo la Convenzione delle Nazioni Unite per la Lotta alla Siccità e Desertificazione (UNCCD) la desertificazione è Il degrado delle terre nelle aree aride, semi-aride e sub-umide secche, attribuibile a varie cause, tra le quali le variazioni climatiche e le attività umane

4

5

6 Cause della desertificazione naturali Sovrasfruttamento della falda; Irrigazione con acque salmastre; Smaltimenti abusivi sui terreni abbandonati; Pratiche agronomiche irrazionali; Incendi boschivi; Condizioni di clima caldo arido; Scarse e irregolari precipitazioni; Erosività degli eventi piovosi; antropiche

7 Andamento della temperatura e della precipitazione

8 Distribuzione della precipitazione

9 DIAGRAMMA DI BAGNOULS GAUSSEN Indica il periodo e lentità complessiva di deficienza idrica Grafico Temperatura X in °C (I ordinata) Precipitazioni 2X in mm (II ordinata) Indici di aridità Si considera arido un mese in cui le precipitazioni in mm sono inferiori al doppio della temperatura media in °C

10 Indice di aridità in Puglia (Bagnouls Gaussen)

11

12

13

14 Indice di aridità DE MARTONNE DE MARTONNE Misura della disponibilità idrica che il clima offre alla vegetazione Ia = Pa/(Ta + 10) Pa: totale annuo di precipitazione (mm); Ta: temperatura media annua (°C); 0 – 5: arido estremo (deserto); 5 – 15: arido (steppe predesertiche); 15 – 20: semiarido (prevalentemente mediterraneo); : subumido (sufficienza idrica); 30 60: umido (piena disponibilità idrica); > 60: perumido (eccesso idrico);

15 Indice di aridità della Puglia (De Martonne) PROVINCIA BARI BRINDISI LECCE FOGGIA TARANTO – 5: ARIDO ESTREMO; 5 – 15: ARIDO; 15 – 20: SEMIARIDO; : SUB-UMIDO; 30 – 60: UMIDO; > 60 PERUMIDO

16

17 Effetti della desertificazione Salinizzazione e alcalinizzazione dei suoli; Salinizzazione e alcalinizzazione dei suoli; Diminuzione del tenore in sostanza organica dei suoli; Diminuzione del tenore in sostanza organica dei suoli; Intrusione del cuneo salino; Intrusione del cuneo salino; Abbandono delle aree marginali; Abbandono delle aree marginali; Intensificazione delle coltivazioni nelle aree fertili di pianura; Intensificazione delle coltivazioni nelle aree fertili di pianura; Riduzione delle rese; Riduzione delle rese; Perdita della qualità dei prodotti; Perdita della qualità dei prodotti; Maggiori costi di produzione; Maggiori costi di produzione; Perdita della biodiversità; Perdita della biodiversità;

18 Interventi di contrasto ai fenomeni di desertificazione Evitandolabbandono delle campagne; Evitandolabbandono delle campagne; Adozione di pratiche rispettose dellambiente; Adozione di pratiche rispettose dellambiente; Uso razionale delle risorse naturali; Uso razionale delle risorse naturali;

19 Interventi diretti Monitoraggio e valutazione; Monitoraggio e valutazione; Interventi per la protezione; Interventi per la protezione; Interventi per il ripristino; Interventi per il ripristino; Informazione, formazione ed educazione; Informazione, formazione ed educazione;

20 Monitoraggio della qualità dei suoli e delle acque irrigue Por Puglia – Asse I: Risorse Naturali Misura Intervento C Investimenti materiali e immateriali per la rilevazione del suolo e dellacqua per laccertamento del corretto uso dellacqua e dei concimi Regione Puglia – Assessorato alle Risorse Agroalimentari; Associazione Regionale dei Consorzi di Difesa della Puglia; Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Ricerca sulle Acque; Dipartimento di Biologia e chimica agro-forestale e ambientale – Università degli Studi di Bari; Intero territorio regionale; Intero territorio regionale; Periodo campionamento 2004 – 2007; Periodo campionamento 2004 – 2007; Campioni suolo 478; Campioni suolo 478; Determinazioni analitiche secondo Metodo ufficiale di analisi chimica del suolo (D.M. 13 settembre 1999; G.U. Supplemento Ordinario N. 248 del 21 ottobre 1999); Determinazioni analitiche secondo Metodo ufficiale di analisi chimica del suolo (D.M. 13 settembre 1999; G.U. Supplemento Ordinario N. 248 del 21 ottobre 1999); Laboratorio regionale dei Consorzi di Difesa; Laboratorio regionale dei Consorzi di Difesa;

21

22 Campionamento del terreno Profondità cm; Profondità cm; 5 sub campioni ad X; 5 sub campioni ad X; Essiccazione in laboratorio; Essiccazione in laboratorio; Setaccio vaglio 2 mm; Setaccio vaglio 2 mm; Separazione scheletro; Separazione scheletro; Analisi chimico-fisica terra fina; Analisi chimico-fisica terra fina; Prelievi in due epoche diverse; Prelievi in due epoche diverse;

23 Parametri chimico - fisici Umidità; Umidità; Tessitura; Tessitura; pH; pH; Conduttività elettrica; Conduttività elettrica; Contenuto in C organico; Contenuto in C organico; N totale; N totale; Carbonati totali; Carbonati totali; P assimilabile; P assimilabile; Basi di scambio; Basi di scambio;

24

25 Campionamenti Scheletro; Scheletro; Carbonati totali; Carbonati totali; Sostanza organica; Sostanza organica; Classi tessiturali, Classi tessiturali, Conduttività elettrica; Conduttività elettrica; pH; pH; Bari 72;Bari 72; Foggia 32;Foggia 32; Taranto 56;Taranto 56; Brindisi C. R.;Brindisi C. R.; Lecce C. R.;Lecce C. R.; Stato di conservazione del suolo e delle sue caratteristiche

26

27 26,3

28 FGBA TA

29

30 37,5

31

32 Interventi per la prevenzione Codice di buona pratica agricola; Codice di buona pratica agricola; Assistenza agronomica alla concimazione e irrigazione; Assistenza agronomica alla concimazione e irrigazione; Applicazione dei disciplinari di produzione integrata; Applicazione dei disciplinari di produzione integrata; Diffusione dellagricoltura biologica; Diffusione dellagricoltura biologica;

33 Interventi per il ripristino dei suoli Irrigazione dilavante; Irrigazione dilavante; Apporti di compost di qualità; Apporti di compost di qualità; Bonifica dei siti contaminati; Bonifica dei siti contaminati; Pratica dellavvicendamento; Pratica dellavvicendamento; Applicazione delle norme di condizionalità; Applicazione delle norme di condizionalità; Mantenimento della copertura vegetale; Mantenimento della copertura vegetale;

34 Gli impegni di ecocondizionalità ( Gli impegni di ecocondizionalità (REG. (CE) 1782/03) Interventi di regimazione temporanea delle acque superficiali di terreni in pendio (norma 1.1); Interventi di regimazione temporanea delle acque superficiali di terreni in pendio (norma 1.1); Gestione delle stoppie e dei residui colturali per mantenere i livelli di sostanza organica del suolo mediante opportune pratiche (norma 2.1); Gestione delle stoppie e dei residui colturali per mantenere i livelli di sostanza organica del suolo mediante opportune pratiche (norma 2.1); Protezione del pascolo permanente (norma 4.1); Protezione del pascolo permanente (norma 4.1); Gestione delle superfici ritirate dalla produzione (Norma 4.2); Gestione delle superfici ritirate dalla produzione (Norma 4.2); Manutenzione degli oliveti (Norma 4.3); Manutenzione degli oliveti (Norma 4.3); Mantenimento degli elementi caratteristici del territorio (Norma 4.4); Mantenimento degli elementi caratteristici del territorio (Norma 4.4); Le norme per il mantenimento dei terreni in buone condizioni agronomiche e ambientali

35 LAgricoltura in difesa del suolo Uso sostenibile delle risorse; Uso sostenibile delle risorse; Adozione di pratiche agricole razionali; Adozione di pratiche agricole razionali; Coltivazione dei terreni per evitare labbandono con il conseguente degrado; Coltivazione dei terreni per evitare labbandono con il conseguente degrado; Adozione di pratiche per il mantenimento della struttura del terreno; Adozione di pratiche per il mantenimento della struttura del terreno; Uso razionale dei mezzi meccanici; Uso razionale dei mezzi meccanici; Adozione di criteri adeguati per il pascolamento; Adozione di criteri adeguati per il pascolamento;

36 Considerazioni il monitoraggio degli effetti delluso del suolo e delle attività antropiche, mediante le indagini chimico-fisiche, rappresenta uno strumento strategico per la salvaguardia della qualità del suolo ed il contrasto dei processi degradativi in atto.

37 Considerazioni Un efficace feedback di informazioni sul reale stato di salute dei suoli che raggiunga rapidamente gli operatori agricoli, può certamente favorire laffermazione di pratiche gestionali sostenibili (BMP) sotto il profilo economico ed ambientale.

38 Le indagini chimico-fisiche rappresentano uno strumento per la difesa del suolo, dellambiente e della salute e per conoscere i fattori che concorrono alla desertificazione per definirne le strategie di intervento

39 Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "Agricoltura e protezione del suolo: sostenibilità e lotta alla desertificazione Nicola Laricchia Regione Puglia – Assessorato Risorse Agroalimentari Istituto."

Presentazioni simili


Annunci Google