La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino 18-2-2005 – I soggetti coinvolti 96 docenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino 18-2-2005 – I soggetti coinvolti 96 docenti."— Transcript della presentazione:

1 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – I soggetti coinvolti 96 docenti di scuola secondaria superiore 12 IPSIA G.Galilei di Frosinone 10 IPSIA Nicolucci di Isola del Liri 39 ITC Medaglia dOro di Cassino 24 ITIS E.Majorana di Cassino 6 ITIS G.Galilei di Pontecorvo 5 ISS di Alatri

2 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – I soggetti coinvolti 40 formatori Agenzia Provinciale Formazione Frosinone (36 dipendenti, 4 contratti) CFP di Frosinone via Lago di Garda CFP di Frosinone via Marittima CFP Sora CFP Cassino CFP Pontecorvo CFP Anagni CFP Alatri

3 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Come nasce il corso : Incontri dei dirigenti scolastici delle sei scuole con il Direttore dellAgenzia Provinciale Formazione Frosinone 9 dicembre dicembre gennaio gennaio 2005 Confronto e condivisione con il CSA di Frosinone Decisioni condivise: Scelte per la costituzione dei CTP Consultazione permanente delle scuole Confronto continuo con lAgenzia Corso di formazione congiunto docenti e formatori Stipula di un accordo di rete fra le scuole Le scelte intendono contribuire alla progettazione ed alla realizzazione di "azioni di sistema" e rappresentano gli strumenti fondamentali per l'integrazione dei sistemi

4 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Nellaccordo di rete, al fine di operare concretamente l'integrazione tra i sistemi dell'istruzione e della formazione professionale, si sono individuate le seguenti modalità operative : L'integrazione tra istruzione e formazione professionale è fondata sulla condivisione di metodologie didattiche e di gestione delle principali fasi del processo di insegnamento-apprendimento realizzato dalle scuole e dai centri di formazione professionale. L'integrazione è attuata attraverso una didattica modulare articolata per Unità Formative Capitalizzabili (UFC) funzionali all'acquisizione di competenze certificate come crediti formativi riconosciuti da entrambi i sistemi. E possibile, in tal modo, favorire una formazione individuale fondata sulla capitalizzazione di crediti formativi spendibili negli ambiti e nei tempi scelti dagli allievi e mirante a favorire le possibilità di mobilità orizzontale e di rientri nei due sistemi. A tal fine e per dare coerenza e sistematicità alla scelta dell'integrazione, la scuola ne colloca la gestione nell'ambito della sperimentazione dell'autonomia didattica, organizzativa, di ricerca e sviluppo, in conformità con le indicazioni normative contenute nel D.P.R. 275/99.

5 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Indirizzi concordati Le istituzioni scolastiche …. ritengono essenziale che i CTP ….. svolgano le seguenti funzioni: individuazione degli standard formativi nelle more della emanazione del decreto legislativo previsto dalla legge 53/2003; coordinamento della progettazione e della realizzazione di percorsi formativi integrati e, in particolare, della produzione delle UFC; individuazione dei crediti minimi riconoscibili nei passaggi dai percorsi triennali ai percorsi di istruzione nelle istituzioni scolastiche della rete e viceversa; definizione delle modalità per la valutazione e lattestazione delle UFC realizzate e per la certificazione degli esiti dei percorsi triennali sperimentali secondo il modello previsto dal D.I. 3/ 12/2004 (MIUR e MLPS); consulenza ai formatori ed ai docenti per la realizzazione degli interventi didattici; sostegno alla costituzione ed alla diffusione di linguaggi comuni; sostegno allo scambio di esperienze fra il personale dei due sistemi; predisposizione annuale di una relazione sulle attività svolte e sugli esiti della sperimentazione.

6 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Indirizzi concordati Le istituzioni scolastiche aderenti alla rete costituiscono un gruppo di monitoraggio comune formato da un rappresentante ciascuno delle istituzioni della rete che provvederà, con il coinvolgimento del CSA ed in rapporto con il comitato costituito a livello provinciale: a proporre le modalità di monitoraggio e valutazione dei percorsi integrati; a formulare le proposte di attività di formazione congiunta che coinvolgano gli operatori dei due sistemi; a definire le modalità della documentazione didattica dei percorsi da utilizzare anche secondo le modalità indicate dallart.10 dellIntesa Interistituzionale USR Lazio – Regione Lazio; a elaborare una relazione annuale sulle attività svolte a livello provinciale.

7 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – LOrgano di gestione Un Comitato composto dai dirigenti scolastici di ognuna delle istituzioni firmatarie laccordo di rete. Il Comitato ha il compito di: rappresentare la rete e le istituzioni scolastiche aderenti nelle relazioni con lAmministrazione Provinciale di Frosinone, con lAgenzia Provinciale Frosinone Formazione e con lUSR del Lazio e il CSA di Frosinone; curare le relazioni con i Centri per limpiego e le parti sociali; programmare con lAgenzia Provinciale Frosinone Formazione interventi comuni di formazione dei formatori, per lo scambio di esperienze tra i vari sistemi e lacquisizione di competenze utili ai fini dellorientamento e dellalternanza; concertare ed individuare modalità comuni di accompagnamento degli alunni, di monitoraggio e valutazione della sperimentazione; partecipare alla verifica del modello sperimentale e della sua efficacia.

8 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – O.M. n 87 del 3 dicembre 2004 La legge 144/99 art. 68 (obbligo di frequenza di attività formative fino al diciottesimo anno di età) Il D.P.R. 257/2000 (regolamento art.68 legge 144/99) Il T.U. n.297/94 (in particolare lart.205- regolamenti) La legge n.62 (norme sulla parità scolastica) Il D.lvo 112/98 (competenze degli enti locali) LO.M. n.90/2001 (sugli scrutini ed esami) Il D.I. n.86/2004 (sulla certificazione dei crediti)

9 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.1 Oggetto dellordinanza Il passaggio dal sistema della formazione professionale e dallapprendistato al sistema dellistruzione, previsto dallart.6 del DPR n.257/2000, citato nella premessa, è disciplinato dalle norme della presente Ordinanza che modificano le norme dellO.M. n.90/2001, riguardanti laccesso alle classi della scuola secondaria superiore attraverso esami di idoneità e integrativi, mentre rimangono confermate le altre disposizioni della medesima ordinanza.

10 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.2 Destinatari 1.I giovani in età di obbligo formativo possono accedere, ai sensi dellart.6 del DPR 257/2000, ai diversi anni dei corsi di istruzione secondaria superiore sulla base delle conoscenze, competenze e abilità acquisite nel sistema della formazione professionale, nellesercizio dellapprendistato, per effetto di attività lavorativa o per autoformazione, previa valutazione delle stesse da parte della commissione prevista nel medesimo articolo 6. Detta commissione individua, inoltre, la classe nella quale gli interessati possono essere proficuamente inseriti.

11 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.2 Destinatari 2 Per il passaggio al biennio terminale degli istituti professionali e degli istituti darte, così come disposto dallart.191, comma 6, del Testo Unico approvato con decreto legislativo 16/4/94 n. 297, ai corsi successivi alla qualifica professionale e alla licenza di maestro darte, la Commissione di cui al comma 1, delibera pertanto lammissione al relativo Esame di Stato previa valutazione dei crediti, secondo quanto stabilito dallart.4, comma 8, della presente ordinanza, e rilasciando apposita certificazione, ai sensi dellart.5 comma 2 della stessa.

12 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.2 Destinatari 3 Gli esami di qualifica e di licenza di maestro darte, limitatamente ai destinatari della presente ordinanza, possono svolgersi anche in corso danno, per documentati motivi valutati dalla commissione di cui al comma 1. Ai fini di far conseguire più alti livelli distruzione al maggior numero di persone, sono destinatari della presente ordinanza anche coloro che abbiano compiuto i 18 anni di età

13 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.3 Domanda di passaggio I giovani di cui al precedente art. 2, ai fini dellaccesso al sistema dellistruzione, presentano apposita domanda allistituto prescelto, allegando la documentazione ritenuta utile per la valutazione, da parte della Commissione di cui allart.4, delle competenze, conoscenze e abilità possedute. Le istituzioni scolastiche predispongono un modello di domanda coerente con il modello di certificazione di cui allart.5 La Commissione può chiedere lintegrazione della documentazione presentata. Per la presentazione della documentazione valgono le norme del DPR 445/2000.

14 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.4 Commissioni Allinizio di ciascun anno scolastico ovvero ogni qualvolta se ne ravvisi la necessità, è costituita, ai sensi del DPR 257/2000, art.6, comma 1, presso la singola istituzione scolastica di istruzione secondaria superiore interessata o, in caso di costituzione di rete di scuole, presso listituzione a tal fine designata dintesa tra le scuole aderenti alla rete, unapposita commissione che, sulla base della documentazione presentata, in relazione allindirizzo di studi valuta le competenze e le abilità acquisite dai giovani di cui allart.2, riconosce ed attesta i relativi crediti, individua la classe alla quale gli interessati possono chiedere liscrizione e, nei casi di cui allart.2, comma 2, ammette gli interessati agli Esami di Stato di qualifica professionale o di licenza di maestro darte.

15 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.4 Commissioni La commissione è composta da docenti designati dal collegio docenti in relazione alle valutazioni da effettuare. In caso di costituzione di reti di scuole, la Commissione è composta da docenti designati dai collegi docenti delle scuole facenti parte della rete. Della Commissione fanno parte inoltre, per le funzioni di cui allart.6, comma 1, del DPR 275/2000, esperti del mondo del lavoro e della formazione professionale, tratti da elenchi predisposti dallAmministrazione Regionale o, in caso di attribuzione di funzioni in materia di formazione professionale a norma del decreto Legislativo 31/3/98 n. 112 art. 143 comma 2, dallAmministrazione Provinciale.

16 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.4 Commissioni Il dirigente scolastico, sulla base delle indicazioni fornite dai docenti facenti parte della Commissione circa la documenta- zione da esaminare, nomina gli esperti di cui al comma 2. Gli esperti in questione sono considerati commissari a pieno titolo. La Commissione costituita con provvedimento del dirigente scolastico dellistituto interessato ovvero con provvedimento del Dirigente della istituzione scolastica della rete designata, dintesa tra le scuole aderenti alla rete stessa. La composizione della Commissione può essere variata, nel corso dellanno, in relazione alla valutazione da effettuare. La Commissione nomina un presidente tra i componenti designati dal collegio dei docenti.

17 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.4 Commissioni Il presidente della Commissione, sceglie un componente quale segretario, con compiti di verbalizzazione dei lavori collegiali. La valutazione dei crediti va effettuata sulla base di criteri, preventivamente adottati dalla Commissione in relazione agli obiettivi educativi e formativi del tipo di corso a cui il giovane aspira di essere inserito, valorizzando la coerenza con la qualifica professionale posseduta. Al fine della prosecuzione degli studi nel IV anno degli istituti secondari superiori, le istituzioni scolastiche, nellambito della loro autonomia, adottano misure idonee ad assistere il rientro scolastico dei giovani che abbiano conseguito una qualifica professionale a conclusione dei percorsi sperimentali di cui allaccordo del 19 giugno 2003.

18 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.5 Certificazioni La certificazione, di cui al modello A) approvato con DM 86, citato in premessa, contiene lindicazione del possesso da parte del giovane delle competenze essenziali per lammissio- ne alla classe che la Commissione ha individuato sulla base dei crediti riconosciuti e degli eventuale accertamenti effettua- ti. La certificazione contiene, altresì lindicazione della necessità delleventuale integrazione della preparazione posseduta dal giovane da effettuarsi, anche mediante la frequenza di corsi di recupero, nel primo anno di inserimento. Lintegrazione riguarda competenze il cui raggiungimento non pregiudica, a giudizio della Commissione, linserimento nella classe individuata dalla Commissione stessa

19 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.5 Certificazioni La certificazione, di cui al modello B) approvato con DM 86, citato in premessa, contiene lindicazione dellammissione agli esami di qualifica o agli esami di licenza di maestro darte, anche presso altri istituti del medesimo indirizzo. Lammissione agli esami di qualifica è accompagnata da un voto, espresso in centesimi, equivalente allo scrutinio finale di ammissione previsto dallart.27, com. 6, dellOM n.90/2001. Per le prove di esame di qualifica valgono le norme indicate nel citato art.27 dellOM 90/2001. I certificati di cui al primo comma hanno valore soltanto ai fini delliscrizione alla classe per cui sono stati rilasciati, anche presso altre istituzione scolastiche dello stesso indirizzo.

20 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.6 Giovani in situazione di handicap Per i giovani in situazione di handicap che presentano attestazio- ni di percorsi in base ad un Piano Educativo Individualizzato differenziato, viene rilasciata la certificazione secondo le indicazioni specifiche contenute nei citati modelli A) e B). La Commissione, al fine della predisposizione degli eventuali accertamenti di cui allart. 5, primo comma, tiene conto della situazione documentata di handicap degli interessati, anche con luso di particolari strumenti didattici individuati dalla Commissione. Ai fini di cui al secondo comma, la commissione può avvalersi di personale esperto, nominato dal Dirigente Scolastico.

21 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – Art.7 Iscrizioni e frequenza Per le iscrizioni e la frequenza dei giovani di cui alla presente OM si fa rinvio alle norme vigenti in materia. Il dirigente scolastico, sentito il consiglio di classe, valuta la possibilità di iscrizione alla classe indicata nella certificazione anche in corso danno.

22 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – MODELLO A (ist.superiori) Modello per la certificazione dei crediti Caratteristiche : E rilasciato da una istituzione scolastica Ha validità nazionale E Basato sulla documentazione presentata e sulle valutazioni effettuate Attesta il possesso delle competenze per lammissione alla frequenza di una classe dellistituto (per i soggetti in situazione di handicap si riferisce al PEI ed indica le misure di accompagnamento) E firmato dai componenti delle commissione e dal presidente

23 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – MODELLO B (ist.professionali e darte) Modello per la certificazione dei crediti Caratteristiche : E rilasciato da una istituzione scolastica Ha validità nazionale E Basato sulla documentazione presentata e sulle valutazioni effettuate Attesta il possesso delle competenze per lammissione allesame di qualifica e indica il punteggio di ammissione (per i soggetti in situazione di handicap si riferisce al PEI) E firmato dai componenti delle commissione e dal presidente

24 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – La Conferenza Unificata (28 ottobre 2004) ha sancito nellaccordo: I riferimenti normativi sono gli stessi nellOM n.87 Alcuni principi generali: il diritto alla spendibilità delle certificazioni ed al riconoscimento dei crediti la salvaguardia dellunitarietà del sistema educativo di istruzio- ne e formazione attraverso la condivisione delle certificazioni la valorizzazione dei percorsi triennali favorire gli studi attraverso i passaggi estensione dellaccordo anche ai più che 18enni

25 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – La Conferenza Unificata del 28 ottobre 2004 inoltre stabilisce: Di fare riferimento al Glossario per leducazione degli adulti realizzato dallINVALSI e dallISFOL; Di realizzare iniziative per favorire il reciproco passaggio fra istituzioni scolastiche e formative; Di fare riferimento agli standard formativi minimi di cui allaccordo Conferenza unificata 15 gennaio 2004; Di favorire il passaggio allistruzione (OM n.87); Di realizzare intese fra USR e Regioni per il lavoro delle commissioni art.6 DPR 257/2000; Che le Regioni individuano procedure trasparenti per il riconoscimento del credito formativo per lingresso nei percorsi di formazione; Che le documentazioni e le certificazioni concorrono alla composizione del Libretto formativo del cittadino di cui allart.2 del D.lvo 276/03.

26 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – La Conferenza Unificata del 28 ottobre 2004 ha definito: un modello (A) da utilizzare ai fini del riconoscimento, tra i sistemi regionali e tra questi ed il sistema di istruzione, della certificazione delle qualifiche professionali rilasciate dalle Regioni un modello (B) per la certificazione intermedia delle competenze per gli studenti che interrompono i percorsi di formazione prima del conseguimento della qualifica un modello (C) da utilizzare ai fini dellaccesso ai percorsi di formazione per il riconoscimento del credito formativo sulla base degli apprendimenti e delle competenze acquisiti in contesti formali, non formali ed informali.

27 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – MODELLO A (logo Repubblica e Regione/Provincia) Attestato di qualifica professionale conseguito in percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale Caratteristiche : E rilasciato dalla Regione/Provincia ai sensi della legge 845/78 Ha validità nazionale Indica: denominazione e livello della qualifica, ente o struttura formativa, denominazione del corso, settore.area professionale di riferimento, attività economica (codice e denominazione ISTAT-Classificazione ATECO 2002), profilo professionale, denominazione del profilo, riferimento alla classificazione ISTAT delle professioni (codice e denominazione), durata del corso, competenze acquisite (di base, tecnico professionali e trasversali), percorso formativo, contenuti del corso, tirocinio, altre esperienze pratiche, tipo di prove di valutazione finale, annotazioni integrative.

28 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – MODELLO B (logo Regione/Provincia) Certificato di competenze Caratteristiche : E firmato dai responsabili della procedura individuati dalla Regione/Provincia Ha validità nazionale Indica: la denominazione del percorso formativo, lorganismo di formazione attuatore del percorso formativo, listituto scolastico (se coinvolto), il profilo professionale di riferimento, il percorso formativo svolto, le competenze acquisite (di base, tecnico professionali e trasversali), altre modalità di apprendimento, stage/tirocinio pratico, autoformazione, altro, annotazioni integrative.

29 CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino – MODELLO C (ente di formazione) Attestazione di riconoscimento dei crediti in ingresso al percorso di formazione professionale Caratteristiche : E rilasciato da un organismo di formazione Ha validità per laccesso ad un percorso specifico Riconosce i crediti Attesta il possesso delle competenze per lammissione alla frequenza del percorso relativamente ad una annualità Indica le eventuali integrazioni necessarie Indica le misure di accompagnamento E firmato dai responsabili della procedura individuati dalla Regione/Provincia


Scaricare ppt "CORSO FORMAZIONE docenti e formatori dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale – Cassino 18-2-2005 – I soggetti coinvolti 96 docenti."

Presentazioni simili


Annunci Google