La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La guida in stato di ebbrezza: i controlli delle Forze di Polizia Commissario Capo Dott. Federico Zaccaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La guida in stato di ebbrezza: i controlli delle Forze di Polizia Commissario Capo Dott. Federico Zaccaria."— Transcript della presentazione:

1 1 La guida in stato di ebbrezza: i controlli delle Forze di Polizia Commissario Capo Dott. Federico Zaccaria

2 2 Articolo 186 C.d.S. GUIDA IN STATO DI EBBREZZA Art. 186 C.d.S. (Guida sotto linfluenza dellalcool): punisce la guida in stato di ebbrezza in conseguenza delluso di bevande alcoliche. La disposizione, negli ultimi anni, è stata più volte modificata allo scopo di: -adeguarne i contenuti sanzionatori alla particolare gravità del fenomeno; -estendere le possibilità di controllo da parte degli operatori di Polizia.

3 3 Le più recenti modifiche dellart. 186 C.d.S. D.L. 117/2007 convertito nella L. 160/2007: Aumento della durata delle pene detentive e dellentità di quelle pecuniarie; Introduzione di 3 diverse ipotesi di violazione, a seconda del tasso alcolemico riscontrato, cui corrispondono sanzioni via via più gravi; Raddoppio delle pene a carico del conducente in stato di ebbrezza che provoca un incidente stradale, anche senza feriti; Depenalizzazione della fattispecie del rifiuto di sottoporsi agli accertamenti. Obbligatorietà della visita medica di revisione della patente.

4 4 Le più recenti modifiche dellart. 186 C.d.S. D.L. 92/2008 convertito nella L. 125/2008 : Ulteriore aumento delle pene detentive per le ipotesi più gravi di guida in stato di ebbrezza alcolica (2^ e 3^ fascia: raddoppio dei massimi edittali); Introduzione della misura di sicurezza della confisca obbligatoria del veicolo per le violazioni di 3^ fascia; Reintroduzione del reato di rifiuto e previsione, per tale contravvenzione, della confisca del veicolo; Previsione della revoca della patente a carico del conducente con alcolemia sup. a 1,5 g/l che provoca un incidente con esito mortale.

5 5 Lattuale impianto sanzionatorio dellart. 186 C.d.S. Si considera in stato di ebbrezza, ai fini dellapplicazione delle sanzioni di cui allart. 186 C.d.S., il conducente di cui sia stato accertato un tasso alcolemico (concentrazione di alcool nellorganismo) superiore a 0,5 grammi per litro di sangue. Il trattamento sanzionatorio, però, si diversifica a seconda che il tasso alcolemico sia: a) Superiore a 0,5 ma non superiore a 0,8 g/l (1^ fascia); b) Superiore a 0,8 ma non superiore a 1,5 g/l (2^ fascia); c) Superiore a 1,5 g/l (3^ fascia).

6 6 Violazione di prima fascia (Tasso alcolemico sup. a 0,5 ma non sup. a 0,8 g/l) Ammenda da 500 a 2.000; Sospensione della patente di guida da 3 a 6 mesi; Decurtazione di 10 punti patente (20 punti per i neopatentati).

7 7 Violazione di seconda fascia (Tasso alcolemico sup. a 0,8 ma non sup. a 1,5 g/l) Ammenda da 800 a 3.200; Arresto fino a 6 mesi; Sospensione della patente di guida da 6 mesi ad 1 anno; Decurtazione di 10 punti patente (20 punti per i neopatentati).

8 8 Violazione di terza fascia (Tasso alcolemico sup. a 1,5 g/l) Ammenda da a 6.000; Arresto da 3 mesi ad 1 anno; Sospensione della patente di guida da 1 a 2 anni; Revoca della patente se la violazione è commessa dal conducente di un autobus o di un veicolo con m.c.p.c. superiore a 3,5 t. o di complessi di veicoli; Revoca della patente in caso di recidiva nel biennio; Confisca del veicolo (salvo appartenenza a persona estranea al reato); Decurtazione di 10 punti patente (20 punti per i neopatentati).

9 9 Guida in stato di ebbrezza ed incidenti stradali Se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale, le pene sono raddoppiate; In caso di violazione di 1^ e di 2^ fascia, è disposto anche il fermo amministrativo del veicolo per 90 giorni (salvo appartenenza a soggetto estraneo al reato); In caso di violazione di 3^ fascia, è disposta la confisca del veicolo (salvo appartenenza a soggetto estraneo al reato); Introduzione di significativi aumenti delle pene stabilite per i reati di omicidio colposo e di lesioni colpose gravi e gravissime, quando il fatto sia commesso in violazione delle norme di circolazione stradale da un trasgressore allart. 186, comma 2, lettera c) (terza fascia) e allart. 187 (Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti) C.d.S..

10 10 Il rifiuto di sottoporsi agli accertamenti Il D.L. 92/2008 attribuisce nuovamente rilevanza penalistica alla fattispecie del rifiuto. Il rifiuto può concernere uno qualunque degli accertamenti consentiti dallart. 186 C.d.S.. Secondo lopinione prevalente, il reato di rifiuto può concorrere con quello di Guida sotto linfluenza dellalcool.

11 11 Il rifiuto di sottoporsi agli accertamenti Stesse sanzioni penali previste per i casi di tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l; Sospensione della patente di guida da 6 mesi a 2 anni; Alla sospensione si sostituisce la revoca, in caso di condanna per il medesimo reato nei 2 anni precedenti; Confisca del veicolo (salvo appartenenza a persona estranea al reato); Obbligo di sottoporsi a visita medica di revisione della patente; Decurtazione di 10 punti patente (20 per i neopatentati).

12 12 Confisca del veicolo Confisca del veicolo E disposta con la sentenza di condanna ovvero di applicazione della pena a richiesta delle parti (anche in caso di esecuzione della pena condizionalmente sospesa); Il veicolo deve essere sottoposto a sequestro preventivo, ai sensi dellart. 321 C.P.P.; Può essere affidato in custodia allo stesso trasgressore, seppur non nellimmediatezza dellaccertamento del reato, stante linidoneità dellinteressato ad assumere tale custodia (artt. 259 e 120 C.P.P.); Laffidamento in custodia non è consentito se il conducente abbia già commesso in passato altre violazioni di terza fascia; Non è applicabile la procedura di recupero reintrodotta dal comma 2-quinquies.

13 13 I Controlli delle Forze di Polizia D.L. 121/2002 (conv. in L. 168/2002) D.L. 151/2003 (conv. in L. 214/2003): Abbassamento del limite di alcolemia consentita da 0,8 a 0,5 g/l; Ampliamento delle possibilità di accertamento ad opera delle Forze di Polizia, attraverso lintroduzione dellobbligo di sottoporsi ai relativi controlli anche in assenza delle sintomatologie comportamentali tipiche dello stato di ebbrezza; Introduzione della possibilità di effettuare controlli preliminari di carattere sistematico (su tutti i conducenti), attraverso lutilizzo, tra laltro, di apparecchi portatili.

14 14 I Controlli delle Forze di Polizia Laccertamento dellebbrezza alcolica può essere: 1.Esclusivamente sintomatico: sulla base del riscontro obiettivo e della descrizione analitica dei sintomi; 2.Tecnico: mediante strumenti omologati (etilometri), nelle seguenti ipotesi: esito positivo dellaccertamento qualitativo preliminare. incidente stradale (senza sottoposizione a cure mediche). motivo di ritenere che il conducente si trovi in stato di ebbrezza. 3. Sanitario (in caso di incidente e sottoposizione a cure mediche): su richiesta degli organi di polizia, mediante etilometro o prelievo di liquidi biologici.

15 15 I Controlli delle Forze di Polizia Ne consegue che: FUORI DAI CASI DI INCIDENTE ED IN ASSENZA DI UNO SCREENING PRELIMINARE, LA LEGGE VIETA UN UTILIZZO INDISCRIMINATO DELLETILOMETRO IN CONTROLLI SISTEMATICI O A CAMPIONE, QUANDO MANCHI UNA VALIDA MOTIVAZIONE. RISULTA QUINDI SALVAGUARDATA LA TUTELA DELLA LIBERTA PERSONALE DEL CONDUCENTE DA RESTRIZIONI - SEPPUR MINIME - NON ADEGUATAMENTE GIUSTIFICATE.

16 16 Accertamento sintomatico Posto il carattere facoltativo dellaccertamento strumentale mediante etilometro (cfr. di recente Cass. Pen. n del 15/05/2008), la descrizione precisa e circostanziata del comportamento del conducente può valere come prova del suo stato di ebbrezza. In altri termini: le circostanze sintomatiche costituiscono prova sostituiva dellanalisi dellaria alveolare tramite etilometro. Tutto ciò assume rilievo nei seguenti casi: Rifiuto del soggetto di sottoporsi al test (tale rifiuto di per sé non fa presumere lo stato di ebbrezza; è, però, configurabile il concorso tra le due fattispecie di reato); Impossibilità oggettiva di effettuazione del test con letilometro, non dipendente dalla volontà del soggetto (ad es., il soggetto non è in grado di soffiare per il tempo necessario alla misurazione).

17 17 Ce qualcosa che non va, Agente…? Accertamento sintomatico (indici sintomatici caratteristici) Accertamento sintomatico (indici sintomatici caratteristici) -Sintomi relativi alla condotta di guida: Ingiustificati ed improvvisi scarti laterali; utilizzazione dei dispositivi luminosi quando non è necessario; azioni imprudenti anche in presenza degli operatori di polizia, magari con atteggiamento di sfida; reazioni inconsulte e non coordinate allintimazione dellalt… -Sintomi relativi allo stato del soggetto: Alito vinoso; difficoltà di coordinamento nei movimenti degli arti superiori; movimenti lenti e grossolani; andamento incerto e barcollante; difficoltà di equilibrio; eccessiva sudorazione; respiro affannoso; tono della voce immotivatamente alto; eccessiva loquacità; difficoltà di linguaggio…

18 18 Accertamento mediante etilometro Presupposti: 1) esito positivo dellaccertamento preliminare Gli accertamenti preliminari sono esperibili nei confronti di tutti i conducenti, anche se non manifestano sintomi caratteristici: è oggi possibile un maggior numero di controlli rispetto al passato. Non costituiscono fonte di prova per laccertamento del reato di guida in stato di ebbrezza, ma rendono legittimo (e doveroso) il successivo approfondito accertamento tecnico tramite etilometro. Sono possibili accertamenti qualitativi (anche attraverso apparecchi portatili non omologati: precursori) o prove (test comportamentali: prove di equilibrio, coordinamento, abilità verbale). Unico limite: NON INVASIVITA - RISPETTO DELLINTEGRITA FISICA E DELLA RISERVATEZZA PERSONALE.

19 19 Accertamento mediante etilometro Presupposti: 2) incidente stradale Laccertamento diretto tramite etilometro è possibile: -Anche se lincidente non ha provocato feriti; -Anche nei confronti di chi non abbia la responsabilità del sinistro; -Anche se non sono manifesti i sintomi tipici dello stato di ebbrezza alcolica; -Nei confronti di tutti i conducenti coinvolti (in caso di pluralità di conducenti); Non è pregiudicata, comunque, la possibilità di uno screening preliminare, specie in caso di molteplicità di soggetti da controllare, per rendere la procedura di accertamento più rapida e meno limitativa della libertà personale del soggetto.

20 20 Accertamento mediante etilometro Presupposti: 3) presenza di ragionevoli sospetti Tali ragionevoli sospetti (motivo di ritenere che il soggetto si trovi in stato di alterazione psico-fisica derivante dallinfluenza dellalcool) deve essere riferito a dati oggettivamente apprezzabili (sintomi evidenti) attinenti al comportamento personale o alla condotta di guida. Di tali sintomi dovrà essere data analitica descrizione negli atti redatti dagli operatori di Polizia.

21 21 Accertamento mediante etilometro Natura ed obblighi procedurali Il test delletilometro si configura come accertamento urgente e non invasivo compiuto sulla persona dalla P. G. ai sensi dellart. 354, comma 3, C.P.P.. Garanzie difensive: diritto di essere assistiti da un difensore, senza obbligo di preavviso nei confronti di questo. Laccertamento della concentrazione alcolica nel sangue avviene indirettamente, tramite misurazione della quantità di alcool nellaria alveolare espirata. Ogni etilometro deve essere omologato e sottoposto a verifica primitiva ed annuale.

22 22 Accertamento mediante etilometro Natura ed obblighi procedurali Il test può essere effettuato: a)Sul luogo del controllo (tramite etilometro portatile); b)Presso il più vicino Ufficio/Comando (dotato di idonee apparecchiature). Il soggetto sottoposto al test si considera in stato di ebbrezza quando è accertato il superamento del limite legale di 0,5 g/l sulla base di almeno 2 determinazioni concordanti effettuate ad un intervallo di tempo di almeno 5 minuti (art. 379 Reg. Esecuzione C.d.S.). Letilometro visualizza su apposito display il risultato della misurazione e, tramite stampante incorporata, ne fornisce la prova documentale.

23 23 Accertamento sanitario (ad opera delle strutture sanitarie) Accertamento sanitario (ad opera delle strutture sanitarie) -In ogni caso di sinistro e sottoposizione a cure mediche del soggetto/i ferito/i. -Avviene tramite etilometro o prelievo e analisi di liquidi biologici su specifica richiesta degli organi di Polizia (inoltrata con qualsiasi mezzo: oralmente, via fax…). -Il medico è tenuto ad effettuare lesame e a rilasciare la relativa certificazione (indicante metodologia utilizzata, esito dellanalisi e prognosi delle lesioni), assicurando il rispetto della riservatezza dei dati. Egli agisce nella veste di ausiliario di Polizia Giudiziaria.

24 24 Qualche dato… Qualche dato… Attività Polstrada - Dati relativi allanno 2008 : -Totale delle infrazioni accertate: Conducenti controllati ex art. 186 C.d.S.: Violazioni dellart 186 C.d.S. accertate:

25 25 Qualche dato… Qualche dato… Gli uomini, più delle donne, tendono a porsi alla guida dopo aver assunto sostanze alcoliche (rappresentano circa il 95% dei contravventori). La fascia di età più sanzionata è quella compresa tra i 23 ed i 27 anni. La fascia oraria più sanzionata è quella compresa tra le 2 e le 4 del mattino (circa il 41% delle infrazioni accertate). Segue quella tra le 4 e le 6 del mattino (circa il 37% degli accertamenti).

26 26 Qualche dato… Numero di infrazioni accertate dalla Polizia Stradale sul territorio nazionale Primo semestre (viabilità ordinaria) (autostrada) Secondo semestre (viabilità ordinaria) (autostrada) Primo semestre (viabilità ordinaria) (autostrada) Secondo semestre (viabilità ordinaria) (autostrada)

27 27 Qualche dato… Numero di infrazioni accertate dalla Polizia Stradale sul territorio regionale Primo semestre (viabilità ordinaria) 47 (autostrada) Secondo semestre (viabilità ordinaria) 63 (autostrada) Primo semestre (viabilità ordinaria) 55 (autostrada) Secondo semestre (viabilità ordinaria) 53 (autostrada)

28 28 Grazie per la cortese attenzione Commissario Capo della Polizia di Stato dott. Federico Zaccaria Centro Operativo Autostradale Polizia Stradale di Udine


Scaricare ppt "1 La guida in stato di ebbrezza: i controlli delle Forze di Polizia Commissario Capo Dott. Federico Zaccaria."

Presentazioni simili


Annunci Google