La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO ALCOL E SICUREZZA Dipartimento di Prevenzione Resp. Dott. Giorgio Brianti Dipartimento delle Dipendenze Resp. Dott. Francesco Piani Cargnacco,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO ALCOL E SICUREZZA Dipartimento di Prevenzione Resp. Dott. Giorgio Brianti Dipartimento delle Dipendenze Resp. Dott. Francesco Piani Cargnacco,"— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO ALCOL E SICUREZZA Dipartimento di Prevenzione Resp. Dott. Giorgio Brianti Dipartimento delle Dipendenze Resp. Dott. Francesco Piani Cargnacco, Novembre 2008 Vladimir Hudolin Società Cooperativa Sociale Via Codroipo n UDINE

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16 DISPOSIZIONI NUOVO C.D.S. 186 D.L. 285/92 CHIUNQUE GUIDA IN STATO DI EBBREZZA E PUNITO…… a)Alcolemia superiore a 0,5 g/l e non superiore a 0,8 g/l ammenda da 500 a sospensione della patente di guida da tre a sei mesi b) Alcolemia superiore a 0,8 g/l e non superiore a 1,5 g/l ammenda da 800 a e arresto fino a tre mesi sospensione della patente di guida da sei mesi ad un anno

17 c) alcolemia superiore a 1,5 g/l ammenda da a e arresto fino a sei mesi sospensione della patente di guida da un anno a due anni

18 La patente di guida è sempre revocata quando il reato è commesso dal conducente di un autobus o di un veicolo di massa superiore a 3,5 t o di complessi di veicoli, ovvero in caso di recidiva nel biennio. Se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale, le pene sono raddoppiate ed è disposto il fermo amministrativo del veicolo per 90 gg.

19 EFFETTI DELLALCOL Alcolemia 0,5 g/l riduzione del campo visivo, riduzione del % delle capacita di percezione degli stimoli sonori, luminosi ed uditivi, diminuzione della capacità di reazione. Alcolemia 0,8 g/l tempi di reazione fortemente compromessi, mancanza di coordinamento dei normali movimenti attuati alla guida con gravi conseguenze.

20 Alcolemia 1 g/l euforia e disturbi motori, mancanza di equilibrio, incapacità di valutare distanze e gli ingombri/traiettorie dei veicoli. Alcolemia 1,5 g/l stato di confusione mentale, totale perdita della lucidità, sonnolenza molto intensa, capacità visiva minima e capacità di reazione totalmente inadeguata.

21

22

23

24

25

26

27 Provvedimento 16 marzo 2006 Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano. Intesa in materia di individuazione delle attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro ovvero per la sicurezza, lincolumità o la salute dei terzi, ai fini del divieto di assunzione e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, ai sensi dellarticolo 15 della legge 30 marzo 2001, n Intesa ai sensi dellarticolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.(Repertorio atti n. 2540). (GU n. 75 del )

28 Art. 1 Attività lavorative a rischio Le attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro ovvero per la sicurezza, lincolumità o la salute dei terzi, per le quali si fa divieto di assunzione e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, ai sensi dellart. 15 della legge 30 marzo 2001, n. 125, sono quelle individuate nellallegato 1

29

30

31

32

33

34

35

36 Punti di riflessione emersi durante i lavori di gruppo Tolleranza zero Stile di vita Informazione Rispetto Controlli


Scaricare ppt "PROGETTO ALCOL E SICUREZZA Dipartimento di Prevenzione Resp. Dott. Giorgio Brianti Dipartimento delle Dipendenze Resp. Dott. Francesco Piani Cargnacco,"

Presentazioni simili


Annunci Google