La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3^A a.s. 2012/2013 A cura di: Caviglia Victor La Rocca Marcello Scozzafava Stefano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3^A a.s. 2012/2013 A cura di: Caviglia Victor La Rocca Marcello Scozzafava Stefano."— Transcript della presentazione:

1 3^A a.s. 2012/2013 A cura di: Caviglia Victor La Rocca Marcello Scozzafava Stefano

2 Il battistero è chiamato, nelle fonti scritte, nympheum, tinctorium o lavacrum, per la sua struttura circolare simile a quella tipica di questi edifici. Battistero di Santa Maria Maggiore, Nocera Superiore (Salerno).

3 Si ritiene che ledificio fosse composto almeno da due locali principali: quello con la vasca battesimale e unaltra stanza attigua per lamministrazione del crisma. Rappresentazione in sezione del Battistero di Albenga.

4 Il battistero più antico rinvenuto è quello della Domus Ecclesia di Dura Europos. La sala battesimale è lunico ambiente decorato da affreschi: ciò ne sottolinea limportanza e la centralità.

5 La pianta del battistero è solitamente ottagonale. Inizialmente ledificio era separato dalla chiesa; solo in seguito verrà inserito allinterno delledificio sacro. Vasca battesimale del Battistero di Albenga. Fonte battesimale della chiesa di San Paragorio, Noli.

6 Il battesimo era il rito più solenne della liturgia primitiva poiché significava l'ingresso nella Chiesa e simboleggiava il seppellimento dell'uomo "vecchio" e la rinascita dell'uomo nuovo Il rito si divideva in tre fasi …

7 1) Esorcismo e rinuncia a satana: I catecumeni si sottoponevano all esorcismo per essere liberati da ogni maleficio diabolico. Dopo pronunciavano la rinuncia a satana rivolti a occidente e la professione di fede rivolti ad oriente. 2) Battesimo: dal greco (βάπτισμα, βαφτίσειν), dove la radice corrispondente indica "immergere nell'acqua" Spogliati e unti con lolio consacrato, entravano nella vasca battesimale per la triplice immersione detta effusione.

8 3) Unzione o crisma Dopo il battesimo venivano unti sulla fronte, sulla bocca e sulle orecchie con olio santo (crisma), per aprire le orecchie e la mente all ascolto della Parola e la bocca alla testimonianza di essa. A questo punto i neofiti erano ammessi nella comunità cristiana e, indossata la veste bianca, potevano entrare nella chiesa per partecipare alleucarestia.

9 In origine la cerimonia si svolgeva solo una volta all'anno, la notte di Pasqua con grande affluenza di fedeli. Più tardi, soprattutto in oriente, si cominciò a battezzare anche alla vigilia di Natale, della Pentecoste e altre feste maggiori.

10 Vasca battesimale Vista esterna del Battistero

11 Antico mosaico raffigurante Mosaico raffigurante un triplice Chrismon che si riflette in aloni di differente tonalità, a simboleggiare il dogma trinitario; intorno stanno dodici colombe, allusive ai dodici apostoli. Nella lunetta di fondo sono presenti due agnelli a lato di una croce gemmata; mentre nell archivolto della nicchia di fondo è inserita liscrizione entro una fascia ornamentale a foglie dalloro.

12 Residui di antiche decorazioni ad affresco e a mosaico. Solitamente il battistero era l'unico ambiente decorato poiché era l'edificio più importante.


Scaricare ppt "3^A a.s. 2012/2013 A cura di: Caviglia Victor La Rocca Marcello Scozzafava Stefano."

Presentazioni simili


Annunci Google