La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANO dellOFFERTA FORMATIVA PROGRAMMAZIONE PIANO delle ATTIVITA TRADUZIONE OPERATIVA DELLE SCELTE IN TERMINI CURRICOLARI INSIEME DELLE CONDIZIONI: ORGANIZZATIVO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANO dellOFFERTA FORMATIVA PROGRAMMAZIONE PIANO delle ATTIVITA TRADUZIONE OPERATIVA DELLE SCELTE IN TERMINI CURRICOLARI INSIEME DELLE CONDIZIONI: ORGANIZZATIVO."— Transcript della presentazione:

1 PIANO dellOFFERTA FORMATIVA PROGRAMMAZIONE PIANO delle ATTIVITA TRADUZIONE OPERATIVA DELLE SCELTE IN TERMINI CURRICOLARI INSIEME DELLE CONDIZIONI: ORGANIZZATIVO GESTIONALI CHE PERMETTONO LA REALIZZAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE L. STENHOUSE (DALLA SCUOLA del PROGRAMMA ALLA SCUOLA del CURRICOLO ROMA 1977) ATTIVITA FORMATIVA ORGANIZZARE ATTIVITA RICCHE DI POTENZIALITA EDUCATIVE DA CUI CIASCUNO POSSA TRARRE VANTAGGI PERSONALI ANCHE DIVERSI DA QUELLI DEGLI ALTRI MARIO RUSCONI INSIEME DELLE SCELTE CULTURALI, ORGANIZZATIVE ED OPERATIVE CHE CARATTERIZZANO UN ISTITUTO

2 ART. 3, comma 3 Regol. auton. Did. ed organizzativa INDIRIZZI GENERALI / CRITERI ATTIVITA ORGANIZZAZIONE – GESTIONE AMMINISTRAZIONE ELABORA ADOTTA MARIO RUSCONI

3 PRIMA del POF Analisi bisogni formativi dei singoli alunni Strategie per il recupero delle attività di base Analisi dei fattori che generano dispersione Analisi dei fattori di rischio Problematiche riguardanti la psicologia delletà evolutiva Approfondimenti pedagocici Prove oggettive, questionari Valutazione diagnostica, sommativa, formativa Progettazione curricolare Uso dei linguaggi e tecnologie Aggiornamento disciplinare Monitoraggio del processo insegnare/apprendimento Tutoring Esperienze didattiche significative MARIO RUSCONI

4 PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITA DELLISTITUZIONE SCOLASTICA CONSIGLIO DISTITUTO detta gli indirizzi generali per le attività della scuola e delle scelte di gestione e amministrazione COLLEGIO DEI DOCENTI Predispone schede illustrative dei progetti ed elabora Il P.O.F. Formula proposte sul Piano Annuale delle Attività DIRIGENTE SCOLASTICO Predispone il P.A.A. Fa proposte gestionali e didattiche con lesercizio dellattività di coordinamento e indirizzo D.S. e R.S.U. procedono alla contrattazione distituto COLLEGIO DEI DOCENTI Delibera il P.A.A. CONSIGLIO DISTITUTO adotta il P.O.F. D.S. Maria Luisa Viozzi

5 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA D.S.G.A. Predispone il piano annuale personale A.T.A., sulla base del P.O.F. D.S. Contratta il P.A. con le R.S.U. D.S. Adotta il P.A. D.S.G.A. Da attuazione al P.A. D.S. Maria Luisa Viozzi D.S. Presidpone il Programma Annuale

6 SCHEMA DEL P.O.F. A – Ambito ricognitivo MARIO RUSCONI 1.Peculiarità ed esigenze formative del territorio Metodologia e strumenti per lanalisi delle peculiarità e la rilevazione delle esigenze del territorio in cui opera la scuola 2.Analisi delle risorse della scuola e del territorio Finanziarie Materiali / strutturali Umane / culturali 3.Analisi delle caratteristiche degli alunni Socio – culturali Psicologiche

7 B – Ambito progettuale MARIO RUSCONI 1.Scelte educative Le finalità che si perseguono (con riferimento alle linee guida indicate nei documenti di governo della scuola, compresi i Programmi Nazionali, le direttive ministeriali etc., i principi fondamentali espressi nella Carta dei servizi, le istanze del territorio) 2.Programmazione educativo-didattica e curricoli degli alunni ( Con indicazione di strategie, metodi, criteri, contenuti, tempi e con lesplicitazione dei criteri di valutazione e delle relative modalità, strumenti, tempi) Anche progetti speciali, sperimentazione, attività extracurricolare 3.Lorganizzazione a) lorganizzazione delle scuola (funzioni e compiti) - lambito progettuale CdD/CdC/Comitati di progetto/ Dipartimenti/Settori/Commissioni - lambito decisionale (il D.S., il CdD., il CdI/C) - lambito direzionale (il D.S., lo staff, il D.S.G.A.) b) Le funzioni – strumentali c) Gli organi collegiali d) La formazione e) I servizi amministrativi f) I regolamenti (regolamenti distituto, di laboratorio, di biblioteca, di palestra / Statuto degli studenti/ regolamenti di visite e viaggi/ ricevimento delle famiglie/Regolamenti attuativi del D.L.vo 81/08etc.) g) Lapertura della scuola al territorio (Associazionismo, Società sportive, Corsi per adulti, Centri territoriali)

8 c – Ambito della valutazione complessiva obiettivi Valutazione di sistema come sarà Valutazione esterna e valutazione interna / autovalutazione Lautovalutazione distituto - Presupposti - Fasi - Modalità, metodiche, strumenti MARIO RUSCONI

9 CARATTERISTICHE E FUNZIONI DEL POF (specificità / appartenenza / condivisione) (convergenza di attività / soggetti obiettivi di sistema) (scelte / monitoraggio, valutazione, autovalutazione) IDENTITA INTEGRAZIONE RESPONSABILITA FLESSIBILITA AFFIDABILITA CONTRATTUALITA UTILIZZABILITA LEGGIBILITA RENDICONTABILITA rispetto caratteristiche individuali H) flessibilità organizzativa modificabilità (territorio) (POF professionale) (POF comunicativo) MARIO RUSCONI


Scaricare ppt "PIANO dellOFFERTA FORMATIVA PROGRAMMAZIONE PIANO delle ATTIVITA TRADUZIONE OPERATIVA DELLE SCELTE IN TERMINI CURRICOLARI INSIEME DELLE CONDIZIONI: ORGANIZZATIVO."

Presentazioni simili


Annunci Google