La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La progettazione degli obiettivi connessi agli incarichi dirigenziali Salvatore Ferraro La RETE del F.A.R.O. Formazione Autoanalisi Ricerca Output.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La progettazione degli obiettivi connessi agli incarichi dirigenziali Salvatore Ferraro La RETE del F.A.R.O. Formazione Autoanalisi Ricerca Output."— Transcript della presentazione:

1 La progettazione degli obiettivi connessi agli incarichi dirigenziali Salvatore Ferraro La RETE del F.A.R.O. Formazione Autoanalisi Ricerca Output

2 LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO COMMA 3. Il procedimento di definizione e di conferimento dell'incarico deve precisare, contestualmente o attraverso il richiamo delle direttive emanate dall'organo di vertice, la natura, l'oggetto, i programmi da realizzare e gli obiettivi da conseguire in coerenza con il POF della specifica Istituzione scolastica, sentito anche il dirigente scolastico, i tempi di loro attuazione, le risorse umane, finanziarie e strumentali a disposizione, la durata dell'incarico ed il trattamento economico complessivo. A CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DELLAREA V QUADRIENNIO GIURIDICO ART. 11 – CONFERIMENTO DELLINCARICO

3 OBIETTIVI DI MASSIMA MASSIMO DEGLI APPRENDIMENTI D.S. MINIMO DELLA DISPERSIONE

4 OCSE-PISA MINIMO MASSIMO 70 P U N T I 7 ANNI DI RITARDO NEGLI APPRENDI MENTI

5 GESTIONE STRATEGICA DEL CICLO FORMATIVO 5 FASI: Definire lofferta formativa (conoscenza del contesto) Progettare lofferta (percorsi) Progettare lorganizzazione del servizio Progettare il controllo del servizio Valutare il proprio operato per riprogrammare

6 COMPETENZE 4 AREE DI RIFLESSIONE: Leaderschip educativa Organizzare e gestire Governace Valutare attraverso elementi diagnostici

7 SCHEDA N. 1 PROMOZIONE DELLE QUALITA DEI PROCESSI FORMATIVI LA PLURALITA DELLE OFFERTE LA SELEZIONE DELLE OFFERTE E LA PROPOSTA RELATIVA LA DIFFUSIONE DELLOFFERTA (incontro con le famiglie) LA RELAZIONE E LA COERENZA TRA CURRICOLO ED AREA OPZIONALE UTILIZZO DEL 15% DEL MONTE ORE AZIONE DI SUPPORTO ESTERNO: VALUTAZIONE- FAMIGLIA- ENTI VARI INTEGRAZIONE DI ESPERTI ESTERNI AZIONE DI MONITORAGGIO INTEGRAZIONE CON PROGETTI EUROPEI VALUTAZIONE DEL DIRIGENTE

8 SCHEDA N. 2 DIREZIONE E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE INDIVIDUAZIONE DI INCARICHI FUNZIONALI AL P.O.F. ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PIANO DELL ATTIVITA INCARICHI RELATIVI ALLA SICUREZZA 626/94 : o Analisi dei rischi o Valutazione dei rischi o Piano di evacuazione INCARICHI VIGILANZA DIVIETO DI FUMO INCARICHI PRIVACY INCARICHI AL PERSONALE AMMINISTRATIVO INCARICHI AI COLLABORATORI SCOLASTICI DELEGA AFFIDAMENTO DI RUOLI E FUNZIONI INDIVIDUAZIONE DELLE RISORSE E POTENZIALITA, (attraverso lautodichiarazione, la continuità, la valutazione in itinere) UTILIZZO, SUPPORTO DELLE MEDESIME CON LA CONDIVISIONE DEI PROCESSI, LOFFERTA DI PERCORSI FORMATIVI, CON IL LAVORO IN GRUPPO ED IN RETE

9 SCHEDA N. 3 RELAZIONI ESTERNE PROSSIMALI: ISTITUZIONALI: U.S.L., PARROCCHIA, EE.LL, ALTRE SCUOLE, C.S.A./ U.S.R, CONSULTORI, UNIVERSITA, I.R.R.E. EXTRAISTITUZIONALI: ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO, CULTURALE, SPORTIVE, DI SVAGO. LONTANE: RELAZIONI ATTRAVERSO LA RETE INFORMATICA, SIDI, INDIRE, INVALSI, COMENIUS, PAGINE WEB

10 SCHEDA N. 4 ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE FINANZIARIE E STRUMENTALI FINANZIARIE: RICOGNIZIONE DELLE RISORSE DETERMINAZIONE DEL FONDO DI ISTITUTO REPERIMENTO DI FONDI INTEGRATIVI E STRAORDINARI PIANO DI UTILIZZO DEL FONDO DI ISTITUTO PROPOSTA CONTRATTUALE PROGRAMMA ANNUALE PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA AZIONI DI MONITORAGGIO E DI VALUTAZIONE DEL PROGRAMMA ANNUALE CONSUNTIVO E VALUTAZIONE DEL CONSUNTIVO STRUMENTALI : AULA DUFFICIO E DIDATTICHE AULA MULTIMEDIALE, LABORATORI, PALESTRA, BIBLIOTECA, SPAZI e/o ATTREZZATI, SALA MENSA, SALA GIOCHI

11 LESPERIENZA PERSONALE Adeguare lorganizzazione e la didattica alla realizzazione del curricolo dIstituto. Sperimentazione del curricolo, realizzato negli anni precedenti Costruzione di prove di verifica condivise Adattare il modello valutativo alle disposizioni della legge 6 agosto 2008, n. 133 Adattare la didattica laboratoriale alle nuove dimensioni dellorganico distituto.

12 LESPERIENZA PERSONALE Organizzare lattività scolastica con criteri di efficienza ed efficacia al fine di garantire il buon andamento dei servizi scolastici e formativi. Attraverso gli strumenti di monitoraggio e di autoanalisi (progetto FARO), si valuterà il raggiungimento degli obiettivi programmati, per eventualmente apportare le necessarie modifiche allorganizzazione del sistema (scuola-offerta formativa).

13 LESPERIENZA PERSONALE Promuovere e sviluppare lautonomia didattica, organizzativa, di ricerca, di sperimentazione e sviluppo. Attraverso la promozione di adeguati supporti formativi si promuoverà lintroduzione della didattica con le nuove metodologie della comunicazione (LIM), con lattuazione della sperimentazione almeno in una classe, dotata di specifica attrezzature, per ogni plesso della D.D. (5 classi).

14 Ipotesi alternativa la valutazione di sistema


Scaricare ppt "La progettazione degli obiettivi connessi agli incarichi dirigenziali Salvatore Ferraro La RETE del F.A.R.O. Formazione Autoanalisi Ricerca Output."

Presentazioni simili


Annunci Google