La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Associazione Medici Cattolici Italiani Sezione di Bologna San Giuseppe Moscati Apertura Anno sociale 2008/2009 Domenica 19 Ottobre 2008 S. Antonio Maria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Associazione Medici Cattolici Italiani Sezione di Bologna San Giuseppe Moscati Apertura Anno sociale 2008/2009 Domenica 19 Ottobre 2008 S. Antonio Maria."— Transcript della presentazione:

1 Associazione Medici Cattolici Italiani Sezione di Bologna San Giuseppe Moscati Apertura Anno sociale 2008/2009 Domenica 19 Ottobre 2008 S. Antonio Maria Zaccaria Medico e Santo Basilica di San Paolo Maggiore Via Carbonesi n Bologna

2 Attività 2007/2008 Corso sulla Sofferenza 2007/2008: 1.I° incontro La Sofferenza nella S. Scrittura, nella Storia della Salvezza e nel Magistero della Chiesa Giovedì ore Sede Confraternita della Misericordia Strada Maggiore n Bologna - Introduzione: mons Fiorenzo Facchini – professore emerito Antropologia Università di Bologna 2.II° incontro Il Medico e l Operatore sanitario di fronte alla persona malata e sofferente Giovedì ore Sede Confraternita della Misericordia Strada Maggiore n. 13 Bologna - Introduzione: prof Marco Bonvicini – Professore associato Cardiologia pediatrica – Università di Bologna 3.III° Incontro Cura o Censura del Dolore ? Mercoledì ore Sede: ospedale S.Orsola Bologna – Introduzione: °prof. Stefano Faenza, °dr.sa Stefania Taddei e *ip Patrizia Benfenati (°Rianimazione ed Anestesia – Policlinico S.Orsola, * Hospice ospedale Bellaria) 4.IV° Incontro Le cure palliative: Significato e probabilità Sabato ore 9.30 – Introduzione: °prof Franco Pannuti, medico, dr sa Anna Di Salvo, psicologa, ip Stefania Leoni 5.V° Incontro Il Medico e l Operatore sanitario: illusione o speranza ? data inverno 2008 sede: in definizione - Introduzione: (proposta) prof. Luigi Frizziero - prof. Carlo Ventura – dr sa Paola Fanin

3 La Sofferenza nella S. Scrittura, nella Storia della Salvezza e nel Magistero della Chiesa Traccia introduzione mons Fiorenzo Facchini Cause Malattie e morte (limitazioni connesse con la natura fisica delluomo) Eventi naturali: terremoti, alluvioni, uragani… Comportamento umano (possibile causa di sofferenza fisica e morale) Gli interrogativi Luomo soffre, sa di soffrire e si chiede perché (differenza rispetto allanimale) Gli interrogativi sono molti e si fanno più forti di fronte al dolore innocente. Un argomento contro lesistenza di Dio? contro la provvidenza? Perché Dio permette il male? Il male è un castigo per i peccati? La figura di Giobbe è emblematica: Giobbe non ha trasgredito la legge di Dio. Per lui la sofferenza ha il carattere di prova. Ma il libro di Giobbe non dà ancora la soluzione del problema. (cf. anche lepisodio del cieco nato: Giov. 9). Le possibili risposte razionali Non sono pienamente soddisfacenti. Eccone alcune: la sofferenza è conseguenza ed espressione dei limiti della natura che ha le sue leggi, la sua economia. In essa trovano posto le sofferenze e la morte come per tutti i viventi. Dio non ha creato un mondo perfetto…, bisogna rassegnarsi (risposta razionale) occorre diventare indifferenti di fronte al dolore e alla felicità oppure, in certe condizioni, rifiutarla compiendo anche scelte che pongono fine alla vita (risposte esistenziali) I° parte

4 II° parte La risposta cristiana Il progetto di Dio non si esaurisce sullorizzonte terreno. Gesù non spiega perché cè la sofferenza, ma ne fa lesperienza. Imparò lobbedienza dalle cose che patì (Eb. 5,8). Con la sua passione Cristo fa proprio il dolore innocente per superarlo e il Padre gli dona una vita nuova. Il mistero pasquale rivela il superamento della sofferenza e della morte per Gesù e per lumanità redenta. Cristo si è avvicinato al mondo dellumana sofferenza per il fatto di avere assunto egli stesso questa sofferenza su di sé (Enciclica Salvifici doloris, 16; cf. pure Isaia, 53, 2-6) Le dimensioni della sofferenza nella visione cristiana dimensione teologica: la sofferenza di Cristo è redentiva: Nella sua sofferenza i peccati vengono cancellati proprio perché egli solo come Figlio unigenito potè prenderli su di sé, assumerli con quellamore verso il Padre che supera il male di ogni peccato (Salvifici doloris, 17). Nella sofferenza di Cristo non solo si è compiuta la redenzione mediante la sofferenza, ma anche la stessa sofferenza umana è stata redenta (Salvif. dol. 19). - dimensione ecclesiale e ascetica: Anche le sofferenze Sono lieto delle sofferenze che sopporto per voi e completo nella mia carne quello che manca ai patimenti di Cristo in favore del suo corpo che è la Chiesa (I Cor., 6,15). La sofferenza personale viene unita alla sofferenza di Cristo e trasformata in amore -.dimensione morale: il dolore richiama luomo alle domande essenziali sulla vita, alla ricerca dei valori veri. Provoca alla ricerca della verità. dimensione sociale: sollecita alla solidarietà e a farsi vicini a chi è nella sofferenza, come insegna la parabola del Buon Samaritano (Luca 10, 25-37). dimensione escatologica: Ero malato e mi avete visitato (Matteo, 25, 36) - Nella visione cristiana la sofferenza non è un bene di per sé, non è desiderabile. Essa va superata e alleviata, e se accettata con amore diventa strumento di redenzione.

5 Associazione Medici Cattolici Italiani (A.M.C.I.) Sezione di Bologna Convegno formativo regionale AMCI Emilia-Romagna Dall Alba al Tramonto della Vita: Decidere in Medicina Sabato 15 novembre 2008 Aula Magna Seminario Villa Revedin Piazzale Bacchelli n. 6 Bologna ___________________________________________________________________________________________ Segreteria organizzativa: Sezione AMCI Bologna via del Monte n Bologna E mail Sito web: (dr.sa E Tizzani tel ) (dr S Coccolini tel/fax ) E stata presentata al Ministero della Salute richiesta di accreditamento per l Educazione Continua in Medicina (ECM) per n. 400 Medici, Infermieri ed Ostetriche/i N° protocollo accreditamento Medici: N° protocollo accreditamento Infermieri: N° protocollo accreditamento Ostetriche/i: Con la partecipazione di: Confraternita Misericordia Bologna

6 Accreditamento ECM al Ministero del Welfare attraverso la Sede nazionale x 1.Medici 2.Infermieri 3.Ostetriche Stampati 3900 programmi Spediti 1500 programmi usando formula Posta target, con dimezzamento spesa x ogni programma ( /cadauno) Già recapitati a mano 600 (metodo: gli amici si aiutano) Ulteriori 800 la prossima settimana Sede ospitalità Relatori: istituto Veritatis Splendor

7 Iniaziative di bioetica Scuole e Parrocchie Febb 2008 San Biagio Casalecchio Maschio o Femmina: Sesso o Cultura ? presenza 90 persone inciso cd audio con interventi di: 1.mons Facchini 2.prof PL Lenzi 3.dr C Petio 4.p. G Carbone op Il progetto è stato ripreso e proposto x divulgazione nelle scuole Creazione videoteca sulla Maternità

8 La Ruota x la Vita ( I °parte) Proposta al consiglio dal prof GP Salvioli Fatta propria dal Consiglio Proposta al card Carlo Caffarra nel dicembre 2007 ed accettata Incontro con FederVita regionale (presidente drsa Antonella Diegoli), attraverso dr Giacomo Gaddoni, ns Consigliere Inizio ricerca sede: Criteri previsti necessari: posto raggiungibile con facilità Non esposto al pubblico Ingresso dedicato

9 AMCI – Sezione di Bologna Progetti Gemma di solidarietà con il Servizio Accglienza Vita con il Servizio Accglienza Vita (SAV) di BOLOGNA abbiamo attivato 2 Progetti AIUTO ALLA VITA 2006 – 2007 : n. 2 Progetti AIUTO ALLA VITA [aderenti: 16 medici, di cui 15 soci AMCI] nate 2 BIMBE ! 4 PROGETTI AIUTO ALLA VITA : 4 PROGETTI AIUTO ALLA VITA [aderenti: 17 medici soci AMCI + 9 persone interessate] già nata 1 BIMBA ! / Progetto [ 360 x quota individuale (gruppo n. 8 conferenti)] NB: Le cifre versate sono deducibili dall imponibile fiscale

10

11 AMCI – Sezione di Bologna I nostri Bimbi NOOR 02/06/2006 mamma egiziana IKRAM 03/09/2006 mamma marocchina TIMA 21/03/2008 mamma kosovara Nascerà in dicembre 2008 mamma marocchina Nascerà in gennaio 2009 mamma ucraina Nascerà in febbraio 2009 mamma italiana

12 Un ringraziamento a: Chiara Petrucci x quanto fatto e quanto potrà fare in futuro

13 Eutanasia Lindisponibilità della vita propria e di quella degli altri è un principio riconosciuto nel nostro ordinamento. Il paziente usufruisce della vita perché gli è stata data e il medico ha la responsabilità di curare la vita umana. Il Codice deontologico ( ) proibisce ai medici sia laccanimento terapeutico (art. 16) sia la pratica delleutanasia anche solo come trattamenti finalizzati a favorire la morte dei pazienti (art. 17). Il medico non può abbandonare il malato ritenuto inguaribile, ma deve continuare ad assisterlo, anche solo al fine di lenirne la sofferenza fisica e psichica (art. 23), così come qualora gli venissero richieste prestazioni che contrastano con la sua coscienza… Cè la libertà del soggetto che non può essere costretto a trattamenti contrari alla sua volontà, ma la legge punisce lomicidio del consenziente (o suicidio assistito)

14 Cura e non terapia Testo di mons Roberto Colombo, vice Assistente nazionale AMCI e ordinario di Chimica biologica UCSC Roma

15 Attività editoriale Atti 2004 eseguiti e operata vendita 259 copie / 670 In corso atti 2006 AMCI ER ha eseguito libro su dr Carlo Carapezzi Il mio testamento biologico: Padre nostro che sei nei cieli, sia fatta la tua volontà acquisito in 200 copie, abbinate alla tessera 2008


Scaricare ppt "Associazione Medici Cattolici Italiani Sezione di Bologna San Giuseppe Moscati Apertura Anno sociale 2008/2009 Domenica 19 Ottobre 2008 S. Antonio Maria."

Presentazioni simili


Annunci Google