La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 L’economia internazionale 1973-2008 Dopo il 1973 si ha un rallentamento della crescita economia; Rallentamento del tasso di crescita della produttività.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 L’economia internazionale 1973-2008 Dopo il 1973 si ha un rallentamento della crescita economia; Rallentamento del tasso di crescita della produttività."— Transcript della presentazione:

1 1 L’economia internazionale Dopo il 1973 si ha un rallentamento della crescita economia; Rallentamento del tasso di crescita della produttività nell’industria manifatturiera; Aumento della disoccupazione; Dal keynesismo al neo-liberismo; La globalizzazione

2 2

3 3 Tassi di crescita del Pil pro-capite: : –Europa occidentale4,1% (media annua) –Stati Uniti2,5% –Europa orientale3,8% –Giappone8,1% –Asia (escluso Giappone)2,9% –America latina2,6% –Africa2,0% : –Europa occidentale1,9% –Stati Uniti1,9% –Europa orientale0,9% –Giappone2,1% –Asia (escluso Giappone)3,9% –America latina0,8% –Africa0,3%

4 Il tasso di inflazione (dal 1950) 4

5 5 L’inflazione Sino al 1968 nei paesi sviluppati dell’Occidente si ha una bassa inflazione: – : 2,1% (media annua) – : 3,2% “ “ – : 4,8% “ “ Primo (1973) e secondo (1979) shock petrolifero: – : il tasso medio annuo di inflazione sale al 9,1% L’inflazione rallenta negli anni ottanta: – : il tasso medio annuo di inflazione scende al 3,4%

6 La ricomparsa della disoccupazione 6

7 7 La ricomparsa della disoccupazione strutturale - II L’aumento della disoccupazione inizia con il primo shock petrolifero; Ma la disoccupazione resta elevata anche nelle fasi di crescita dell’economia;

8 8 Crisi dei bilanci statali Dal 1975 aumentano i disavanzi dei bilanci statali a causa del rallentamento della crescita economica e dell’aumento delle spese per i programmi sociali; L’aumento del deficit porta con sé quello del debito pubblico.

9 Dal keynesismo al neo-liberismo I keynesiani: alti salari, pieno impiego e lo stato assistenziale sostengono la domanda aggregata che alimenta la crescita economica. Fallimento del mercato; I neoliberisti: le politiche keynesiane portano la spesa pubblica fuori controllo e sono la causa della stagflazione degli anni ‘70. Fallimento dello stato; Le politiche economiche neoliberiste: –Dalla gestione della domanda alla politica economica dal lato dell’offerta. Riduzione del ruolo dello stato nell’economia: Assicurare il buon funzionamento dei mercati (dei prodotti e del lavoro) eliminando gli ostacoli alla concorrenza; Liberalizzazione dei mercati (deregulation); Riduzione della pressione fiscale, soprattutto sui ricchi; Riduzione della spesa pubblica, soprattutto per il welfare; Privatizzazione delle imprese pubbliche. 9

10 10 La Globalizzazione L’economia globale (crescente integrazione dei mercati mondiali). Da cosa deriva l’economia globale? –Ristrutturazione delle imprese: frammentazione della catena del valore; –Impiego delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (computer, informatica, elettronica, internet); –Le politiche economiche sostenute dai paesi occidentali e dalle istituzioni economiche internazionali (FMI, Banca Mondiale, WTO).

11 11 Il ruolo delle istituzioni economiche internazionali Il “Washington Consensus”: –Privatizzazione delle imprese e dei servizi pubblici; –Liberalizzazione dei prezzi, del commercio con l’estero e dei movimenti di capitale; –Politiche fiscali ortodosse; –Deregolamentazione dei mercati.


Scaricare ppt "1 L’economia internazionale 1973-2008 Dopo il 1973 si ha un rallentamento della crescita economia; Rallentamento del tasso di crescita della produttività."

Presentazioni simili


Annunci Google