La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Dott.ssa Miranda Brugi Comune di Siena Direzione Sistema Informativo e Reti Tecnologiche Via Casato di Sotto, 23 53100 Siena Tel: +39 0577 292441 Fax:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Dott.ssa Miranda Brugi Comune di Siena Direzione Sistema Informativo e Reti Tecnologiche Via Casato di Sotto, 23 53100 Siena Tel: +39 0577 292441 Fax:"— Transcript della presentazione:

1 1 Dott.ssa Miranda Brugi Comune di Siena Direzione Sistema Informativo e Reti Tecnologiche Via Casato di Sotto, Siena Tel: Fax: Sito internet:: “T-Government: l’uso della televisione digitale terrestre per fornire servizi ai cittadini e alle imprese” Roma – Forum PA – 8 maggio 2006

2 2 TV Digitale Terrestre: Il progetto DttSiena

3 3 I tempi dell’Innovazione a Siena Avvio del progetto FIBRA OTTICA Avvio del servizio di Internet Provider (internet web site case cablate appartamenti cablati 1994 ISA (Automatic Services Informatio n) SIENA CARD Firma Digitale Avvio della sperimentazione CIE 2003 Progetti nazionali CIE e PEOPLE Attivazione della rete e dell’head- end Progetti Bando CNIPA DTTSiena digitale terrestre e IDEM e- democra cy - Progetti INTELCITIES E-MAYOR IST programme - Progetto SETRIC Interreg Programmme appartamenti cablati

4 4 RuoloDenominazione ProponenteComune di Siena BroadcasterTeleVideoSiena Srl Operatore Telecomunicazioni Telecom Italia Spa Partner Tecnologico IBM Italia Spa Il Comune di Siena (soggetto capofila), ha presentato con successo al CNIPA il progetto DTTSiena, per la selezione di progetti per lo sviluppo dei servizi e-government sulla piattaforma Digitale Terrestre, ottenendo un co-finanziamento di € ,00 (Bando T-Government del 2004)

5 5 Il Centro Servizi del Comune per il DTT Factory Digitale Terrestre DTT Factory Offre funzionalità avanzate per la gestione delle applicazioni MHP e per la gestione del canale di ritorno. Fornisce un ambiente completo per lo sviluppo ed il testing delle applicazioni di back-end che utilizzano il canale di ritorno. Permette una completa integrazione con i Broadcaster per l’inoltro delle applicazioni MHP e dei relativi dati.

6 6 Architettura CS DTT Factory

7 7 Servizio DB Reader Il servizio DB Reader estrae periodicamente i dati dal database del Comune di Siena, dove risiedono i contenuti presenti nel portale WEB (www.comune.siena.it) e li formatta in XML in un formato specifico dell’applicazione MHP. La periodicità, la tipologia di base dati ed il formato sono configurabili.

8 8 Servizio FTP Commander Il servizio FTP Commander effettua periodicamente una copia della applicazione e dei dati contenuti nel repository del CS-DTT Factory, verso il repository FTP del broadcaster.

9 9 Il Digitale Terrestre ha rappresentato l’occasione di aggiungere un ulteriore canale di contatto fra cittadini e Comune con la potenza diffusiva del mezzo televisivo e rappresenta un’opportunità perfetta per allargare l’area geografica di copertura alle zone limitrofe al Comune. Tutto questo senza la necessità di avviare onerose opere infrastrutturali.

10 10 Obiettivo della sperimentazione Offrire ai cittadini non raggiunti dalla rete in fibra ottica presente sul territorio della città di Siena (28000 unità immobiliari cablate), servizi informativi ed interattivi permettendo agli stessi (5000 ulteriori unità immobiliari) di fruire sia dei contenuti del Canale Civico sia dei servizi sopra detti. Sviluppare la comunicazione sociale attraverso un contatto diretto e continuo con l’utenza, sperimentando forme di comunicazione che si avvicinino il più possibile alle fasce deboli, anziani e portatori di handicap… (vedi progetto iDem). Avviare un nuovo progetto di cittadinanza digitale per favorire l’inclusione sociale dal punto di vista della partecipazione, migliorando la qualità della vita, facilitando i processi di integrazione sociale e di coesione, favorendo la crescita economica e culturale del territorio

11 11 Risultati attesi Il progetto è inteso come momento per: ottenere indicazioni concrete sugli attori istituzionali e privati interessati all’utilizzo del nuovo strumento tecnologico, rappresentato dal digitale terrestre e dai servizi MHP, sul territorio toscano ottenere feedback dall’utenza sulle modalità di erogazione e di fruizione dei servizi l’acquisizione di know how sulla tecnologia MHP da trasporre sull’attuale rete HFC per uniformare le metodologie di erogazione dei servizi interattivi sul mezzo televisivo

12 12 Luoghi di svolgimento del progetto Il progetto interessa il territorio della Città di Siena nonché tutte le aree coperte dal segnale televisivo riportate nella mappa orografica

13 13 Utenza target Il progetto coinvolge, come detto, la porzione della cittadinanza non raggiunta dalle terminazioni della rete in fibra ottica. Il campione scelto è di 1000 famiglie su 5000 e risulta essere composto da cittadini di età compresa tra i venti e i sessanta anni e ciò per ottenere feedback esaustivi da tutte le categorie di utenza presenti sul territorio senese. Il Comune a proprie spese ha consegnato ai soggetti interessati al progetto il decoder per l’accesso.

14 14 I servizi di T-government oggetto della sperimentazione DTT  Servizio Interattivo Tributario  Servizio Portale Informativo

15 15 Servizio Interattivo Tributario Attraverso il collegamento telefonico, le famiglie senesi possono consultare e verificare interattivamente la situazione dei pagamenti delle tasse scolatiche, previa abilitazione rilasciata dal Centro Servizi del Comune su richiesta dell’interessato

16 16 Mediante codice pin o codice fiscale, da inserire in un’apposita pagina, saranno poi visualizzati i dati relativi al pagamento delle tasse scolastiche degli studenti appartenenti al nucleo familiare selezionato.

17 17 Il Comune di Siena dispone di un portale Internet attraverso il quale è possibile accedere ai servizi informativi erogati dall’ente (www.comune.siena.it) Il Servizio Portale Informativo rappresenta la trasposizione del portale sul canale televisivo digitale, permettendo ai possessori del decoder del digitale terrestre di accedere via TV agli stessi contenuti. Servizio Portale Informativo

18 18

19 19 L’utente, sintonizzato sul canale che eroga il servizio, accede sul proprio televisore all’ambiente di consultazione delle pagine informative. I contenuti sono divisi in quattro aree tematiche separate (es. il Cittadino, il Comune, i Servizi in città e gli Eventi) ed ognuna di esse avrà il proprio percorso di navigazione. Il numero di aree tematiche è dettato dalla necessità di rendere la fruizione del servizio quanto più immediata possibile legando ciascun percorso tematico ad uno dei quattro tasti funzione (di colore diverso) presenti sul telecomando del decoder.

20 20

21 21 Il Portale è costituito da molte pagine di navigazione dedicate alla cultura, alle news, agli eventi, ai prodotti tipici, alle manifestazioni, alle strutture per il turismo, alle informazioni utili per il cittadino, alle notizie dell’ ultim’ora. La versione DTT risulta molto più semplificata rispetto a quella per il Web e utilizza una diversa modalità di fruizione dei contenuti. Le modalità di navigazione del Portale del Comune di Siena

22 22 Il Portale, in versione DTT è fruito tramite una visualizzazione costituita da pochi elementi ed è caratterizzato dalla coesione dei contenuti disponibili, dalla regolarità e simmetria nella visualizzazione degli stessi. Il posizionamento di voci, immagini e testo è opportunamente studiato per “manipolare” l’attenzione dell’utente. Caratteri, forme, dimensioni e colori sono concepiti come un insieme di contenuti che incideranno sui processi percettivi dell’utente stesso.

23 23 La costruzione dell’architettura tiene conto dello scopo del servizio che è quello di indurre l’utente a leggere, navigare e cercare l’informazione, limitando la necessità di connettere il suo set top box tramite linea telefonica al minimo indispensabile, ma garantendo nel contempo una fornitura esaustiva di informazioni. I contenuti del Portale non sono riportati integralmente nella versione televisiva, ma sono stati scelti in base alla loro utilità e capacità di catturare l’attenzione dell’utente.

24 24 I° livello di navigazione

25 25 La prima pagina di navigazione presenta:  le categorie dei contenuti organizzate per settori  le news aggiornate del Comune  gli eventi che si svolgono nel Comune  i link delle pagine di approfondimento Lo spazio della schermata visualizzata sulla destra è dedicato al video, nel caso il cui l’utente voglia seguire contemporaneamente la trasmissione sul canale selezionato La parte inferiore della schermata è dedicata ai tasti di funzione, utilizzati per la navigazione tra le varie pagine (esci, servizi tributari, help, nascondi) il Palio la Cultura il Cittadino il Turista

26 26 II° livello di navigazione

27 27 La seconda pagina di navigazione presenta i seguenti elementi:  la testata  il menù sulla sinistra che mantiene la stessa posizione della schermata precedente  il box relativo ai contenuti relativi alla voce richiamata dalla schermata precedente  il box relativo al video  i tasti funzione

28 28 I Link e relativi contenuti “il Palio”: “il Palio”: il box-contenuti visualizza l’elenco delle ultime edizioni svolte, notizie sull’eventuale edizione in fase di svolgimento, la storia le contrade, le curiosità e le regole della manifestazione. “la Cultura”: “la Cultura”: è possibile raggiungere le notizie relative a mostre, musei, concerti, spettacoli, monumenti, luoghi da visitare per scoprire Siena, la sua storia e le sue tradizioni “il Cittadino”: “il Cittadino”: è possibile accedere a notizie relative allo studio, al lavoro, alla salute, alle tasse e tributi, ai trasporti, ambiente e tutto ciò che coinvolge la vita quotidiana degli abitanti “il Turista”: “il Turista”: è possibile accedere alle notizie relative ai posti da visitare, numeri utili, hotel, ristoranti, benessere e intrattenimento “Servizi Tributari” il tasto funzione “Servizi Tributari” serve ad accedere ai servizi offerti dal Comune di Siena direttamente tramite il set-top-box, utilizzando l’apposito canale di ritorno telefonico. Tramite una login, si possono visualizzare i pagamenti effettuati relativi alle tasse scolastiche

29 29 III° livello di navigazione

30 30 La terza pagina di navigazione presenta i seguenti elementi:  la testata  il menù che mantiene la stessa posizione della schermata precedente  il box relativo ai contenuti di dettaglio relativi alla voce richiamata dalla schermata precedente  il box relativo al video  i tasti funzione I Link e relativi contenuti Come per la sezione precedente, selezionando le voci il Palio, la Cultura, il Cittadino e il Turista, si passa alla pagina di secondo livello appena selezionata ed è possibile effettuare una nuova scelta

31 31 Livello interattivo

32 32 La pagina di navigazione presenta i seguenti elementi:  la testata  il menù che mantiene la stessa posizione della schermata precedente  il box relativo alla lista degli studenti e relativi dati anagrafici  il box relativo al video  i tasti funzione I contenuti interattivi possono essere richiamati in qualsiasi pagina precedente, usando il tasto di funzione (“Servizi Tributari”). Tale livello interattivo è dedicato alla fase di autenticazione (mediante codice pin o codice fiscale, da inserire in un’apposita pagina); sono poi visualizzati i dati relativi al pagamento delle tasse scolastiche degli studenti appartenenti al nucleo famigliare selezionato.

33 33 I Link e relativi contenuti Selezionando le voci “il Palio”, “la Cultura”, “il Cittadino” e “il Turista”, come nelle sezioni precedenti, si passa alla pagina di secondo livello selezionata. Selezionando invece un nominativo, si passa alla pagina di approfondimento relativo ad esso.

34 34 La pagina di navigazione presenta i seguenti elementi:  la testata  il menù sulla sinistra che mantiene la stessa posizione della schermata precedente  il box contenente i dati completi del nominativo precedentemente selezionato  il box relativo al video  i tasti funzione

35 35 Il valore aggiunto del progetto DttSiena è rappresentato dal fatto che sul Portale in versione DTT sarà possibile attivare anche le procedure dell’e-democracy. t-governmentinteractive democracy All’interno di questo opportunità si colloca l’idea dell’amministrazione comunale di Siena di uniformare in un contesto comune i due progetti, presentati in risposta ai bandi CNIPA del t-government e dell’interactive democracy. iDEM DttSiena

36 36 Il progetto iDEM iDEM – Interactive DEMocracy iDEM – Interactive DEMocracy è la risposta concreta dell’area vasta di Arezzo, Grosseto e Siena promozione della cittadinanza digitale alla necessità di favorire l’intervento attivo da parte dei cittadini nelle politiche locali attraverso la promozione della cittadinanza digitale iDEM iDEM è stato presentato sul recente bando CNIPA di e- democracy promosso dal Ministro per l'Innovazione e le Tecnologie Comune di SIENA Comune di SIENA Provincia di SIENA Provincia di SIENA Provincia di AREZZO Provincia di AREZZO Comune di AREZZO Comune di AREZZO Provincia di GROSSETO Provincia di GROSSETO Comune di GROSSETO Comune di GROSSETO Ad iDEM partecipano associazioni, gruppi di volontariato, soggetti pubblici e privati portatori di interessi collettivi

37 37 Le politiche di e-democracy Obiettivo primario quello di coinvolgere in maniera incisiva i soggetti diversamente abili, in forma singola ed associata, sia nella fase progettuale che in quella di verifica e controllo dei risultati, fornendo loro la possibilità di immaginare e realizzare una città fatta a propria misura CITTA’ SENZA BARRIERE E PERCORSI PARTECIPATIVI ALLARGATI Coinvolgere la cittadinanza, ed in particolare le persone anziane o affette da disabilità, nella definizione di politiche e percorsi volti ad abbattere le barriere fisiche ed il digital divide. Case study del progetto sarà la città di Siena. L’obiettivo verrà perseguito mediante l’uso di strumenti condivisi, il coinvolgimento di associazioni ed esperti di settore nelle varie fasi del processo, la sperimentazione di hardware specifico (chioschi), l’uso del Canale Civico e della nuova piattaforma Digitale Terrestre

38 38 “Disegnare” un processo di e-democracy Esempio di come si può disegnare un processo di e-democracy La PAL individua un tema o una politica che desidera sottoporre all’opinione dei propri cittadini (politiche del lavoro, scuola ed educazione, piano regolatore, ambiente). Attraverso i canali disponibili (web, newsletter, canale civico, mass- media, telefonia) la PAL sottopone la propria proposta alla cittadinanza, definisce le regole ed i canali di espressione: ad esempio indica un periodo temporale entro il quale esprimersi ed offre più vie di espressione ( , spazio web, SMS, forum, chat, altro)

39 39 Esempio di come si può disegnare un processo di e-democracy Al termine del periodo, la PAL offre un compendio delle opinioni riscontrate, mostra come la proposta iniziale sia stata eventualmente modificata in virtù di tali pareri, delinea le fasi successive ed il ciclo completo della politica, fornendo la massima trasparenza sull’argomento. Se possibile la PAL indica nuovi periodi di consultazione sulla proposta o sottotemi sui quali il cittadino sarà chiamato, se lo desidera, ad esprimersi ulteriormente. Sono poi nuovamente indicate le modalità di impiego (regole) delle opinioni raccolte. Al termine la PAL tiene memoria dei passi effettuati (archiviazione) e ne rende possibile a tutti un successivo recupero delle informazioni. “Disegnare” un processo di e-democracy

40 40 Grazie per l’attenzione.


Scaricare ppt "1 Dott.ssa Miranda Brugi Comune di Siena Direzione Sistema Informativo e Reti Tecnologiche Via Casato di Sotto, 23 53100 Siena Tel: +39 0577 292441 Fax:"

Presentazioni simili


Annunci Google