La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.V.EN.A. s.r.l. Evoluzione Ambiente s.r.l. Presentano: I CONTENITORI A.D.R. NEL TRASPORTO DEI RIFIUTI PERICOLOSI Castelfranco Veneto, 18 Ottobre 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.V.EN.A. s.r.l. Evoluzione Ambiente s.r.l. Presentano: I CONTENITORI A.D.R. NEL TRASPORTO DEI RIFIUTI PERICOLOSI Castelfranco Veneto, 18 Ottobre 2006."— Transcript della presentazione:

1 I.V.EN.A. s.r.l. Evoluzione Ambiente s.r.l. Presentano: I CONTENITORI A.D.R. NEL TRASPORTO DEI RIFIUTI PERICOLOSI Castelfranco Veneto, 18 Ottobre 2006

2 Scopo della presente giornata:  Avere un incontro diretto tra gli utilizzatori, i tecnici, i produttori, il legislatore per il corretto impiego degli imballaggi e dei mezzi destinati al trasporto di materie pericolose, con particolare riferimento al trasporto di rifiuti pericolosi secondo l’ADR, cercando di mettere ordine tra le varie normative.

3  Il testo essenziale su cui sarà fatto il punto è il Decreto Dirigenziale 10 Giugno 2004 (allegato alla brochure riepilogativa degli atti del convegno) che fissa tutte le norme, nel rispetto dell’ADR, per l’omologazione e quindi l’impiego degli imballaggi e dei contenitori destinati al trasporto di merci pericolose.

4 Definizioni:  recipienti e contenitori destinati al trasporto di merci pericolose ed aventi una massa netta non superiore a 400 kg o 450 litri  “imballaggi”: recipienti e contenitori destinati al trasporto di merci pericolose ed aventi una massa netta non superiore a 400 kg o 450 litri  “GIR” o “GRV” o “IBC”: grandi recipienti per il trasporto alla rinfusa  Grandi imballaggi (LP): gli imballaggi esterni contenenti gli oggetti o degli imballaggi interni come definiti dall’ADR

5 Definizioni:  BK1: contenitore tendonato per il trasporto alla rinfusa  BK2: contenitore chiuso per il trasporto alla rinfusa  Carrozzeria intercambiabile: una carrozzeria che non è fissata permanentemente al veicolo, ma che può essere sostituita con altre carrozzerie intercambiabili aventi i medesimi tipi di collegamenti al telaio del veicolo. Detti collegamenti normalmente saranno di tipo “rapido”.

6  Nel corso di questa giornata i vari relatori avranno il compito di sviscerare queste definizioni per dare delle risposte significative sia sul piano dell’utilizzo pratico che sul piano normativo per non incorrere nei rigori della legge.

7 Programma della giornata:  Dott. Gabriele SCIBILIA: “Responsabilità e modalità di trasporto” “Responsabilità e modalità di trasporto”  Ing. Claudio AMANTIA: “Trasporto dei rifiuti alla rinfusa” “Trasporto dei rifiuti alla rinfusa”  Sig. Giovanni TAPETTO: “Trasporto dei rifiuti sanitari a rischio infettivo”

8  Ing. Luigi DI LILLO: “Omologazione degli imballaggi: procedure e problematiche”  Sig. Paolo TESTAVERDE: “L’esperienza della certificazione”  Dott. Eugenio ONORI: “La normativa sul trasporto dei rifiuti ed i riferimenti alla normativa ADR”

9 Ringraziamento:  A tutti i partecipanti per la sensibilità che dimostrano sull’argomento

10 Ringraziamento:  A tutti i nostri magnifici sponsor:  KARTON S.p.A.  AES: Associazione Esperti della Sicurezza  FLASHPOINT s.r.l.  SITA Antincendio  Officine BOLGAN s.r.l.


Scaricare ppt "I.V.EN.A. s.r.l. Evoluzione Ambiente s.r.l. Presentano: I CONTENITORI A.D.R. NEL TRASPORTO DEI RIFIUTI PERICOLOSI Castelfranco Veneto, 18 Ottobre 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google