La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità."— Transcript della presentazione:

1 Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità R. Iannaccone, V. D’Alberti Roma, 14 Aprile 2014

2 1.Premessa 2.Indice di produzione dei servizi: Task Force Eurostat Alcune esperienze europee 3.Un indice deflazionato per i trasporti Aerei: Fonti disponibili Metodologia Risultati 4.Conclusioni Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014 Sommario 1

3 1.Interesse delle Istituzioni Europee (Eurostat, Commissione Europea, Banca Centrale Europea) in una maggiore diffusione di indicatori congiunturali sul settore dei servizi al pari del settore industria 2.Istituzione in Eurostat di una Task Force per la sperimentazione di un indice di volume per i servizi 3.Integrazione di diverse fonti informative sul settore dei servizi Premessa 2 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

4 1.Maggiore copertura delle statistiche a breve termine sui servizi 2.Creazione di un indicatore di produzione sulla base dei dati disponibili 3.Passaggio dell’indicatore di fatturato dei servizi da trimestrale a mensile Obiettivi della Task Force Eurostat 3 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

5 1.Verifica dei dati disponibili (fatturato, prezzi alla produzione, prezzi al consumo, volumi) sui servizi per un indice di produzione dei servizi (IPS) 2.Sperimentazione per la costruzione di un indice di produzione dei servizi 3.Analisi delle metodologie esistenti (OECD/Eurostat/Voorburg Group) 4.Analisi di eventuali problemi nella produzione dell’indice e proposte di soluzioni 5.Sviluppo dell’indice per diverse divisioni di attività economica nel settore dei servizi Compiti della Task Force Eurostat 4 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

6 Regno Unito: 1.Indice di produzione dei servizi integrato con la contabilità nazionale 2.Sviluppo di metodologie di calcolo differenti per i diversi settori dei servizi utilizzando più fonti di dati Svezia: 1.Inizio lavori ISP nel 2002 e produzione del primo indicatore nel La produzione dell’ISP è mirata alla creazione di un indicatore unico per l’intera economia (Industria, Costruzioni e Servizi) 3.Metodologia di calcolo: fatturato deflazionato 4.Deflatori utilizzati: prezzi al consumo, prezzi alla produzione e indicatori di salario 5.Pubblicazione mensile dell’ISP con un ritardo di 35 giorni IPS: alcune esperienze europee 5 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

7 Verso una metodologia per il calcolo dell’IPS: un esempio per il settore delle costruzioni 6 Fonte: Guidelines for compiling the monthly Index of Production in construction Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

8 1.Obiettivo è misurare unicamente le variazioni nel volume dell’output 2.IPS definito come una media aritmetica dell’output reale delle industrie dei servizi con pesi proporzionali al valore aggiunto delle diverse divisioni di attività economica 3.La deflazione è un processo che rimuove l’impatto delle variazioni dei prezzi da una stima dell’ouput a prezzi correnti (fatturato) 4.Il deflatore è basato sui prezzi di tutti i servizi sia di quelli destinati alle imprese sia di quelli destinati alle famiglie 5.Le linee guida OECD, in fase di aggiornamento, consigliano di partire dal livello più disaggregato (attività economica/prodotto) IPS: la metodologia usata per il trasporto aereo 7 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

9 IPS: Trasporto aereo 8 Fonte: Compilation manual for an index of service production – OECD Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

10 Trasporto aereo: fonti disponibili in Istat 9 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014 RilevazioneRegolamento Disegno di rilevazione Unità / Ente di rilevazione Unità d'analisi TipologiaFrequenza Fatturato dei serviziCE n. 1158/05CampionarioImpresa aereaFatturato Passeggeri MerciTrimestrale Prezzi alla Produzione dei serviziCE n. 1158/05CampionarioImpresa aerea Valore Medio Unitario Passeggeri MerciTrimestrale Prezzi al ConsumoCE n. 1708/05CampionarioAgenzie On-LinePrezzo della rottaPasseggeriMensile Rilevazione sul Trasporto aereoCE n. 437/03CensuarioAeroporti Movimenti di aeromobili e relativo carico trasportato (passeggeri, merci e posta) Passeggeri MerciMensile

11 Il fatturato: comprende il totale degli importi fatturati dall’unità d’osservazione durante il periodo di riferimento e corrisponde al valore delle vendite sul mercato dei beni o servizi forniti a terzi. Il fatturato comprende anche tutte le altre spese (trasporto, imballaggio, ecc.) caricate sui clienti, anche se elencate separatamente sulla fattura esclude l’IVA e le analoghe imposte deducibili direttamente collegate al fatturato, nonchè tutti i dazi e le imposte sui beni o sui servizi fatturati dall’unità non sono comprese le entrate classificate in contabilità aziendale come altri proventi di gestione, proventi finanziari e proventi straordinari sono esclusi i contributi ricevuti dalle pubbliche amministrazioni o dalle istituzioni dell’Unione Europea Definizione di fatturato 10 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

12 Utilizzando i dati disponibili a livello aggregato: 1.Metodo diretto: deflazionando il fatturato dei trasporti aerei (divisione 51 della classificazione delle attività economiche) mediante opportuno deflatore (Opzione A) 2.Metodo indiretto: deflazionando il fatturato dei trasporti aerei passeggeri e merci (gruppi 51.1 e 51.2 della classificazione delle attività economiche) mediante opportuni deflatori e aggregandoli con i pesi del valore aggiunto provenienti dalle statistiche strutturali (Opzione B) Deflazione a livello aggregato 11 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

13 1.Deflatore ottenuto come media aritmetica ponderata dell’indice dei prezzi alla produzione dei servizi e dell’indice dei prezzi al consumo 2.Pesi: tavole delle risorse e degli impieghi diffuse dalla Contabilità Nazionale il 28 marzo 2013 a 63 branche ai prezzi della produzione: output dei servizi di trasporto aereo distinti tra input delle branche intermedie e impieghi finali (spese per consumi finali delle famiglie): Anno 2009: 0,502 (produzione) e 0,498 (consumo) (simile per il 2008) 3.Fatturato dei servizi di trasporto aereo diviso per il deflatore al punto 1 Deflazione: metodo A 12 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

14 1.Servizi di trasporto aereo passeggeri: Deflatore: media aritmetica ponderata prezzi alla produzione e al consumo con i pesi provenienti dalle tavole delle risorse e impieghi Fatturato dei servizi di trasporto aereo passeggeri deflazionato 2.Servizi di trasporto aereo merci: Deflatore: prezzi alla produzione Fatturato dei servizi di trasporto aereo merci deflazionato 3.Media aritmetica ponderata dei fatturati deflazionati di trasporto aereo passeggeri e merci con pesi dati dalle quote di valore aggiunto delle statistiche strutturali Deflazione: metodo B 13 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

15 1.Fatturato deflazionato con metodo A e B versus 2.Indici delle tonnellate/km e passeggeri/Km aggregati con i pesi di valore aggiunto delle statistiche strutturali Confronto con indici di quantità 14 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

16 Confronto: indici del fatturato deflazionato e di quantità (I trimestre II trimestre Base 2010=100) 15 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

17 Confronto: indici del fatturato deflazionato e di quantità (I trimestre 2011 II trimestre variazioni tendenziali percentuali) 16 Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014

18 Conclusioni 17 Integrazione di dati provenienti da fonti diverse, con metodi di rilevazione differenti e per variabili disomogenee (con differenti definizioni) Risultati positivi, a meno di due trimestri, nell’analisi effettuata Primo esperimento con sviluppi futuri di integrazione tra i microdati per le indagini sui movimenti, fatturato e prezzi alla produzione per un’analisi a livello disaggregato Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità, R. Iannaccone, V. D’Alberti – Roma, 14 Aprile 2014


Scaricare ppt "Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto Aereo: indici di valore, indici di prezzo e indici di quantità."

Presentazioni simili


Annunci Google