La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Marco Marini Intervento su La revisione delle serie in volume dei conti nazionali: innovazioni metodologiche e nuovi indici dei valori medi unitari. Coautori:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Marco Marini Intervento su La revisione delle serie in volume dei conti nazionali: innovazioni metodologiche e nuovi indici dei valori medi unitari. Coautori:"— Transcript della presentazione:

1 Marco Marini Intervento su La revisione delle serie in volume dei conti nazionali: innovazioni metodologiche e nuovi indici dei valori medi unitari. Coautori: L. Bracci, N. Di Veroli, S. Maresca Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

2 Schema della presentazione Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 La revisione delle stime in volume di Contabilità Nazionale: innovazioni metodologiche e nuove fonti informative I nuovi deflatori delle esportazioni e delle importazioni Lutilizzo dei nuovi valori medi unitari (VMU) nei conti nazionali Confronti con i principali paesi dellarea Euro La nuove stime del PIL in volume La revisione dei contributi alla crescita Gli effetti dei nuovi VMU sulle stime della produzione e del valore aggiunto Limpatto sugli indicatori di competitività Conclusioni

3 La revisione delle stime in volume di Contabilità Nazionale Roma, 12 giugno 2008 Innovazioni metodologiche Adozione degli schemi supply-use per le stime ai prezzi dellanno precedente Consente di ottenere un quadro completo di informazioni su valori, prezzi e quantità di tutto il sistema economico collegando le SUT a prezzi correnti ed ai prezzi dellanno precedente Introduzione di un doppio vincolo tra stime indipendenti della domanda e dellofferta a livello di 101 prodotti della CPA valutate ai prezzi base e di acquisto Nuove procedure di stima connesse al quadro SUT Prezzo delloutput ottenuto dallaggregazione di indici di prezzo suddivisi per tipologia di impiego (intermedi e finali) Stima dei margini di commercio più attenta alla coerenza tra la dinamica dei prezzi al produttore e quella dei prezzi al consumo Bilanciamento del quadro intermedio per tener conto della coerenza tra stime di produzione e valore aggiunto di branca ai prezzi dellanno precedente Deflazione della variazione delle scorte per prodotto Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

4 La revisione delle stime in volume di Contabilità Nazionale Roma, 12 giugno 2008 Nuove fonti informative Indici dei valori medi unitari allimportazione ed allesportazione rivisti dal 1996 sulla base della nuova normativa comunitaria sulle dichiarazioni delle quantità scambiate secondo lunità di misura prevista, di una nuova metodologia di trattamento degli outliers e degli errori di misura, di un nuovo calcolo degli indici aggregati Nuove fonti per la deflazione degli investimenti in mezzi di trasporto (aerei) per la parte importata si utilizza lindice di prezzo delle esportazioni degli aerei prodotti negli Stati Uniti (fonte BEA) corretto per il tasso di cambio Euro/$, per la parte interna si utilizza il costo del lavoro del settore (per la manutenzione) ed il valore medio unitario allesportazione (per la produzione interna) Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

5 Utilizzo dei valori medi unitari nella CN Roma, 12 giugno 2008 Storicamente, gli indici dei valori medi unitari (VMU) delle esportazioni e delle importazioni calcolati dalle statistiche sul commercio estero sono utilizzati in Contabilità Nazionale per deflazionare le esportazioni di beni e le importazioni di beni costruire il sistema dei prezzi delloutput e dellinput (combinandoli con i prezzi di origine interna), utilizzato per la deflazione della produzione e dei costi intermedi di branca La deflazione con i valori medi unitari è un metodo: raccomandato dal manuale Eurostat sulle misure di prezzo e volume (Metodo B) utilizzato in CN da molti paesi europei per la deflazione della domanda estera Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

6 La deflazione delle importazioni ed esportazioni nei principali paesi europei Roma, 12 giugno 2008 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

7 Perché non utilizzare i nuovi indici di prezzo allesportazione? Roma, 12 giugno 2008 In accordo al Regolamento Comunitario, lIstat ha diffuso ieri i nuovi indici di prezzo alla produzione dei beni esportati; secondo il manuale Eurostat, lutilizzo di un indice di prezzo risulta più appropriato rispetto ad un indice di valore medio unitario per la deflazione delle importazioni ed esportazioni (§ 3.8.2) Tuttavia, non è disponibile un analogo indice di prezzo per i prodotti importati. Lutilizzo del solo indice di prezzo delle esportazioni comporterebbe una distorsione nella ragione di scambio la copertura dellindice di prezzo delle esportazioni è limitata rispetto alla rilevazione del commercio con lestero (solo beni industriali) la serie storica ha inizio nel 2002 (problemi di ricostruzione allindietro per le serie di CN) Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

8 Un confronto con i precedenti deflatori della domanda estera Deflatore delle esportazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita della serie nuova (v2008) e della serie precedente (v2007) e differenze Periodo: Roma, 12 giugno 2008 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

9 Un confronto con i precedenti deflatori della domanda estera Deflatore delle importazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita della serie nuova (v2008) e della serie precedente (v2007) e differenze Periodo: Roma, 12 giugno 2008 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

10 Confronto della ragione di scambio Ragione di scambio (beni) Nuova serie (v2008), serie precedente (v2007) e differenze Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

11 Un confronto tra le differenze dei deflatori e dei VMU rispetto alle precedenti serie Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

12 Differente metodo di aggregazione degli indici Le differenze tra la dinamica degli indici dei valori medi unitari e dei deflatori di contabilità nazionale sono principalmente attribuibili alla diversa metodologia di aggregazione: COE Calcolo indice Fisher sul totale mondo (approccio diretto) CN Deflazione flussi con indici Fisher disaggregati per prodotto UE ed extra-UE (approccio indiretto) Roma, 12 giugno 2008 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

13 Impatto sulla ragione di scambio Revisioni della ragione di scambio Differenze dai VMU e dai deflatori di Contabilità Nazionale (DefCN, beni) Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Miglioramento della ragione di scambio nelle stime di CN Roma, 12 giugno 2008

14 Un confronto con i principali paesi dellarea Euro I nuovi deflatori delle esportazioni e delle importazioni dellItalia mostrano una crescita più contenuta nel periodo rispetto alle precedenti stime, registrando una dinamica in linea con altri paesi europei che utilizzano i valori medi unitari come fonte per la deflazione della domanda estera (Belgio, Spagna) Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

15 Un confronto con i principali paesi dellarea Euro Deflatore delle esportazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita annuali per Italia, Germania e Francia Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

16 Un confronto con i principali paesi dellarea Euro Deflatore delle esportazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita annuali per Italia, Belgio e Spagna Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

17 Un confronto con i principali paesi dellarea Euro Deflatore delle esportazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita annuali per Italia e area Euro 13 Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

18 Un confronto con i principali paesi dellarea Euro Deflatore delle importazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita annuali per Italia, Germania e Francia Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

19 Un confronto con i principali paesi dellarea Euro Deflatore delle importazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita annuali per Italia, Belgio e Spagna Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

20 Un confronto con i principali paesi dellarea Euro Deflatore delle importazioni di beni e servizi FOB Tassi di crescita annuali per Italia e area Euro 13 Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

21 La nuove stime del PIL in volume Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Lutilizzo di una nuova metodologia di deflazione e di nuovi fonti informative ha comportato una revisione delle stime in volume del PIL e delle sue componenti In particolare, i nuovi valori medi unitari hanno avuto effetti diretti nella deflazione delle componenti di domanda estera ed effetti indiretti nella deflazione della produzione e dei costi intermedi delle branche (tramite laggiornamento delle stime dei prezzi delloutput e dellinput) Dal lato della domanda interna, gli investimenti fissi lordi sono anchessi stati rivisti sulla base dei nuovi VMU (per la parte importata) e del nuovo deflatore degli aerei. Le stime dei consumi finali delle famiglie (ai prezzi di acquisto) non hanno subito revisioni in questa occasione. Roma, 12 giugno 2008

22 La nuove stime del PIL in volume Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese La stima della variazione delle scorte in volume era in passato calcolata a saldo tra il totale delle risorse ed il totale degli altri impieghi. Tale calcolo, sebbene controllato e validato sulla base della stima a prezzi correnti, era inevitabilmente influenzato da discrepanze esistenti tra stime indipendenti in volume degli altri aggregati Con la nuova procedura la variazione delle scorte in volume è ottenuta per via diretta a livello di prodotto, deflazionando i valori correnti con il prezzo alla produzione dei beni industriali (parte interna) ed i valori medi unitari allimportazione (parte importata) Il nuovo approccio di calcolo ha comportato un minore impatto del contributo della variazione delle scorte alla crescita del PIL Roma, 12 giugno 2008

23 La nuove stime del PIL in volume Prodotto interno lordo (ai prezzi dellanno precedente) Tassi di crescita della serie nuova (v2008) e della serie precedente (v2007) e differenze Periodo: Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

24 Variazione delle scorte Domanda estera netta La nuove stime del PIL in volume: contributi alla crescita delle componenti di domanda Prodotto interno lordo Domanda interna (netto scorte) Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

25 Effetti delle revisioni della ragione di scambio sulla domanda estera netta Confronto tra le revisioni della ragione di scambio e le revisioni dei contributi alla crescita del PIL della domanda estera netta Periodo: Un miglioramento (peggioramento) della ragione di scambio ha comportato una riduzione (un aumento) di crescita del PIL in termini reali Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008

26 Effetti dei nuovi valori medi unitari sulle stime della produzione e del valore aggiunto: le stime del 2002 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Nel 2002 cè stato un peggioramento della ragione di scambio (-0,5%) per effetto di una maggiore riduzione del deflatore delle export (-1,2%) rispetto a quello delle import (-0.7%) Roma, 12 giugno 2008

27 Effetti sugli indicatori di competitività Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Deflatore delloutput (DO) e dellinput (DI) della trasformazione industriale (netto prodotti energetici) Tassi di crescita annuali e differenze rispetto alle precedenti serie Periodo: Roma, 12 giugno 2008

28 Effetti sugli indicatori di competitività Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Costo del lavoro (CLUP) e produttività (PROD) della trasformazione industriale (netto prodotti energetici) Tassi di crescita annuali e differenze rispetto alle precedenti serie Periodo: Roma, 12 giugno 2008

29 La revisione delle serie in volume dei conti nazionali Conclusioni Le stime in volume dei conti nazionali sono state riviste sulla base di una nuova metodologia di deflazione (in accordo allo schema contabile supply-use) e di nuove fonti informative (tra cui i nuovi valori medi unitari del commercio con lestero) La differente metodologia di aggregazione dei valori medi unitari adottata in Contabilità Nazionale non consente una piena aderenza delle dinamiche dei deflatori delle esportazioni e delle importazioni rispetto agli indici aggregati dei VMU In generale, lutilizzo dei nuovi VMU ha comportato una maggiore crescita del PIL in termini reali nel periodo ; tuttavia, tale revisione al rialzo è stata notevolmente attenuata dalla riduzione del contributo alla crescita della variazione delle scorte, per effetto dei miglioramenti apportati alla procedura di deflazione Roma, 12 giugno 2008


Scaricare ppt "Marco Marini Intervento su La revisione delle serie in volume dei conti nazionali: innovazioni metodologiche e nuovi indici dei valori medi unitari. Coautori:"

Presentazioni simili


Annunci Google