La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Paola Anitori e Maria Serena Causo Il nuovo sistema di calcolo dei numeri indici del commercio estero. Linformazione statistica ufficiale per lanalisi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Paola Anitori e Maria Serena Causo Il nuovo sistema di calcolo dei numeri indici del commercio estero. Linformazione statistica ufficiale per lanalisi."— Transcript della presentazione:

1 Paola Anitori e Maria Serena Causo Il nuovo sistema di calcolo dei numeri indici del commercio estero. Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giungo 2008

2 Le nuove serie dei valori medi unitari e dei volumi Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 inevitabile ladeguamento della metodologia di calcolo Modifiche dei Regolamenti Eurostat riguardanti gli scambi intracomunitari (Modifica del set delle variabili di base di fonte doganale) Miglioramento della qualità delle stime (pertinente allattività di ogni produttore di statistiche ufficiali) Aumento delle disponibilità informatiche (Aumento del livello di dettaglio dei dati elementari da trattare)

3 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 Mancanza di una cornice metodologica regolamentata sia a livello comunitario (Eurostat) sia in ambiti internazionali più estesi (ONU,IMF) per gli indici del commercio estero (A differenza degli altri indicatori congiunturali, soggetti a specifici regolamenti comunitari) Raccomandazioni di massima (ONU) che individuano alcune strategie di calcolo a seconda del grado di evoluzione del sistema nazionale delle statistiche di commercio estero e delle finalità dellindicatore Nellambito di ogni strategia ( trade-off tra costi, risorse, disponibilità informatiche, qualità ecc..) la scelta degli strumenti statistici resta a discrezione del soggetto produttore delle statistiche. PREMESSA: Regolamenti e raccomandazioni internazionali

4 Il Regolamento Intrastat Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 Dal 2005 rilevazione obbligatoria della quantità delle merci nellunità di misura prevista dal Regolamento Nomenclatura Combinata (pezzi, paia, m 3 ecc..) per circa il 30% dei prodotti (tessili, apparecchi meccanici, macchine elettriche, elettroniche e ottiche, prodotti in metallo, prodotti chimici) Precedentemente la rilevazione delle quantità di tali merci era esclusivamente in kg. Progressiva diminuzione delle informazioni in kg a livello di singola transazione per ogni prodotto NC a 8 cifre interessato dal regolamento

5 Il Regolamento Nomenclatura Combinata Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 Nel 2007 il Regolamento Nomenclatura Combinata cambia in modo sostanziale: circa 1100 codici NUOVI corrispondenti ad altrettanti prodotti, la maggior parte dei quali sono prodotti elettronici di ultima generazione (laser, componentistica ecc..) e prodotti chimici. Es:

6 Limpatto sui valori medi unitari Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 Sistema di calcolo precedente: Stratificazione per prodotto SA (6 cifre) - paese – flusso Valore medio unitario per strato

7 Le innovazioni metodologiche più importanti Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 Passaggio al calcolo degli indici elementari per NC a 8 cifre (prodotto-paese-flusso) Da 165 mila a 220 mila strati (indici elementari) Implementazione di uno specifico metodo di controllo degli errori di misura finalizzato al calcolo degli indici Controllo della variabilità interna agli strati Aggregazione degli indici elementari puliti mediante medie troncate dare robustezza allindice aggregato rispetto a variazioni anomale di carattere temporaneo

8 Gli errori di misura Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Roma, 12 giugno 2008 Errori su cui si ha scarso controllo e poca possibilità di verifica; si generano nella fase di raccolta dei dati (le informazioni in quantità hanno minore qualità già alla fonte) Aumentano la variabilità negli strati Inficiano il vmu a livello di singole transazioni Determinano valori anomali Metodo di controllo: Classe dei metodi non-parametrici per distribuzioni univariate e asimmetriche Asymmetric Fences Method (AFM) adattato se n>100 Mean Absolute Deviation (MAD) adattato se n<=100

9 Roma, 12 giugno 2008 Applicazione: Distribuzione non pesata delle transazioni appartenenti a ciascuno strato Livelli dei vmu (33 milioni di record annui) Caratteristiche: Robustezza uso dei parametri di pozione della distribuzioneValori anomali Q1 Q3 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Gli errori di misura

10 Roma, 12 giugno 2008 Asymmetric Fences Method (AFM) Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Se n>100 il vmu associato ad una transazione è segnalato ed escluso dal calcolo dellindice elementare se Oppure se dove x i =log(vmu i ) k=1 e c=0,05 (determinati empiricamente – sottocampioni) Breakdown point teorico = 25%

11 Roma, 12 giugno 2008 Se n<= 100 Il valore medio unitario è segnalato come anomlo se sono soddisfatte entrambe le condizioni dove k mad =2 A=0,1 (un valore anomalo deve discostarsi almeno del 10% dalla mediana). Breakdown point teorico= 50% Entrambi i metodi sono applicati ai vmu mensili e al vmu dellanno base. Mean Absolute Deviation (MAD) Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

12 Roma, 12 giugno 2008 Riduzione della variabilità negli strati Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

13 Roma, 12 giugno 2008 Medie troncate per gli indici aggregati Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Media troncata (trimmed mean): è ottenuta eliminando dal calcolo gli indici che cadono nelle code della distribuzione Finalità: dare maggiore robustezza ai segnali informativi forniti dagli indici aggregati attenuando gli effetti di fattori di instabilità di breve periodo. Applicazione: Distribuzione pesata degli indici mensili elementari puliti appartenenti a ciascuno strato definito secondo lo schema di diffusione (CPA 2 cifre-area geografica -flusso) Anche in questo caso metodi per distribuzioni univariate Simmetrici o Asimmetrici

14 Roma, 12 giugno 2008 Medie troncate Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Pregi e difetti della media troncata Robustezza (più robusta della media semplice) Sensibilità dei risultati il risultato dellaggregazione dipende dalla scelta dei punti di troncamento (intervallo) metodo di calcolo degli intervalli livello di disaggregazione dei dati originari il grado di asimmetria delle distribuzioni lunghezza del periodo rispetto al quale viene calibrata la stima ecc. Anche in questo caso si è optato per metodi non parametrici per distribuzioni univariate

15 Roma, 12 giugno 2008 Medie troncate Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese E necessario stabilire dei criteri oggettivi che aiutino nella scelta del metodo più adeguato. A volte si usano dei benchmark (ad es: serie storiche altamente correlate alla serie originale o serie storiche pregresse) Indicatori di posizione e di scala che misurano: la distanza tra la distribuzione finale e quella originaria in ciascun anno della serie la perdita di informazione dovuta agli indici elementari esclusi dal calcolo dellindice aggregato Riduzione della variabilità complessiva

16 Roma, 12 giugno 2008 La scelta del metodo Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese METODI differenziati a seconda della gravità dellasimmetria Bassa asimmetria: Metodo di Tukey (simmetrico) applicato alla distribuzione originale Media asimmetria: Metodo AFM (asimmetrico) applicato alla distribuzione originale Metodo di Tukey applicato alla distribuzione dei logaritmi Alta asimmetria: Metodo AFM applicato alla distribuzione dei logaritmi (I Parametri per il calcolo degli intervalli sono annuali)

17 Roma, 12 giugno 2008 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Intervallo di troncamento fisso: sebbene scelto con criteri statistici NON cambia al passare del tempo. Attenzione: potrebbe non essere ben calibrato per alcuni gruppi di prodotto oppure non cogliere eventi non temporanei che provocano una rottura nelle serie Trimming adattivo: definito in base alla distribuzione degli indici elementari, si adatta ai cambiamenti delle distribuzioni dei vmu nel tempo(scelta ISTAT) Attenzione: Il metodo di calcolo deve essere ROBUSTO, per non risentire di possibili eventi transitori Per seguire i movimenti delle distribuzioni reali dei vmu, i quartili sui quali il metodo determina i punti di troncamento sono calcolati come medie mobili dei quartili delle distribuzioni annuali riferite ai tre anni precedenti. Lintervallo di troncamento

18 Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese Trimming adattivo: un esempio Confronto tra trimming adattivo e a intervallo fisso Case study: Importazioni dai Paesi Terzi dei Metalli (a partire dal 2004 il settore ha subito forti tensioni nei prezzi sui mercati internazionali a causa dellaumento della domanda dei paesi emergenti)

19 Roma, 12 giugno 2008 Qualche risultato Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

20 Roma, 12 giugno 2008 LItalia nellUE Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese …..

21 Roma, 12 giugno 2008 LItalia nellUE Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

22 Roma, 12 giugno 2008 … vmu al netto dellenergia Linformazione statistica ufficiale per lanalisi economica dellinternazionalizzazione delle imprese

23 I nuovi numeri indici dei valori medi unitari del commercio con lestero coniugano la necessità di adeguamento alle nuove normative comunitarie allopportunità di migliorare ulteriormente il controllo della qualità delle stime. Le principali innovazioni metodologiche adottate: Miglioramento della stratificazione Controllo sulla presenza di errori di misura Uso di medie troncate nella fase di aggregazione degli indici Risultato finale: Indicatori più robusti, contenuta variabilità, in grado di seguire i cambiamenti strutturali. Roma, 12 giugno 2008 Conclusioni


Scaricare ppt "Paola Anitori e Maria Serena Causo Il nuovo sistema di calcolo dei numeri indici del commercio estero. Linformazione statistica ufficiale per lanalisi."

Presentazioni simili


Annunci Google