La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ASPI ● Assicurazione Sociale per l'Impiego - legge 92/2012, art.2. ● L'Aspi è un sistema assicurativo finanziato dai datori di lavoro che protegge i lavoratori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ASPI ● Assicurazione Sociale per l'Impiego - legge 92/2012, art.2. ● L'Aspi è un sistema assicurativo finanziato dai datori di lavoro che protegge i lavoratori."— Transcript della presentazione:

1 ASPI ● Assicurazione Sociale per l'Impiego - legge 92/2012, art.2. ● L'Aspi è un sistema assicurativo finanziato dai datori di lavoro che protegge i lavoratori dal rischio di perdita dell'occupazione. ● ● Entrata in vigore dall'1/1/2013, ha sostituito la Disoccupazione Ordinaria, la Requisiti Ridotti, la Mobilità Ordinaria (dall'1/1/2017).

2 ASPI - Beneficiari ● Tutti i lavoratori dipendenti, con esclusione dei lavoratori dipendenti a t.indeterminato della PA e i lavoratori agricoli (per i quali rimane in vigore la Disoccupazione Agricola). ● A differenza della Disoccupazione Ordinaria, possono beneficiare dell'Aspi, anche gli apprendisti e i soci lavoratori di cooperativa DPR 602/1970.

3 ASPI - Requisiti ● Essere in stato di disoccupazione involontaria*, ossia la condizione nella quale un soggetto privo di lavoro, sia immediatamente disponibile allo svolgimento e alla ricerca di una attività lavorativa. ● Avere due anni di assicurazione contro la disoccupazione** e un anno contribuzione da lavoro dipendente nel biennio antecedente la data di cessazione del rapporto lavorativo.

4 Disoccupazione Involontaria* ● Lo stato di disoccupazione involontaria viene comprovato dal Centro dell'Impiego competente, tramite rilascio della D.I.D. (dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro). ● Il legislatore, in un'ottica di semplificazione, ha dato facoltà al lavoratore di rilasciare la D.I.D. direttamente all'Inps all'atto di presentazione della domanda Aspi / Mini Aspi (Circolare Inps numero 154/2014).

5 Due anni di assicurazione contro la disoccupazione** ● Ossia, devono essere trascorsi almeno due anni dal versamento del primo contributo contro la disoccupazione. ● Tale requisito NON viene soddisfatto, se il lavoratore sino al 31/12/2012 aveva versato esclusivamente come socio lavoratore di cooperativa DPR 602/1970 o come apprendista. ● Per tali figure, l'assicurazione decorre dall'1/1/2013, giorno di entrata in vigore della normativa Aspi. Pertanto, potranno beneficiare dell'Aspi solamente dal 1/1/2015.

6 ASPI – in caso di Dimissioni ● Le dimissioni volontarie sono causa ostativa alla percezione dell'Aspi, eccezion fatta per: ● Dimissioni per giusta causa; ● Dimissioni delle lavoratrici in maternità entro l'anno di vita del nascituro; ● Risoluzione consensuale secondo l'art. 7, legge 604/1966 sostituito dall'art. 1, co. 40, legge 92/2012 (Riforma Monti-Fornero).

7 ASPI – Durata ● La durata dell'ASpI è variabile in base all'età anagrafica posseduta all'atto della perdita del posto di lavoro: mesi fino a 49 anni di età mesi dai 50 anni ai 54 di età mesi dai 55 anni di età mesi fino a 49 anni di età mesi dai 50 anni ai 54 di età mesi dai 55 anni di età mesi fino a 54 anni di età mesi dai 55 anni di età.

8 ASPI – Importo ● Spetta il 75% della retribuzione mensile media del biennio fino a 1.192,98 €, più il 25% dell'eccedenza, fino ad un importo mensile massimo spettante di 1.165,58 € (anno 2014). Riduzione del 15% dopo 6 mesi. Ulteriore riduzione del 15% dopo un anno. Sugli importi Aspi non c'è nessun prelievo contributivo.

9 ASPI – Presentazione della domanda ● La domanda deve essere presentata entro 2 mesi dalla data di spettanza del trattamento. Il termine di due mesi decorre dalla data d'inizio del periodo indennizzabile, così individuato: ● 8°giorno successivo dalla data di cessazione del rapporto di lavoro; ● Data di definizionde della vertenza sindacale; ● Data riacquisto capacità lavorativa (in caso di malattia); ● 8°giorno dalla data di fine del periodo di maternità; ● 8°giorno dalla data di fine periodo di preavviso; ● 38°giorno dalla data di licenziamento per giusta causa.

10 ASPI – Contribuzione Figurativa ● I periodi di percezione dell'Aspi sono coperti da contribuzione figurativa sulla base delle retribuzioni imponibili ai fini previdenziali dell'ultimo biennio. Tale contribuzione è valida per il diritto e la misura dei trattamenti pensionistici. ● La contribuzione figurativa AspI, costituisce motivo di penalizzazione per tutti coloro che si collocheranno in pensione con meno di 62 anni d'età entro il 31/12/2017 (Riforma Monti-Fornero, legge 214/2011).

11 Mini ASPI ● L'indennità Mini AspI ha assorbito dall'1/1/2013, l'indennità di Disoccupazione con Requisiti Ridotti. ● La Mini AspI spetta ai lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione involontaria che, non avendo i requisiti per l'ASpI, possono far valere almeno 13 settimane di contribuzione da lavoro dipendente nell'anno antecedente la cessazione del rapporto lavorativo. ● Non è pertanto necessario il biennio di assicurazione.

12 Mini ASPI ● Per quanto concerne i beneficiari, l'importo, le cessazioni per dimissioni, il termine di presentazione della domanda e la penalizzazione economica ai fini pensionistici sono valide le stesse regole dell'Aspi. ● La durata, invece, differisce dall'ASpI: l'indennità Mini AspI viene concessa in relazione alla metà delle settimane di contribuzione da lavoro dipendente nell'ultimo anno antecedente la data di perdita del posto di lavoro.

13 ASPI e Mini ASPI – Liquidazione in un'unica soluzione ● In via sperimentale, per gli anni 2013, 2014 e 2015, è prevista la possibilità di ottenere, tramite domanda all'Inps, l'indennità Aspi in un'unica soluzione per i lavoratori che intendono: ● Intraprendere un'attività in forma autonoma; ● Associarsi in cooperativa; ● Intraprendere un'attività di collaborazione a progetto con committente diverso dal datore di lavoro con il quale è cessato il rapporto di lavoro subordinato.

14 ASPI e Mini ASPI – Compatibilità/Cumulo con redditi da lavoro ● Le indennità Aspi e Mini Aspi, sono compatibili e cumulabili con: ● Redditi di lavoro autonomo e collaborazioni a progetto, sino a un massimo di lordi per anno solare. L'Inps ridurrà il trattamento Aspi sino all'80% del reddito da lavoro autonomo/ parasubordinato. ● In caso di nuova occupazione con contratto di lavoro subordinato: ● L'Aspi viene sospesa d'ufficio e riattivata automaticamente dall'Istituto se il contratto di lavoro è inferiore a 6 mesi; ● La Mini Aspi viene sospesa d'ufficio e riattivata automaticamente dall'Istituto se il contratto di lavoro è inferiore a 5 giorni.

15 ASPI e Mini ASPI – il Modello ASPI/Com ● Nonostante le sospensioni/riattivazioni debbano avvenire d'ufficio, è consigliabile utilizzare questo modello per inoltrare le comunicazioni all'Inps. Oltre ai casi sopracitati, il modello deve essere utilizzato per comunicare: ● Inizio attività in forma autonoma; ● Inizio/fine del congedo di maternità; ● Espatrio del percettore del sussidio Aspi/Mini Aspi; ● Periodi di ricoveri ospedalieri.

16 Mobilità – Durata ● La durata della Mobilità subirà delle variazioni, introdotte dalla legge 92/2012, sino a scomparire definitivamente dall'1/1/2017: mesi fino a 39 anni di età mesi dai 40 anni ai 49 di età mesi dai 50 anni di età mesi fino a 39 anni di età mesi dai 40 anni ai 49 di età mesi dai 50 anni di età mesi fino a 49 anni di età mesi dai 50 anni di età.

17 Mobilità – Precisazioni ● La durata della Mobilità è legata all'età anagrafica posseduta all'atto del licenziamento. ● Per esempio, un lavoratore con 52 anni d'età, licenziato il 31/12/2014, con un preavviso di 60 giorni, otterrà l'indennizzo per 36 mesi (e non di 24 mesi).

18 Mobilità – Precisazioni 2 ● La durata della Mobilità è legata all'anzianità aziendale posseduta all'atto del licenziamto. ● Per esempio, un lavoratore di 52 anni, con un'anzianità aziendale di 1 anno, otterrà l'indennità di mobilità per un solo anno.

19 Mobilità – Compatibilità/Cumulo con redditi da lavoro ● In caso di contratto da lavoro dipendente a t.determinato, l'indennità di Mobilità è sospesa e può essere riattivata al termine del contratto, se quest'ultimo è di durata pari o inferiore a 12 mesi. ● In caso di contratto a t.indeterminato, l'indennità di Mobilità può essere riattivata solo se non viene superato il periodo di prova. ● La Circolare Inps n.67/2011, chiarisce che l'indennità di Mobilità è compatibile e cumulabile con i redditi da lavoro autonomo nel limite di € lordi per anno solare. I redditi da co.co.pro nel limite di € lordi per anno solare.

20 Mobilità – Contribuzione Figurativa ● I periodi di percezione della Mobilitài sono coperti da contribuzione figurativa sulla base delle retribuzioni imponibili ai fini previdenziali. Tale contribuzione è valida per il diritto e la misura dei trattamenti pensionistici. ● La contribuzione figurativa di Mobilità, costituisce motivo di penalizzazione per tutti coloro che si collocheranno in pensione con meno di 62 anni d'età entro il 31/12/2017 (Riforma Monti-Fornero, legge 214/2011).

21 Mobilità – Liquidazione in un'unica soluzione ● In caso di lavoro autonomo, per avviare la propria attività o associarsi in cooperativa, può essere richiesta, con apposita domanda all'Inps, la liquidazione in un'unica soluzione della Mobilità non ancora fruita. ● La domanda può essere ugualmente presentata anche nel caso in cui il lavoratore era già titolare di p.iva prima della messa in Mobilità.


Scaricare ppt "ASPI ● Assicurazione Sociale per l'Impiego - legge 92/2012, art.2. ● L'Aspi è un sistema assicurativo finanziato dai datori di lavoro che protegge i lavoratori."

Presentazioni simili


Annunci Google