La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Comunità Capi Data di nascita 1979 Luogo di nascita Bedonia Età anni 35 Sesso misto Segni particolari incasinata.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Comunità Capi Data di nascita 1979 Luogo di nascita Bedonia Età anni 35 Sesso misto Segni particolari incasinata."— Transcript della presentazione:

1 La Comunità Capi Data di nascita 1979 Luogo di nascita Bedonia Età anni 35 Sesso misto Segni particolari incasinata

2 La mia Comunità Capi

3 Perché la Co.Ca.  Nella parola ci sono le parole COMUNITA’ e CAPI  Anni 70 crisi dell’autorità  I movimenti esaltano il senso del valore sociale del nostro impegno educativo

4 Co.Ca.  Presenza strutturata nel territorio  Dimensione comunitaria  Confronto fra capi  Progettazione e programmazione

5 Co.Ca.  Scelta coraggiosa in un tempo difficile, di passaggio.  Una risposta non banale e scontata alla protesta movimentista  Che non ha snaturato la nostra missione educativa originaria

6  Sono passati 35 anni.  Le generazioni di capi attuali non hanno vissuto il Concilio, non hanno vissuto il 68, il terrorismo e le BR, non erano a Bedonia, ai Piani di Pezza, alcuni non erano a Verteglia  La scelta della Co.Ca. può essere sempre la stessa ?

7 La scelta della Co.Ca. può essere sempre la stessa?

8 Co.Ca. che fatica  Scontri generazionali  Relazioni tra adulti tese  Il Progetto e il programma due atti burocratici a volte svuotati di senso

9 Co.ca. che fatica  Ciò che era nato per aiutare i capi diventa un peso

10 Co.Ca. che fatica  Ciò che era nato per migliorare il servizio ci distrae dalla nostra missione

11 Co.Ca. che fatica  Ciò che era nato per avere un miglior rapporto con il territorio spesso è motivo di chiusura

12 Ma anche no  La bellezza del confronto, l’aiuto vicendevole, la preparazione educativa, lo scambio generazionale

13 I problemi che abbiamo  Relazione fra capi  Continuità nel servizio  Precarietà dei capi  Fatica nel servizio  Poca serenità  Scarsa progettualità  Esperienza adulta in crisi

14 I problemi che abbiamo  Roverismo in Co.Ca.  Focus troppo sui ragazzi e poco sui capi  Il capo educatore e catechista  Si stanno perdendo i valori del P.A.  Il P.d.C. chi è costui?  Partecipazione associativa scadente

15 Chi ci può dare una mano

16 La fatica  “La vita si rafforza donandola e si indebolisce nell’isolamento e nell’agio. Di fatto, coloro che sfruttano di più la possibilità della vita sono quelli che lasciano la riva sicura e si appassionano alla missione di comunicare la vita agli altri” (EG10)

17 La gioia  “Figlio, per quanto ti è possibile, trattati bene…. Non privarti di un giorno felice” (Sir. 14,11.14)  “dove i discepoli passavano, vi fu grande gioia” (Atti 8,8)

18 Le relazioni  “la comunità evangelizzatrice si dispone ad accompagnare. Conosce lunghe attese la sopportazione apostolica. Usa molta pazienza ed evita di non tenere conto dei limiti. Si prende cura del grano e non perde la pace a causa della zizzania. Il suo sogno non è riempirsi di nemici, ma piuttosto che la parola venga accolta

19 Le relazioni E manifesti la sua potenza liberatrice e rinnovatrice. E infine la comunità è gioiosa e sa sempre festeggiare ogni piccola vittoria” (EG24)

20 La partecipazione  “Ci sono strutture ecclesiali che possono arrivare a condizionare un dinamismo evangelizzatore; ugualmente le buone strutture servono quando c’è una vita che le anima, le sostiene e le giudica. Senza vita nuova e autentico spirito evangelico, qualsiasi nuova struttura si corrompe in poco tempo” (EG26)

21 Il coraggio di cambiare  “La Pastorale in chiave missionaria esige di abbandonare il comodo criterio pastorale del. Invito ad essere audaci e creativi in questo compito di ripensare gli obiettivi, le strutture e lo stile e i metodi evangelizzatori delle proprie comunità.

22 Il coraggio di cambiare  Una individuazione dei fini senza una adeguata ricerca comunitaria dei mezzi per raggiungerli è condannata a tradursi in mera fantasia (EG33)

23 Riaprire delle finestre  Rilanciare la figura del Capo come Maestro in un tempo che appiattisce  La mediocrità e il contrario del coraggio  Una Co.Ca. non protettiva dei giovani capi che hanno difficoltà a diventare adulti

24 Riaprire delle finestre  Adulti che si interrogano sulle proprie scelte costantemente  La Co.Ca. luogo di amicizia vera  Ci si incontra per stare bene per condividere le fatiche ma non per annoiarsi  Dove i progetti, le verifiche, le discussioni durano una riunione,non 5

25 Riaprire delle finestre  I ragazzi al centro del nostro servizio  Non come le coppie in crisi, che parlano sempre dei figli ma solo per litigare

26 Come lavorare  “Quando si assume un obiettivo pastorale e uno stile missionario, che effettivamente arrivi a tutti senza eccezioni né esclusioni, l’annuncio si concentra sull’essenziale, su ciò che è più bello, più grande, più attraente e allo stesso tempo più necessario. La proposta si semplifica, senza perdere per questo profondità e verità e così diventa più convincente e radiosa,” (EG35)

27 Buon lavoro a tutti noi


Scaricare ppt "La Comunità Capi Data di nascita 1979 Luogo di nascita Bedonia Età anni 35 Sesso misto Segni particolari incasinata."

Presentazioni simili


Annunci Google