La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 DOLORE, MALATTIA, MORTE: SI PUÒ PARLARNE AI BAMBINI? PARTE PRIMA Gli adulti: affrontare un tema faticoso Associazione Familiare UNA CASA PER POLLICINO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 DOLORE, MALATTIA, MORTE: SI PUÒ PARLARNE AI BAMBINI? PARTE PRIMA Gli adulti: affrontare un tema faticoso Associazione Familiare UNA CASA PER POLLICINO."— Transcript della presentazione:

1 1 DOLORE, MALATTIA, MORTE: SI PUÒ PARLARNE AI BAMBINI? PARTE PRIMA Gli adulti: affrontare un tema faticoso Associazione Familiare UNA CASA PER POLLICINO ONLUS ENTE MORALE ASILO INFANTILE S. VITTORE OLONA PARROCCHIA S. VITTORE M. S. Vittore Olona A cura della dott.ssa Michela Albertini 28 febbraio 2010 INSIEME E PIU FACILE Incontri di riflessione per genitori di bambini 0-6 anni

2 2 Situazioni possibili Quando muore un grande Quando muore un grande Quando muore un piccolo Quando muore un piccolo Quando muore un animale Quando muore un animale In caso di tragedie collettive In caso di tragedie collettive

3 3 Se muore un grande È destabilizzante la contemporaneità che ha luogo: È destabilizzante la contemporaneità che ha luogo: ADULTO ADULTO deve affrontare deve affrontare il proprio dolore il proprio dolore deve occuparsi del deve occuparsi del dolore del figlio dolore del figlio

4 4 Si vuole evitare la sofferenza al bambino. Si vuole evitare la sofferenza al bambino. Magari è la prima volta che ne siamo colpiti. Magari è la prima volta che ne siamo colpiti. È utile prepararsi sullargomento, consapevoli del fatto che: È utile prepararsi sullargomento, consapevoli del fatto che: 1- non esiste nella nostra cultura uneducazione alla mortalità che sia organica; 2- lapproccio è falsato dalla TV; 3- affrontare largomento ci pone davanti a emozioni forti emozioni forti e sconvolgenti interrogativi e sconvolgenti interrogativi

5 5 Se muore un piccolo Nella nostra cultura, è come un fallimento. Nella nostra cultura, è come un fallimento. Ci sono (stati) problemi grandi (es. assistenza, ospedalizzazione, malattie terminali,…). Ci sono (stati) problemi grandi (es. assistenza, ospedalizzazione, malattie terminali,…). I genitori sono spossati, nel fisico e nella mente. I genitori sono spossati, nel fisico e nella mente. Emergono due tipi di problemi, Emergono due tipi di problemi, solitamente. solitamente.

6 6 1. FARSI CARICO DEL DOLORE degli altri figli: - senso di colpa - senso di identificazione Vanno rassicurati, contenuti, consolati Vanno rassicurati, contenuti, consolati Deve essere difeso Deve essere difeso il loro DIRITTO DI CONTINUARE A CRESCERE il loro DIRITTO DI CONTINUARE A CRESCERE 2. MANTENERE TRA I CONIUGI - unione - solidarietà Spesso si sono affrontati in modo diverso gli eventi che hanno portato al lutto. Si sono affrontati urgenza e precarietà. Si vive in solitudine il proprio dolore perché non ci si è dati il tempo per parlarne.

7 7 Se muore un animale Non sminuire o ridicolizzare la situazione. Non sminuire o ridicolizzare la situazione. Può essere la morte di un animale la prima grande occasione per educare alla mortalità: come si sta di fronte alla perdita e al distacco? Può essere la morte di un animale la prima grande occasione per educare alla mortalità: come si sta di fronte alla perdita e al distacco? Può essere occasione per prepararsi ad affrontare ciò che pensiamo della morte. Può essere occasione per prepararsi ad affrontare ciò che pensiamo della morte.

8 8 In caso di tragedie collettive Essere consapevoli che generano, in noi e nei figli, Essere consapevoli che generano, in noi e nei figli, 1. apprensione 2. senso di instabilità Nessuno può evitare che fatti terribili accadano; rassicurare il bambino dicendogli Io sono qui al tuo fianco per proteggerti e comunque aiutarti, se qualcosa dovesse accadere. Nessuno può evitare che fatti terribili accadano; rassicurare il bambino dicendogli Io sono qui al tuo fianco per proteggerti e comunque aiutarti, se qualcosa dovesse accadere.

9 9 Come ci si sente? Senso di colpa Senso di colpa Rabbia Rabbia Senso di ribellione e rivolta Senso di ribellione e rivolta Senso di annientamento Senso di annientamento

10 10 Cosa può essere utile a bambini (e adulti) di fronte alla morte di un piccolo? Avere lo spazio e la possibilità di manifestare le proprie emozioni. Avere lo spazio e la possibilità di manifestare le proprie emozioni. Condividere i sentimenti allinterno: Condividere i sentimenti allinterno: 1. della famiglia, 2. a scuola, con compagni e insegnanti. Accettare e far accettare la tristezza, propria e dei familiari. Accettare e far accettare la tristezza, propria e dei familiari. Permettere e canalizzare le manifestazioni della rabbia: Permettere e canalizzare le manifestazioni della rabbia: 1. accoglierla, 2. contenerla, 3. controllarla, 4. non abolirla.

11 11 Non lasciare avanzare il senso di colpa (possibile per i bambini se hanno vissuto nel gioco il desiderio che laltro non ci fosse più). Non lasciare avanzare il senso di colpa (possibile per i bambini se hanno vissuto nel gioco il desiderio che laltro non ci fosse più). Prestare molta attenzione alle domande e alle richieste dei bambini. Prestare molta attenzione alle domande e alle richieste dei bambini. Valutare ciò che ognuno di noi è in grado di tollerare e di vedere. Valutare ciò che ognuno di noi è in grado di tollerare e di vedere.

12 12 Considerare che … Dipende da: - possibilità di manifestare il dolore (per cultura o abitudine familiare) - nostre risorse interne - età - aiuti - età di chi è mancato - percezione della morte che abbiamo - quanto ci si aspettava levento - storie personali di lutti e/o abbandoni Viveredopo

13 13 Il bambino affronterà il lutto a seconda del modo di affrontare il lutto delle persone che sono a lui vicine Il bambino affronterà il lutto a seconda del modo di affrontare il lutto delle persone che sono a lui vicine OCCORRE MANIFESTARE IL LUTTO OCCORRE MANIFESTARE IL LUTTO PER POTERLO SUPERARE PER POTERLO SUPERARE (si opera diversamente di solito) (si opera diversamente di solito)

14 14 Errore : dolore = stato NO! DOLORE = PROCESSO (non lineare) Tre fasi: 1. stordimento / sbigottimento (parabola ascendente) 2. dolore intenso ( apice) accettazione della separazione e della disperazione, quindi accettazione della separazione e della disperazione, quindi 3. fase terminale del lutto ( adattamento al nuovo modo di vivere)

15 15 Concludendo … Si può lasciare andare una persona, non tanto perché ci liberiamo di lei o del suo ricordo, ma quando la si porta dentro. Quando si riesce a dare un senso alla perdita, riconoscendo i doni che la persona ci ha lasciato e la sua eredità. Si può lasciare andare una persona, non tanto perché ci liberiamo di lei o del suo ricordo, ma quando la si porta dentro. Quando si riesce a dare un senso alla perdita, riconoscendo i doni che la persona ci ha lasciato e la sua eredità. Il passaggio è dal vuoto alla presenza interiore, la persona ci accompagna senza intralciarci nelle relazioni con gli altri. Il passaggio è dal vuoto alla presenza interiore, la persona ci accompagna senza intralciarci nelle relazioni con gli altri. Op. cit., p


Scaricare ppt "1 DOLORE, MALATTIA, MORTE: SI PUÒ PARLARNE AI BAMBINI? PARTE PRIMA Gli adulti: affrontare un tema faticoso Associazione Familiare UNA CASA PER POLLICINO."

Presentazioni simili


Annunci Google