La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stadi avanzati di malattia e fase terminale Condizione limite dellesistenza umana Sofferenza, limitazione fisica, restrizione di volontà e libertà, quotidianità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stadi avanzati di malattia e fase terminale Condizione limite dellesistenza umana Sofferenza, limitazione fisica, restrizione di volontà e libertà, quotidianità"— Transcript della presentazione:

1 Stadi avanzati di malattia e fase terminale Condizione limite dellesistenza umana Sofferenza, limitazione fisica, restrizione di volontà e libertà, quotidianità di interventi per il sollievo di bisogni immediati La vita va perdendo il suo significato così come la si è conosciuta, il senso del tempo cambia Occorre cambiare punti di riferimento, si entra in un campo psichico in cui vigono leggi diverse da quelle che governano gli altri malati

2 Reazioni di fronte ad unaspettativa di vita limitata (Elisabeth Kubler-Ross, 1969) Rifiuto Collera Patteggiamento Depressione Accettazione

3 1) Rifiuto (negazione) Non è possibile, non sono io, deve esserci un errore, Le analisi saranno state scambiate Si tratta di una linea temporanea di difesa psicologica, permette di adattarsi alla realtà, prima o poi viene sostituito da una almeno parziale accettazione Elisabeth Kubler-Ross (1969) Bisogno di negare la gravità della diagnosi può ripresentarsi in ogni momento del processo adattivo Per mantenere la speranza e continuare a vivere non si può affrontare la morte continuamente: la speranza va mantenuta in ogni fase del percorso di adattamento

4 2) Collera Elisabeth Kubler-Ross (1969) Allora è proprio vero, sta succedendo a me, ma perché io? Prendere atto della realtà suscita sentimenti di rabbia, rancore, invidia, reazioni razionali o irrazionali proiettate su chi capita (es. il medico incompetente, la caposala disumana, i familiari insensibili ed egoisti) Rabbia esistenziale Rabbia verso i curanti Rabbia proiettata

5 3) Patteggiamento Elisabeth Kubler-Ross (1969) Perché proprio adesso? Nella speranza di avere più tempo da vivere il paziente cerca di patteggiare, solitamente si cerca di venire a patti con Dio Patteggiamento prevede la richiesta di un premio (arrivare fino al matrimonio del figlio, vivere sei mesi ma senza dolore) in cambio di qualcosa di buono che ognuno promette in segreto Implica il fatto di accettare un tempo limitato

6 4) Depressione Elisabeth Kubler-Ross (1969) La reazione che subentra con laccettazione piena della realtà Depressione reattiva Depressione reattiva alle numerose perdite che si devono subire come effetto della malattia e del trattamento (senso di invulnerabilità, benessere, integrità, valore di sé, intimità…) Depressione preparatoria Depressione preparatoria: osservabile nellultimo periodo di vita, ha a che fare con il dolore di prepararsi allultima separazione da questo mondo. Il paziente piange il distacco definitivo dalle persone, dai luoghi e dalle persone amate. E il momento del silenzio e della chiusura in sé

7 5) Accettazione Elisabeth Kubler-Ross (1969) La battaglia termina in un vuoto di sentimenti, nel riposo finale prima del lungo viaggio

8 Il processo del vivere-morire (M. Pattison, 1978) Gli stadi non sono rigidi, i pazienti reali possono non attraversarli tutti, possono tornare a stadi precedenti, possono indugiare a lungo in uno di essi Rischio di reificare la teoria e di pretendere che i pazienti muoiano nel modo giusto Piuttosto che di stadi meglio parlare di fasi del periodo del vivere-morire

9 Lintervallo del vivere-morire Potenziale traiettoria di morte Crisi della presa di coscienza della morte Momento della morte Intervallo del vivere-morire Traiettoria reale di morte (M. Pattison, 1978)

10 Lintervallo del vivere-morire Fuorviante determinare degli stadi, nostro compito è risolvere le crisi e gli stress nel momento in cui nascono, comprendere dove il paziente è nel suo periodo del vivere-morire Tre fasi cliniche: Fase della crisi acuta Fase cronica del vivere-morire Fase terminale (M. Pattison, 1978)

11 Lintervallo del vivere-morire Crisi della presa di coscienza della morte Momento della morte Fase cronica del vivere-morireFase terminale (M. Pattison, 1978) Fase della crisi acuta Picco di ansietà Morte integrata Morte disintegrata

12 Fase della crisi acuta Crisi della presa di coscienza della morte Ansia cresce finché non raggiunge il vertice della tolleranza (M. Pattison, 1978) Nessuno può sopportare a lungo unansia al massimo grado: vengono attivati i meccanismi psicologici in grado di ridurre lansia Se meccanismi non sono quelli adeguati avremo come conseguenza la dissociazione nello stile del morente

13 Fase cronica del vivere-morire Il paziente affronta una serie di paure Importante comprendere quali problemi sta realmente affrontando per aiutarlo a risolverli adeguatamente (ad es. non tutti insieme) Paura dellignoto Paura della solitudine Paura dellangoscia Paura di perdere il controllo di sé Paura di dolore e sofferenza Paura della perdita di identità Paura della perdita del corpo Paura della regressione

14 Fase terminale Quando il paziente inizia a ritirarsi in se stesso assecondando i segnali del corpo che gli dicono che deve conservare dentro di sé le proprie energie Ritiro, piccoli segni di disorganizzazione emotiva, involuzione depressiva (M. Pattison, 1978) Dalla speranza di aspettativa alla speranza di desiderio (di non morire)

15 Tipi di morte Morte biologica Morte fisiologica (M. Pattison, 1978) Morte psichica Morte sociale Il ritiro e la separazione del paziente dagli altri La persona accetta la propria morte e si ritira in se stessa Lorganismo come entità umana non esiste più, non vi è coscienza Gli organi vitali non funzionano più

16 Tipi di sequenza di morte 1) Avvicinamento ideale alla morte (M. Pattison, 1978) Conoscenza della morte Momento della morte Speranza del desiderio Resa Speranza dellattesa M.S.M.P.M.B.M.F.

17 Tipi di sequenza di morte 2) Rifiuto sociale del paziente (M. Pattison, 1978) Conoscenza della morte Momento della morte Malato socialmente morto M.S.M.P.M.B.M.F.

18 Tipi di sequenza di morte 3) La società e il paziente negano la morte (M. Pattison, 1978) Conoscenza della morte Momento della morte Negazione della morte M.S. M.P. M.B.M.F.

19 Tipi di sequenza di morte 4) Rifiuto della vita da parte del malato (M. Pattison, 1978) Conoscenza della morte Momento della morte Malato rifiuta la vita M.S. M.P.M.B.M.F.

20 Tipi di sequenza di morte 5) Negazione sociale della morte e mantenimento artificiale della vita (M. Pattison, 1978) Conoscenza della morte Negazione della morte dellorganismo umano M.S. M.P. M.B. M.F.

21 Prossima lezione: La comunicazione medico-paziente


Scaricare ppt "Stadi avanzati di malattia e fase terminale Condizione limite dellesistenza umana Sofferenza, limitazione fisica, restrizione di volontà e libertà, quotidianità"

Presentazioni simili


Annunci Google