La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PANORAMA NAZIONALE N° 1.000.000 pazienti con tumore N° 1.000.000 pazienti con tumore N° 270.000 nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno N° 270.000.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PANORAMA NAZIONALE N° 1.000.000 pazienti con tumore N° 1.000.000 pazienti con tumore N° 270.000 nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno N° 270.000."— Transcript della presentazione:

1 PANORAMA NAZIONALE N° pazienti con tumore N° pazienti con tumore N° nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno N° nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno Trattare la malattia cancro è insufficiente per assicurare health outcomes ottimali Trattare la malattia cancro è insufficiente per assicurare health outcomes ottimali Sempre maggiore evidenza dellimpatto dei fattori psicologici, sociali comportamentali e ambientali nelle progressione e management della malattia Sempre maggiore evidenza dellimpatto dei fattori psicologici, sociali comportamentali e ambientali nelle progressione e management della malattia N° pazienti con tumore N° pazienti con tumore N° nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno N° nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno Trattare la malattia cancro è insufficiente per assicurare health outcomes ottimali Trattare la malattia cancro è insufficiente per assicurare health outcomes ottimali Sempre maggiore evidenza dellimpatto dei fattori psicologici, sociali comportamentali e ambientali nelle progressione e management della malattia Sempre maggiore evidenza dellimpatto dei fattori psicologici, sociali comportamentali e ambientali nelle progressione e management della malattia D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova

2 SIPO

3 Società Italiana di Psico-oncologia STANDARD, OPZIONI E RACCOMANDAZIONI PER UNA BUONA PRATICA IN PSICO-ONCOLOGIA

4 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Il disagio psichico è una esperienza spiacevole di natura emozionale, psicologica, sociale o spirituale che interferisce con la capacità soggettiva di affrontare l'esperienza di malattia oncologica Si estende lungo un continuum, dal comune senso di vulnerabilità, tristezza e paura a sintomi che risultano inabilitanti come depressione, ansia, panico

5 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova STANDARD DI CURA DEL TRATTAMENTO DEL DISTRESS PSICOLOGICO Il disagio psichico deve essere riconosciuto, monitorato, documentato, e trattato appropriatamente a tutti gli stadi di sofferenza. Il disagio psichico deve essere riconosciuto, monitorato, documentato, e trattato appropriatamente a tutti gli stadi di sofferenza. Psicologi devono essere quotidianamente presenti nei vari reparti e/o a disposizione del team oncologico per gli approfondimenti e ogni altro aspetto legato al trattamento. Psicologi devono essere quotidianamente presenti nei vari reparti e/o a disposizione del team oncologico per gli approfondimenti e ogni altro aspetto legato al trattamento. Devono essere sviluppati programmi di formazione per assicurare che léquipe medica tenga conto della componente psicosociale nella cura del cancro. Devono essere sviluppati programmi di formazione per assicurare che léquipe medica tenga conto della componente psicosociale nella cura del cancro. I pazienti e le famiglie DEVONO essere informati che il trattamento del disagio psicologico è una parte integrante delle cure mediche. I pazienti e le famiglie DEVONO essere informati che il trattamento del disagio psicologico è una parte integrante delle cure mediche. Il disagio psichico deve essere riconosciuto, monitorato, documentato, e trattato appropriatamente a tutti gli stadi di sofferenza. Il disagio psichico deve essere riconosciuto, monitorato, documentato, e trattato appropriatamente a tutti gli stadi di sofferenza. Psicologi devono essere quotidianamente presenti nei vari reparti e/o a disposizione del team oncologico per gli approfondimenti e ogni altro aspetto legato al trattamento. Psicologi devono essere quotidianamente presenti nei vari reparti e/o a disposizione del team oncologico per gli approfondimenti e ogni altro aspetto legato al trattamento. Devono essere sviluppati programmi di formazione per assicurare che léquipe medica tenga conto della componente psicosociale nella cura del cancro. Devono essere sviluppati programmi di formazione per assicurare che léquipe medica tenga conto della componente psicosociale nella cura del cancro. I pazienti e le famiglie DEVONO essere informati che il trattamento del disagio psicologico è una parte integrante delle cure mediche. I pazienti e le famiglie DEVONO essere informati che il trattamento del disagio psicologico è una parte integrante delle cure mediche.

6 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICHIATRICI PREVALENZA PREVALENZA

7 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Distress psicologico globale nei primi 2 anni dopo lintervento chirurgico in 363 pazienti con tumore mammario stadio I-III. NOTA: Il distress psicologico è stato misurato con il Psychological Distress Inventory (PDI) (Morasso G, 1996), i cui punteggi variano da 0 a 100 e dove 100 corrisponde al più elevato distress.

8 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Distribution of psychiatric disorders at the follow-up visit according to demographic and clinical characteristics (1)

9 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Distribution of psychiatric disorders at the follow-up visit according to demographic and clinical characteristics (2)

10 CAPACITA DI ELABORARE PERDITE D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova ABILITA DI TOLLERARE E GESTIRE IL DOLORE MENTALE COMINCIA DALLE PRIME FONDANTI SIGNIFICATIVE RELAZIONI, ALLORCHE PRENDE FORMA E SI STRUTTURA IL NOSTRO SE

11 PROCESSO DI ELABORAZIONE POSITIVA D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Consapevolezza emotivo-cognitiva della perdita subita Consapevolezza emotivo-cognitiva della perdita subita Accettazione maturata attraverso lintegrazione di ogni parte di se coinvolta nella perdita, ad una successiva Accettazione maturata attraverso lintegrazione di ogni parte di se coinvolta nella perdita, ad una successiva Ristrutturazione del sé che tiene conto della perdita, non nega il dolore, ma lo riconosce, ed infine al ritorno allamore, alla stima di sé sofferente Ristrutturazione del sé che tiene conto della perdita, non nega il dolore, ma lo riconosce, ed infine al ritorno allamore, alla stima di sé sofferente Il legame che connetteva noi stessi alla cosa perduta dovrà essere trasformato: da attaccamento lacerato a rimembranza dellattaccamento Il legame che connetteva noi stessi alla cosa perduta dovrà essere trasformato: da attaccamento lacerato a rimembranza dellattaccamento Vivere il dolore e poterlo esprimere in uno spazio relazionale adeguato che dia la possibilità di contenere ed elaborare le emozioni depressive Vivere il dolore e poterlo esprimere in uno spazio relazionale adeguato che dia la possibilità di contenere ed elaborare le emozioni depressive Consapevolezza emotivo-cognitiva della perdita subita Consapevolezza emotivo-cognitiva della perdita subita Accettazione maturata attraverso lintegrazione di ogni parte di se coinvolta nella perdita, ad una successiva Accettazione maturata attraverso lintegrazione di ogni parte di se coinvolta nella perdita, ad una successiva Ristrutturazione del sé che tiene conto della perdita, non nega il dolore, ma lo riconosce, ed infine al ritorno allamore, alla stima di sé sofferente Ristrutturazione del sé che tiene conto della perdita, non nega il dolore, ma lo riconosce, ed infine al ritorno allamore, alla stima di sé sofferente Il legame che connetteva noi stessi alla cosa perduta dovrà essere trasformato: da attaccamento lacerato a rimembranza dellattaccamento Il legame che connetteva noi stessi alla cosa perduta dovrà essere trasformato: da attaccamento lacerato a rimembranza dellattaccamento Vivere il dolore e poterlo esprimere in uno spazio relazionale adeguato che dia la possibilità di contenere ed elaborare le emozioni depressive Vivere il dolore e poterlo esprimere in uno spazio relazionale adeguato che dia la possibilità di contenere ed elaborare le emozioni depressive

12 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova IL TRATTAMENTO DEL DISAGIO PSICHICO IL TRATTAMENTO DEL DISAGIO PSICHICO 1° livello di intervento (ogni operatore) riconoscimento precoce dei bisogni emotivi, relazionali, comunicativi riconoscimento precoce dei bisogni emotivi, relazionali, comunicativi 1° livello di intervento (ogni operatore) riconoscimento precoce dei bisogni emotivi, relazionali, comunicativi riconoscimento precoce dei bisogni emotivi, relazionali, comunicativi fornire supporto psicosociale fornire supporto psicosociale 2° livello di intervento (ogni operatore) counselling e psicoterapia counselling e psicoterapia uso di tecniche cognitivo- comportamentali uso di tecniche cognitivo- comportamentali 2° livello di intervento (ogni operatore) counselling e psicoterapia counselling e psicoterapia uso di tecniche cognitivo- comportamentali uso di tecniche cognitivo- comportamentali

13 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Tipi di terapia e loro impatto sui pazienti oncologici (1)

14 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Tipi di terapia e loro impatto sui pazienti oncologici (2)

15 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Tipi di terapia e loro impatto sui pazienti oncologici (3) Tratto da: Kissane e Burke

16 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova PsicoterapiaPsicoterapia Obiettivi: Accompagnare il paziente a riconoscere,riprendere e talvolta ripensare la propria identità, integrandovi i cambiamenti prodotti dalla malattia. Accompagnare il paziente a riconoscere,riprendere e talvolta ripensare la propria identità, integrandovi i cambiamenti prodotti dalla malattia.

17 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Pazienti oncologici presi in carico dal Servizio di Psicologia

18 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Attività di supporto nei confronti dei pazienti IST presi in carico dal Servizio di Psicologia

19 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova Familiari di pazienti oncologici afferenti al Servizio di Psicologia per modalità di arrivo

20 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova PRINCIPALI DIMENSIONI DELLA QUALITA DEL TRATTAMENTO PSICO-ONCOLOGICO: DEFINIZIONE, SCOPO E INDICATORI (1) PRINCIPALI DIMENSIONI DELLA QUALITA DEL TRATTAMENTO PSICO-ONCOLOGICO: DEFINIZIONE, SCOPO E INDICATORI (1)

21 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova PRINCIPALI DIMENSIONI DELLA QUALITA DEL TRATTAMENTO PSICO-ONCOLOGICO: DEFINIZIONE, SCOPO E INDICATORI (2) PRINCIPALI DIMENSIONI DELLA QUALITA DEL TRATTAMENTO PSICO-ONCOLOGICO: DEFINIZIONE, SCOPO E INDICATORI (2)

22 D.ssa Gabriella Morasso - Servizio di Psicologia - Ist. Nazionale per la Ricerca sul cancro - Genova PSICO-ONCOLOGIA Obiettivi futuri FORNIRE MAGGIORI OPPORTUNITA AL PAZIENTE PER CHIEDERE SUPPORTO PSICOLOGICO SUPERARE LO STIGMA CHE IL MEDICO E PAZIENTE SPESSO ASSOCIANO ALLA CURA PSICOSOCIALE E AL SUPPORTO PSICO- ONCOLOGICO COINVOLGERE MEDICI DI MEDICINA GENERALE E SPECIALISTI NELLE RICERCHE PSICO-ONCOLOGICHE LAVORARE CON GIOVANI RICERCATORI E CLINICI PER ACCRESCERE IL LORO INTERESSE IN QUESTO CAMPO


Scaricare ppt "PANORAMA NAZIONALE N° 1.000.000 pazienti con tumore N° 1.000.000 pazienti con tumore N° 270.000 nuovi casi di cancro diagnosticati ogni anno N° 270.000."

Presentazioni simili


Annunci Google