La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Università Sapienza di Roma Corso di Laurea magistrale Design, Comunicazione visiva e multimediale Facoltà di Architettura Ludovico Quaroni e Facoltà di Scienze della Comunicazione A.A 2011/2012 Secondo anno, secondo semestre curriculum Web e Interface Design e Comunicazione Multimediale Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 SPS/08 Prof. Valerio Eletti 1a PARTE

2 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Riprendiamo i concetti di Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali già affrontati in parte, con altre sequenze, nel corso del primo anno dalla Prof.ssa Elena Valentini. Ripercorrendo punto per punto i processi progettuali e produttivi dei prodotti multimediali, riprenderemo velocemente i concetti già chiariti lo scorso anno, e ci soffermeremo sui concetti che risultano nuovi per contenuti, o per impostazione e applicazione. Tra parentesi: adottiamo anche noi qui l’uso dei cavalieri introdotto da DeMata. … e poi partiamo dall’operatività pratica >>> Premessa

3 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Introduzione al corso di Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Curriculum Web e Interface Design e Comunicazione Multimediale A.che cosa significano questi termini? (approccio e contesto) B.perché affrontiamo questi argomenti ? (obiettivi didattici) C.come saranno strutturati i corsi? (programma di lavoro) D.quando si svolgeranno le attività didattiche? (calendario didattico) E.chi sono gli attori del percorso didattico? (discenti e docenti) agenda

4 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Introduzione al corso di Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Curriculum Web e Interface Design e Comunicazione Multimediale A.che cosa significano questi termini? (approccio e contesto) B. perché affrontiamo questi argomenti ? (obiettivi didattici) C. come saranno strutturati i corsi? (programma di lavoro) D. quando si svolgeranno le attività didattiche? (calendario didattico) E. chi sono gli attori del percorso didattico? (discenti e docenti) agenda

5 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 A. che cosa significano questi termini? vediamo per ora - velocemente - le parole-chiave (key-concepts) del corso…  Ideazione e Progettazione  Ideazione  definizione di concept a cavallo fra idea e progetto  Progettazione (una delle possibili traduzioni della parola Design)  processo: impostazione, swot analysis, mappe logiche, Pert e Gantt  Prodotti (e Servizi?) Multimediali  Prodotti (e Servizi!)  focus sulla produzione editoriale digitale off e on line  Multimediali (da intendere come ipermediali)  la parte per il tutto: digitali, ipertestuali, multimediali, interattivi … e passiamo ai termini utilizzati nella declaratoria del Curriculum A. Approccio e contesto

6 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 A. che cosa significano questi termini? … e le parole-chiave (key-concepts) del Curriculum (Orientamento)  Web Design  focus sulla reticolarità, mappa logica/concettuale, diagramma a blocchi, flow chart  Interface Design  focus sull’ergonomia, la usability, l’accessibilità, …  Comunicazione Multimediale  testo - ipertesto - ipermedia - immersività: dall’e-book alla realtà aumentata … riaffronteremo più volte in dettaglio ciascun termine, con un approccio graduale e ricorsivo (a spirale) ai temi della progettazione A. Approccio e contesto

7 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Introduzione al corso di Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Curriculum Web e Interface Design e Comunicazione Multimediale A.che cosa significano questi termini? (approccio e contesto) B. perché affrontiamo questi argomenti? (obiettivi didattici) C. come saranno strutturati i corsi? (programma di lavoro) D. quando si svolgeranno le attività didattiche? (calendario didattico) E. chi sono gli attori del percorso didattico? (discenti e docenti) agenda

8 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 B. Obiettivi didattici B. Perché affrontiamo questi argomenti?  ecco la declaratoria ufficiale: Il corso si prefigge di fornire agli studenti gli strumenti teorici e metodologici necessari per costruire (ideare, progettare e produrre), con cognizione di causa, un prodotto multimediale, tenendo conto: del contesto in cui questo andrà collocato del target a cui si rivolge degli obiettivi economici ed editoriali che si vogliono raggiungere dei vincoli di budget e di tempo imposti dalla committenza. … nelle prossime lezioni vedremo in concreto e in dettaglio questi item

9 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Introduzione al corso di Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Curriculum Web e Interface Design e Comunicazione Multimediale A.che cosa significano questi termini? (approccio e contesto) B. perché affrontiamo questi argomenti? (obiettivi didattici) C. come saranno strutturati i corsi? (programma di lavoro) D. quando si svolgeranno le attività didattiche? (calendario didattico) E. chi sono gli attori del percorso didattico? (discenti e docenti) agenda

10 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 C. Programma di lavoro C. Come saranno strutturati i corsi? Ecco in sintesi i punti base (fase propedeutica, fase operativa, e note per i project work) del piano di lavoro che si trova sulla piattaforma e-learning della Sapienza (*)  Fase propedeutica Vengono richiamati i concetti chiave proposti nel corso di Ideazione e Progettazione dei Prodotti Multimediali 1: Nozioni base dell’editoria multimediale dai CdRom agli e-book ai contenuti per dispositivi mobili e geo-localizzati Cenno ai rapporti fra e-publishing, knowledge management e formazione: InfoLearn ed e-Learning Profili professionali e funzioni critiche nella produzione editoriale multimediale Nozioni base per la progettazione, produzione e distribuzione di un prodotto multimediale Nozioni trasversali legate all’usabilità, all’accessibilità e al diritto d’autore per i prodotti digitali in rete (*)

11 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 C. Programma di lavoro C. Come saranno strutturati i corsi? Ecco in sintesi i punti base (fase propedeutica, fase operativa, e note per i project work) del piano di lavoro che si trova sulla piattaforma e-learning  Fase operativa Vengono creati dei gruppi di lavoro che si impegneranno nella realizzazione guidata di un proprio project work: le lezioni in questa seconda fase saranno quindi caratterizzate da brevi presentazioni di metodologie e immediate applicazioni ai project work, che verranno utilizzati insieme ai casi di studio e alle testimonianze di professionisti che verranno chiamati come ospiti per la verifica concreta dei metodi, dei modelli e dei meccanismi di sviluppo di un progetto multimediale. … segue >

12 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 C. Programma di lavoro C. Come saranno strutturati i corsi? Ecco in sintesi i punti base (fase propedeutica, fase operativa, e note per i project work) del piano di lavoro che si trova sulla web cattedra  … segue Fase operativa Si applicheranno in particolare strumenti quali: Messa a punto del concept SWOT Analysis (con la relativa ricerca di mercato e benchmark) Design del diagramma a blocchi statico e poi del Flow chart Design dell’interfaccia e analisi euristica della sua usabilità (e accessibilità?) Verifica di fattibilità del progetto (coerenza con target, obiettivi, budget e tempi) Sviluppo del progetto su carta, compresi Gantt e Pert per la produzione editoriale Simulazione finale della presentazione del progetto al committente virtuale

13 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 C. Programma di lavoro C. Come saranno strutturati i corsi? Ecco in sintesi i punti base (fase propedeutica, fase operativa, e note per i project work) del piano di lavoro che si trova sulla web cattedra  Nota 1 Si stimoleranno gli studenti a realizzare project work diversi fra loro, in modo che ciascun progetto sia visto come un caso di studio in progress che possa arricchire l’esperienza di tutta l’aula; si proporranno progettazioni di CdRom, postazioni museali e fieristiche (totem), siti Web 1.0 e 2.0, game, contenuti per cellulari geo-localizzati, e-book, app, ecc  Nota 2 Si solleciteranno gli studenti interessati (con una buona conoscenza dell’inglese) a preparare dei brevi seminari tecnici (conteggiati nella valutazione finale) dedicati alla spiegazione del funzionamento di alcuni sw open source, che verranno poi utilizzati da tutti gli altri studenti per realizzare:  mappe concettuali come per esempio Cmap:  visualizzazioni grafiche come per esempio Gephi:

14 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Screen shot home page di Cmap

15 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Screen shot home page di Gephi

16 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Screen shot home page di Visual complexity  Nota 3 Chi si sente in grado di affrontare il tema critico e molto attuale della rappresentazione dei big data (statici o dinamici), potrà analizzare gli esempi proposti da “Visual complexity” (vedi qui accanto >>>), elaborando proprie proposte basate sull’analisi di Gephi, di Cmaps e delle soluzioni proposte dai laboratori segnalati in “Assyst” n. 25 (vedi la slide successiva), preparando prima un sintetico seminario per i colleghi.

17 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Articolo di Assyst Screen shots delle pagine centrali di Assyst n. 25 dedicate alla Visualizzazione delle informazioni in ambienti complessi

18 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Introduzione al corso di Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Curriculum Web e Interface Design e Comunicazione Multimediale A.che cosa significano questi termini? (approccio e contesto) B. perché affrontiamo questi argomenti? (obiettivi didattici) C. come saranno strutturati i corsi? (programma di lavoro) D.quando si svolgeranno le attività didattiche? (calendario didattico) E. chi sono gli attori del percorso didattico? (discenti e docenti) agenda

19 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 D. Calendario didattico D. Quando si svolgeranno le attività didattiche? Tutti i giovedì dal 26 aprile al 31 maggio dalle ore 14,30 alle ore 18,30 in aula G32:  26 aprile: piano di lavoro e teorie di base; presentazione di Moodle; presentazione di Giada Marinensi (casi di studio Linfa e Label)  3 maggio: teorie di base e contesto pratico; analisi di casi e progetti; riflessioni sulla rappresentazione di big data: avvio dei seminari degli studenti  10 maggio: analisi di casi e progetti di Giada Marinensi e Stefania Barca: learning object e animazioni in edutainment progettati al Label Cattid  17 maggio: contesto pratico; seminari e/o discussione di progetti degli studenti; analisi di casi e progetti con la testimonianza di un editore di e-book  24 maggio: contesto pratico; seminari e/o discussione di progetti degli studenti; analisi di casi e progetti con la testimonianza di un progettista web  31 maggio: simulazione conclusiva e discussioni dei progetti degli studenti

20 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Introduzione al corso di Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Curriculum Web e Interface Design e Comunicazione Multimediale A.che cosa significano questi termini? (approccio e contesto) B. perché affrontiamo questi argomenti? (obiettivi didattici) C. come saranno strutturati i corsi? (programma di lavoro) D.quando si svolgeranno le attività didattiche? (calendario didattico) E. chi sono gli attori del percorso didattico? (discenti e docenti) agenda

21 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 E. Discenti e docenti E. Chi sono gli attori del percorso didattico?  Il docente  auto-presentazione di Valerio Eletti  I discenti  auto-presentazioni  L’infrastruttura in rete  Moodle e gruppo FB ( ? scrivere lista con nome e matricola)  I testimonial (casi di studio)  autori, progettisti, editori digitali (Mizzau, Scialotti, Quadrino)  auto-presentazione di Stefania Barca (anche come ex studente)  La collaboratrice di cattedra  Giada Marinensi auto-presentazione nella doppia veste di  Cultore della materia  Testimonial come project manager al Label Cattid della Sapienza

22 Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A. 2011/12 Ora daremo un primo sguardo sistematico, seppure ancora generale, ai temi chiave del nostro percorso formativo: realizzeremo infatti un percorso a spirale, con diverse apparenti “ripetizioni”, per avere una dettagliata panoramica di ciò che andiamo ad affrontare. Dopo questa prima visione generale, torneremo su ciascun tema e lo affronteremo in maniera sistematica, dal punto di vista del progetto, del modello, della metodologia e della produzione, in modo da poter applicare con efficacia tutto quanto appreso nella progettazione e realizzazione dei vostri project work. Primo approfondimento metodologico e teorico-pratico


Scaricare ppt "Prof. Valerio Eletti Ideazione e Progettazione di Prodotti Multimediali 2 Design, Comunicazione visiva e multimediale, Università Sapienza di Roma. A.A."

Presentazioni simili


Annunci Google