La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’AIFA incontra la Medicina Generale Luca Pani, Direttore Generale Roma, 8 novembre 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’AIFA incontra la Medicina Generale Luca Pani, Direttore Generale Roma, 8 novembre 2013."— Transcript della presentazione:

1 L’AIFA incontra la Medicina Generale Luca Pani, Direttore Generale Roma, 8 novembre 2013

2 2 Interessi nell’industria farmaceuticaNOAttualmente Precedenti 2 anni Da oltre 2 a 5 anni precedenti Oltre 5 anni precedenti (facoltativo) Interessi diretti: Impiego in una societàx Consulenza per una societàx Consulente strategico per una societàx Interessi finanziarix Titolarità di un brevettox Interessi indiretti: Sperimentatore principalex Sperimentatorex Sovvenzioni o altri fondi finanziarix Corsi ECM x Dichiarazione di trasparenza/interessi* * Luca Pani, secondo il regolamento sul Conflitto di Interessi approvato dal CdA AIFA in data e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del in accordo con la policy 0044 EMA/513078/2010 sulla gestione del conflitto di interessi dei membri dei Comitati Scientifici e degli esperti. N.B. Per questo intervento non ricevo alcun compenso

3 La realtà italiana Prescrizioni non adeguate e scarsa aderenza, questi sono i problemi!

4 Secondi solo alla Germania per indice di vecchiaia Entro il 2030 gli anziani potrebbero superare il 25% della popolazione, In Europa siamo secondi solo alla Germania per indice di vecchiaia, che ha il più alto numero di anziani in rapporto alla popolazione. Entro il 2030 gli anziani potrebbero superare il 25% della popolazione, con intuibili conseguenze sull’assistenza sanitaria a causa dell’aumento dei malati cronici.

5 Più appropriatezza = meno sprechi oltre il 60% dei consumi e circa il 54% della spesa territoriale almeno una confezione nel corso dell’anno. Dal Rapporto emerge che i pazienti con età superiore a 64 anni assorbono oltre il 60% dei consumi e circa il 54% della spesa territoriale per i farmaci. Quasi tutti i pazienti con età superiore ai 74 anni hanno consumato almeno una confezione nel corso dell’anno. Fonte: OsMed 2012

6 % Più appropriatezza = meno reazioni avverse elevati livelli di inappropriatezza nell’uso di antibiotici nella popolazione anziana: L’uso appropriato dei medicinali permette una riduzione delle reazioni avverse in particolar modo nelle popolazioni speciali. Un caso emblematico è rappresentato dagli elevati livelli di inappropriatezza nell’uso di antibiotici nella popolazione anziana: il 56% dei pazienti di età compresa tra i 66 e i 75 anni con diagnosi di influenza è stato trattato con antibiotici rispetto al 24% dei pazienti con età inferiore ai 45 anni! Fonte: OsMed 2012

7 Un problema di sanità pubblica supera il 20% in tutte le condizioniL’impiego inappropriato di antibiotici supera il 20% in tutte le condizioni cliniche con particolare impatto per la laringotracheite (48,6%) e la cistite non complicata (37,0%). Centro ItaliaIl Centro Italia mostra i livelli più alti di trattamento inappropriato dell’influenza e di raffreddore comune. minor accesso al MMG.I livelli di inappropriatezza d’uso di antibiotici si riducono dopo i 75 anni di età a causa di un minor accesso al MMG. Fonte: OsMed 2012

8 Anziani e…bassa aderenza al di sotto del 50%, Si registra ancora una bassa aderenza al trattamento, al di sotto del 50%, per i farmaci per l’ipercolesterolemia, per le sindromi ostruttive delle vie respiratorie, per l’osteoporosi e per i farmaci antidepressivi. Fonte: OsMed 2012

9 Confermati i risultati dello studio AIFA

10 Disability-adjusted life years (DALYs); Years of life lost to premature mortality (YLLs); Years lived with disability (YLDs). L’impatto delle malattie mentali H.A. Whiteford. Global burden of disease attributable to mental and substance use disorders: findings from the Global Burden of Disease Study August 2013.

11 Nel 2020 la depressione, dopo le malattie cardiovascolari, sarà la patologia responsabile della perdita del più elevato numero di anni di vita attiva e in buona salute. Gli antidepressivi rappresentano già oggi una delle principali componenti della spesa farmaceutica pubblica. H.A. Whiteford. Global burden of disease attributable to mental and substance use disorders: findings from the Global Burden of Disease Study August Il caso della depressione

12 I dati di (scarsa) aderenza agli antidepressivi Fonte: OsMed ,9%  Solo il 34,9% dei pazienti affetti da depressione maggiore assume farmaci antidepressivi. inferiore al Sud  Il livello di aderenza risulta inferiore al Sud (29,5%) rispetto al Nord (40,0%) e al Centro (39,7%). maggiore per le donne  L’aderenza è maggiore per le donne (38,3%) rispetto agli uomini (36,2%) e migliora all’aumentare dell’età.

13 Il rischio cardiovascolare 293 euro all’anno pro capite. l’80% (53,7%) In Italia l’onere finanziario per le malattie cardiovascolari costa al SSN 293 euro all’anno pro capite. Si stima che circa l’80% degli eventi cardiovascolari che insorgono prima dei 75 anni è prevenibile ma poco più della metà dei pazienti (53,7%) è aderente al trattamento antipertensivo. Fonte: OsMed 2012

14 Asma e BPCO bassi livelli di aderenza Vengono riscontrati bassi livelli di aderenza al trattamento (14,9%), soprattutto sotto i 45 anni (5%), al Sud (13,4%) e nelle donne (12,0%). Dutch National Institute for Public Health and the Environment (RIVM). Europeans of retirement age: chronic diseases and economic activity. December 2012.

15 Diabete  Aderenza del 60,3%.  Migliorare l’appropriatezza prescrittiva mediante la riduzione: dell’inerzia terapeutica attraverso schemi terapeutici efficaci e sicuri ed educazione terapeutica; della variabilità regionale. Inzucchi SE et Al. Management of hyperglycaemia in type 2 diabetes: a patient-centered approach. Diabetes Care. Vol 35. June 2012.

16 Superare il muro…culturale I MMG devono essere posizionati al centro del sistema di gestione e controllo del territorio poiché hanno un ruolo fondamentale per il controllo dell’appropriatezza e dell’adesione ai trattamenti.

17 Equivalente vs Originator terzo posto Italia al terzo posto in Europa in termini di spesa per farmaci che hanno goduto della copertura brevettuale. The Matrix di Lana e Andy Wachowski ’’Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant'è profonda la tana del bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più’’.

18 Un corretto stile di vita Informare i pazienti sul corretto stile di vita significa evitare o ridurre il ricorso ai farmaci.

19 Farmacovigilanza I MMG sono coinvolti in prima linea, in particolare per i medicinali innovativi, nella rilevazione e segnalazione spontanea delle reazioni avversa e nei programmi di Farmacovigilanza attiva e/o intensiva

20 L’Italia meglio del Regno Unito 489 Nel 2012 il numero delle segnalazioni inserite nella RNF è stato pari a , equivalente a un tasso di segnalazione di 489 segnalazioni per milione di abitanti, che ha ormai superato quello di Paesi europei con una forte tradizione nella farmacovigilanza come il Regno Unito. Fonte: OsMed 2012

21 Tuttavia… 57% poche Nel 2012 i medici ospedalieri hanno inviato il 57% delle segnalazioni totali. Si registrano ancora poche segnalazioni da parte dei medici di medicina generale. Fonte: OsMed 2012

22 Distribuzione regionale Il Gold standard del tasso di segnalazione è superato da 8 Regioni: Toscana (1212), Lombardia (1200), Piemonte (482), Emilia Romagna (457), Puglia (325), Basilicata (322), Campania (319), PA Trento (316). Solo in 4 Regioni (Molise, Lazio, Basilicata e Liguria) è stato registrato un calo delle segnalazioni. Fonte: OsMed 2012

23 La app per le segnalazioni delle reazioni avverse Una app per la segnalazione delle reazioni avverse può essere scaricata a questo indirizzo: https://itunes.apple.com/it/app/adr-fimmg-aifa/id ?mt=8

24 Un'informazione completa e indipendente 1194 medici iscritti visite solo nel 2013 "Pillole dal Mondo", Il servizio "Pillole dal Mondo", nuova iniziativa pensata per i MMG, propone la pubblicazione quotidiana di informazioni sul regolatorio internazionale tratte dalle notizie diffuse sui principali siti delle Autorità competenti di tutto il mondo allo scopo di garantire un'informazione completa e indipendente e di rafforzare il rapporto con i MMG.

25 Accessi al Portale: pagine visitate (periodi 2007/2010 e 2010/2013) Fonte: Ufficio Stampa

26 Accessi al Portale periodo 2011/2013 Fonte: Ufficio Stampa 2011 Pagine visitate Visite

27 Tutto questo rappresenta le fondamenta di un processo che riteniamo sia ineluttabile se vogliamo che la medicina sia realmente al servizio del cittadino e che il SSN sia realmente equo e solidaristico, principi che ci hanno garantito, nonostante il condizionamento delle risorse, un SSN che ben pochi Paesi nel mondo possono vantare di avere. Documento Programmatico MMG-AIFA Al servizio del cittadino


Scaricare ppt "L’AIFA incontra la Medicina Generale Luca Pani, Direttore Generale Roma, 8 novembre 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google