La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I sistemi operativi1 CONCETTI FONDAMENTALI l HARDWARE: il componente “materiale” di un sistema informatico l SOFTWARE: il componente “immateriale” di un.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I sistemi operativi1 CONCETTI FONDAMENTALI l HARDWARE: il componente “materiale” di un sistema informatico l SOFTWARE: il componente “immateriale” di un."— Transcript della presentazione:

1 I sistemi operativi1 CONCETTI FONDAMENTALI l HARDWARE: il componente “materiale” di un sistema informatico l SOFTWARE: il componente “immateriale” di un sistema informatico l COMPLEMENTARIETA’ HW +SW

2 IL SOFTWARE l = I programmi l Diversi tipi di software: ] SOFTWARE DI SISTEMA : l’insieme dei programmi dedicati al funzionamento e alla gestione dell’elaboratore ] SOFTWARE APPLICATIVO: l’insieme dei programmi dedicati al supporto di specifiche esigenze dell’utente

3 CLASSIFICAZIONE SOFTWARE CLASSIFICAZIONE SOFTWARE ¶ SOFTWARE di BASE (o di SISTEMA): H SISTEMA OPERATIVO H AMBIENTE DI PROGRAMMAZIONE · SOFTWARE APPLICATIVO: \ STRUMENTI PRODUTTIVITA’ INDIV. \ SISTEMI GRAFICI E CAD \ APPLICAZIONI GESTIONALI, NUMERICHE, CONTROLLO PROCESSO,ECC

4 SOFTWARE DI BASE l SISTEMA OPERATIVO: l’insieme dei programmi che consentono al computer e alle sue applicazioni di funzionare. Programmi dedicati alla gestione delle risorse hardware e software del sistema e all’interfaccia tra uomo e macchina l AMBIENTE DI PROGRAMMAZIONE: EDITOR, COMPILATORI, INTERPRETI, LINKER, DEBUGGER- strumenti di supporto nella messa a punto ed esecuzione dei programmi

5 SISTEMA OPERATIVO l Insieme di programmi abilitati a: l gestione RISORSE HARDWARE, tramite il governo e il controllo delle risorse principali del sistema informatico, il controllo e la supervisione di tutte le periferiche, la ottimizzazione delle stesse risorse: CPU,RAM, disco, I/O l gestione RISORSE SOFTWARE, tramite il controllo ed il governo degli altri programmi applicativi (modulo INTERPRETE) l interfaccia uomo/macchina (tramite tra utente e macchina, direttamente o indirettamente)

6 SW APPLICATIVO S.OPERATIVO Relazione fra utente/S.O/macchina

7 I sistemi operativi7 5 STRATI del S.O. INTERPRETE FILE SYSTEM GESTIONE DELLE PERIFERICHE GESTIONE DELLA MEMORIA NUCLEO

8 INTERPRETE l INTERPRETE: rappresenta lo strato superiore del S.O.(quello che vede l’utente) l E’ responsabile di ricevere e interpretare i comandi dell’utente: richiamando le funzioni degli altri moduli per caricare o eseguire programmi dell’utente o di sistema l Per eseguire un programma l’interprete accede al programma su disco tramite il file system, alloca e carica in memoria chiamando il gestore della memoria, attiva un processo tramite il nucleo l Si occupa anche dell’inizializzazione del sistema

9 I sistemi operativi9 INTERPRETE O INTERFACCIA del S.O. l Diverse modalita’ di presentazione: grafica, a carattere, menu drive l A CARATTERE: DOS, UNIX – input con TASTIERA l GRAFICA (Windows il più diffuso) MAC OS – Macintosh – macchine Apple) l INTERPRETE GRAFICO (GUI) l DESKTOP+ICONE+MOUSE+FINESTRE =INTERFACCIA GRAFICA

10 Da Windows 1.0 a WINDOWS XP l WINDOWS l WINDOWS 3.1 – 1993 l WINDOWS 95 l WINDOWS 98 l WINDOWS ME l WINDOWS 2000 l WINDOWS NT l WINDOWS XP

11 I sistemi operativi11 Windows – DESKTOP e ICONE DESKTOP = SCRIVANIA di casa o d’ufficio con diversi oggetti (barra delle applicazioni o BARRA dello START) nome ICONE: disegni o IMMAGINE (con un nome) che hanno un significato e simboleggiano OGGETTI Le icone possono essere selezionate, trascinate o APERTE (FINESTRE) 6 tipi di icone che simboleggiano 6 tipi di oggetti (“file”) *** FILE = insieme di informazioni memorizzate su memoria di massa (disco) identificate da un nome **** 1. PROGRAMMI 2. FILE DI DATI (documenti) 3. Collegamenti 4. DEVICE fisici e logici (cestino) 5. CARTELLE o DIRECTORY 6. ANTEPRIMA

12 I sistemi operativi12 ICONE “PROGRAMMI” e “DATI” l L’icona PROGRAMMI rappresenta le applicazioni o i programmi installate sul computer, attivabili (lanciabili in esecuzione) con il mouse l L’icona programma ha il NOME del programma l L’icona DATI rappresenta i documenti, gli archivi, le tabelle create con i programmi l Ha il NOME dato dall’utente l Cliccando sopra l’icona si “lancia” il file e si “lancia” anche il programma “associato”

13 I sistemi operativi13 LE ICONE DI COLLEGAMENTO l Piccoli “file” o oggetti che NON HANNO PROPRIO CONTENUTO SE NON QUELLO DI RINVIARE AD ALTRI OGGETTI l Collegamento a tutti gli altri tipi di ICONE-FILE l Si riconoscono dal SIMBOLO (a sx) l Una “scorciatoia” per avere a portata di mano file di uso frequente (per tutte le icone) normalmente sul DESKTOP l Non è allocazione effettiva l LINK = “punta” - Estensione.lnk l Scopo: 1) rapidità di utilizzo 2) multidisponibilità dello stesso file

14 I sistemi operativi14 ICONE “DEVICE” l Device = periferica l Device fisici: tastiera, mouse, stampante, modem, video, HD, FD l Device logici: IL CESTINO (area di memoria del disco riservata a “realizzare l’oggetto cestino della scrivania” l Fino a quando non si svuota si può recuperare

15 I sistemi operativi15 Icona ANTEPRIMA l Da Windows 2000 e XP l Usata da s.o. Windows per visualizzare il contenuto di un file in un piccolo riquadro l E’ utile per file immagini, per visualizzarne il contenuto senza aprire l’applicativo

16 I sistemi operativi16 Icona “CARTELLA” o “DIRECTORY ” l Icona CARTELLA = CONTENITORE per ORGANIZZARE l ORGANIZZAZIONE GERARCHICA in cartelle e sottocartelle o directory e sottodirectory l Organizzazione logica del disco e dei file secondo una struttura “ad albero rovesciato” o a cassetti (analogia con l’UFFICIO) l ARMADIO CASSETTI CARTELLE DOCUMENTI l DISCO CARTELLE SOTTOCARTELLE FILE l Si parte dalla RADICE (root) \ o directory principale, creata sempre in un qualsiasi disco al momento della formattazione l Sotto livelli o Rami successivi, secondo un concetto gerarchico (padre, figlio) l Diversa e’ l’organizzazione fisica del disco 2 finalita’: 1) migliore organizzazione dei file (per argomento, utente, ambiente di lavoro, per data applicazioni, ecc..) 2) maggiore sicurezza

17 I sistemi operativi17 CARTELLE IN WINDOWS l Simbolo di ICONA CARTELLA l Struttura visualizzata in forma GRAFICA CON:  RISORSE DEL COMPUTER (dal DESKTOP) + cartelle  ESPLORA RISORSE che si attiva: 1.da Desktop con la sua icona 2. da START-Programmi 3. da Tasto DX mouse su start 4. da Risorse del computer) + CARTELLE 2 modalita’ di visualizzazione “fondamentali”  Tipo “ICONA”  Tipo “Cartella di file” per vedere struttura gerarchica a forma di albero ROVESCIATO (radice/rami/sottorami/ foglie) = (root/directory/subdirectory/file)

18 I sistemi operativi18 Modalità visual. “CARTELLE” l Con “Barra degli strumenti” standard (attivare pulsante cartelle) Oppure Barra di Explorer/cartelle l Doppia finestra Finestra SX – Desktop + drive + unità sistema Finestra DX: sottocartelle e file l Simboli + - l Modalità WEB desktop e cartelle

19 I sistemi operativi19 DIRECTORY o CARTELLE l FILE individuato dal nome e dal percorso Unita’ a disco (A: B: C: D: E: F: G:) \nome di cartella o di directory \nome di sottocartella o sottodirectory o subdirectory Nome del file Estensione Es: C:\2005\DOCUMENTI\PRESENTAZIONE.DOC PER VISUALIZZAZIONE PERCORSO (esplora/strumenti/opzioni cartella/ visualizzazione/ VISUALIZZA PERCORSO COMPLETO)

20 I sistemi operativi20 MOUSE e OPERAZIONI su ICONE - SELEZIONE (1 click tasto SX) - ESECUZIONE (2 click tasto SX) - DRAG & DROP (trascina e rilascia) (1 click tasto SX fisso) = “SPOSTA” - MENU CONTESTUALE o “in linea” (1 click tasto DX) - MODIFICA ( 2 click tasto SX intervallati)

21 I sistemi operativi21 Le FINESTRE


Scaricare ppt "I sistemi operativi1 CONCETTI FONDAMENTALI l HARDWARE: il componente “materiale” di un sistema informatico l SOFTWARE: il componente “immateriale” di un."

Presentazioni simili


Annunci Google