La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dirigente Scolastico Prof.ssa Gabriella CONSOLAZIO Istituto Comprensivo Pescara 10 Montale Carducci www.montalecarducci.it La struttura, vasta, accogliente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dirigente Scolastico Prof.ssa Gabriella CONSOLAZIO Istituto Comprensivo Pescara 10 Montale Carducci www.montalecarducci.it La struttura, vasta, accogliente."— Transcript della presentazione:

1 Dirigente Scolastico Prof.ssa Gabriella CONSOLAZIO Istituto Comprensivo Pescara 10 Montale Carducci La struttura, vasta, accogliente e luminosa, dispone di ampie aule e vari laboratori; la dotazione informatica comprende un'aula multimediale e una lavagna interattiva multimediale (LIM). Per le attività motorie, sono disponibili un'ampia ed attrezzata palestra e un campetto esterno. Il plesso, situato in Via Fonte Romana 19/5, accoglie 124 alunni. La struttura offre ampie e numerose aule; per le attività sportive sono disponibili una spaziosa ed attrezzata palestra e due campetti esterni; la dotazione tecnologica è composta da un funzionale laboratorio di informatica e una lavagna interattiva multimediale (LIM). Scuola secondaria di I grado

2 ASSE 4 – Capitale Umano Obiettivo specifico 4.h) Elaborazione e introduzione delle riforme del sistema di istruzione, formazione e lavoro per migliorarne l’integrazione e sviluppare l’occupabilità, con particolare attenzione all’orientamento Obiettivo specifico 4.i) Aumentare la partecipazione alle opportunità formative lungo tutto l’arco della vita e innalzare i livelli di apprendimento e conoscenza Progetto speciale “Scuole e nuovi apprendimenti 2” X Linea di intervento 1: x AREA 1: Passaggio dal I al II ciclo d’istruzione;  AREA 2: Riorientamento e rimotivazione durante il percorso scolastico;  AREA 3: Orientamento per la scelta post-diploma. X Linea di intervento 2: x AZIONE A x A1 - Educazione ambientale x A2 - Educazione interculturale  AZIONE B Competenze chiave:  B1 - Competenze ed abilità informatiche;  B2 - Competenze ed abilità matematiche e scientifiche;  B3 - Competenze ed abilità linguistiche della lingua nazionale;  B4 - Competenze ed abilità linguistiche delle lingue

3 PERCHÉ? LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO È IL SEGMENTO DEL PRIMO CICLO D’ISTRUZIONE CHE CONSENTE IL PASSAGGIO AL SECONDO CICLO Linea d’intervento 2 AZIONE A2 EDUCAZIONE INTERCULTURALE -PLESSO MONTALE: 8 CLASSI, 182 ALUNNI, 3% DI ALUNNI STRANIERI DI 1° e/o 2° GENERAZIONE; -PLESSO CARDUCCI: 6 CLASSI, 138 ALUNNI 10% DI ALUNNI STRANIERI DI 1° e/o 2° GENERAZIONE LINEA D’INTERVENTO 1 (Linea d’intervento 2). AZIONE A2(Linea d’intervento 2). AZIONE A2 Linea d’intervento 2 AZIONE A1 EDUCAZIONE AMBIENTALE -GLI ALUNNI VIVONO IN UNA REGIONE CON CIRCA IL 33% DI TERRITORIO PROTETTO -3 PARCHI NAZIONALI, 1 PARCO REGIONALE, OLTRE 30 RISERVE NATURALI SONO PRESENTI NELLA REGIONE ABRUZZO -PREVENIRE IL DEGRADO AMBIENTALE E IL CONSUMO DEL SUOLO -SENSIBILIZZARE GLI ALUNNI AL RISPETTO DELL’AMBIENTE

4 LINEA D’INTERVENTO 1 Prof. Erminio DI FRANCESCO ORIENTA-MENTE Il progetto si propone di fornire agli alunni adeguati strumenti per una scelta consapevole circa il proseguimento degli studi nel II ciclo di istruzione. Il percorso ha previsto degli iniziali incontri in forma di collettiva consulenza psico- pedagogica estesa anche ai genitori: si argomenterà circa i personali e distinti stili di apprendimento, alcune problematiche legate alle abilità strumentali e metodologiche di studio, le attuali riforme occorse nel II ciclo d’istruzione. Terminata tale fase ci si avvierà a far compilare questionari e/ o specifici test che elaborino un profilo potenziale dello studente. Lo psicologo sarà anche a disposizione per colloqui individuali con gli alunni e i genitori. …UN PÓ DI NUMERI DESTINARI : CLASSI 3° NUMERO MAX ALUNNI: 15 NUMERO ORE PROGETTO: 15 NUMERO ALUNNI ISCRITTI: 22 PERCENTUALE ALUNNI SELEZIONATI:68% PROMOZIONE DELL’INTERVENTO - Socializzazione nei Dipartimenti Disciplinari e nei Consigli di classe di Ottobre ; - Sensibilizzazione con gli alunni attraverso continui riferimenti e riscontri tra le attività di orientamento poste in essere con le Scuole Secondarie di II grado e la fase informativo-consultiva con l’esperto esterno; - Inserimento del percorso nella Progettazione Coordinata di Classe approvata a Novembre; - Inserimento dello stesso nel Piano dell’Offerta Formativa; - Comunicazione/invito scritto rivolto ai genitori tutti per l’illustrazione dell’iniziativa e delle sue finalità sostanziali 20gg (venti) circa prima dell’inizio delle attività; - Comunicazione ed invito scritto ai genitori e agli alunni per la presentazione del prodotto finale del percorso concluso: profilo cognitivo e sociale di ogni singolo alunno e consegna degli attestati di partecipazione.

5 LINEA D’INTERVENTO 1 VERIFICHE PROGETTATE -Compilazione di questionari e/ o specifici test che elaborino un profilo potenziale del futuro studente; -Brevissimo test di valutazione potrebbe presentato anche i genitori che hanno partecipanti; -Attività di counseling. -Sotto un profilo strettamente quantitativo, si riterrà raggiunta la soglia di accettabilità se il 50% degli alunni avrà usufruito dello sportello ascolto METODOLOGIE ADOTTATE -Learning by doing: simulazioni in cui il corsista persegue un obiettivo professionale concreto; -Business game: far sperimentare il “come fare” attraverso l’approfondimento delle teorie, la discussione di gruppo e l’uso di esercitazioni; -Role playing: gioco di ruolo per far emergere non solo il ruolo, le norme comportamentali, ma la persona con la sua creatività; -Outdoor training: “trasportarsi all’esterno”, ipotizzare di dover affrontare e risolvere delle “sfide” VALUTAZIONE DEL PROGETTO IPOTESI: Sotto un profilo strettamente quantitativo, si riterrà raggiunta la soglia di accettabilità se il 50% degli alunni avrà usufruito dello sportello ascolto VERIFICA: il 75% degli alunni ha usufruito dello sportello d’ascolto. IPOTESI: Sotto un profilo strettamente quantitativo, si riterrà raggiunta la soglia di accettabilità se il 25% degli alunni avrà cambiato il percorso della scuola secondaria di II grado VERIFICA: il 30% degli alunni ha modificato/migliorato la propria scelta. IPOTESI: Sotto un profilo strettamente quantitativo, si riterrà raggiunta la soglia di accettabilità se il 25% degli alunni avrà modificato/consolidato le conoscenze riguardo la scuola secondaria di II grado VERIFICA: il 50% degli alunni ha risposto positivamente al 51% delle domande dei test.

6 LINEA D’INTERVENTO 2 Azione A2 Educazione Ambientale Prof. A. CORTESE (Montale) Prof.ssa A. Giovannangelo (Carducci) UN ORTO A SCUOLA Nell’ottica del miglioramento continuo dell’ambiente scolastico vissuto e percepito si è pensato di realizzare un orto botanico che avesse una multifunzione sia educativa che estetica. Per questo percorso la dotazione elettronica verrà utilizzata esclusivamente nella prima parte di progettazione dell’orto in questo necessarie saranno sperimentazioni nell’aula di scienze e la visione di alcuni video e/o documentari di argomento botanico-ambientale. …UN PÓ DI NUMERI DESTINARI : CLASSI 1° NUMERO MAX ALUNNI: 15 (PLESSO MONTALE)+ 15 (PLESSO CARDUCCI) NUMERO ORE PROGETTO: 20 NUMERO ALUNNI ISCRITTI: PERCENTUALE ALUNNI SELEZIONATI:75% PROMOZIONE DELL’INTERVENTO -Socializzazione nei Dipartimenti Disciplinari e nei Consigli di classe di Ottobre ; - Sensibilizzazione degli alunni alla cura dell’ambiente di apprendimento e di socializzazione attraverso attività di orienteering dentro l’area verde della scuola e lo studio della cultura del verde nel nostro sistema regione; - Inserimento nella Progettazione Coordinata di Classe approvata a Novembre; - Inserimento nel Piano dell’Offerta Formativa; -Comunicazione/invito scritto rivolto ai genitori tutti per l’illustrazione dell’iniziativa e delle sue finalità sostanziali 20gg (venti) circa prima dell’inizio delle attività; -Comunicazione ed invito scritto ai genitori e agli alunni per la presentazione del prodotto finale del percorso concluso: presentazione da parte degli alunni del percorso di recupero e strutturazione dell’orto nell’area esterna scolastica.

7 MONTALE-CARDUCCI ISTITUTO COMPRENSIVO PESCARA 10 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO MONTALE SABATO 8 GIUGNO 2013 DALLE ORE 12:00 ALLE ORE 13:00 VI ASPETTIAMO PRESSO IL PLESSO CARDUCCI PER ASSISTERE ALLA PRESENTAZIONE, DA PARTE DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI PRIME, DEL PROGETTO A CURA DELLA PROF.SSA ANNARITA GIOVANNANGELO UN ORTO A SCUOLA NON MANCATE!!!!

8 MONTALE-CARDUCCI ISTITUTO COMPRENSIVO PESCARA 10 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO MONTALE SABATO 1 GIUGNO 2013 DALLE ORE 12:00 ALLE ORE 13:00 VI ASPETTIAMO PRESSO IL PLESSO MONTALE PER ASSISTERE ALLA PRESENTAZIONE, DA PARTE DEGLI ALUNNI DELLE CLASSI PRIME, DEL PROGETTO A CURA DEL PROF. CORTESE ALESSANDRO UN ORTO A SCUOLA NON MANCATE!!!!

9


Scaricare ppt "Dirigente Scolastico Prof.ssa Gabriella CONSOLAZIO Istituto Comprensivo Pescara 10 Montale Carducci www.montalecarducci.it La struttura, vasta, accogliente."

Presentazioni simili


Annunci Google