La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modulo 1: L’Apparenza Conta? Un’introduzione Progetto Nr: 527463-LLP-1-2012-1-UK-LEONARDO-LMP Agreement Nr: 2012 – 3630 / 001 – 001 Il presente progetto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modulo 1: L’Apparenza Conta? Un’introduzione Progetto Nr: 527463-LLP-1-2012-1-UK-LEONARDO-LMP Agreement Nr: 2012 – 3630 / 001 – 001 Il presente progetto."— Transcript della presentazione:

1 Modulo 1: L’Apparenza Conta? Un’introduzione Progetto Nr: LLP UK-LEONARDO-LMP Agreement Nr: 2012 – 3630 / 001 – 001 Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea, Lifelong Learning Programme. L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

2 Obiettivi di questo modulo: Essere consapevoli che: – L’apparenza influenza i nostri giudizi sull’altro – La natura, la frequenza e le conseguenze dei problemi legati all’apparenza

3 Attività Facoltativa: Pensi che l’apparenza conti nel contesto della formazione professionale? 1.Alza la mano se lo credi 2.Alza la mano se non lo credi 3.Alza la mano se non sei sicuro oppure non sai Discussione: Perché?

4 ‘L’Apparenza’ è un argomento associabile con molti altri in qualche modo. Sebbene per alcune persone è più importante che per altre, tutti noi abbiamo un’apparenza di qualche tipo – non possiamo scegliere di accenderla o spegnerla e, a meno che non abbiamo un gemello identico, la nostra apparenza è unica.

5 L’apparenza gioca un ruolo chiave nelle attività di tutti i giorni incluso: 1. Come vediamo noi stessi e le altre persone. 2. La prime impressioni che facciamo alle altre persone, e le impressioni che loro ci fanno, per esempio: In un colloquio di lavoro A un appuntamento Il primo giorno in una nuova classe

6 3. Come ci presentiamo al mondo, per esempio attraverso: Le foto di noi stessi che scegliamo di mettere su Facebook ed altri siti di social network La nostra scelta di vestiario La postura del nostro corpo (come per esempio se assumiamo una postura retta, o ne assumiamo una cadente) Le nostre espressioni ed il linguaggio del corpo (per esempio, se sorridiamo o evitiamo il contatto visivo con le altre persone).

7 Le prime impressioni contano: Quando incontriamo qualcuno per la prima volta, assumiamo molte informazioni dal modo in cui loro appaiono. Per esempio il loro: - genere - età - statura - colore della pelle - peso - taglio di capelli - qualsiasi cicatrice evidente - qualsiasi tatuaggio

8 Usiamo spesso queste informazioni visive per dare giudizi, ricorrendo a stereotipi basati sull’apparenza di chi ci sta di fronte. Qualche volta questi giudizi sono corretti, ma spesso risultano invece essere limitati o sbagliati, e allora abbiamo bisogno di guardare oltre l’apparenza fisica di qualcuno se vogliamo conoscere veramente la persona.

9 Per esempio, quando Susan Boyle apparve per la prima volta nel programma televisivo inglese “Britain’s Got Talent”, il pubblico la giudicò sull’apparenza e, sulla base di questa prima impressione, assunse che non sarebbe stata capace di cantare. Guarda questo video e osserva la reazione del pubblico. Come hai reagito la prima volta che hai visto Susan? Wyk

10 Il suo primo album ha venduto più di 9 milioni di copie in 6 settimane.

11 I modi nei quali le persone cercano di gestire come vengono percepiti dagli altri è conosciuto come auto-presentazione.

12 Proprio come giudichiamo le altre persone sulla base della loro apparenza, così anche loro spesso ci giudicano dal modo in cui sembriamo. Domande per la discussione: – Come pensi le altre persone potrebbero percepirti quando le incontri per la prima volta? – Quale tattiche di auto-presentazione, eventualmente, utilizzi?

13 L’interesse per l’apparenza non è nuovo o specifico per nessuna cultura particolare. Nel corso della storia ci sono esempi dell’interesse suscitato nelle persone per l’apparenza e i modi nei quali si sia provato ad alterarla, di influenzare la percezione che gli altri hanno.

14 Per esempio: Si crede Cleopatra abbia usato il trucco Nell’era Elisabettiana, sia uomini che donne utilizzavano la cipria per far apparire i loro volti molto pallidi, in quanto considerato un segno di bellezza. Peraltro, gli ingredienti nella cipria che veniva usata sono risultati essere velenosi. Corsaletti stretti sono stati usati per secoli per creare l’illusione di un girovita più snello.

15 Soddisfazione per la propria apparenza Malgrado alcune persone siano felici del modo in cui vengono viste, molte altre sono infelici per alcuni aspetti di come appaiono agli altri. Una ricerca ha scoperto che più del 90% delle donne ogni settimana ha un opinione negativa della propria apparenza, e più della metà non si sente a proprio agio nell’uscire di casa senza essere truccata.

16 Chi ha problemi legati all’apparenza? Molto spesso si suppone che i problemi connessi con l’apparenza siano questioni di esclusivo interesse per le donne, ma come la ricerca suggerisce circa il 60% degli uomini è insoddisfatto del modo in cui appare, e questa cifra è in continuo incremento. In America, il numero degli uomini che si sottopone a procedure di chirurgia estetica per alterare la propria apparenza è cresciuto del 106% tra il 1997 ed il 2012.

17 L’apparenza non è solo un problema per i giovani. Una ricerca ha scoperto che i sia i bambini intorno ai 5 anni che gli adulti anche maggiori di 80 anni sono preoccupati del modo in cui vengono visti.

18 Cosa credono le persone dell’apparenza? Alcune persone pensano che sarebbero più felici ed avrebbero una vita migliore (per esempio una carriera di successo, un partner affettuoso, buoni amici, una bella casa, una macchina veloce) se fossero più attraenti o avessero un corpo migliore oppure lunghi e splendenti capelli.

19 Da Tiggemann, M., Gardiner, M. & Slater, A. (2000). Credo che le persone pensino: oh devo apparire in quel modo perché credono che avranno di riflesso anche una vita perfetta. Se sono bello/a, se sono attraente, se sono magro/a allora anche qualunque altra cosa nella mia vita deve riuscire, verrò promosso/a, avrò un ragazzo/a, avrò una grande vita sociale.

20 Queste convinzioni sono conosciuti come “Miti di Bellezza” e una ricerca ha mostrato come siano non veritieri: la felicità e la contentezza non sono associati con l’apparenza fisica.

21 Apparire “differenti” Più del 20% della popolazione mondiale appare in modo differente rispetto a ciò che viene considerato essere “la norma”. Ciò si riferisce alla “deformazione”, “vistosa differenza”, “apparenza alterata” oppure “apparenza insolita”.

22 ‘Vistosa Differenza’ si riferisce a: condizioni presenti dalla nascita (per esempio la labioschisi e la palatoschisi) condizioni che si sviluppano nel tempo (per esempio la condizione della pelle, la vitiligine) il risultato di incidenti (come per esempio un incendio) il risultato di malattie (per esempio l’impatto dovuto ai trattamenti contro il cancro)

23 Vivere con una differenza ben visibile può presentare un grande numero di sfide, incluso: Essere fissati Sentirsi chiedere il perché di tale diversità Essere evitati, perché le altre persone non sanno come comportarsi Queste reazioni possono colpire la vita di una persona in molti modi inclusi l’immagine del proprio corpo, l’autostima, la fiducia, l’identità e la qualità della vita

24 È stato stimato che 148 milioni di persone in Europa hanno qualche tipo di differenze fisica. Una ricerca del Regno Unito condotta su un campione di più di 1200 persone con una serie di differenze fisiche ha scoperto che più del 65% ha un alto livello di problemi e di ansie rispetto le proprie situazioni sociali, e tende ad evitarle proprio in virtù dell’apparenza.

25 Attività facoltativa: Quale di queste persone pensi sia più dispiaciuta per la propria apparenza, e come pensi questo influisca nella sua vita? Kathryn è una studentessa di 19 anni. Ha cicatrici sul volto, collo e spalle dovute a lesioni da scottatura causate da una bevanda calda quando aveva due anni. David ha 22 anni ed è un ingegnere informatico. Ha una cicatrice di 3 cm sulla sua guancia destra come conseguenza di un incidente avvenuto due anni fa.

26 Risposta: Dalle informazioni che ti sono state fornite, è impossibile che tu sappia quale persona sarebbe la più dispiaciuta per la propria apparenza. Possiamo sapere se l’aspetto fisico di qualcuno da loro fastidio, e se così quale impatto ha sulla loro vita, solo chiedendo o guardando come agiscono e come interagiscono con le altre persone.

27 Forse incredibilmente, l’impatto psicologico e personale delle differenze non viene associato con: L’età della persona Il loro genere sessuale La grandezza della cicatrice/deformazione La causa della cicatrice/deformazione Ciò che può risultare importante per queste persone è quanto evidente risulta essere la loro differenza alle altre persone, e quanto si sentano ben supportate dalla famiglia e dagli amici.

28 Molte persone credono, spesso non correttamente, che chiunque sembri diverso per qualsiasi ragione (per esempio una cicatrice sul volto) sarebbe infelice e vorrebbe cambiare il modo in cui appare. Ma ci sono molto esempi di persone che hanno un aspetto insolito (o vistose differenze) che non vorrebbero cambiare il loro aspetto e, nonostante le sfide che si trovano ad affrontare, si adattano bene.

29 Per esempio: James Partridge si trovò in un incendio quando la sua macchina si schiantò all’età di 18 anni. Considera il suo attuale aspetto come parte integrante di ciò che lui è e, dopo molte operazioni chirurgiche, non vorrebbe affrontarne altre per cambiare la sua situazione. Adam Pearson ha una condizione conosciuta come Neurofibromatosi (NF1). Si è sottoposto a più di 20 operazioni e, come James, considera il suo aspetto come una parte importante di ciò che lui (see Partridge & Pearson 2008 )

30 InsoddisfattiSoddisfatti In conclusione, le persone di qualunque aspetto,età, sesso o estrazione sociale possono essere ovunque su un continuum tra l’essere molto soddisfatti e molto insoddisfatti del modo in cui appaiono:

31 Domande per la discussione: Perché pensi che alcune persone sono felici del modo in cui appaiano mentre altre sono insoddisfatte? Che cosa pensi causi questa insoddisfazione?

32 L’immagini dei Media Molte foto che Media propongono sono state modificate, e le persone ancora non aspirano ad averle come propri modelli né a spendere tanto tempo e soldi provando a raggiungere qualcosa che è probabilmente irreale ed impossibile.

33 Attività: Guarda questo video, che mostra come le immagini nei media possono essere manipolate. (Martin, please embed the Evolution video here) A A

34 L’influenza dei media non è la sola che incide nella visione delle persone sul modo in cui apparire. Le proprie credenze sull’apparenza fanno la differenza: – Ci sono persone che pensano che l’apparenza sia più importante rispetto ad altre che non lo pensano. – Alcune persone pensano che gli altri li giudicheranno a causa della loro apparenza, nonostante agli altri non importi molto di questo.

35 Famiglie & amici sono anch’essi molto influenti attraverso: – Le attenzioni e l’importanza che danno all’apparenza. – Come ne parlano. Hai un bell’aspetto, hai tinto i capelli? Hai perso peso? Sembra grande la mia scottatura?

36 Un’attività per la settimana a venire: Prova a non rimanere coinvolto in conversazioni negative sul tuo aspetto, o quello degli altri. La prossima volta che uno dei tuoi amici/amiche dirà qualcosa come “mi sento così grasso/a…” o “oh no, un altro capello grigio!” prova a cambiare la conversazione in un modo più positivo invece che contribuirne.

37 L’insoddisfazione per la propria apparenza è un problema? L’insoddisfazione per la propria apparenza può avere conseguenze dal punto di vista fisico, psicologico, sociale ed economico. Tali aspetti saranno trattati più dettagliatamente nelle prossime sessioni, ma possono includere:

38 Disordini alimentari Eccessivo esercizio Uso di Steroidi Ansia Riduzione della sicurezza e dell’autosti ma Evitare attività sociali Avversità finanziarie Preoccupaz ione dagli amici & famiglia Riduzione della qualità della vita Depressione Fumare per mantenere il peso corporeo basso Difficoltà nelle relazioni Decisioni su trattamen ti medici Mancan za di esercizi o Conforto nella chirurgia estetica

39 Per esempio: Condotte alimentari disordinate (incluse tecniche di purga come il digiuno, diete estreme, vomito, uso di lassativi) vengono associati con lo sviluppo di disordini alimentari (Spear 2006): un’indagine condotta su 290 donne di età compresa tra i anni ha scoperto che il 14.8% ha un disordine alimentare (Midlarsky & Nitzburg 2008) Nel 2007, più di 10,000 procedure di ingrandimento dei seni sono state portate a termine nel Regno Unito su donne di età compresa tra i 18 e 19 anni (Sarwer et al 2009) I ragazzi invece sono occupati col sollevamento pesi, mangiano di più, utilizzano integratori alimentari e steroidi per costruirsi muscoli (Smolak & Stein 2010)

40 Domanda facoltativa per la discussione: Cosa pensi potrebbe essere fatto per ridurre i livelli dei problemi relativi all’apparenza?

41 Attività facoltativa: Credi che l’apparenza abbia importanza nel contesto della formazione professionale? 1.Alza la mano se lo pensi 2.Alza la mano se non lo pensi 3.Alza la mano se non sei sicuro o non sai cosa rispondere Discussione: se hai cambiato idea nel corso della sessione, che cosa è cambiato nello specifico?

42 Sommario: Avendo completato questo modulo dovresti aver compreso: Quanto l’apparenza fisica influenzi i nostri giudizi sugli altri La natura, la frequenza e le conseguenze dei problemi connessi all’apparenza the nature, Le problematiche particolari affrontate dalle persone che hanno evidenti diversità (deformazioni) di qualsiasi tipo


Scaricare ppt "Modulo 1: L’Apparenza Conta? Un’introduzione Progetto Nr: 527463-LLP-1-2012-1-UK-LEONARDO-LMP Agreement Nr: 2012 – 3630 / 001 – 001 Il presente progetto."

Presentazioni simili


Annunci Google