La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. 2 Il controllo ispettivo sull’esecuzione penale Riguarda l’attività di cancelleria e segreteria Successiva al formarsi del giudicato IRREVOCABILITA’

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. 2 Il controllo ispettivo sull’esecuzione penale Riguarda l’attività di cancelleria e segreteria Successiva al formarsi del giudicato IRREVOCABILITA’"— Transcript della presentazione:

1 1

2 2 Il controllo ispettivo sull’esecuzione penale Riguarda l’attività di cancelleria e segreteria Successiva al formarsi del giudicato IRREVOCABILITA’ (art.648 c.p.p.) IRREVOCABILITA’ (art.648 c.p.p.) ESECUTIVITA’(art.650 c.p.p.) ESECUTIVITA’(art.650 c.p.p.) GIUDICATO (artt c.p.p.) GIUDICATO (artt c.p.p.)

3 3 Legittimità Tempestività Effettività Prevenzione

4 4 Aspetto normativo Aspetto di efficienza Analisi funzionale il collegamento tra la normativa vigente pro tempore ed i “criteri di codificazione” dei comportamenti operativi il collegamento tra la normativa vigente pro tempore ed i “criteri di codificazione” dei comportamenti operativi l’adeguamento dell’operato alla cadenza temporale prevista per l’espletamento dei vari adempimenti l’adeguamento dell’operato alla cadenza temporale prevista per l’espletamento dei vari adempimenti la ridefinizione dei “flussi dei dati” attraverso i vari uffici amministrativi la ridefinizione dei “flussi dei dati” attraverso i vari uffici amministrativi

5 5 Gli adempimenti della cancelleria del giudice dell’esecuzione (art. 28 reg.esec. c.p.p.) A Artt.27 e 28 Regolamento per l’esecuzione del c.p.p.

6 6 Corretta Formazione titolo esecutivo Iscrizioni al casellario Tempestiva trasmissione al P.M. Tempestiva trasmissione al P.M. Esecuzione delle disposizioni civili Esecuzione delle disposizioni civili Questioni concernenti la eseguibilità del titolo esecutivo Adempimenti da esitare Esecuzione pena pecuniaria Esecuzione pena pecuniaria Esecuzione della confisca Esecuzione della confisca

7 7  gli arretrati negli adempimenti  La prescrizione della pena pecuniaria  I ritardi

8 8  nella formazione e trasmissione degli estratti esecutivi  nelle iscrizioni al casellario  nella destinazione dei beni confiscati

9 9 Gli adempimenti della cancelleria del giudice dell’esecuzione (art. 28 reg.esec. c.p.p.) Art. 29 Regolamento per l’esecuzione del c.p.p. Art. 29 Regolamento per l’esecuzione del c.p.p.

10 10 Accertamenti preliminari relativi alla effettiva eseguibilità della pena Iscrizione sul registro delle esecuzioni Iscrizione sul registro delle esecuzioni formazione del fascicolo formazione del fascicolo trasmissione fascicolo al P.M. per le determinazioni trasmissione fascicolo al P.M. per le determinazioni Istruttoria per l’esecuzione esecuzione del provvedimento emesso dal Pubblico Ministero Tenuta di scadenzari - adempimenti connessi all’espiazione della pena

11 11 I flussi di lavoro I flussi di lavoro La regolare tenuta dei registri: iscrizioni ed annotazioni La regolare tenuta dei registri: iscrizioni ed annotazioni La corretta formazione dei riepiloghi annuali La regolarità e tempestività degli adempimenti di segreteria La regolarità e tempestività degli adempimenti di segreteria I tempi dell’esecuzione I tempi dell’esecuzione Eventuali casi di prescrizione della pena per decorso del tempo (art. 72 c.p.) Eventuali casi di prescrizione della pena per decorso del tempo (art. 72 c.p.)

12 12 LLLLe attività del P.M. sono variamente disciplinate in relazione alle statuizioni contenute nel provvedimento da eseguire.

13 13 Entro 30 giorni Consegnato al condannato Notificato al difensore opposizione davanti al G.E. opposizione davanti al G.E. SimeoneSimeone con decreto di sospensione con decreto di sospensione Entro 30 gg. Istanza di misure alternative.. Tribunale di Sorveglianza: decide entro 45 gg. Revoca d. s. Respinge istanza.. Tenuta di scadenzari -

14 14

15 15 L’Aspetto organizzativo del servizio I carichi di lavoro Le pendenze Il monitoraggio dei tempi per “fase” Consulenza ed orientamento agli Uffici per l’autocontrollo e l’autocorrezione Interventi di “accompagnamento” alla regolarizzazione Al fine di individuare le vulnerabilità e prevenire errori e criticità Rileva fabbisogni formativi

16 16 Per fattori interni Per fattori esterni L Le esecuzioni in corso

17 17 IIIIndividuare il numero di esecuzioni iscritte senza alcuna attività  C C C Controllare i tempi istruttori  C C C Controllare la correttezza degli adempimenti istruttori

18 18 rilevare a campione i tempi di trasmissione ad altri Uffici (Sorveglianza e G.E.) e rilevarne i tempi di giacenza a data ispettiva esaminare le posizioni delle esecuzioni con data remota verificare la periodicità nelle ricerche degli irreperibili

19 19

20 20

21 21

22 22

23 23

24 24

25 25

26 26 Interdizione legale durante la pena Interdizione dai pubblici uffici Interdizione dai pubblici uffici Pubblicazione sentenze Pubblicazione sentenze

27 27 Riguarda la trasmissione e la tempestività, al magistrato di sorveglianza competente per i provvedimenti previsti dall’art. 679 in occasione dell’emissione dell’ordine di carcerazione

28 28

29 29 Le difficoltà nell’esecuzione

30 30 Trasmette la sentenza irrevocabile (entro 15 giorni da quello in cui è divenuta irrevocabile) ai competenti uffici (regionali / comunali ) al fine dell’esecuzione”.

31 31

32 32 Delega accertamenti sullo stato dell’opera da demolire Diffida \ingiunzione a demolire, con termine Scaduto il termine, il P.M. incarica la Polizia Municipale di verificare l’ottemperanza Se non si è demolito il P.M. emette ordine di esecuzione, unitamente richiesta al SIIT secondo quanto disposto dalla convenzione interministeriale Dall’esito della risposta del SIIT, il P.M. potrà scegliere se affidare l’incarico ad imprese private o alle strutture tecnico operative del Ministero della difesa. Dal 2006 si procede secondo la procedura stabilita nella convenzione stipulata il 15 dicembre 2005 tra il Ministero della giustizia, il Ministero della difesa ed il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Le spese di demolizione: circolare del 16 marzo 2006

33 33 Le procedure sopravvenute e le procedure pendenti Le modalità di esecuzione delle procedure L’attività svolta I tempi dell’esecuzione La correttezza degli adempimenti secondo la normativa vigente pro tempore Il pagamento delle spese (se le somme sono state pagate dal Comune su anticipazione della CDP o se sono state pagate dall’Ufficio giudiziario) La comunicazione del decreto di pagamento al beneficiario ed alle parti ai sensi dell’art. 169 T.U. Trasmissione degli atti per il recupero anche nel caso di sentenze di patteggiamento

34 34

35 35 b) Insolvenza: b.1)rateizzazione b.2) differimento della conversione 3) Esecuzione mediante magistrato di sorveglianza c) Insolvibilità: conversione 2) Riscossione mediante ruolo a.1) Il concessionario riprende la riscossione sul bene individuato dal magistrato Debitore irreperibile 1) Pagamento spontaneo a) Se si accerta la solvibilità Se la procedura coattiva rimane infruttuosa, il concessionario provvede a darne comunicazione alla cancelleria del G.E. chiedendo il discarico per inesigibilità ex art. 19 D.lvo 112\99 La cancelleria G.E. trasmette al P.M. che inoltra Sorveglianza

36 36 NNNNotifica ex art.143 c.p.c. AAAAnnullamento del credito AAAAtti in Procura per esecuzione pena detentiva IIIIn caso di reperibilità: atti all’URC NNotifica ex art.143 c.p.c. AAnnullamento del credito EEEEventuale riviviscenza

37 37 Le sanzioni irrogabili (art. 52 e ss. D.lgs n.274\00):

38 38 Procedura farraginosa Inefficacia del sistema comunicativo Recupero inutile

39 39

40 40 Il “catalogo sanzionatorio”: sono state introdotte nuove pene, le pene “para - detentive”, che possono essere sostituite con pene pecuniarie Non si applica la sospensione condizionale della pena (art. 60) Non si applicano le sanzioni sostitutive ex lege 689/81 (art. 62). Casellario: nei certificati del casellario giudiziale, richiesti dal privato, non compaiono le sentenze emesse (art.45)

41 41 LLLLa controversa disciplina delle impugnazioni: art. 36 D.lgs. n. 274\2000

42 42 Le sanzioni irrogabili (art. 52 e ss. D.lgs n.274\00): p pena pecuniaria ermanenza domiciliare l lavoro di pubblica utilità I Il divieto di accesso a luoghi specifici (pena accessoria: art. 53, terzo comma.).

43 43 Il compito di controllare l’adempimento degli obblighi è attribuito all’Ufficio di P.S. del luogo in cui il condannato sconta la pena o, in mancanza di tale ufficio, al Comando dei Carabinieri competente per territorio.Il compito di controllare l’adempimento degli obblighi è attribuito all’Ufficio di P.S. del luogo in cui il condannato sconta la pena o, in mancanza di tale ufficio, al Comando dei Carabinieri competente per territorio. Ordine di esecuzione È trasmesso all’Ufficio di P.S. o al Comando dei CC. Per la consegna al condannato con l’ammonimento di attenersi alle prescrizioni

44 44 G li Uffici EPE eseguono, su richiesta del Magistrato di Sorveglianza, le inchieste sociali utili a fornire i dati occorrenti per l'applicazione, la modificazione, la proroga e la revoca delle misure di sicurezza e per il trattamento dei condannati e degli internati. Si adoperano per assicurare il reinserimento nella vita libera dei sottoposti a misure di sicurezza non detentive.

45 45 GRAZIE PER L’ATTENZIONE ! Maria Assunta Brancaforte


Scaricare ppt "1. 2 Il controllo ispettivo sull’esecuzione penale Riguarda l’attività di cancelleria e segreteria Successiva al formarsi del giudicato IRREVOCABILITA’"

Presentazioni simili


Annunci Google