La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011 - 2013 Comune di Riomaggiore Allegato Bilancio 201.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011 - 2013 Comune di Riomaggiore Allegato Bilancio 201."— Transcript della presentazione:

1 RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA Comune di Riomaggiore Allegato Bilancio 201

2 Relazione previsionale e programmatica I N D I C E Introduzione SEZIONE 1 -Caratteristiche generali della popolazione, del territorio, dell'economia insediata e dei servizi dell'ente 1.1 Popolazione 1.2 Territorio 1.3 Servizi Personale Le strutture Organismi gestionali Funzioni esercitate su delega economia insediata SEZIONE 2 - Programmi e progetti SEZIONE 3 – Analisi delle risorse 3.1 Risorse per la realizzazione del programma – entrate 3.2 Spesa prevista per la realizzazione del programma SEZIONE 4 - Stato di attuazione dei programmi deliberati negli anni precedenti e considerazioni sullo stato di attuazione SEZIONE 5 - Considerazioni finali

3 INTRODUZIONE Sulla base dell’art. 170 del D.Lgs. 267/2000 e del D.P.R. 326/98, con il presente volume vengono descritte le caratteristiche territoriali e socio-economiche dell’area in cui il Comune di Riomaggiore svolge i propri compiti istituzionali. L’individuazione dei programmi è strettamente correlata alla valutazione delle risorse interne, finanziarie, umane e strumentali disponibili per la realizzazione dei programmi stessi ed alla indicazione degli obiettivi degli organismi gestionali di cui l’ente si avvale per la realizzazione di alcuni servizi.

4 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI DELL'ENTE SEZIONE 1

5 1.1 - POPOLAZIONE

6 DATINUMERO Popolazione legale al Censimento Popolazione residente al 31/12/2007 precedente (ART. 156 D.L.vo 267/2000) Tot.1709 di cui maschi 799 di cui femmine 910 di cui nuclei familiari 922 di cui comunità / convivenze 1

7 DATINUMERO Popolazione all'1/1/ Nati nell'anno Deceduti nell'anno30 saldo naturale Immigrati nell'anno Emigrati nell'anno56 saldo migratorio-12

8 DATINUMERO Popolazione al 31/12/ anni anni anni anni oltre 65 anni556

9 ultimo quinquennio Tasso di natalità Tasso di mortalità saldo naturale Anno 20030,451,99 -1,54 Anno 20040,511,99 -1,48 Anno 20050,451,99 -1,54 Anno 20060,511,19 -0,68 Anno 20070,871,99 -1, Popolazione massima insediabili urbanistico vigenti abitanti 0 eliminato Livello di istruzione della popolazione residente –nessun dato Condizione socio-economica delle famiglie – nessun dato

10 L’analisi della popolazione potrà essere maggiormente strutturata una volta che verranno restituiti i dati sul censimento Va sottolineato che questi dati si riferiscono all’ annualità Nel periodo successivo si prevede che ci siano state variazioni alla luce di cambiamenti nazionali e locali. Sulla base dei dati disponibili emerge che la popolazione è in calo sia perché i decessi superano le nascite di 15 unità sia perché le emigrazioni sono superiori alle immigrazioni di 12 unità. La popolazione sopra i 65 anni è di circa il 33 %. La percentuale è particolarmente rilevante, anche se rispecchia il trend italiano, ma soprattutto ligure e si collega anche ad un baso tasso di natalità che non è significativamente variato nel tempo.

11 1.2 - TERRITORIO

12 Superficie in Kmq 10, RISORSE IDRICHE Laghi n. 0 Fiumi e Torrenti n STRADE Statali Km 8,00 Provinciali Km 7,00 Comunali Km 15,00 Vicinali Km 4,00 Autostrade Km 0, PIANI E STRUMENTI URBANISTICI VIGENTI Piano regolatore adottato SI X NO __ Piano regolatore approvato SI X NO __ Programma di fabbricazione SI __ NO X Piano di edilizia economica e popolare SI __ NO X PIANO INSEDIAMENTI PRODUTTIVI Industriali SI __ NO X Artigianali SI __ NO X Commerciali SI __ NO X Esistenza della coerenza delle previsioni annuali e pluriennali con gli strumenti urbanistici vigenti(art. 170, comma 7, D.L.vo 267/2000) SI __ NO X AREA INTERESSATA AREA DISPONIBILE P.E.E.P. 0,00 0,00 P.I.P. 0,00 0,00

13 Prevedendo un progressivo ripristino nei prossimi 3 anni della struttura degli uffici comunali non si esclude di iniziare in tale periodo a programmare la realizzazione del Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.) quale strumento fondamentale anche perché ad oggi è ancora in vigore il Piano regolatore adottato dal Consiglio Comunale nel 1992 e approvato dalla Regione nel Sarà, inoltre, necessario effettuare alcune modifiche urbanistiche al fine di permettere la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali che abbiano come scopo sia quello di rispondere ai bisogni dei cittadini residenti, sia alle esigenze turistiche che questo territorio è chiamato a soddisfare. PIANIFICAZIONE DEL PAESAGGIO E INFRASTRUTTURE E’ prevista la messa in sicurezza dei sentieri che collegano: - località Fossola con Torre Guardiola - la stazione ferroviaria di Riomaggiore con Via San Giacomo Si prevede il rifacimento delle dighe frangiflutti antistanti i paesi di Riomaggiore e Manarola con possibilità non solo di rifacimento definitivo della struttura, ma di un possibile ingrandimento delle stesse e del loro utilizzo anche come passeggiata ed approdo dei battelli. In prospettiva si programma la riqualificazione dell’area di proprietà del Comune ubicata in località Pianca nel territorio Comunale di Vernazza. Le finalità delle attività che verranno svolte in questa struttura avranno una logica ludico educativa (es. fattoria didattica e parco avventura) con l’obiettivo di avvicinare i giovani all’ambiente ed alla natura. Si prevede la messa in sicurezza di alcune zone quali l’arpaio nella località di Manarola e la pulitura dei canali che attraversano i paesi. STRADE E PARCHEGGI Si prevede di riappropriarsi dei parcheggi di proprietà comunale ad oggi affidati a terzi e di acquisire nuove aree da destinare a parcheggio a pagamento.

14 1.3- SERVIZI

15 DOTAZIONE ORGANICA VIGENTEDOTAZIONE ORGANICA RIDETERMINATA POSTI IN ECCEDENZA CATEGORIA DI ACCESSO PROFILO PROFESSIONALE NUMERO POSTI IN ORGANICO PERSONALE IN SERVIZIO AL 31/12/10 CATEGORIA DI ACCESSO PROFILO PROFESSIONALE NUMERO POSTI IN ORGANICO B C1 B D1 C1 B C1 B Anagrafe stato civile Ragioneria e tributi Segreteria protocollo e urp Resp.le Ufficio tecnico Amm.vo ufficio tecnico Maestranze comunali Com.te polizia municipale Vigili urbani Amm.vo attività produttive B C1 B C1 B C5 C3 D6 C5 B7 B6 C3 C1 C D4 D1 D PERSONALE Si prevede di associare il servizio di Polizia Municipale con i Comuni limitrofi, così come richiesto dalla normativa vigente. I servizi sociali risultano già associati con i Comuni rivieraschi.

16 1.3.2 LE STRUTTURE TIPOLOGIA ANNO 2010 ANNO 2011 ANNO 2012 ANNO Asili nido Scuole materne STATALI Scuole elementari STATALI Scuole medie STATALI Strutture residenziali per anziani Farmacie Comunali Rete fognaria in Km. Bianca 00* Nera Mista Esistenza depuratoreno Rete acquedotto in Km Attuazione servizio idrico integratono Aree verdi, parchi, giardini2 (hq 0) Punti luce illuminaz.pubblica Rete gas in Km Raccolta rifiuti in quintali Civile Industriale Diff.tasi Esistenza discaricano Mezzi operativi0? ?? Veicoli | Centro elaborazione datino Personal computer Altre strutture (specificare) es. biblioteche musei ed altre strutture// 1 * per la rete Rete Fognaria Bianca perché è un numero che potrebbe variare a seguito di un censimento degli scarichi di acque bianche ancora da effettuare.

17 1.3.3 ORGANISMI GESTIONALI TIPOLOGIAANNO 2010ANNO 2011ANNO 2012ANNO Consorzi Aziende Istituzioni – Società di capitali Concessioni – …… in fase di liquidazione A.C.A.M. S.P.A: La gestione del servizio di smaltimento rifiuti, dell’acquedotto, delle acque nere e del metano è affidata alla società facente parte del Gruppo ACAM A.T.C. - AZIENDA TRASPORTI CONSORTILI: il Comune di Riomaggiore è un ente associato con numerosi altri enti Sistema Turistico Locale

18 FUNZIONI ESERCITATE SU DELEGA Funzioni e servizi delegati dallo Stato () -Riferimenti normativi -Funzioni o servizi -Trasferimenti di mezzi finanziari -Unità di personale trasferito Funzioni e servizi delegati dalla Regione (Idem sopra) -Riferimenti normativi -Funzioni o servizi -Trasferimenti di mezzi finanziari -Unità di personale trasferito

19 1.4 - ECONOMIA INSEDIATA

20 Il turismo è il settore fondamentale per l’assetto economico locale. La gestione dei servizi collegati al turismo è stata, ad oggi, garantita dall’ Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre tramite lle cooperative locali finalizzate ad accoglienza, manutenzione sentieristica, trasporto ecc.. Il sistema turistico esistente fino ad oggi, va tuttavia ripensato cercando di stimolare anche l’imprenditoria privata, soprattutto giovanile (favorire l’apertura di locali attraverso, ad esempio, i cambi i destinazione d’uso ecc.). La presenza di un ambiente e di un territorio fragile e complesso come quello del territorio comunale impone all’ amministrazione la necessità di integrare il turismo con la gestione e la salvaguardia del territorio favorendo e agevolando la nascita e lo sviluppo di quelle aziende agricole che fanno delle peculiarità locali un punto di forza. In questo senso diventa anche importante che l’amministrazione si faccia portavoce, nelle sedi preposte, delle problematiche segnalate dalla popolazione e da tutti i portatori di interesse come ad esempio l’abbattimento dei cinghiali per evitare la distruzione delle coltivazioni. Una volta ristabilito un equilibrio istituzionale ed economico un altro passo dell’amministrazione potrebbe essere quello di individuare nuove forme di incentivi che supportino le persone intenzionate ad investire nel settore agricolo.

21 PROGRAMMI E PROGETTI SEZIONE 2

22 Le difficoltà di realizzazione di programmi e progetti nel corso del 2011 sono dovute alla situazione deficitaria in cui si trova il Comune di Riomaggiore. Nonostante queste difficoltà, si stanno programmando degli interventi a favore della riqualificazione e del mantenimento del decoro delle marine, inizialmente concentrandosi sulla diga frangiflutti, ma progettando anche un miglioramento definitivo delle strutture, con un possibile ingrandimento di essa e del suo utilizzo anche come passeggiata ed approdo di battelli per trasporto passeggeri (una volta riassestata la situazione defiiciitaria ). Per garantire, il decoro delle marine diventa fondamentale anche realizzare gli impianti di depurazione,come già previsto nelle relazioni previsionali e programmatiche delle amministrazioni precedenti e mai realizzato. La viabilità è un altro aspetto che vuole essere affrontato per permettere una fruibiità del centro storico nel rispetto delle caratteristiche del paese e dell’ambiente. La fruibilità dei paesi dal punto di vista turistico può essere ripensata sia rivedendo la segnaletica e rivalutando, con i portatori di interesse in merito, i servizi offerti al turista nel territorio comunale. La gestione della viabilità potrebbe permettere anche di rivedere la pavimentazione dei centri storici. Territorio e turismo sono i due punti centrali che spingono l’amministrazione a prevedere sia interventi volti al recupero della rete sentieristica in collaborazione con altri enti istituzionali e con i diversi portatori d’interesse, sia la riqualificazione di zone di proprietà comunali che si possono prestare a valorizzare il rapporto tra uomo ed ambiente (terreni in zona Pianca)

23 ANALISI DELLE RISORSE SEZIONE 3

24 3.1 - RISORSE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA – ENTRATE Entrate Annualit à 2009 Annualit à 2010 Scostamento tra 2010 e 2011 Previsione 2011 Previsione 2012 Previsione 2013 Titolo I , , , , , ,36 Titolo II , , , , ,57 Titolo III , , , , , ,00 Titolo IV , , ,00 Titolo V , , ,00 Totale , , ,93

25 In merito al gettito ICI nella costruzione del bilancio di previsione 2011 l’Amministrazione ha dovuto tenere conto delle significative modifiche normative intervenute in materia. Nell’anno 2008 il decreto legge 27 maggio 2008 n. 93 convertito con la legge 24 luglio 2008 n. 126 ha sancito l’esenzione totale dall’ICI dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e pertinenze. Tale intervento normativo ha comportato una perdita di gettito per l’ente di circa € ,00 causando significativi problemi alla gestione a seguito dell’incertezza nell’ammontare dei trasferimenti statali che avrebbero dovuto coprire il minor introito Ici. A tal proposito per il recupero ICI prima casa, la legge di stabilità anno 2011 prevede uno stanziamento di 3 miliardi 364 milioni di euro di trasferimenti compensativi per minori introiti ICI prima casa. In più nell’anno 2011 è previsto uno stanziamento una tantum di 344 milioni di euro a copertura totale dei minori introiti ICI relativi all’annualità di competenza Per definire le previsioni di bilancio si fa riferimento ai dati storici dei versamenti ed ai dati relativi agli accertamenti effettuati e previsti alla luce delle novità normative introdotte. L’attività di accertamento dell’imposta deriva dalle sinergie dell’attività di rilevazione del territorio e dell’attività di controllo e verifica delle banche dati I.C.I., Catasto, Conservatoria, Concessioni edilizie e, relativamente ai fabbricati industriali, attraverso la lettura delle scritture contabili. La previsione del gettito per l’anno 2011 è pari a € ,00. Imposta comunale sulla pubblicità: il gettito è previsto in € 3.500,00 Addizionale comunale IRPEF gettito previsto € ,00 : per l’anno 2011 l’aliquota dell’Addizionale Comunale all’Irpef approvata con C.C. n……... ( Per effetto di quanto previsto dall’articolo 1 comma 169 della Legge 296/2006 ( Finanziaria 2007) gli enti locali deliberano le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione. Dette deliberazioni, anche se approvate successivamente all'inizio dell'esercizio purché entro il termine innanzi indicato, hanno effetto dal 1° gennaio dell'anno di riferimento. In caso di mancata approvazione entro il suddetto termine, le tariffe e le aliquote si intendono prorogate di anno in anno.)

26 Dimostrazione dei proventi dei beni dell’ente iscritti in rapporto all’entità dei beni ed ai canoni applicati per l’uso di terzi, con particolare riguardo al patrimonio disponibil i  CERIFICARE DELIBERA VALORIZZAZIONE PATRIMONIO Relazioni tra proventi di oneri iscritti e l’attuabilità degli strumenti urbanistici vigenti. L’art. 2 comma 8 della Legge n. 244 del (legge finanziaria 2008) prevede che i proventi delle concessioni edilizie e delle sanzioni previste dal Testo Unico di cui al DPR n. 380 possano essere destinati nel triennio 2008/2010 al finanziamento di spese correnti entro il limite non superiore al 50% per il finanziamento di spese correnti ed un ulteriore quota non superiore al 25% per le spese di manutenzione ordinataria del patrimonio comunale. L’articolo 1 comma 1 del D.L. 225/ ha previsto la proroga al dell’utilizzo degli oneri di urbanizzazione nelle percentuali sopra indicate. Il Comune di Riomaggiore non ha utilizzato oneri di urbanizzazione per il finanziamento di spesa corrente. - Proventi da sanzioni al codice della strada Le proiezioni sul 2011 fanno ipotizzare le seguenti previsioni di entrata per le sanzioni amministrative e per le violazioni al Codice della strada. L’importo dei proventi derivanti da sanzioni al codice della strada è stato quantificato in: € per il 2011, - Dimostrazione del rispetto dei limiti del ricorso alle anticipazioni di tesoreria. Si riconferma una precisa attenzione e correttezza nella gestione dei flussi di cassa derivanti da anticipazioni di cassa. Infatti per non appesantire gli oneri finanziari a carico del bilancio derivanti dagli interessi passivi su anticipazioni si prevede che il ricorso a tale strumento finanziario non possa superare, nel pieno rispetto del dettato normativo, la somma di euro

27 Le entrate in conto capitale da enti terzi sono quelle che ci permettono di poter programmare alcuni interventi per il territorio. Nel 2011 infatti si prevede di utilizzare i contributi dell’ Ente Parco Nazionale delle 5 Terre per i seguenti interventi: - manutenzione straordinaria via amore ( € ); - messa in sicurezza della via dell’amore (€ ); - ripristino sentiero azzurro (60.000). Entro il 2013 sono, inoltre, previsti gli stanziamenti di per il recupero della rete sentieristica che si trova nella zona limitrofa o interna al centro storico dei paesi. Si prevede inoltre un contributo di da parte della Regione Liguria per progetti in merito alle dighe frangiflutti antistanti i paesi di Riomaggiore e Manarola. Anche le entrate del codice della strada permettono di prevedere alcuni progetti mirati al miglioramento della viabilità, incrementando i servizi di polizia municipale, rivedendo la segnaletica e ripensando interventi volti a favorire la gestione del traffico.

28 3.2 - SPESA PREVISTA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE CORRENTI PER INTERVENTO Spese Annualit à 2009 Annualit à 2010 Scostamen to 2011/12 Previsione 2011 Previsione 2012 Previsione 2013 Titolo I , , , , ,98 Titolo II , , ,00 Titolo III , , , , ,95 Totale , , ,93 Previsioni 2011 Previsioni 2012 Previsioni – Personale , – Acquisto di beni di consumo e materia prime , , ,20 03 – Prestazioni di servizi , , – Utilizzo di beni di terzi , , ,00 05 – Trasferimenti , – interessi passivi e oneri finanziari , – Imposte e tasse , – Oneri straordinari gestione corrente , – Ammortamenti di esercizio – Fondo svalutazione crediti 8.442, , – Fondo di riserva , , Totale spese correnti , ,98

29 STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI DELIBERATI NEGLI ANNI PRECEDENTI E CONSIDERAZIONI SULLO STATO DI ATTUAZIONE SEZIONE 4

30 A seguito dell’inchiesta giudiziaria e della situazione deficitaria in cui versa il Comune di Riomaggiore non risulta possibile analizzare lo stato di attuazione dei programmi deliberati negli anni precedenti.

31 CONSIDERAZIONI FINALI SEZIONE 5

32 VALUTAZIONI FINALI DELLA PROGRAMMAZIONE Al di la della programmazione, il primo obiettivo è quello di ristabilire una struttura comunale efficace ed efficiente. Tale struttura è stata,infatti, scossa dall’inchiesta giudiziaria e dalla scoperta dell’importante stato deficitario in cui versa l’ente. Questi elementi hanno minato l’equilibrio della struttura stessa, equilibrio che, alla data dell’elezione, non era stato ancora ristabilito. Va, inoltre, sottolineato che l’attuale amministrazione si è trovata nella condizione di dover approvare un bilancio di previsione 2011 solo a seguito del suo insediamento avvenuto con le elezioni amministrative del 16 maggio I primi mesi dell’esercizio 2011 sono stati gestiti dal Commissario Prefettizio. L’attuale amministrazione potrà dunque avere la reale possibilità di compiere autonomamente scelte programmatiche e di redigere un bilancio preventivo in base a tali scelte solo con nell’esercizio Il Segretario Il Direttore Generale Il Responsabile della Programmazione Il Responsabile del Servizio Finanziario Timbro dell' ente Il Rappresentante Legale


Scaricare ppt "RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011 - 2013 Comune di Riomaggiore Allegato Bilancio 201."

Presentazioni simili


Annunci Google