La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sessione NUOVI SOCI. -Elena Tamburini (RTC San Miniato) -Nicola Ferretti (RTC Mugello) -Anna Bruna Geri (RC Pistoia Montecatini – “Marino Marini”) Presentiamoci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sessione NUOVI SOCI. -Elena Tamburini (RTC San Miniato) -Nicola Ferretti (RTC Mugello) -Anna Bruna Geri (RC Pistoia Montecatini – “Marino Marini”) Presentiamoci."— Transcript della presentazione:

1 Sessione NUOVI SOCI

2 -Elena Tamburini (RTC San Miniato) -Nicola Ferretti (RTC Mugello) -Anna Bruna Geri (RC Pistoia Montecatini – “Marino Marini”) Presentiamoci un po’...

3 ... presentatevi un po’ -Nome -Cognome -Club -Ruolo -Perché siete entrati nel Rotaract?

4 Il Rotaract è un’organizzazione patrocinata dal Rotary International, costituita da uomini e donne tra i 18 e i 30 anni di età, la cui finalità è fornire ai Soci l’opportunità di elevare conoscenze e capacità che contribuiscano al loro sviluppo personale, di affrontare le esigenze materiali e sociali delle loro comunità e di promuovere migliori relazioni tra i popoli del mondo attraverso l’amicizia e il servizio. Che cos’è il Rotaract?

5 La Storia Anni 60: nascono i primi “Paul Harris Circles” sotto la guida di alcuni Rotary Club. Nel 1962 nasce il “Paul Harris Circles” a Firenze, sotto la guida di Giorgio Bompani che sarà anche il primo R.D. del Distretto. Nel gennaio del 1968, il Consiglio Centrale del Rotary International, presieduto da Luther Hodges, ha approvato il Rotaract, come programma ufficiale dei Rotary Club.

6 La Storia Solo 5 giorni dopo, il 18 marzo 1968, è stato riconosciuto ufficialmente il Rotaract Firenze. Il primo in Europa e terzo nel mondo. Mentre il 7 settembre del 1968 ricevette la Carta il Rotaract Firenze EST. Il 13 marzo 1968 è stato riconosciuto ufficialmente il primo Club: il Rotaract North Charlotte, in North Carolina.

7 1.Sviluppare le capacità professionali e di leadership dei Soci; 2.Promuovere il rispetto dei diritti altrui, di principi etici e della dignità di ogni professione; 3.Fornire ai giovani l’occasione di affrontare le esigenze della comunità locale e mondiale; 4.Offrire l’opportunità di collaborare con i Rotary Club Padrini; 5.Motivare i giovani a diventare Rotariani. Gli Obiettivi

8 Le 5 Vie di Azione Azione Interna: si occupa di rafforzare l’affiatamento all’interno dei Club. Ha lo scopo di migliorare i rapporti fra Soci, curando la loro formazione e le dinamiche del gruppo. Azione Professionale: si concentra sulla formazione professionale dei Rotaractiani, con lo scopo di formare una classe di professionisti eticamente qualificati. Azione Interesse Pubblico: si occupa dei progetti e delle iniziative di service dei Club e del Distretto incentrati sul miglioramento delle condizioni di vita delle comunità. Azione Internazionale: il suo scopo è fare Rotaract creando collegamenti tra la realtà locale e tutto il mondo, attraverso gemellaggi, trip internazionali o collaborazioni di service.

9 Le 5 Vie di Azione Azioni Giovani: si occupa di iniziative rivolte ai giovani, come RYLA, di mantenere i rapporti con l’Interact e di curare l’effettivo dei Club.

10 Struttura del Club Presidente Vice Presidente Segretario Tesoriere Prefetto Consiglieri Past President

11 Le Zone Ogni Club, insieme ad altri, fa parte di un area geografica detta zona o gruppo. Per ciascuna zona, viene nominato dal RD un Delegato di Zona con il compito di coordinare i presidenti dei club del Gruppo e di fare da tramite tra il Distretto e i singoli Club

12 Le nuove Zone del Distretto 2071 D.O.C. -Arezzo -Sansepolcro -Siena -Valdelsa Lorenzo de’ Medici -Firenze -Firenze Certosa -Firenze Nord Caterina de’ Medici -Fiesole -Firenze Brunelleschi -Firenze Centenario -Firenze Est Cosimo I -Firenze Bisenzio -Firenze Sud -Mugello Tirreno -Carrara e Massa -Lucca -Viareggio Versilia

13 Le nuove Zone del Distretto 2071 Montalbano -Empoli -Pistoia Montecatini -Prato -San Miniato Mascagni -Cecina Rosignano -Livorno -Rosignano Solvay Galileo -Cascina -Pisa -Pontedera -Volterra Etruria -Follonica -Grosseto -Piombino

14 Il Distretto Tutte le zone, ed i rispettivi Club, fanno parte di un Distretto. Il Distretto è l’organizzazione che coordina, organizza e segue le attività dei club presenti sul proprio territorio. Nel nostro caso, si tratta del Distretto 2071° della Toscana.

15 I Distretti italiani

16 Giusto qualche numero.... In Italia 430 Club con Soci circa più di soci in 170 paesi nel Mondo in quasi Club Nel Distretto 2071 ci sono 31 Club per 484 soci che dovrebbero arrivare a 508 al termine dell’annata

17 Struttura del Distretto Direttivo Distrettuale: I membri del Direttivo Distrettuale insieme ai Presidenti delle Commissioni Distrettuali costituiscono l’esecutivo distrettuale Rappresentante Distrettuale (RD) Segretario Distrettuale (SD) Tesoriere Distrettuale (TD) Prefetto Distrettuale (PD) Past RD RD Incoming

18 E adesso diteci: Che cos’è il Rotaract per voi?

19 SERVICE AMICIZIA CRESCITA CONDIVISIONE SOLIDARIETÁ

20 In tre parole: UNA GRANDE OPPORTUNITÁ


Scaricare ppt "Sessione NUOVI SOCI. -Elena Tamburini (RTC San Miniato) -Nicola Ferretti (RTC Mugello) -Anna Bruna Geri (RC Pistoia Montecatini – “Marino Marini”) Presentiamoci."

Presentazioni simili


Annunci Google