La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma, 16 Settembre 2014 Telemedicina: dal dire al fare Mario Costa, Presidente Onorario Responsabile e-Health, Società Italiana Sistema 118.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma, 16 Settembre 2014 Telemedicina: dal dire al fare Mario Costa, Presidente Onorario Responsabile e-Health, Società Italiana Sistema 118."— Transcript della presentazione:

1 Roma, 16 Settembre 2014 Telemedicina: dal dire al fare Mario Costa, Presidente Onorario Responsabile e-Health, Società Italiana Sistema 118

2 viene espresso, tramite un contratto NON SCRITTO con lo Stato, che permette di scegliere: l. Medico cui affidarsi (MMG); Il. Luogo di cura (Ospedale); III. Servizi (Distretto/Ospedale). La salute è l’unico diritto che la Costituzione qualifica espressamente come fondamentale.

3 Rete TerritorialeRete Ospedaliera MMG C.A. P. B. P. P. I. P. S. DEA I DEA II Rete Territoriale Sociale Poliambulatori Alte Specialità Distretto 118 Altri servizi non sanitari Sistema Sanitario Nazionale/Regionale Maxiemergenze

4 Emergenza Sanitaria Condizione clinica, di drammatica gravità, ad insorgenza di solito improvvisa, ad evoluzione rapidissima, in cui la vita di una persona è posta in pericolo qualora l’intervento sanitario non sia immediato ed appropriato. In caso di emergenza sanitaria il contratto con lo Stato non può essere rispettato, pertanto, va garantito un sistema di soccorso, migliore possibile, in grado di agire sempre ed ovunque ( L.E.A. (DPCM 21/03/08).

5 Interventi diagnostico-terapeutici di urgenza. Stabilizzazione del paziente e assicurazione di trasporto protetto. Responsabile medico ospedaliero non inferiore ad aiuto. Altri numeri di emergenza sanitaria OSPEDALI CON PRONTO SOCCORSO SISTEMA DI ACCETTAZIONE E DI EMERGENZA SANITARIA ALLARME IL SISTEMA DI ALLARME SANITARIO Competenze mediche di appoggio (ospedaliere o di guardia medica - dopo apposito corso) Sempre disponibili MEDICI DI APPOGGIO Altre centrali operative della stessa Regione CENTRALI OPERATIVE 118  Altre centrali operative di altre Regioni CENTRALI OPERATIVE 118 RISPOSTA (a livello provinciale) Attiva 24H Responsabile medico non inferiore ad aiuto Infermieri addestrati CENTRALE OPERATIVA 118 Attivo 24H. Interventi di emergenza medici, chirurgici, ortopedici, ostetrici, pediatrici. Osservazione breve assistenza cardiologica e rianimatoria, trasferimento pazienti in unità specialistiche. Supporto diagnostico strumentale 24H. Responsabile primario medico, chirurgo o rianimatore. OSPEDALI CON DIPARTIMENTO DI EMERGENZA Ambulanze attrezzate radio collegate Ambulanze di rianimazione con medico a bordo radio collegate Eliambulanze radio collegate C.R.I., Misericordie, altri convenzionati, radio collegate E’ costituito RISPOSTA OSPEDALIERA Il Sistema di Emergenza Sanitaria

6 Centrale Operativa Postazioni Personale Mezzi Chiamate Interventi Formazione Comunicazioni viabilità protocolli Gestione Pubblico Maxiemergenze Presidi sanitari Enti Pubblici Volontariato radio fonia Telemedicina Progetti Qualità Attività Organizzativo -Operativa Missione: riduzione morti evitabili - disabilità

7 Postazioni – la sequenza del soccorso Chiamata 118 Analisi evento ed invio mezzo idoneo Intervento di soccorso Trasporto protetto Ospedale idoneo Ricovero Riabilitazione/ Controllo evento Missione: riduzione morti evitabili - disabilità Missione: restitutio ad integrum Autosufficienza/ Disabilità Base Avanzato Attività Operativa Trasferimento

8 Rete dell’emergenza urgenza Arresto cardiaco Dolore Toracico (ima-stemi) Stroke Insufficienza respiratoria Trauma grave Incide sulle patologie : first hour quintet Elementi di criticità: Tempo e Distanza

9 Piano Sanitario Nazionale La rete dell’emergenza - urgenza sanitaria ha raggiunto in questi ultimi anni un livello di efficienza elevato e può essere considerata a tutti gli effetti un punto di forza del SSN. Rete dell’emergenza urgenza Si sottolinea la necessità dell‟utilizzo dell‟Information and Communication Technology (ICT) quale fattore abilitante a modalità innovative di “fare sanità” (ovvero l‟e-health”) ………… con applicazione a tutti i livelli istituzionali: nazionale, regionale e locale.

10 evento Protocolli intervento Supporto intervento Stabilizzazione e/o trasporto Trasferimento Telemedicina Banca dati di settore Banca dati generale Rete elettronica Rete per patologie Dimissione Riabilitazione MMG Tecnologie Innovative DematerializzazioneF. S. E. NSIS

11 Trasmissione di tracciati (mezzo di soccorso, C.O Servizio di cardiologia) ; Trasmissione Immagini interne /esterne (mezzo di soccorso/ C.O.118/ altri); Trasmissione dati di laboratorio; Trasmissione dati clinici - monitoraggio continuo; Ecografia fast; HTA Modelli organizzativi dinamici Protocolli Operativi Formazione Ricerca e sperimentazione. GOVERNO CLINICO Tecnologie e modalità operative

12 I modelli proposti nel libro bianco sono validi anche per il sistema 118 Nel dettaglio occorre, solo per fare alcuni esempi – Un forte coordinamento sovraregionale – Un impegno per la qualificazione delle tecnologie e dei modelli di «best practice» da replicare sul territorio – Una implementazione del Fascicolo Sanitario Elettronico immediata per quanto riguarda la porzione dedicata all’emergenza Soluzioni Proposte

13 cittadino territorio ospedale

14 I Sistemi Sanitari Regionali, come sancito dalla Costituzione Italiana, debbono garantire il diritto alla salute dei cittadini. In caso di emergenza sanitaria è un dovere adottare le soluzioni organizzative migliori e dotarsi delle tecnologie più avanzate in modo tale da assicurare e garantire equanimità di accesso, elevata qualità ed uniformità di intervento in tutta la nazione. Conclusioni

15


Scaricare ppt "Roma, 16 Settembre 2014 Telemedicina: dal dire al fare Mario Costa, Presidente Onorario Responsabile e-Health, Società Italiana Sistema 118."

Presentazioni simili


Annunci Google