La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) ritratto da.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) ritratto da."— Transcript della presentazione:

1

2 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) ritratto da Ludwig Sigismund Ruhl (1815)

3 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Il mondo come volontà e rappresentazione Il mondo come volontà e rappresentazione Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) La rappresentazione ovvero il fenomeno come velo di Maya Consta di Soggetto (“Ciò che tutto conosce senza essere conosciuto da alcuno”) Oggetto (“ciò che viene conosciuto”) E si basa sulle forme a priori di Spazio Tempo Causalità Soggetto e oggetto, costituendo le due componenti inscindibili della rappresentazione, non possono stare l’uno senza l’altro

4 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Il mondo come volontà e rappresentazione Il mondo come volontà e rappresentazione Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) L’uomo è dato a se stesso in due modi Come rappresentazione e fenomeno superficiale (velo di Maya)velo di Maya Come cosa in sé, noumeno, ed essenza profonda (= volontà di vivere) Corpo = oggettivazione della Volontà Volontà = noumeno dell’uomo e dell’Universo

5 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Il mondo come volontà e rappresentazione Il mondo come volontà e rappresentazione Caratteri della Volontà Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) Volontà di vivere: Essenza segreta del mondo  Inconscia  Unica  Eterna  Incausata  Senza scopo

6 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Il mondo come volontà e rappresentazione Il mondo come volontà e rappresentazione Pessimismo radicale Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) Volontà di vivere = desiderio = mancanza = dolore Il pendolo della Vita oscilla tra: Piacere = cessazione momentanea del dolore “Piacer figlio d’affanno ” (Leopardi, La quiete dopo la tempesta)  Desiderio e dolore  Sazietà e noia

7 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Il mondo come volontà e rappresentazione Il mondo come volontà e rappresentazione La sofferenza universale Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) Pessimismo cosmico: il dolore non riguarda soltanto l’uomo, ma investe ogni creatura – Tutto soffre E chi più soffre è chi più sa: Qui auget scientiam, auget et dolorem Tipico esempio di lotta paradossale autolesionista è quello della formica gigante d’Australia che se divisa in due offre lo spettacolo di un combattimento strenuo tra capo e coda Al di là delle celebrate meraviglie del creato, dunque, si cela la lotta e la sofferenza di tutte le cose

8 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Il mondo come volontà e rappresentazione Il mondo come volontà e rappresentazione L’illusione dell’amore Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) L’amore che “si impadronisce della metà delle forze e dei pensieri dell’uma- nità più giovane” è uno dei più forti stimoli dell’esistenza. L’amore commette il peggiore dei delitti: la messa al mondo di altre cre- ature destinate a soffrire. L’unico amore di cui si possa tessere l’elogio non è quello generativo ma la pietas. Ma è uno stratagemma di cui si serve la Volontà per perpetuare la vita della specie. L’individuo è lo zimbello della Natura.

9 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Il mondo come volontà e rappresentazione Il mondo come volontà e rappresentazione Vie di liberazione dalla Volontà Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) Preliminare rifiuto del suicidio: sarebbe un arrendersi all’assurdità della Voluntas che va convertita in Noluntas Vie di liberazione dalla Voluntas  L’arte, soprattutto la musica, « La musica, intesa come espressione del mondo, è una lingua universale al massimo grado e la sua universalità sta all'universalità dei concetti più o meno come i concetti stanno alle singole cose. » : ma è un sollievo temporaneo  L’etica come giustizia e soprattutto come carità: ma non libera dalla volontà di vivere  L’ascesi come castità perfetta, umiltà, digiuno, sacrificio, automacerazione: vie che consentono di raggiungere l’annullamento totale della Voluntas, cioè il Nirvana.

10 I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) Sì! diciamolo apertamente: per quanto strettamente l’amicizia, l’amore e il matrimonio uniscano gli umani, non si vuol bene, interamente e di buona fede, che a se stessi, o tutt’al più al proprio figlio. (Aforismi sulla saggezza della vita, dall’opera Parerga e paralipomena, 1851).


Scaricare ppt "I CONTESTATORI DI HEGEL I CONTESTATORI DI HEGEL Arthur Schopenhauer (Danzica, 22 febbraio 1788 – Francoforte sul Meno, 21 settembre 1860) ritratto da."

Presentazioni simili


Annunci Google