La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ICF E DIAGNOSI FUNZIONALE Maurizio Pincherle Federica Fini U.O. Neuropsichiatria infantile A.V. 3 ASUR - Macerata.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ICF E DIAGNOSI FUNZIONALE Maurizio Pincherle Federica Fini U.O. Neuropsichiatria infantile A.V. 3 ASUR - Macerata."— Transcript della presentazione:

1 ICF E DIAGNOSI FUNZIONALE Maurizio Pincherle Federica Fini U.O. Neuropsichiatria infantile A.V. 3 ASUR - Macerata

2 L’ ICF

3 Caratteristiche della classificazione ICF  La classificazione ICF completa la classificazione ICD-10, che contiene informazioni sulla diagnosi e sull'eziologia della patologia.  Al contrario l'ICF non contiene riferimenti alla malattia, ma si riferisce al solo funzionamento.  Al contrario l'ICF non contiene riferimenti alla malattia, ma si riferisce al solo funzionamento.  L'ICD-10 e l'ICF usati in modo complementare forniscono un quadro globale della malattia e del funzionamento dell'individuo.

4 Link  Un link importante per imparare ad usare in modo semplice le classificazioni ICD10 e ICF:

5 Portale italiano delle classificazioni

6 L’ICD 10  La Classificazione Statistica Internazionale delle Malattie e dei Problemi Sanitari Correlati (ICD-10) è la decima revisione di ICD adottata nel 1990 dall’Assemblea Mondiale della Sanità (WHA) ed è in vigore dal 1 Gennaio 1993.

7 L’ICD 10 (codici diagnosi) Ritardo mentale:  F70 Ritardo mentale lieve  F71 Ritardo mentale di media gravità  F72 Ritardo mentale grave  F73 Ritardo mentale profondo  F78 Ritardo mentale di altro tipo  F79 Ritardo mentale non specificato

8 L’ICD 10 (codici diagnosi) Disturbi dello sviluppo psicologico:  F80 Disturbi evolutivi specifici dell’eloquio e del linguaggio  F81 Disturbi evolutivi specifici delle abilità scolastiche  F82 Disturbo evolutivo specifico della funzione motoria

9 L’ICD 10 (codici diagnosi) Disturbi comportamentali e della sfera emozionale con esordio abituale nell’infanzia e nell’adolescenza:  F90 Disturbi ipercinetici  F91 Disturbi della condotta  F92 Disturbi misti della condotta e della sfera emozionale  F93 Disturbi della sfera emozionale con esordio caratteristico dell’infanzia

10 Caratteristiche della classificazione ICF  Nell’ICF, invece, funzionamento e la disabilità sono viste come una complessa interazione tra le condizioni di salute dell'individuo e l'interazione con i fattori ambientali e personali.  La classificazione considera questi aspetti come dinamici e in interazione, non come statici.  l'ICF è applicabile a tutte le persone, anche quelle in perfetta salute. Infatti….

11 Ottica spostata sul rapporto individuo-ambiente

12

13 Caratteristiche della classificazione ICF  Il linguaggio nell'ICF è neutrale rispetto all'eziologia, enfatizzando la "funzione" rispetto al "tipo di malattia".  Esso è stato creato appositamente per essere utilizzato a livello internazionale e interculturale  Il linguaggio utilizzato è stato specificato fin nei minimi dettagli, per chiarire al meglio il significato della terminologia utilizzata nel contesto specifico della valutazione del funzionamento.

14 Caratteristiche della classificazione ICF

15 Tra DIAGNOSI CLINICA e DIAGNOSI FUNZIONALE

16 Ottica spostata sul rapporto individuo-ambiente

17

18 Caratteristiche della classificazione ICF L'ICF è strutturato in 4 principali componenti:  Funzioni corporee  Strutture corporee  Attività (Attività e partecipazione in relazione a capacità e performance)  Fattori ambientali

19

20 Le condizioni fisiche

21 Funzioni corporee

22

23 Funzioni mentali

24 Strutture corporee

25

26 Attività personali

27

28

29

30

31 Partecipazione sociale

32

33 Fattori contestuali

34

35

36 Fattori ambientali

37 Fattori personali

38

39 Uso dei qualificatori per la codifica delle componenti dell’ ICF

40 - Funzioni corporee – 1 Qualificatore

41 - Strutture corporee – 3 qualificatori

42 Qualificatori indicatori di assenza/presenza di influsso

43 Qualificatore con indicazione di barriera/facilitatore

44 Struttura delle Aree sec. ICF

45 Testistica utilizzata

46 E qui entra in gioco…. …la psicologa!!

47 ….Grazie per l’attenzione…. Le slides con sfondo azzurro sono tratte da: - Dario Ianes, “La diagnosi funzionale secondo l’ICF”


Scaricare ppt "ICF E DIAGNOSI FUNZIONALE Maurizio Pincherle Federica Fini U.O. Neuropsichiatria infantile A.V. 3 ASUR - Macerata."

Presentazioni simili


Annunci Google