La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SICURI SE VACCINATI IL RISCHIO TETANO NEL MONDO DEL LAVORO NEL MONDO DEL LAVORO Vaccinazione antitetanica obbligatoria per lavoratori a rischio Legge n.262/93.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SICURI SE VACCINATI IL RISCHIO TETANO NEL MONDO DEL LAVORO NEL MONDO DEL LAVORO Vaccinazione antitetanica obbligatoria per lavoratori a rischio Legge n.262/93."— Transcript della presentazione:

1 SICURI SE VACCINATI IL RISCHIO TETANO NEL MONDO DEL LAVORO NEL MONDO DEL LAVORO Vaccinazione antitetanica obbligatoria per lavoratori a rischio Legge n.262/93 Coordinatrice Dott.ssa M. FRANCESCA PANDOLFINI a cura di A. S. RITA BOSELLI, Dott. CLAUDIO BISSI e Dott. MAURO VALSIGLIO Come tutte le vaccinazioni, anche questa può presentare alcuni effetti indesiderati quali arrossamento, indurimento e dolore nella zona di iniezione. Reazioni più gravi, come quelle allergiche, sono fortunatamente molto più rare. Controindicazioni assolute alla vaccinazione sono la presenza di febbre o allergia ad alcuni componenti costituenti il vaccino. Sicuri se vaccinati Per informazioni rivolgersi a: Dott. Claudio Bissi A.S.Rita Boselli DIPARTIMENTO DI SANITA’ PUBBLICA U.O.P.S.A.L. Via M.Moretti, 99 – Cesena – Tel: DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA U.O. PREVENZIONE E SICUREZZA DEGLI AMBIENTI DI LAVORO STOP TETANO U.O. Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro CESENA

2 Il tetano non è altro che la manifestazione clinica di una infezione provocata dalla azione di una tossina prodotta da un batterio, il Clostridium tetanii, diffuso nel terreno e nell’intestino degli animali sotto forma di spore, molto resistenti alle condizioni ambientali anche estreme. Una ferita, anche banale, può essere causa della infezione e i sintomi di avvenuto contagio, che si possono manifestare in un arco di tempo compreso tra 2 e 30 giorni, sono mal di testa, dolori localizzati in varie parti del corpo e ansia. Solo in un secondo momento si manifesterà la rigidità muscolare generalizzata (soprattutto a carico dei dei muscoli respiratori e laringei), possibile causa di decesso per soffocamento. La vaccinazione è il mezzo più efficace per prevenire il tetano. Grazie alla vaccinazione di massa eseguita già dagli anni ‘30, questa infezione è oggi piuttosto rara, interessando quasi esclusivamente persone non o incompletamente vaccinate. La vaccinazione, che conferisce una immunità contro il tetano, richiede un ciclo di 3 dosi iniziali da inoculare in un grosso muscolo (come il deltoide localizzato nella parte alta del braccio) e successivi richiami a cadenza decennale (infatti nel vaccinato la copertura nei confronti di questa infezione dura ben 10 anni). Il tetano rappresenta ancora oggi una malattia mortale, molto diffusa in tutti gli ambienti di vita, lavoro compreso. Proprio per quest’ultimo motivo un apposita Legge (Legge n. 262/93 e successive modifiche), tutela le seguenti categorie di lavoratori considerate particolarmente a rischio: Lavoratori agricoli, pastori, allevatori di bestiame, stallieri, fantini, conciatori, addetti ai lavori di sistemazione e preparazione delle piste negli ippodromo, spazzini, cantonieri, stradini, sterratori, minatori, fornaciai, lavoratori addetti all’edilizia, operai delle ferrovie ed altro personale delle Ferrovie dello Stato, asfaltisti, operai addetti alla manipolazione delle immondizie, operai addetti alla lavorazione della carta e dei cartoni, lavoratori del legno, metallurgici e metalmeccanici, marittimi e lavoratori portuali. Per tali categorie di lavoratori l’eventuale inosservanza dell’obbligo comporta la non idoneità alla mansione specifica. La vaccinazione Il tetano


Scaricare ppt "SICURI SE VACCINATI IL RISCHIO TETANO NEL MONDO DEL LAVORO NEL MONDO DEL LAVORO Vaccinazione antitetanica obbligatoria per lavoratori a rischio Legge n.262/93."

Presentazioni simili


Annunci Google