La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 1 Modello animale nell’ambiente acquatico e nell’ambiente aereo-terrestre Tiziano Terrani, Liceo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 1 Modello animale nell’ambiente acquatico e nell’ambiente aereo-terrestre Tiziano Terrani, Liceo."— Transcript della presentazione:

1 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 1 Modello animale nell’ambiente acquatico e nell’ambiente aereo-terrestre Tiziano Terrani, Liceo di Lugano 2 6942 SAVOSA

2 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 2 Aspetti considerati 1.Tegumento protettivo 2.Sostegno del corpo 3.Arti (articolati) 4.Respirazione (branchie, polmoni) 5.Riproduzione (fecondazione esterna, interna)

3 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 3 1. Nell’ambiente acquatico non è indispensabile un rivestimento del corpo impermeabile

4 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 4 1. Nell’ambiente aereo-terrestre è necessario limitare al minimo indispensabile le perdite di acqua dal corpo di regola nell’aria la concentrazione dell’acqua è inferiore rispetto a quella del corpo dell’organismo! soluzioni acquose evaporazione! disidratato!

5 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 5 2. Nell’ambiente acquatico non è indispensabile uno scheletro Nell’acqua, molto più densa dell’aria (ca. 775 volte più densa), anche le strutture più delicate sono sostenute (spinta di Archimede!) Spinta di Archimede: « Un corpo riceve dal basso verso l'alto una spinta pari al peso del volume di liquido spostato »

6 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 6 2. Nell’ambiente aereo una struttura simile non sarebbe funzionale

7 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 7 2. Gli animali dell’ambiente aereo-terrestre (tranne pochissime eccezioni) sono dotati di scheletro Per essere sostenuti e per muoversi con efficacia nell’ambiente aereo occorre uno scheletro: nel corso dell’evoluzione negli animali si sono imposti principalmente due tipi di scheletro: l’esoscheletro (scheletro esterno degli artropodi) e l’endoscheletro (scheletro interno dei vertebrati).

8 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 8 2. Sostegno del corpo: due soluzioni, eso- o endoscheletro

9 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 9 3. Arti articolati Negli animali terrestri sono di regola presenti appendici corporee articolate … … si tratta di sporgenze del corpo composte di più pezzi, mobili gli uni rispetto agli altri. Negli Artropodi, queste appendici assumono le funzioni più svariate: arti, ali, antenne e apparati boccali

10 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 10 3. Arti articolati nei vertebrati

11 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 11 4. Come respirare: il concetto Tutte le cellule degli organismi pluricellulari devono poter assorbire ossigeno dal mezzo in cui sono immerse per poter effettuare la respirazione cellulare (ottenendo così energia utilizzabile per i vari processi cellulari dalle sostanze organiche assorbite). Il problema è che la maggior parte delle cellule di un pluricellulare di medie - grandi dimensioni è molto lontana dall’ambiente esterno (acqua o aria). Inoltre la superficie corporea a diretto contatto con l’esterno è generalmente troppo piccola per garantire un rifornimento di O 2 sufficiente, nell’unità di tempo, per tutte le cellule del corpo. O2O2 superficie corporea a contatto diretto con l’ambiente esterno

12 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 12 4. Soluzione in acqua: branchie + app. circolatorio Le branchie sono delle estroflessioni della superficie corporea che permettono di realizzare una grande area di assorbimento dell’O 2

13 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 13 4. Branchie in un nudibranchio (mollusco marino)

14 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 14 4. Come respirare nell’acqua se il tegumento è permeabile e le dimensioni lo consentono … … e negli altri casi

15 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 15 4. Respirare nell’acqua: variazioni sul tema

16 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 16 4. Le branchie nei pesci ossei

17 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 17 4. Soluzione nell’aria: polmoni + app. circolatorio I polmoni sono delle introflessioni della superficie corporea che permettono di realizzare una grande area di assorbimento dell’O 2

18 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 18 4. Come respirare nell’aria Nei polmoni, milioni di alveoli realizzano superfici di notevoli dimensioni

19 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 19 4. Come respirare nell’aria: una soluzione alternativa raggiungere direttamente le cellule all’interno di sottili tubi (trachee)

20 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 20 Il sistema respiratorio a trachee degli insetti

21 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 21 5. Fecondazione nell’ambiente acquatico La fecondazione è di regola esterna: sia il maschio che la femmina emettono le loro cellule germinali (o gameti) direttamente nell’ambiente esterno dove avverrà l’incontro del gamete maschile (spermatozoo) con quello femminile (cellula uovo). Questo processo è chiamato fecondazione (“addizione” del materiale genetico dello spermatozoo a quello della cellula uovo: n + n = 2n). Per il buon esito della fecondazione è necessario che i gameti siano emessi nello stesso luogo e in un intervallo di tempo breve (sincronismo). Spesso lo scopo è raggiunto per mezzo di comportamenti di corteggiamento (come “danze”) che stimolano il partner di sesso opposto.

22 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 22 5. Fecondazione nell’ambiente aereo La fecondazione è interna: infatti i gameti non potrebbero opporsi ad una rapida disidratazione. Negli organismi a fecondazione interna il maschio introduce nella femmina, durante l’accoppiamento, i propri gameti. Questi ultimi sono deposti in una cavità aperta del corpo nella quale vigono condizioni simili all’ambiente acquatico e nella quale sono emessi anche i gameti femminili. I comportamenti sessuali (riti e danze “nuziali”) sono tipici anche delle specie a fecondazione interna per permettere l’accoppiamento.

23 T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 23 5. Le due modalità di fecondazione maschio femmina nell’acqua FECONDAZIONE esterna zigote (prima cellula di un nuovo organismo!) maschio femmina nell’aria FECONDAZIONE interna


Scaricare ppt "T. Terrani Animali nell'amb. acquatico e nell'amb. aereo 1 Modello animale nell’ambiente acquatico e nell’ambiente aereo-terrestre Tiziano Terrani, Liceo."

Presentazioni simili


Annunci Google