La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 KEMON SMART & STYLE Stile di Gestione degli imprenditori vincenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 KEMON SMART & STYLE Stile di Gestione degli imprenditori vincenti."— Transcript della presentazione:

1 1 KEMON SMART & STYLE Stile di Gestione degli imprenditori vincenti

2 2 Diapositive dell’intervento:

3 3

4 4 SOVRABBONDANZA

5 5

6 6 AVERE UNA VISION 1) Cause interne 2) Scomodità: affronta ciò che non funziona. Esci dalla zona di comfort 3) Misura e non giustificare 4) Abbraccia il marketing –A) I tuoi clienti sanno che esisti? –B) Fai sondaggi (ascolta il cliente) –C) Vero interesse per il cliente genera le esigenze che ti portano a vendere 5) Impara a gestire le risorse umane 6) Studia e migliora tu

7 7 PREMESSA A VOLTE LA CURA E’ PEGGIORE DELLA MALATTIA

8 8 20/80

9 9 4/37

10 10 PERCHE’?

11 11 “COUNTER-INTUITIVE” = Contrario al buon senso, contrario al senso comune. Un principio contro-intuitivo “a naso” o a prima vista non sembra vero. Molti principi scientifici accettati oggi, a prima vista sembravano sbagliati o sembravano andare contro il senso comune.

12 12 Non serve andare nella fisica “Quantistica”… La terra è piatta La terra gira attorno al sole

13 13

14 14 I colori dei quadrati “A” e “B” sono uguali!?

15 15

16 16 Sei Convinto?! Torna indietro se vuoi... E no... Nessuno ha cambiato i colori dei quadrati quando erano isolati... Anche se è contro-intuitivo, il cervello esalta i contrasti.

17 17 MOLTE DELLE AZIONI E ATTEGGIAMENTI CHE PORTANO ALLA PROSPERITA’ SONO CONTRO-INTUITIVI, A PRIMA VISTA CONTRARI ALLA LOGICA

18 18 LO SCAMBIO IN ABBONDANZA

19 19 SE VUOI CHE LE COSE CAMBINO COME PRIMA COSA DEVI CAMBIARE TU IL PRIMO PASSO DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE AZIENDALE E’ MIGLIORARE SE STESSI

20 20 Se vuoi migliorare un collaboratore che sbaglia… devi lavorare soprattutto sui suoi lati positivi e non su quelli negativi. Per vendere ad un cliente devi essere tu interessato a lui e non cercare di essere interessante.

21 21 LA LEADERSHIP

22 22

23 23 La leadership richiede un grande disegno, grandi doti organizzative, buone capacità finanziarie

24 24 L’IPNOSI L’ambiente intorno a noi ci sottopone a una costante ipnosi che anestetizza la nostra capacità di ideare grandi progetti. “Non si può fare” “E’ difficile” Ma anche LA SCENA ESISTENTE attorno a noi ci ipnotizza facendoci pensare che quella è la scena che è sempre stata e che sarà sempre.

25 25 SUPERI L’IPNOSI IN DUE MODI A) Frequentando altri leader, gente che gestisce grandi organizzazioni (persone grandi, non persone famose) B) Uscendo dal tempo e dallo spazio ed entrando in contatto con l’anima dell’universo (il mondo del 99%) tramite la contemplazione, la meditazione, la riflessione, le buone azioni

26 26

27 27 Avuto il grande disegno, devi organizzare Oggi il pesce veloce mangia il pesce lento Organizzi per creare l’impeto L’impeto non è necessariamente una caratteristica degli uomini ma dell’organizzazione

28 28 “Condurre gli uomini all’azione affidandoli alla forza dell’impeto equivale a far rotolare tronchi e macigni. Tronchi e macigni stanno fermi su un terreno pianeggiante, precipitano in discesa; quadrati restano immobili, rotondi rotolano. Uomini condotti abilmente in battaglia equivalgono all’impeto di macigni rotondi che rotolano precipitando da un ripido pendio: la forza vuol dire proprio questo”. – Sun Tzu “Massi che rotolano da una montagna alta diecimila piedi non possono essere fermati: è la virtù della montagna, non dei massi. Ottenere la vittoria con la certezza e l’unione del forte e del debole: è la virtù dell’impeto, non degli individui”.- Du Mu Che cosa hai fatto questa settimana che ha reso la tua azienda più forte anche senza di te? Che cosa hai fatto per creare IMPETO?

29 29 Rispetto Spirito Onore e Amicizia Comando

30 30 IL RISPETTO 1) Lavorare duro: Gli uomini non rispettano chi lavora meno duramente di loro e chi persegue standard bassi. Sarà semmai un amico ma non un leader.

31 31 LO SPIRITO 1) Vedere oltre la pietra: “In che cosa è predestinato a diventare un grande?” 2) Capire i suoi sogni: Che cosa desidera nel profondo del cuore? 3) Le profezie di Celestino: “Perché Dio/il creatore/l’universo ci ha fatti incontrare? Qual è il grande disegno che ci vuole uniti? 4) Che cosa c’è per lui in questa torta? E’ una fetta bella grossa? Tu saresti motivato da quello che proponi a lui? 5) Stai accendendo il fuoco della sua ambizione? Gli stai facendo le prospettive?

32 32 TU LO VEDI PER CHE COSA SEI PREDESTINATO?

33 33 L’ONORE E L’AMICIZIA 1) Sei libero dai conflitti di interesse nel guidarlo? Puro come la neve? 2) Sa che non lo lascerai solo? 3) Gli presteresti i tuoi soldi? 3) Può stare tranquillo nel mettere la sua vita nelle tue mani? 4) Senti che lui è un tuo fratello di sangue?

34 34 IL COMANDO Sei severo nelle richieste? Le tue richieste lo mettono al di fuori della sua zona di comfort? Hai drive? Le persone sentono la tua spinta? Timore: deve sentire che non si arretra e che gli obiettivi vanno raggiunti. Ha un po’ di paura di te?

35 35 IL DENARO PRETENDE RISPETTO, PRETENDE CHE PENSI A LUI, CHE NON LO SPRECHI, CHE LO INVESTI PERCHE’ SI MOLTIPLICHI. IL DENARO DEVE SERVIRE A QUALCOSA DI IMPORTANTE, ALTRIMENTI SE NE VA

36 36 CORSO HT TEST Principi per migliorare l’efficacia del proprio management

37 37 CHE COSA MISURA IL TEST? Il TEST misura il modo in cui una persona ritiene di dover essere per poter sopravvivere. Il TEST misura il modo in cui una persona ritiene di dover essere per poter sopravvivere. Il TEST non misura un individuo, ma il suo modo di agire e di reagire. È la somma delle abitudini operative della persona. Il TEST non misura un individuo, ma il suo modo di agire e di reagire. È la somma delle abitudini operative della persona.

38 38 LE TRE FASCE DEL TEST PUNTI FORTI PUNTI POSITIVI IN CIRCOSTANZE NORMALI PUNTI DEBOLI

39 39 AZIONI E REAZIONI AZIONI REAZIONI

40 40 STABILITÀ Cosa misura: Idee chiare sul da farsi e di conseguenza capacità di vedere avanti Idee chiare sul da farsi e di conseguenza capacità di vedere avanti Precisione e ordine Precisione e ordine Capacità di definire le priorità e di programmare Capacità di definire le priorità e di programmare Capacità di mantenere standard di qualità Capacità di mantenere standard di qualità

41 41 STABILITÀ Come migliorare la stabilità bassa: Darsi obiettivi a breve termine Darsi obiettivi a breve termine Fare piani di lavoro scritti Fare piani di lavoro scritti Stabilire le priorità Stabilire le priorità Non accettare compromessi Non accettare compromessi

42 42 MOTIVAZIONE Cosa misura: Cosa misura: Quanto la persona sente di star raggiungendo le sue mete nella vita Quanto la persona sente di star raggiungendo le sue mete nella vita Ottimismo vs. realismo Ottimismo vs. realismo Interesse, carica positiva, ricettività alle innovazioni Interesse, carica positiva, ricettività alle innovazioni Capacità di affrontare i problemi senza amplificarli Capacità di affrontare i problemi senza amplificarli

43 43 MOTIVAZIONE Come migliorare la motivazione bassa: Stabilire le proprie mete Stabilire le proprie mete Dedicarsi al proprio automiglioramento Dedicarsi al proprio automiglioramento Frequentare persone positive Frequentare persone positive

44 44 COMPOSTEZZA Cosa misura: Resistenza allo stress Resistenza allo stress Serenità e tranquillità Serenità e tranquillità Capacità di mantenere sotto controllo un’area (un progetto, un lavoro, una trattativa…) anche quando questa va male Capacità di mantenere sotto controllo un’area (un progetto, un lavoro, una trattativa…) anche quando questa va male

45 45 COMPOSTEZZA Come migliorare la compostezza bassa: Focalizzare le situazioni fuori controllo Focalizzare le situazioni fuori controllo Non ritirarsi Non ritirarsi Scrivere la lista e chiudere i cicli aperti Scrivere la lista e chiudere i cicli aperti

46 46 I TRATTI DELL'ESSERE Stabilità: idee chiare, modelli di riferimento, standard qualitativi Stabilità: idee chiare, modelli di riferimento, standard qualitativi Motivazione: interesse, soddisfazione, carica positiva Motivazione: interesse, soddisfazione, carica positiva Compostezza: serenità, capacità di controllo Compostezza: serenità, capacità di controllo Stabilità Motivazione Compostezza ESSERE I primi tre tratti misurano il senso organizzativo, l’input e la capacità di dare inizio a qualcosa di nuovo Persone con i primi tre tratti medi o bassi avranno bisogno di input chiari e di essere dirette

47 47 SICUREZZA Cosa misura: Certezza di osservazione Certezza di osservazione Capacità di mantenere la propria posizione in una discussione Capacità di mantenere la propria posizione in una discussione Coerenza e costanza Coerenza e costanza

48 48 SICUREZZA ALTA Come migliorare la sicurezza alta: Focalizzazione sul risultato Focalizzazione sul risultato Non giustificare Non giustificare Non razionalizzare i problemi Non razionalizzare i problemi Confrontarsi con i numeri Confrontarsi con i numeri

49 49 SICUREZZA BASSA Come migliorare la sicurezza bassa: Riflettere di più prima di agire Riflettere di più prima di agire Essere più costanti nell’esecuzione di piani e progetti Essere più costanti nell’esecuzione di piani e progetti Non appoggiarsi troppo alle opinioni altrui Non appoggiarsi troppo alle opinioni altrui

50 50 ATTIVITÀ Cosa misura: Dinamismo Dinamismo Capacità di movimento Capacità di movimento Livello di energia nell’iniziare Livello di energia nell’iniziare

51 51 ATTIVITÀ Come migliorare l’attività bassa: Non rimandare Non rimandare Mettersi in moto con più rapidità Mettersi in moto con più rapidità Dare avvio alle cose nuove Dare avvio alle cose nuove

52 52 DETERMINAZIONE Cosa misura: Convinzione in se stessi Convinzione in se stessi Autorevolezza nell’esprimere le proprie idee Autorevolezza nell’esprimere le proprie idee Capacità di convincere Capacità di convincere Orientamento al risultato Orientamento al risultato Velocità Velocità

53 53 DETERMINAZIONE Come migliorare la determinazione bassa: Focalizzare i risultati da ottenere Focalizzare i risultati da ottenere Darsi scadenze da rispettare Darsi scadenze da rispettare Non demordere di fronte alle difficoltà Non demordere di fronte alle difficoltà

54 54 RESPONSABILITÀ Cosa misura: Quanto la persona si sente causa di ciò che succede Quanto la persona si sente causa di ciò che succede Quanto la persona si sente l’artefice dei risultati che ottiene Quanto la persona si sente l’artefice dei risultati che ottiene Iniziativa nel risolvere i problemi Iniziativa nel risolvere i problemi

55 55 RESPONSABILITÀ Come migliorare la responsabilità bassa: Abituarsi a chiedersi: “Cosa posso fare IO per migliorare ciò che non funziona?” Abituarsi a chiedersi: “Cosa posso fare IO per migliorare ciò che non funziona?” Non attribuire la “colpa” ad altri, cercando di attivarsi per attuare soluzioni Non attribuire la “colpa” ad altri, cercando di attivarsi per attuare soluzioni

56 56 I TRATTI DEL FARE Attività: predisposizione a mettersi in movimento, energia fisica Attività: predisposizione a mettersi in movimento, energia fisica Determinazione: orientamento al risultato, produttività, incisività Determinazione: orientamento al risultato, produttività, incisività Responsabilità: capacità di risolvere i problemi in maniera autonoma, causatività Responsabilità: capacità di risolvere i problemi in maniera autonoma, causatività Attività Determinazione Responsabilità FARE Questi tratti misurano l’energia dell’individuo.

57 57 VALUTAZIONE CORRETTA Cosa misura: Capacità di valutare e accettare la realtà senza introdurre pregiudizi o punti di vista personali Capacità di valutare e accettare la realtà senza introdurre pregiudizi o punti di vista personali Tolleranza Tolleranza Capacità di comprendere il punto di vista degli altri Capacità di comprendere il punto di vista degli altri Capacità di analisi Capacità di analisi

58 58 VALUTAZIONE CORRETTA Come migliorare la valutazione corretta bassa: Accettare gli altri per quello che sono Accettare gli altri per quello che sono Sforzarsi di essere meno critici ponendo di più l’attenzione sui lati positivi Sforzarsi di essere meno critici ponendo di più l’attenzione sui lati positivi Esprimere commenti positivi alle altre persone Esprimere commenti positivi alle altre persone

59 59 EMPATIA Cosa misura: Affetto per le altre persone Affetto per le altre persone Volontà di mettersi nei panni degli altri Volontà di mettersi nei panni degli altri Capacità di provare quello che provano gli altri Capacità di provare quello che provano gli altri

60 60 EMPATIA Come migliorare l’empatia bassa: Sforzarsi di ascoltare di più Sforzarsi di ascoltare di più Immedesimarsi nelle situazioni degli altri Immedesimarsi nelle situazioni degli altri Modulare il proprio comportamento sulla base delle esigenze altrui Modulare il proprio comportamento sulla base delle esigenze altrui

61 61 COMUNICAZIONE Cosa misura: Apertura nell’esprimere le proprie idee Apertura nell’esprimere le proprie idee Cordialità Cordialità Capacità di instaurare rapporti interpersonali Capacità di instaurare rapporti interpersonali Instaurare dialogo Instaurare dialogo

62 62 COMUNICAZIONE Come migliorare la comunicazione bassa: Esprimere ciò che si pensa Esprimere ciò che si pensa Fare domande aperte Fare domande aperte Stimolare la comunicazione a due sensi Stimolare la comunicazione a due sensi

63 63 I TRATTI DEI RAPPORTI INTERPERSONALI Valutazione corretta: capacità di comprendere gli altri e le istruzioni Valutazione corretta: capacità di comprendere gli altri e le istruzioni Empatia: feeling per le altre persone e capacità di immedesimarsi negli altri Empatia: feeling per le altre persone e capacità di immedesimarsi negli altri Comunicazione: capacità di esprimere ciò che si pensa Comunicazione: capacità di esprimere ciò che si pensa ValutazioneCorretta Empatia Comunicazione RAPPORTI INTERPERSONALI Questi tratti misurano la qualità dei rapporti interpersonali dell’individuo

64 6464 IN CONCLUSIONE.. Cambia le tue abitudini operative che non ti danno risultati Cambia le tue abitudini operative che non ti danno risultati Definisci le tue mete e i tuoi progetti Definisci le tue mete e i tuoi progetti Sii causativo Sii causativo Circondati di persone positive Circondati di persone positive Impara a valorizzare gli altri Impara a valorizzare gli altri BUON LAVORO A TUTTI!!! BUON LAVORO A TUTTI!!!


Scaricare ppt "1 KEMON SMART & STYLE Stile di Gestione degli imprenditori vincenti."

Presentazioni simili


Annunci Google