La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCIENZE III Ducati Carloni Valentina. CHE COSA E? è una qualsiasi illusione che inganna l'occhio umano e non solo UNA PROSPETTIVA FORZATA INGANNA LOCCHIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCIENZE III Ducati Carloni Valentina. CHE COSA E? è una qualsiasi illusione che inganna l'occhio umano e non solo UNA PROSPETTIVA FORZATA INGANNA LOCCHIO."— Transcript della presentazione:

1 SCIENZE III Ducati Carloni Valentina

2 CHE COSA E? è una qualsiasi illusione che inganna l'occhio umano e non solo UNA PROSPETTIVA FORZATA INGANNA LOCCHIO E FA APPARIRE IL RAGAZZO UN GIGANTE CHE SORREGGE LA TORRE DI PISA LILLUSIONE QUINDI: a)Ti fa percepire in modo diverso qualcosa che è presente Ducati Carloni Valentina

3 b) Ti fa percepire qualcosa che non è presente Miraggio nel deserto: sembra che ci sia acqua Ducati Carloni Valentina

4 In base alle cause si dividono in: 1) ottiche, quando sono causate da fenomeni puramente ottici e pertanto non dipendenti dalla natura umana; 2) percettive, in quanto generate dalla fisiologia dell'occhio, come le immagini postume che si possono vedere chiudendo gli occhi dopo avere fissato un'immagine molto luminosa; 3) cognitive, dovute all'interpretazione che il cervello da delle immagini. Un caso tipico sono le figure impossibili e i paradossi prospettici. Ducati Carloni Valentina

5 ILLUSIONI OTTICHE Ducati Carloni Valentina

6

7 ILLUSIONI PERCETTIVE I contrasti impressionano la retina in modo tale da farle vedere un pallino bianco dove non cè

8 ILLUSIONI COGNITIVE ESCHER La cascata Ducati Carloni Valentina

9 Chi vede? Il cervello Il cervello si forma con le esperienze ed è educato dal mondo circostante. Ha una grossa responsabilità nelle illusioni ottiche. E quindi può farci vedere le cose come non sono, completare le immagini ed escluderne una parte che non ci interessa. Ecco perché a prima vista ci sembra di vedere una cosa che poi osservato in dettaglio si nota altro Spesso due persone possono vedere nella stessa immagine due oggetti diversi. Per notarla laltra persona deve spiegare dove vede i particolari a noi dapprima invisibili. Ducati Carloni Valentina

10 Es: Io vedo una bella ragazza, tu vedi la BEFANA! Non tutti vedono la befana e devono essere aiutati e viceversa. Questo perché gli occhi vedono delle sagome che inviano al cervello. Il cervello ricerca nel suo archivio qualcosa che assomigli e si crea limmagine nel cervello. Il cervello però si adatta alle modifiche e se aiutato arriva a vedere altri particolari Ducati Carloni Valentina

11 Qual è il percorso dell'immagine? Dopo aver colpito la retina di ogni occhio, le immagini sono trasportate ai due emisferi si capovolgono, si colorano, assumono le tre dimensioni della realtà e sono unite in una sola immagine dal cervello Ducati Carloni Valentina

12 Se però il risultato è incompleto o confuso, ci pensa il cervello a trasformarlo in un'immagine tridimensionale completa. Il cervello si basa sullesperienza, su modelli già visti, e quindi tra le immagini memorizzate sceglie quella che secondo lui assomiglia di più Ducati Carloni Valentina

13 Quando nasce lillusione? Se i modelli sono in contrasto con la realtà, o vediamo un'immagine diversa in ogni occhio, ecco sorgere le illusioni Ducati Carloni Valentina

14 Quando gli occhi però vedono cose completamente differenti, il cervello salta da un'immagine all'altra, senza decidere quale sia quella vera. Finchè predomina un emisfero e il cervello mostra limmagine vincente. Ducati Carloni Valentina

15 Leggi il colore e NON il testo Ducati Carloni Valentina

16 conflitto destra-sinistra La parte destra del cervello prova a 'leggere' il colore, ma la parte sinistra legge la parola Ducati Carloni Valentina

17 Le due possibilità non possono essere percepite simultaneamente. Il cervello, nell'optare per l'una o per l'altra, è costretto ad attribuire rispettivamente all'area nera o a quella bianca la funzione di sfondo Ducati Carloni Valentina

18 INSTABILITA FIGURA - SFONDO Quando due interpretazioni di una figura sono ugualmente accettabili, il cervello passa dall'una all'altra senza percepirle mai simultaneamente. Ducati Carloni Valentina

19 L'instabilità della percezione è tanto maggiore quanto più le aree occupate dai due oggetti sono di grandezza confrontabile, altrimenti prende il sopravvento come sfondo quello che occupa lo spazio maggiore. Ducati Carloni Valentina

20

21 Il triangolo di Kanitza Contorni Anomali Ducati Carloni Valentina

22 Nella figura "vediamo" due triangoli equilateri bianchi l'uno sovrapposto all'altro anche se nessuno dei due triangoli è effettivamente disegnato. Ciò accade perché la nostra valutazione percettiva ha bisogno di avere un contrasto figura/sfondo e anche quando questo non c'è si crea lo stesso. Ducati Carloni Valentina

23 Contorni Anomali Ducati Carloni Valentina

24 Cè chi vede un coniglio e chi una papera Ducati Carloni Valentina

25 Teschio o signorina allo specchio? Ducati Carloni Valentina

26 Contrasto simultaneo di colore Ducati Carloni Valentina

27 Contrasto simultaneo di colore Il colore che circonda un oggetto modifica la percezione del colore dell'oggetto stesso. Ducati Carloni Valentina

28 Quale è il viola più scuro? Ducati Carloni Valentina

29 Quale è il cerchio maggiore? Ducati Carloni Valentina

30 Il cubo di Necker rappresentazione bidimensionale ambigua Guardando la figura si può facilmente passare da una interpretazion e all'altra, si ha una percezione multistabile Ducati Carloni Valentina

31 rappresentazione bidimensionale ambigua Ducati Carloni Valentina

32 ARTISTI Maurits Cornelis Escher (Leeuwarden, 17 giugno 1898 – Laren, 27 marzo 1972) è stato un incisore e grafico olandese. Con le sue opere realizzò effetti paradossali MANI CHE DISEGNANO Ducati Carloni Valentina

33

34 Errori percettivi Locchio vede correttamente ma il cervello interpreta usando i suoi modelli tridimensionali Se vede due linee che convergono le interpreta la presenza di una profondità Quello più distante ci appare più grande Ducati Carloni Valentina

35 Le linee convergenti al centro creano l'illusione di deformare i segmenti, in realtà paralleli. Ducati Carloni Valentina

36 STANZA DI AMES Ducati Carloni Valentina

37 TEST: quale parte del cervello usi? OSSERVA ATTENTAMENTE LA FIGURA CHE COMPARIRA E RISPONDI: -GIRA IN SENSO ANTIORARIO -GIRA IN SENSO ORARIO? Ducati Carloni Valentina

38 Senso orario: usi la parte destra del cervello Le funzioni cerebralidella parte destra del cervello Utilizza le sensazioni Immaginazione Simboli e immagini Presente e futuro Filosofia e religione Può farlo (p.e. capire) Crede Apprezza Percezione spaziale Conosce come funzionano gli oggetti Fantasia Valuta e presenta nuove possibilità Impetuoso Si assume rischi Ducati Carloni Valentina

39 Senso antiorario: usi la parte sinistra del cervello Utilizza la logica Attento ai dettagli Fatti non parole Parole e lingue Presente e passato Matematica e scienza Può comprendere Conoscere Riconoscere percezione ordinata Conoscere gli oggetti per nome Basato sulla realtà Forme e strategie Pratico Sicuro Ducati Carloni Valentina


Scaricare ppt "SCIENZE III Ducati Carloni Valentina. CHE COSA E? è una qualsiasi illusione che inganna l'occhio umano e non solo UNA PROSPETTIVA FORZATA INGANNA LOCCHIO."

Presentazioni simili


Annunci Google