La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LiLu2/TT '04Il metodo scientifico1 Il metodo scientifico: Redi e la generazione spontanea.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LiLu2/TT '04Il metodo scientifico1 Il metodo scientifico: Redi e la generazione spontanea."— Transcript della presentazione:

1 LiLu2/TT '04Il metodo scientifico1 Il metodo scientifico: Redi e la generazione spontanea

2 LiLu2/TT '04Il metodo scientifico2 Gli esperimenti di Redi La generazione spontanea: organismi animali si formano dalla materia inanimata

3 LiLu2/TT '04Il metodo scientifico3 Il vero capolavoro di Redi, destinato a segnare una tappa miliare nella storia della scienza moderna, sono le Esperienze intorno alla generazione degl'insetti (Firenze, 1668). In questo lavoro, dedicato a Carlo Dati ( ), egli confutò la millenaria teoria della generazione spontanea di insetti attraverso un efficace esperimento, che introduceva nel metodo scientifico la procedura seriale e il confronto tra esperimenti di ricerca ed esperimenti di controllo. Aretino, studiò a Firenze alle scuole dei Gesuiti e conseguì la laurea in medicina a Pisa nel Dopo alcuni viaggi a Roma, Napoli, Bologna, Padova e Venezia, iniziò la professione medica. Nel 1666 venne nominato dal Granduca Ferdinando II ( ) Protomedico e responsabile della "spezieria" e "fonderia" granducale, cariche che, confermategli anche da Cosimo III ( ), mantenne fino alla morte, incarnando un classico esempio di scienziato e cortigiano. Applicò efficacemente nelle scienze naturali lo sperimentalismo dell'Accademia del Cimento. Francesco Redi ( )

4 LiLu2/TT '04Il metodo scientifico4 opinioni correnti: le mosche si formano spontaneamente dalla carne in decomposizione e da stracci sporchi si formano i topi; queste opinioni sono avvalorate dalla teoria della generazione spontanea, secondo la quale degli organismi viventi possono essere generati dalla materia inanimata (non vivente). Redi dubita di questa teoria; diverse osservazioni critiche lo portano a ritenere che gli insetti si formino da piccole uova deposte da insetti della stessa specie (ipotesi)

5 LiLu2/TT '04Il metodo scientifico5 Esperimento Diversi pezzi di carne di uguale massa, provenienti dallo stesso animale, vengono posti in recipienti che sono chiusi con carta e spago. Esperimento di controllo Altrettanti pezzi di carne prevenienti dal medesimo animale sono deposti in barattoli che sono lasciati aperti. ipotesi « Le mosche si formano da piccole uova deposte da altre mosche (della stessa specie) nella carne in putrefazione. » Conseguenza (deduzione) Impedendo alle mosche l’accesso alla carne in decomposizione, non si genereranno mosche.

6 LiLu2/TT '04Il metodo scientifico6 Risultati Come previsto nei barattoli chiusi dell’esperimento non si sono formate mosche a partire dalla carne L’ipotesi è convalidata Risultati Come previsto nei barattoli aperti dell’esperimento di controllo si sono formate mosche a partire dalla carne


Scaricare ppt "LiLu2/TT '04Il metodo scientifico1 Il metodo scientifico: Redi e la generazione spontanea."

Presentazioni simili


Annunci Google