La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La III declinazione La terza declinazione Sostantivi in consonante labiale (-p-, -b-) Sostantivi in consonante dentale (-t-, -d-) Sostantivi in consonante.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La III declinazione La terza declinazione Sostantivi in consonante labiale (-p-, -b-) Sostantivi in consonante dentale (-t-, -d-) Sostantivi in consonante."— Transcript della presentazione:

1

2 La III declinazione

3 La terza declinazione Sostantivi in consonante labiale (-p-, -b-) Sostantivi in consonante dentale (-t-, -d-) Sostantivi in consonante gutturale (-c-, -g-) Sostantivi in consonante nasale (-n-) Sostantivi in consonante liquida (-l-) Sostantivi in consonante liquida (-r-) Sostantivi in consonante doppia Sostantivi in -i- maschili e femminili Sostantivi in -i- neutri Particolarità della III declinazione Verifica sommativa Lessico

4 La III declinazione La III declinazione comprende: sostantivi maschili, femminili e neutri. Il tema può essere: in consonante (sostantivi imparisillabi); in consonante doppia (sostantivi imparisillabi con due consonanti o falsi imparisillabi); in -i- (sostantivi parisillabi) Le uscite caratteristiche sono: genitivo singolare in -is; nominativo singolare variabile (non immediatamente ricavabile dal genitivo) vocativo singolare uguale al nominativo genitivo plurale in -um (sostantivi in consonante) genitivo plurale in -ium (sostantivi in consonante doppia e in -i-)

5 La III declinazione La terza declinazione comprende sia i temi in consonante, sia quelli in -i-. Si tratta quindi di una declinazione mista, o meglio, di due declinazioni diverse che, con l’evoluzione della lingua, sono confluite nella stessa declinazione. L’unico segno che rimane dell’antica distinzione fra le due declinazioni è nel genitivo plurale, che esce in -um nei sostantivi in consonante e in -ium nei sostantivi in -i-. La tradizione scolastica ha introdotto, al fine di individuare facilmente le forme del genitivo plurale dei singoli sostantivi della terza declinazione, la distinzione fra parisillabi e imparisillabi, a seconda che i sostantivi abbiano un uguale o diverso numero di sillabe nel nominativo e nel genitivo singolare. La terza declinazione infatti è priva di vocale tematica, ovvero “attacca” la desinenza direttamente alla radice e questo fa sì che nei sostantivi in consonante ci sia disparità di sillabe fra nominativo e genitivo (es.: pleb-s, pleb-is, sol, sol-is) e in quelli in -i- ci sia parità poiché (nonostante l’assenza della vocale tematica) il tema -i- si fonde con le desinenze (es.: civis, civis). Ricorda che…

6 Sostantivi in consonante labiale (-p-, -b-) I sostantivi che hanno il tema in consonante -p- o -b- hanno il nominativo singolare in -s, aggiunta direttamente al tema senza vocale tematica. Ecco la flessione di ops, opis, «risorsa, mezzo» e di plebs, plebis, «plebe». SINGOLAREPLURALE N. op-sop-spleb-sop-espleb-es G. op-ispleb-isop-umpleb-um D. op-iop-ipleb-iop-ibuspleb-ibus ACC. op-empleb-emop-espleb-es V. op-sop-spleb-sop-espleb-es ABL. op-eop-epleb-eop-ibuspleb-ibus

7 Sostantivi in consonante labiale (-p-, -b-) Hanno il tema in labiale solo sostantivi maschili e femminili Questi sostantivi (imparisillabi) hanno il genitivo plurale in -um. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: nominativo e vocativo singolare; -es: casi diretti del plurale; -ibus: dativo e ablativo plurale. Se la vocale che precede la consonante del tema è -i-, spesso nel nominativo singolare diventa -e- (es.: municeps, municipis) Ricorda che…

8 Sostantivi in consonante labiale (-p-, -b-) Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di municeps, -ipis, «cittadino di un municipio». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo VOC. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo municipes - municipibus - municipum -municipi - municipibus - municipem- municeps - municipes - municipe -municeps - municipis - municipes Forme da scrivere

9 Sostantivi in consonante gutturale (-c-, -g-) I sostantivi che hanno il tema in consonante -c- o -g- hanno il nominativo singolare in -s, aggiunta direttamente al tema senza vocale tematica. L’incontro fra -c-/-g- del tema con -s del nominativo dà luogo a -x. Ecco la flessione di dux, ducis, «guida, comandante» e di lex, legis, «plebe». SINGOLAREPLURALE N. duxlexduc-esleg-es G. duc-isleg-isduc-umleg-um D. duc-ileg-iduc-ibusleg-ibus ACC. duc-emleg-emduc-esleg-es V. duxlexduc-esleg-es ABL. duc-eleg-educ-ibusleg-ibus

10 Hanno il tema in gutturale solo sostantivi maschili e femminili Questi sostantivi (imparisillabi) hanno il genitivo plurale in -um. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: nominativo e vocativo singolare; -es: casi diretti del plurale; -ibus: dativo e ablativo plurale. Ricorda che… Sostantivi in consonante gutturale (-c-, -g-)

11 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di rex, -regis, «re, sovrano». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo VOC. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo regis - rex - reges - reges - regum - regi - regibus - regem - rege - rex - reges - regibus Forme da scrivere Sostantivi in consonante gutturale (-c-, -g-)

12 Sostantivi in consonante dentale (-t-, -d-) I sostantivi che hanno il tema in consonante -t- o -d- hanno il nominativo singolare in -s, aggiunta direttamente al tema senza vocale tematica. L’incontro fra -t-/-d- del tema con -s del nominativo, provoca la caduta di -t-/-d-. Ecco la flessione di libertas, libertatis, «libertà» e di pes, pedis, «plebe». SINGOLAREPLURALE N. liberta-spe-slibertat-esped-es G. libertat-isped-islibertat-umped-um D. libertat-iped-ilibertat-ibusped-ibus ACC. libertat-emped-emlibertat-esped-es V. liberta-spe-slibertat-esped-es ABL. libertat-eped-elibertat-ibusped-ibus

13 Hanno il tema in dentale solo sostantivi maschili e femminili, tranne caput, capitis, «testa», che è neutro e pertanto ha l’accusativo singolare uguale al nominativo (caput) e i casi diretti plurali in -a (capita). Questi sostantivi (imparisillabi) hanno il genitivo plurale in -um. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: nominativo e vocativo singolare; -es: casi diretti del plurale; -ibus: dativo e ablativo plurale. Se la vocale che precede la consonante del tema è -i-, spesso nel nominativo singolare diventa -e- (es.: miles, militis) Ricorda che… Sostantivi in consonante dentale (-t-, -d-)

14 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di virtus, -virtutis, «virtù, valore». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo VOC. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo virtutem - virtuti - virtutis - virtutibus - virtutum - virtus - virtute - virtutes - virtus - virtutes - virtutibus - virtutes Forme da scrivere Sostantivi in consonante dentale (-t-, -d-)

15 Sostantivi in consonante nasale (-n-) I sostantivi che hanno il tema in consonante -n- hanno il nominativo singolare uguale al tema puro, cioè non aggiungono alcuna desinenza. In particolare:  se il tema è in -on-, il nominativo è in -o (caduta della nasale);  se il tema è in -in-, il nominativo può essere in -o (caduta della nasale e -i- diventa -o- per analogia con i temi in -on) oppure in -en. Ecco la flessione di oratio, orationis, f. «discorso», di virgo, virginis, f. «vergine, fanciulla», e di nomen, nominis, n., «nome». SINGOLAREPLURALE N. oratiovirgooration-esvirgin-es G. oration-isvirgin-isoration-umvirgin-um D. oration-ivirgin-ioration-ibusvirgin-ibus ACC. oration-emvirgin-emoration-esvirgin-es V. oratiovirgooration-esvirgin-es ABL. oration-evirgin-eoration-ibusvirgin-ibus

16 Hanno il tema in nasale sostantivi maschili, femminili e neutri. Questi sostantivi (imparisillabi) hanno il genitivo plurale in -um. Nei sostantivi neutri i casi diretti al singolare sono sempre uguali, quindi anche l’accusativo singolare presenta il tema puro. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: nominativo e vocativo singolare dei sostantivi maschili e femminili; casi diretti del singolare dei sostantivi neutri; -es: casi diretti del plurale dei sostantivi maschili e femminili; -a: casi diretti del plurale dei sostantivi neutri; -ibus: dativo e ablativo plurale. Ricorda che… Sostantivi in consonante nasale (-n-)

17 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di flumen, -fluminis, «fiume». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo V. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo flumen - fluminibus - fluminis - flumen - fluminum - flumina - flumina - fluminibus - flumini - flumen - flumina - flumine - Forme da scrivere Sostantivi in consonante nasale (-n-)

18 Sostantivi in consonante liquida (-l-) I sostantivi che hanno il tema in consonante -l- hanno il nominativo singolare uguale al tema puro, cioè non aggiungono alcuna desinenza. Ecco la flessione di consul, consulis, m. «console», e di sol, solis, m., «sole». SINGOLAREPLURALE N. consulsolconsul-essol-es G. consul-issol-isconsul-umsol-um D. consul-isol-iconsul-ibussol-ibus ACC. consul-emsol-emconsul-essol-es V. consulsolconsul-essol-es ABL. consul-esol-econsul-ibussol-ibus

19 Hanno il tema in -l- sostantivi maschili, femminili e neutri. Questi sostantivi (imparisillabi) hanno il genitivo plurale in -um. Nei sostantivi neutri i casi diretti al singolare sono sempre uguali, quindi anche l’accusativo singolare presenta il tema puro. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: nominativo e vocativo singolare dei sostantivi maschili e femminili; casi diretti del singolare dei sostantivi neutri; -es: casi diretti del plurale dei sostantivi maschili e femminili; -a: casi diretti del plurale dei sostantivi neutri; -ibus: dativo e ablativo plurale. Ricorda che… Sostantivi in consonante liquida (-l-)

20 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di sol, -solis, «sole». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo V. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo soles - solibus - solis - solem - solum - sol - soles- solibus - soli - sol - soles - sole Forme da scrivere Sostantivi in consonante liquida (-l-)

21 Sostantivi in consonante liquida (-r-) I sostantivi che hanno il tema in consonante -r- hanno il nominativo singolare uguale al tema puro, cioè non aggiungono alcuna desinenza. In particolare: se il tema è -r-, il nominativo resta -r oppure diventa -s; se il tema è -er- / -or-, il nominativo diventa -us (di solito si tratta di sostantivi neutri). Ecco la flessione di mulier, mulieris, f., «donna», di genus, generis, n., «nascita, stirpe, genere» e di tempus, temporis, n., «tempo». SINGOLAREPLURALE N. muliergenustempus mulier-esgener-atempor-a G. mulier-isgener-istempor-is mulier-umgener-umtempor-um D. mulier-igener-itempor-i mulier-ibusgener-ibustempor-ibus A CC. mulier-emgenustempus mulier-esgener-atempor-a V. muliergenustempus mulier-esgener-atempor-a A BL. mulier-egener-etempor-e mulier-ibusgener-ibustempor-ibus

22 Hanno il tema in -r- sostantivi maschili, femminili e neutri. Questi sostantivi (imparisillabi) hanno il genitivo plurale in -um. Nei sostantivi neutri i casi diretti al singolare sono sempre uguali, quindi anche l’accusativo singolare presenta il tema puro. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: nominativo e vocativo singolare dei sostantivi maschili e femminili; casi diretti del singolare dei sostantivi neutri; -es: casi diretti del plurale dei sostantivi maschili e femminili; -a: casi diretti del plurale dei sostantivi neutri; -ibus: dativo e ablativo plurale. Ricorda che… Sostantivi in consonante liquida (-r-)

23 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di mos, -moris, «costume, usanza, abitudine». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo V. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo more - morum - moribus - moris - mos - mores - mos - mores- moribus - mori - morem - mores Forme da scrivere Sostantivi in consonante liquida (-r-)

24 Sostantivi in consonante doppia I sostantivi che hanno il tema in consonante doppia (-nt-, -ct-, -rc-, -rt-, -rd-, -rb-, -rp-, -rn-, -ss-) hanno una declinazione uguale a quella degli altri temi in consonante, con una sola differenza: il genitivo plurale in -ium anziché in -um. I sostantivi più frequenti di questo gruppo sono quelli con tema -nt- e -ss- Ecco la flessione di gens, gentis, f., «gente, stirpe», di ars, artis, f., «arte, abilità» e di os, ossis, n., «osso». SINGOLAREPLURALE N. gen-sar-sar-sosos gent-esart-esoss-a G. gent-isart-isoss-is gent-iumart-iumoss-ium D. gent-iart-ioss-i gent-ibusart-ibusoss-ibus A CC. gent-mart-emosos gent-esart-esoss-a V. gen-sar-sar-sosos gent-esart-esoss-a A BL. gent-eart-eoss-e gent-ibusart-ibusoss-ibus

25 Hanno il tema in consonante doppia sostantivi maschili, femminili e neutri. Questi sostantivi (imparisillabi con due consonanti davanti alla desinenza o falsi imparisillabi) hanno il genitivo plurale in -ium. Nei sostantivi neutri i casi diretti al singolare sono sempre uguali, quindi anche l’accusativo singolare presenta il tema puro. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: nominativo e vocativo singolare dei sostantivi maschili e femminili; casi diretti del singolare dei sostantivi neutri; -es: casi diretti del plurale dei sostantivi maschili e femminili; -a: casi diretti del plurale dei sostantivi neutri; -ibus: dativo e ablativo plurale. Ricorda che… Sostantivi in consonante doppia

26 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di mens, -mentis, «intelligenza, ragione, mente». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo V. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo mentis - mentibus - mens - menti - mens - mentes - mentibus - mentes - mentem - mentium - mente - mentes Forme da scrivere Sostantivi in consonante doppia

27 Sostantivi in -i- maschili e femminili Il tema -i- di questi sostantivi si fonde con le desinenze. L’uscita del nominativo è -is, o talvolta -es. Alcuni sostantivi conservano le antiche uscite -im all’accusativo singolare e -i all’ablativo singolare. Ecco la flessione di civis, civis, m. «cittadino», e di navis, navis, f., «nave». SINGOLAREPLURALE N. civisnavisciv-esnav-es G. civ-isnav-isciv-iumnav-ium D. civ-inav-iciv-ibusnav-ibus ACC. civ-emnav-em / nav-imciv-esnav-es V. civisnavisciv-esnav-es ABL. civ-enav-e / nav-iciv-ibusnav-ibus

28 Questi sostantivi (parisillabi) hanno il genitivo plurale in -ium. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: -is: nominativo, genitivo e vocativo singolare (per i sostantivi che escono in -is); -es: nominativo e vocativo singolare (per i sostantivi che escono in -es), casi diretti del plurale; -i: dativo e ablativo singolare dei sostantivi che conservano tale desinenza nell’ablativo singolare; -ibus: dativo e ablativo plurale. Ricorda che… Sostantivi in -i- maschili e femminili

29 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di hostis, hostis, «nemico». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo V. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo hosti - hostis - hostes -hostium - hostes -hostibus -hostis -hostem -hostibus -hostes -hoste -hostis Forme da scrivere Sostantivi in -i- maschili e femminili

30 Sostantivi in -i- neutri Il tema -i- di questi sostantivi si fonde con le desinenze. L’uscita del nominativo può essere in -e, -al, -ar. A differenza di tutti gli altri sostantivi della III declinazione, presentano l’ablativo singolare in -i e i casi diretti plurali in -ia. Ecco la flessione di mare, maris, n. «mare», e di animal, animalis, n., «animale, essere animato». SINGOLAREPLURALE N. mareanimalmar-iaanimal-ia G. mar-isanimal-ismar-iumanimal-ium D. mar-ianimal-imar-ibusanimal-ibus ACC. mareanimalmar-iaanimal-ia V. mareanimalmar-iaanimal-ia ABL. mar-ianimal-imar-ibusanimal-ibus

31 Questi sostantivi (parisillabi) hanno il genitivo plurale in -ium. Nella flessione, alcune forme presentano la stessa uscita: casi diretti del singolare; -ia: casi diretti del plurale; -ibus: dativo e ablativo plurale. Ricorda che… Sostantivi in -i- neutri

32 Verifica immediata Scrivi le singole forme in corrispondenza del caso e del numero corretti, ricostruendo la flessione di rete, -retis, «rete». SINGOLAREPLURALE N. Inserire qui il testo G. Inserire qui il testo D. Inserire qui il testo ACC. Inserire qui il testo V. Inserire qui il testo ABL. Inserire qui il testo rete - retibus - retis - rete - retium - retia - retia - retibus - reti - reti - retia - rete Forme da scrivere Sostantivi in -i- neutri

33 Particolarità della III declinazione Eccone la declinazione: Parecchi sostantivi presentano irregolarità e oscillazioni nella forma del genitivo plurale, uscente in -um o in -ium. (es.: faux, faucis, imparisillabo, gen. pl.: faucium; canis, canis, parisillabo, gen pl: canum). Lo stesso vale per certe oscillazioni all’ablativo singolare fra -e ed -i. Alcuni sostantivi presentano forme particolari dovute a cambiamento di radice. sing: bos, bovis, bovi, bovem, bos, bove; pl: n., ac., v. boves; g. boum; d., ab. bubus/bobus, «bue, mucca»; sing: iter, itineris, itineri, iter, iter, itinere; pl: n., ac., v. itinera; g. itinerum; d., ab. itineribus, «viaggio»; sing: vis, roboris, robori, vim, vis, vi; pl: n., ac., v. vires; g. virium; d., ab. viribus, «forza, violenza»; sing: Iuppiter, Iovis, Iovi, Iovem, Iuppiter, Iove «Giove».

34 Particolarità della III declinazione Esempio: Alcuni sostantivi hanno un significato diverso al singolare e al plurale. finis, -is, «fine, confine» fines, -ium, «territorio»; ops, opis, «mezzo, risorsa» opes, opum, «mezzi, risorse, potenza, esercito»; pars, partis, «parte» partes, -ium, «partito, fazione». Alcuni sostantivi sono usati solo al plurale (pluralia tantum): Esempio: maiores, -um, «antenati»; optimates, -um, «ottimati, nobili, conservatori»; moenia, -ium, «mura».

35 Verifica sommativa Riordina la declinazione del singolare del sostantivo oratio, -onis «discorso». oratio orationis orationi orationem oratio (voc.) oratione Esercizi di base

36 Verifica sommativa Indica quale tra queste risposte è quella corretta. La forma cubīli può essere dativo singolare nominativo singolare ablativo singolare vocativo singolare Esercizi di base

37 Verifica sommativa Indica quale tra queste risposte è quella corretta. Scegli la traduzione corretta della forma tempore del tempo con il tempo i tempi nei tempi Esercizi di base

38 Verifica sommativa Abbina ciascuna forma alla sua analisi. rege fluminum lacunaria vectigalis Esercizi di base ablativo singolare genitivo plurale accusativo plurale genitivo singolare

39 Verifica sommativa Abbina ciascuna forma alla sua traduzione. amnem nominibus tribunalium corde Esercizi di base il fiume ai nomi delle tribune con il cuore

40 Verifica sommativa Esercizi di recupero Riordina la declinazione del plurale del sostantivo genus, genĕris, «genere». genera (nom.) generum generibus genera(acc.) genera(voc.) generibus (abl.)

41 Verifica sommativa Esercizi di recupero Indica quale tra queste risposte è quella corretta. La forma pietati è ablativo singolare nominativo plurale dativo singolare vocativo singolare

42 Verifica sommativa Scegli le traduzioni corrette della forma mulieribus. alle donne delle donne a causa delle donne le donne Esercizi di recupero

43 Verifica sommativa Esercizi di recupero Abbina ciascuna forma alla sua analisi. ossis generi solem cubilium genitivo singolare dativo singolare accusativo singolare genitivo plurale

44 Verifica sommativa Esercizi di recupero Abbina ciascuna forma alla sua analisi. generis retibus patri animal del genere con le reti al padre l’animale

45 Verifica sommativa Indica se la seguente affermazione è vera o falsa. Il dativo e l’ablativo dei sostantivi in -i (parisillabi) maschili e femminili esce con la stessa forma in -i Vero Falso Esercizi di consolidamento

46 Verifica sommativa Indica quale tra queste risposte è quella corretta. Il nominativo singolare di roboris è vis vir vires vim Esercizi di consolidamento

47 Verifica sommativa Esercizi di consolidamento Abbina ciascuna forma alla sua traduzione. civium civis civitas civitatum dei cittadini del cittadino, il cittadino la città delle città

48 Verifica sommativa Esercizi di consolidamento Abbina ciascuna forma alla sua traduzione. equite equites eques equitis ablativo singolare accusativo plurale nominativo singolare genitivo singolare

49 Verifica sommativa Esercizi di consolidamento Abbina ciascuna forma alla sua traduzione. operum opem orem obsidem opus ops os obses

50 Lessico Parole da sapere Sostantivi in consonante labiale Impara a memoria i sostantivi della III declinazione più frequenti Sostantivi in consonante gutturale LATINOITALIANO ops, opismezzo; al pl. potenza, esercito plebs, plebisplebe LATINOITALIANO grex, gregisgregge lux, lucisluce pax, pacispace prex, precispreghiera

51 Sostantivi in consonante dentale LATINOITALIANO eques, equitiscavaliere miles, militissoldato obses, obsidisostaggio salus, salutissalvezza, salute, saluto Lessico Sostantivi in consonante nasale LATINOITALIANO carmen, carminis, n.canto, carme, poesia certamen, certaminis, n.gara, lotta homo, hominis, m.uomo Scipio, Scipionis, m.Scipione Parole da sapere

52 Lessico Sostantivi in consonante liquida LATINOITALIANO aes, aeris, n.rame, bronzo consul, consulisconsole foedus, foederis, n.patto, accordo genus, generis, n.stirpe, origine, tipo, genere litus, litoris, n.costa, litorale os, oris, n.bocca pater, patris, m.padre soror, sororis, f.sorella mulier, mulieris, f.donna tellus, telluris, f.terra tempus, temporis, n.tempo, momento Venus, Veneris, f.Venere vulnus, vulneris, n.ferita Parole da sapere

53 Lessico Sostantivi in consonante doppia Sostantivi in -i- maschili e femminili LATINOITALIANO cor, cordis, n.cuore gens, gentis, f.popolo, stirpe os, ossis, n.osso pons, pontis, m.ponte nox, noctis, f.notte urbs, urbis, f.città LATINOITALIANO avis, avis, f.uccello caedes (caedis), caedis, f.uccisione, strage hostis, hostis, m. e f.nemico navis, navis, f.nave orbis, orbis, m.cerchio, sfera sitis, sitis, f.sete Parole da sapere

54 Sostantivi in -i- neutri LATINOITALIANO altare, altaris, n.altare exemplar, exemplaris, n.esemplare, modello mare, maris, n.mare vectigal, vectigalis, n.tassa, tributo Lessico Parole da sapere

55 Lessico Parole e cittadinanza Tantum potuit religio suadere malorum A così grandi mali può indurre la superstizione La citazione è tratta dal De rerum natura di Lucrezio. L’opera, risalente alla prima metà del I secolo a.C., contiene un’esposizione della filosofia epicurea, che in quel periodo stava conoscendo nel mondo romano una considerevole diffusione. Uno dei più importanti propositi dell’autore è quello di liberare l’uomo dalle false paure e superstizioni, conducendo una fiera lotta della ragione contro le tenebre dell’ignoranza, cercando di fornire una spiegazione scientifica per ogni cosa. In questa espressione, tratta dal I libro dell’opera lucreziana, il termine religio, religionis, che letteralmente significa “scrupolo”, “timore religioso”, viene usato nella sua accezione più negativa di “credenza superstiziosa”. Per Lucrezio infatti la religio è un terribile mostro, che ha condotto l’uomo a terribili azioni, come nel caso del sacrificio di Ifigenia. L’autore narra infatti di come Agamennone, per propiziare la partenza della flotta greca per la guerra di Troia, abbia sacrificato alla dea Artemide la propria figlia. La religione è perciò considerata causa di fatti crudeli e atroci, soprattutto se impiegata a fini politici. Nonostante sia affrontato da Lucrezio in modo originale, questo tema sarà sempre d’attualità in tutto il corso della storia: a partire dalle crociate o dalle cacce alle streghe, fino ad arrivare, nei giorni nostri, ai vari fondamentalismi religiosi. Basti citare, primo fra tutti, l’esempio dell’attacco terroristico al World Trade Center di New York che causò il crollo delle torri gemelle e la morte di oltre duemila e settecento persone.


Scaricare ppt "La III declinazione La terza declinazione Sostantivi in consonante labiale (-p-, -b-) Sostantivi in consonante dentale (-t-, -d-) Sostantivi in consonante."

Presentazioni simili


Annunci Google