La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Frutto vero: deriva dall’accrescimento dell’ovario Falso frutto: se formato da tessuti diversi dall’ovario (asse fiorale o ricettacolo)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Frutto vero: deriva dall’accrescimento dell’ovario Falso frutto: se formato da tessuti diversi dall’ovario (asse fiorale o ricettacolo)"— Transcript della presentazione:

1 Frutto vero: deriva dall’accrescimento dell’ovario Falso frutto: se formato da tessuti diversi dall’ovario (asse fiorale o ricettacolo)

2 Classificazione dei frutti Secchi e carnosi Secchi si distinguono in Frutti deiscenti: a maturità si aprono in modo spontaneo per rilasciare i semi Follicolo, legume o baccello, capsula Frutti indeiscenti: a maturità non si aprono Achenio, cariosside, noce, samara Abrus precatorius - legume Taraxacum officinale – achenio con pappo

3 Frutti carnosi Bacca: frutto con epicarpo più o meno membranoso, mesocarpo ed endocarpo carnosi, indistinti, contenenti numerosi semi es. pomodoro, uva Drupa: frutto con esocarpo sottile, mesocarpo carnoso, succulento, a volte fibroso o coriaceo ed endocarpo duro e legnoso (nocciolo), che riveste il seme es. pesche, ciliegie, olive, prugne

4 Frutto o pericarpo Si forma dall’ovario (ma possono partecipare altre parti del fiore). Costituito da 1.Esocarpo: detta buccia 2.Mesocarpo (può mancare): può essere carnoso 3.Endocarpo: può presentarsi “legnoso”

5 Frutto semplice: se si forma da un ovario di un singolo fiore monocarpellare o pluricarpellare, ma sincarpico. Frutto composto o aggregato: deriva da un singolo fiore (i carpelli separati facevano parte dello stesso gineceo). E’ costituito da numerosi frutti semplici, strettamente uniti tra loro. Es. mora del rovo Rubus ulmifolius

6 Frutto multiplo (infruttescenza) Deriva da più ovari separati strettamente ravvicinati nell’infiorescenza. E’ costituito da numerosi frutti semplici, strettamente uniti tra loro. Es. sorosio del gelso e sorosio dell’ananas

7 pomo Pomo delle Rosaceae : ovario infero pluricarpellare parte carnosa formata dal ricettacolo endocarpo membranaceo es. mela, pera

8 Disseminazione Processo di dispersione dei semi, può essere 1.Anemocora: la pianta provvede a favorire il distacco dei semi e facilitarne il trasporto ad opera dei semi: semi piccoli e leggeri, deiscenza dei frutti secchi, formazione di organi di volo (espansioni alari, pappi); 2.Idrocora: per lo più dovuta alle precipitazioni atmosferiche, favorita da espansioni membranose e tricomi oppure dalla presenza di parenchima aerifero e da tegumenti seminali poco permeabili all’acqua; 3.Zoocora: ad opera di mammiferi, insetti, lumache, uccelli A nel caso il trasporto sia passivo, la pianta provvede a dotare il seme di aculei, spine, setole, uncini, strutture atte ad aggrapparlo ai peli dell’animale = disseminazione epizoa Bl’animale si ciba della pianta e del frutto = disseminazione endozoa


Scaricare ppt "Frutto vero: deriva dall’accrescimento dell’ovario Falso frutto: se formato da tessuti diversi dall’ovario (asse fiorale o ricettacolo)"

Presentazioni simili


Annunci Google